New Thread
Reply
 

JLW #57: Battle of New York IV

Last Update: 9/24/2020 9:26 PM
Author
Print | Email Notification    
OFFLINE
User Profile
Post: 51,671
Post: 25,240
Registered in: 7/12/2006
Location: VERCELLI
Age: 37
Gender: Male
CITH - Boss WBFF
Best of All Time!!!
Ava Misfit
The Boss
9/24/2020 9:25 PM
 
Quote



Jack Leone Wrestling presents...
JLW BATTLE OF NEW YORK IV
13 settembre 2020
@JLW Dojo, New York (New York)
9x05; JLW Event #57


Un-Official Theme: Jacques Offenbach - Orpheus goes to Underworld




BOOOOOOOOOOOOOOM

Jimmy Lover: Un saluto a tutti da Chris DeWitt ed El Silente!
Chris DeWitt: Tu sei Jimmy Lover!
El Silente: Non so cosa dire ma userò il punto esclamativo!
Lover: La JLW ritorna bisettimanale e pure un po’ bisessuale perché avremo lottatori e lottatrici all’interno dello show, compreso un Mixed Tag Team match.
Silente: Il tema dell’evento è Orfeo va negli inferi, cosa accadrà nel main event, la Battaglia di New York giunta alla Quarta Edizione?
DeWitt: Direi di vedere la line-up dell’evento tutti insieme.

CARD DELLO SHOW
* Match 1: Kim Popart & Mystery Partner vs Vengeful Spirits (Juvia & Salomé)
* Match 2: JLW Pro Wrestling Legacy Championship: "Sir" Abraham Crane (c) & Beatrice vs Archie Fisher & Gabriela Torres [Mixed Tag Team match]
* #1 contender for JLW Undisputed Championship: Bjorn Ironside vs John Kratos vs "Trumpeter" Jacob Lamda [No DQ Three Way match]
* Main Event: Apocalypse ("War Völkermord & "Pestilence" Hiroshi Yagami & "Conquest" Corruptus & "Lust" Cold Snow; w/ Sylvia Madison) vs Guilty with Grimes (Geeno & Lumberjack Sigurd & Thanatos & Nanashi; w/ James Grimes) [4 on 4 Battle of New York match]


Spiegazione stipulazioni




Lo spettacolo è quello di un Ranch americano, vediamo il sole sorgere su un vastissimo campo giallo che illumina la telecamera e gli occhi di chi guarda.
Siamo chiaramente negli stati del sud degli USA. Probabilmente in Texas.
Una sagoma passa proprio davanti alla telecamera, una sagoma totalmente nera con un grosso cappello da cowboy che presto si avvicina a passo lento verso la telecamera e finalmente riusciamo a vederlo! LUI! IL LUI!
Il Leader e capostipite della più grande famiglia del mondo del wrestling: Walter Simond.

Il Ricco magnate americano Walter Simond sorride alla telecamera con fare fiero e sicuro di sé, si guarda attorno mentre nella mano destra tiene ben salda una tazza. E' mattino presto e sicuramente sta bevendo un vero caffé americano!

Passa qualche istante prima che the predator prenda la parola

Walter: "Non c'è nulla di meglio di un'alba in Texas. Questo è il vero Eden sulla terra. Qua è dove è nato il nuovo mondo, dove tutto si decide.
L'America e il Texas ne è il cuore pulsante!"

Passa qualche istante di silenzio, quindi il Riccone inizia a camminare.
C'è uno stacco, ci troviamo all'interno di una grande palestra dove vediamo il figlio del magnate: Walker, che si allena al sacco, colpisce con violenza con cazzotti ben assestati ai fianchi e qualche calcio ch fa dondolare l'enorme oggetto.
Il Giovane Walker si volta verso la telecamera che segue il padre e si ferma.

Walter: "Qua è dove mio figlio si allena quando non deve viaggiare. Il Mio Ranch è immenso e ci ho voluto mettere questa piccola struttura grande quanto una piccola arena con strumenti vari e un ring al centro.
Durante le feste e le riunioni di famiglia, noi tutti, assieme, ci divertiamo combattendo e mostrando cosa sappiamo fare. I Miei cugini, nipoti e tutti gli altri."

Il figlio stesso prende la parola.

Walker: "I Nash e i Simond sono nati nel wrestling e hanno il wrestling che scorre loro nel sangue. Non sono degli stupidi ragazzini che sperano di iniziare una carriera nel mondo del wrestling. Nono ... noi siamo IL WRESTLING.
Io e Gator fin da piccoli abbiamo iniziato ad allenarci assieme, cosa che invece molti altri fenomeni da baraccone hanno iniziato a fare solo in età adulta."

Il padre replica con un sonoro "Fuck Yeah" dando una pacca al figlio sulla spalla per dirgli di tornare ad allenarsi.
Quindi continua a camminare.

Walter: "Gator e Walker sono lottatori di terza generazione. Il Nonno e il Padre di Gator erano wrestler.
Io e mio padre eravamo nel mondo del wrestling ... loro sono il futuro e il futuro è da poco sbarcato in Jack Leone Wrestling e presto ... beh presto conquisteranno l'intera categoria di coppia."

L'inquadratura passa sul ring dove Gator sta per mettere a segno la Don't tread on me (Three Point Running Lariat) su uno sparring partner che fa quasi una capriola per aria quando viene colpito!
Con Tanto di Gator che poi gli poggia entrambe le mani sul petto per schienarlo.
E mentre Walter fa il conteggio ... il collegamento si chiude.
Si sente solo l'audio

Uno
.
.
Due
.
.
Tre!!

Silenzio.



In uno spogliatoio c’è la Pop Idol Kim Popart a osservare una scarpetta brillante.

Kim: A quanto pare, nemmeno quest’anno riuscirò a diventare Empress of Europe! Quattro anni, quattro eliminazioni al primo turno. Non proprio la Cindarella Story che mi aspettavo… ma sai, questo significa che non avrò nemmeno al mio fianco la madrina dell’evento, Amanita Phalloides.
Avrò te, perché ho sempre potuto contare su di te!

?!?: Okay ma la pausa è finita. Ora si corre. Passo avanti. Passo indietro. Passo avanti. Passo indietro.

L’altra persona nella stanza è la “Fitness Trainer” Marika Eiliff.



Marika: Sai Kim, questa non è la VDW e non è nemmeno la THÈA, siamo in JLW, hai la tua occasione di ricominciare da capo!

Kim: Dici che non siamo in VDW, allora perché è apparso il tuo volto a pieno schermo?

Marika: Forse perché non sono qui dentro da due anni pieni e si sono dimenticati di me. Ma stasera si ricorderanno della mia prestazione.
Be’, in realtà io sono una trainer, magari Juvia e Salomè mi prendono a botte per tutto il tempo ma avrò svolto il mio lavoro se tu sarai pronta a conquistare la vittoria.
Sono qui per te, a pagamento, ma ci sono.

Kim: A pagamento? Ma da quando?

Marika: Spendo molto per oggetti cosmetici a Fortnite.

Kim: Hai 40+ anni e giochi a Fortnite?

Marika: Hai 30+ anni e ancora non hai vinto una beata mazza!

Kim: Sigh.

Marika: Diciamolo insieme a suon di musica. Rip-pe-ro-ni! ♫

Kim: AHHHHHHHHHHHHHH!

The Silencer emana un urlo di disperazione, è sull’orlo di un crollo di nervi.

Marika: Esatto, è questo che volevo. Il tuo crollo, il punto adatto per ripartire, con un po’ di sano fitness tutto si metterà a posto. Devi sapere una cosa, a 20 anni la mia percentuale di massa corporea era sopra il 10%. So che tu sei sul 15% e sei anche un po’ culona (ndCith: e io che sto sopra il 20% che devo dire?) ma sai… questo mi ha insegnato una lezione! Mi ha fatto capire che per essere perfetta dovevo modellare il fisico a mio piacimento.
Ho iniziato a camminare, a correre, a fare palestra, a usare la cyclette. Ho fatto nuoto, tennis, basket, arti marziali, lotta nel fango, lapdancing e la parrucchiera. Quest’ultima però non mi faceva dimagrire!
Sai, Kim, io sono più grande di te, ho tanta esperienza nella vita e voglio insegnarti come uscire da tutto questo. C’è un grande segreto che rende forti le lottatrici.

Kim: Il fitness?

Marika: Esatto! Proprio questo.

Kim: Solo non capisco perché sono riuscita a far scappare Jennifer Belle dalla VDW, mettendo in crisi la sua Army e poi me la ritrovo campionessa FWF/Minerva. Com’è possibile tutto ciò?!?

Marika: Cosa ti importa? Stasera non avrai contro Jennifer Belle. Focalizzati sulle nostre avversarie. Immagina i loro volti nella tua mente pieni di ceffoni e cazzotti.

Kim: NON CONOSCO I LORO VOLTI!

Marika: Dietro alle loro maschere ci sono due donne o ragazze, vulnerabili, forse inesperte, che vogliono apparire più forti di quello che sono davvero.
Loro hanno lacerato il tuo rapporto con Rhèa, visto che sono la manager delle Titan One More Time è stato un disastro anche per me, credimi.
Loro ti hanno isolata e messa in crisi.
Vuoi dare tutto questo credito a due newbies che non ringraziano nemmeno l’autista del bus prima di scendere?
Tu hai il controllo! Tu sei Kim Popart, la leggenda della musica pop anni ’90 nel NUOVO MILLENNIO.
Nessuna cantante ha fatto del Pop Anni ’90 il suo marchio di fabbrica negli ultimi dieci anni. Nemmeno Madonna, nemmeno Britney, nemmeno Christina!
Tu, soltanto tu, fai questo.

Kim: Io sono una leggenda della musica? Non l’avevo mai vista in questi termini. Io sono una innovatrice perciò. Hai ragione, ora ricordo perché ho iniziato a fare tutto questo. Volevo cambiare il mondo della musica, riportarlo negli anni ’90. Basta con la depressione a ogni canzone di Adele o le sculettate di tante cantanti pop. Io voglio fare come Shakira che si gettava nel fango cantando Whatever, Whenever.
Ecco il Pop! Ecco gli anni ’90!
Grazie Marika, scommetto che negli anni ’90 eri una bellissima ragazza.

Marika: Lo sono tuttora, non a caso sono la 40 Years Old Girl. In ogni caso, ti vedo motivata. Ora possiamo davvero affrontare le Vengeful Spirits. Hanno rischiato di farti crollare con il loro lavaggio del cervello ma per fortuna io uso Perlana.

Kim: Ho la sensazione di dimenticare qualcosa… lavare… lavare… anni ’90… Calimero.
AVA COME LAVA! AVA MISFIT!!!
Noooooooooo, sto pensando a quel traditore del mio fidanzato che se la fa con Chanel Simond.

Marika: Non pensarci, puoi sempre disperarti dopo la nostra vittoria. Ora andiamo!

La Pop Idol bionda sembra essersi ripresa bene dopo la motivazione offerta da Marika, che almeno stavolta le è stata davvero d’aiuto.



Una telecamera si accende, mostrandoci l’esterno del JLW Dojo dove questa sera avremo il piacere di assistere a “JLW Battle of New York IV”, la visuale ruota di centottanta gradi, mostrandoci il piccolo locale situato dirimpetto all’arena, il Maxxi’s Bar.
Con velocità disarmante ci spostiamo al suo interno, ad un tavolino situato di fronte alla grossa vetrata del bar che affaccia sul dojo.

???: Credo che dovremmo scommettere.

Al tavolo, due donne sono sedute una di fronte all’altra. La particolarità di queste due fanciulle, è che entrambe hanno il viso coperto da una maschera.
La prima è Salomé, la quale fatica non poco a bere da un calice contenente vino rosso, l’altra, ovviamente, è Juvia, con accanto una semplice bottiglietta d’acqua.

Juvia: Scommettere su cosa?

Salomé: Su chi sarà la misteriosa partner di Kim.

La ragazza della pioggia inclina appena la testa di lato, pensierosa.

Juvia: Una così non si fa molte amiche…

Salomé: Più che altro, non se le sa tenere.
Mi sento di escludere Rhea ad esempio, quel pachiderma sembra essersi stancata di perdere per colpa di quella troietta bionda.

La ragazza dalla maschera nera (quella meno volgare diciamo, visto che hanno entrambe una maschera nera) annuisce alle parole della compagna.

Juvia: Concordo con te sull’escludere Rhea. Vogliamo dunque giocare ad “indovina chi?” escludendo ogni possibilità per arrivare alla soluzione?

La Whore of Babylon annuisce pensierosa, come se il gioco la intrigasse più del dovuto.

Salomé: Allora, giochiamo!
La Belle è da escludere, Kim ha perso la sua amicizia e quindi schiviamo un proiettile.

Juvia: E se fosse l’infermiera del dojo?

Salomé: Dici?

Juvia: Non si vede da tempo, per quanto ne sappiamo potrebbe essere morta, però…

Salomé: Mah, mi sento di escluderla, l’avremmo vista di recente altrimenti, non credi?!

Colei che porta la pioggia fa spallucce.

Juvia: Non so, teniamola in considerazione.
Comunque, escluderei anche Sa-chan, ultimamente sembra abbia altro a cui pensare.

Salomé: Povera gioia, quasi mi fa tenerezza, possiamo adottarla?

Salomé fissa Juvia con uno sguardo da cerbiatto e le mani giunte in preghiera, come farebbero i bambini desiderosi di un nuovo giocattolo o un cucciolo.

Juvia: Non so davvero chi possa essere, ma ancora non ho capito, cosa volevi scommettere?

Salomé: Mmm… non lo so.
Potrei proporti un bel bacio saffico per penitenza, sapendo che lo odieresti e passeresti notti insonni con la paura di perdere, ma sarebbe troppo banale, devo pensarci attentamente, voglio stupirti.
E tu?

Juvia: Voglio pensarci anche io, ma potrei obbligarti a passare una giornata da persona gentile e magari non volgare, ma temo esploderesti.

La Whore of Babylon balza in piedi, afferrando il proprio calice di vino. Scosta appena il velo davanti alle labbra per berne il contenuto, ma per sicurezza, si volta, dando le spalle alla telecamera, poi si risiede.

Salomé: Fanculo, ce l’ho!

Juvia: Anch’io.

Salomé: Davvero? Allora prima tu, ma se hai pensato alla stessa cosa ti ribalto addosso il tavolino.

Juvia: Amanita Phalloides, ha fatto da madrina in un torneo per Kim.

Se la Whore of Babylon fosse il personaggio di un anime, avrebbe un grosso punto interrogativo sulla testa.

Salomé: Chi? Non credo che per affrontare un duo di strafighe come noi chiederebbe aiuto ad una tipa col nome che ricorda molto poco vagamente un cazzo.

Juvia: Elegante… comunque che altre scelte avrebbe?! Per me è lei. Per te?

Salomé: Kim Popart. Per me ci affronterà da sola perché non sa a chi rivolgersi e la umilieremo.
Le scelte sono state fatte, ora dobbiamo solo vedere chi vincerà la scommessa, almeno renderemo interessante un match del genere…

-CAMERA FADES-



DeWitt: Kim Popart è stata isolata sempre di più dalle Vengeful Spirits. Le hanno tagliato le amicizie, una dopo l’altra.
Silente: Ma è rimasta Marika! Su di lei si può sempre contare!
Lover: Marika è come una stella in un grande cielo, ma è la stella che non si può vedere a occhio nudo.

Con la stupenda “That don’t impress me much” arrivano la “Pop Idol” Kim Popart e la sua compagna Marika Eiliff, la Fitness Trainer e grande motivatrice. Kim ha potuto contare sul suo supporto e ha finalmente una compagna per competere in tag team.

Scott Fritz – Shellshock. Cambia l’atmosfera all’arrivo delle Vengeful Spirits. Juvia e Salomè finora stanno ottenendo dei buoni successi psicologici nella loro Crociata contro Kim Popart. L’hanno presa di mira fin dall’inizio e sono riuscite a ottenere ciò che volevano. Le due lottatrici mascherate salgono sul ring e non vogliono perdere tempo.

Match 1: Kim Popart & Marika Eiliff vs Vengeful Spirits (Juvia & Salomè)
Referee: Lile Majora

DIN DIN DIN

La sfida ha inizio e si comincia subito con Kim Popart contro Juvia. Uno scontro atteso, dove la Pop Idol si fa coraggio e combatte la ragazza che più di tutte le ha causato problemi, arrivando ad umiliarla e separandola dalle sue maggiori alleate.
Serie di Chop da parte di Kim, ma Juvia risponde con un Bycicle Kick devastante!
Kim rimbalza indietro, non si attendeva una manovra del genere, però contrattacca con una Snapmare DDT.
Grande manovra, ormai Kim ci crede davvero!
La vediamo salire all’angolo e lanciarsi con un Moonsault, ma Juvia si toglie.

JUVIA LANCIA KIM ALLE CORDE.
TIGER FEINT KICK!
La tramortisce e le impedisce di procedere.
Ottima iniziativa da parte della Rain Girl, che connette pure con una Hurricanrana.
TAG per Salomè, che travolge immediatamente la rivale con uno Shining Wizard.

DeWitt: Questa fa male!
Silente: Una mossa ad alto impatto.

La Pop Idol si rialza lentamente, è in difficoltà ma sente Marika che batte le mani e fa il tifo per lei. Kim è in difficoltà e Salomè va giù pesante nel cercare di eseguire l’HARLOT KICK (Pelé) ma la Pop Idol si salva quasi per miracolo, andando all’angolo per prendersi il TAG.

Marika entra sul ring per la prima volta e subito mostra a Salomè la sua abilità atletica saltellando qui.
CEFFONE DI SALOME’! La costringe a entrare in azione.

MUSCLE GAIN!
Combo di calci da parte di Marika, che poi sguscia alle spalle della rivale e la stende con il FAST RUN FROM BEHIND, un Bulldog!!!
Attenzione!
Anche Marika cerca la grande mossa spettacolare.

FAT BURNING!!!
Swinging Reverse STO per chiudere la sfida.
SALOME’ LA RESPINGE!!!

Double Underhook Suplex da parte della Whore of Babylon.
A SEGNO!

Juvia intanto prende di mira Kim Popart all’esterno del ring, la vediamo trascinare giù l’avversaria e lottare con lei.
LA LANCIA VERSO I GRADONI D’ACCIAIO.
STUUUUUUUUUUUUUMP!
COLPO DURISSIMO.
Kim si rialza gradualmente ma…
LLUVIA KICK!!!
La Pop Idol va KO fuori dal ring.


All’interno intanto arriva l’HARLOCK KICK (Pelé) su Marika.
Salomè la stende e va a schienarla senza perdere tempo.
1…
2…
3!!!
Ci siamo.
Questa è la fine del primo match, ancora una volta si è visto il dominio delle Vengeful Spirits, spettacolari nel loro modo di agire. Juvia e Salomè hanno abbattuto Kim e Marika, probabilmente causando ulteriori danni alla Pop Idol, sempre più isolata dalle sue alleate. Rhèa non si è presentata per lei, Lisa Garland non si vede da mesi, Lady Sa-Chan ha altri impegni, ora pure Marika è stata battuta.
Chi è rimasta ancora dalla parte di Kim?!?

Testo nascosto - clicca qui


DeWitt: Un finale dominante che fa delle Vengeful Spirits un tag team dominante, le due sembrano motivate dall’odio, ma verso chi? Verso cosa?
Lover: L’odio è l’inverso dell’amore, quindi nell’odio c’è un po’ di amore!
Silente: Non la vedo così. Queste due lottatrici hanno trovato la formula perfetta per passare da dilettanti a dominatrici del ring.


OFFLINE
User Profile
Post: 51,671
Post: 25,240
Registered in: 7/12/2006
Location: VERCELLI
Age: 37
Gender: Male
CITH - Boss WBFF
Best of All Time!!!
Ava Misfit
The Boss
9/24/2020 9:26 PM
 
Quote

Le immagini, ancora una volta, ci portano nella villa nobiliare della famiglia Crane, dalle parti di Oxford. Il neo campione Pro Wrestling Legacy Abraham Crane sembra stia aspettando qualcuno. A una certa, le porte del suo studio si aprono. Ed entrare è William, il suo fedele maggiordomo.

Sir? La signorina Beatrice è qui. La faccio entrare?

Il British Culture Lord tira un sospiro di sollievo. Sembrava abbastanza impaziente

AC: “Naturalmente, William. Grazie.”

La porta si apre e fa il suo ingresso la Golden Witch; la italo-nipponica sembra osservare con lieve interesse la magione del suo momentaneo compagno di squadra.

Beatrice: Salve Sir Crane.

Si siede su una sedia accavallando le gambe. Crane si produce in un inchino.

AC: “Lady Beatrice”

Nota la seducente posa della Golden Witch. S’appoggia con le mani all’indietro sulla propria scrivania, poi le incrocia davanti al petto. Sembra serio

AC: “Sarò chiaro conciso e diretto con voi. Se proprio dovevo avere una donna come tag team partner, sono fortunato che siate voi. Ma veniamo al punto: il titolo Pro Wrestling Legacy è in palio da stipulazione, quello Deadly Shiver lo è 24 h su 24. Ed io lo rivoglio. Non perchè lo ritenga importante quanto il PWL o perchè mi bruci ancora la sconfitta contro Haytham Ramses XIV, ma perchè nessuno può strapparmi ciò che è stato mio a lungo. Mi capite? Ho difeso il titolo Custom per oltre 1 anno; il titolo Deadly Shiver ha regole particolari, ed io voglio dimostrare che Haytham non è al mio livello. Deduco che anche voi abbiate i vostri motivi per voler abbattere Gabriella Torres”

La Strega scuote lentamente la testa con un mezzo sorriso.

Beatrice: Non mi mischio con i comuni mortali: la Torres è troppo patetica, troppo stupida e troppo vuota per ritenerla una minaccia; d'altronde non mi pare abbia avuto successi eclatanti ... ma neanche Archie Fisher, pur avendo avuto dei trionfi passati, sia una grandissima minaccia. Insomma questo match non sarà difficile per te e non avrai pericoli ... forse.

Per un attimo il sorriso della donna si allarga in maniera inquietante.

Beatrice: Io non mi preoccuperei di Haytham ... per ora. Lui non combatterà in questo incontro, non è lui il tuo avversario ... oppure mascheri la paura di essere assalito con l'ossessione?

Crane scuote la testa e, a suo modo, ride.

AC: “Non so se sembri non capire, o se comprendi ma vuoi farti gioco di me. Non sto minimamente considerando Archie Fisher perchè non lo ritengo un avversario degno di questo nome. Preferisco concentrarmi sul riprendermi da Haytham Ramses XIV una cintura che ora è sua per mero colpo di fortuna. Io necessito solo una cosa da te, anzi 2. E ... no. Non è quello che gli uomini chiedono alle donne. Ho bisogno mi copra le spalle e ti occupi di Gabriella Torres, un suo low blow o dita negli occhi possono sempre essere dietro l’angolo.”

Il discorso del fu Rhodes Scholars Champion viene interrotto da William

Sono le 17, sir. Ora del thè. Lady Beatrice, gradisce?

Così dicendo l’anziano maggiordomo porge un vassoio con una teiera fumante e due tazze anche alla nobile incantatrice.
Beatrice osserva il maggiordomo e annuisce con un cenno educato.

Beatrice: Earl Grey, grazie.

Poi si volta verso Crane.

Beatrice: Lascia che ti dica una cosa: non sottovalutare mai chi hai davanti, nemmeno l'essere più infido e patetico che esista ... ho provato questa cosa sulla mia pelle. Fisher sarà pure un buffone ma raramente ha uno scatto in cui può coglierti di sorpresa quindi vedi di essere pronto a distruggere quel suo eventuale momento di ripresa. Per la Torres posso dirti ... che domani vedrai il suo nome in un necrologio.

Esprime un verso di divertimento. Sir Crane, intanto, stava sorseggiando il suo thè da buon inglese.

AC: “Oltre 1 anno di regno come campione Custom. Capace nella stessa sera di perdere il titolo Deadly Shiver e prendermi quello PWL. Ex campione di fazione. A pochi passi dal titolo pesi massimi. Un intelletto e una cultura di prim’ordine. Cose che io ho e Archie Fisher no. Fisher è vero, sa essere scaltro, ma distanzia da me diverse miglia in fatto di capacità in-ring, lo sorveglierò come il più fido dei pastori tedeschi sorveglia il suo gregge, e se mai avrà il suo comeback che tanto sembrate temere, sarò preparato e pronto ad abbatterlo come la Royal Air Force con qualunque aviazione.
Voi pensate a Gabriella, ve l’ho detto. Io prometto di coprirvi le spalle anche dagli assalti di Fisher; sono un british gentleman non vi colpirò alle spalle e non vi lascerò sola nemmeno se durante l’incontro mi si dovesse capitare l’occasione di attaccare Ramses. Intesi? Ve la sentite di fidarvi?”

Crane prende dal cassetto una scatola di sigari cubani.

AC: “Per sigillare la nostra alleanza. Voi fumate? Mi pare d’avervi visto usare una pipa.”

Beatrice: Non fumo sigari...inalare il tabacco di un sigaro è più tossico di una sigaretta o di una pipa dato che, a differenza di quest'ultime, non hanno filtri o bocchini ... senza contare che un sigaro causa problemi di respirazione.

Guarda Crane con un'espressione divertita.

Beatrice: Non sarebbe saggio che il nostro Sir abbia il fiatone dopo soli 5 minuti, non pensate?



Ristorantino riservato. Così riservato da essere dotato di un solo tavolo. E' il ristorante della magione di Archie Fisher che, benché non sia più Sindaco di Warchiengton DC si è tenuto la casa perché Corson non è che si faccia vedere così spesso, quindi fa come gli stranieri che occupano casa e sono cazzi tuoi poi.
Comunque sì, siamo nel ristorante di Proprietà Fisher.

Un tavolino con la tovaglia a scacchi bianchi e rossi, lume di candela e Tacos e Paellas in abbondanza. Serviti da un Mr Furble con un Sombrero e dei baffoni posticci.

Fisher e Gabriela Torres sono uno di fronte all'altra, e il primo si è tinto i capelli di nero e si è fatto dei baffetti alla Zorro.
Prende per mano la futura tag team partner... e le parla con accento ispanico inspiegabile.

Archie: "Muchacha, yo me disculpo per i falimenti che la nuestra alleanza ha dovuto affrontare. Forse, mi son detto, il mi odio por lo Mexicanos, la mia convinciòn che siate criminàl y poco de bueons, non mi sta facendo collaborare a dovere. AY!
Ma quiero de cambiar! Voglio che l'America accetti lo straniero, che non ci siano muri a dividerci. Se io sarò Presidente, dovrò esserlo non solo degli U.S. ma dell'Ameriga intera!"

Breve pausa catartica. Porta il dorso della mano alla fronte in maniera drammatica.

Archie: "Ci ho pensato e ho capito che anche voi siete speciali. La stessa Pixar ha fatto sempre film su un sacco di cose dando loro sentimenti: Giocattoli, Insetti, Topi, Macchine, e anche Messicani!
Voi meritate di meglio di un pacco di droga nel culo per passare il confine, my amiga. Voi meritate un Presidente che sia dalla vostra e che abbia una cintura alla vita!
Nosotros tenemos da arquitettar una tattica. Una strategia. Beatrice è fuerte e furba, ma tu... tu, Gabriela, sei più furba di lei"

Gabriela: "Quanti complimenti Archie! Stasera hai per caso bevuto troppo o semplicemente ci stai provando con me?"

Sorseggia Dal suo bicchiere e poi torna subito al suo discorso.

Gabriela:"Archie,penso che per queste cose ci sia altro tempo,più in là,ora dobbiamo concentrarci sul match,stiamo fallendo troppe volte ed un presidente che fa tante promesse e non ne mantiene neanche una,non può sicuramente essere confermato della sua carica,questa volta abbiamo bisogno di concentrazione,i nostri avversarsi non sono 2 tipi,semplicissimi e noi dobbiamo tentare di arginarli e strappargli l'oro dalla vita".

Fisher in risposta le afferra la mano e la accarezza dolcemente. MrFurble suona uno strumento a corda a distanza.

Archie: "E lo faremo. Col tuo aiuto io vincerò il titolo. E col mio aiuto il tuo capo avrà l'opportunità che merita.
Beatrice non ci ostacolerà: saprai tenerle teste. E io farò lo stesso col campione. O non mi chiamo più Archiebald Thaddeus Fisher!"

Gabriela: "Ti chiami così?"

Archie: "No, ma i nomi lunghi fanno presa.
Ho avuto modo di riflettere in tutto questo tempo, sai, e sono convinto delle mie parole.
Non ho di che vergognarmi di dividere con voi spazio. Se qualcuno ha qualche problema, è un elettore che non vuole il bene del paese.
Chiunque si schieri con Archie Fisher, è una persona che pensa AL BENE di questo Paese.
E noi, insieme, penseremo al bene di Entrambe le Americhe"

Gabriela: "...sarebbero... tre..."

Archie: "Un passo alla volta.
Prima quella centrale. Al Sud penseremo in un'altra storyline"

Gabriela:"Ho qualche Parente lí! però esatto meglio pensare a questioni di prima necessità come il titolo, Beatrice,non mi intimorisce ma non la sottovaluto,per Abraham,ritieni ci sia bisogno di un piano?"

Archie:"Che tipo di Piano?"

Gabriela:"Massí uno di quelli che usate anche voi politici in campagna elettorale..."

Fisher si gratta il mento.

Archie: "Potrei dichiarare quali saranno le mie mosse e fare tutt'altro. Potrei saltare sul carro del vincitore e pugnalarlo alle spalle.
Prospettive interessanti. Ma io devo essere un uomo migliore, Gabriella.
Io devo essere una persona che gli elettori VORRANNO votare.
Ho sbagliato spesso in passato, ma è ora di fare la cosa giusta"

MrFurble (intromettendosi): "EVVIA ARCHIE FISHER!"

Fisher gli dà il cinque.

Archie: "Grazie, mio buon amico.
Gabriella, goditi i Tacos"



Match 2: JLW Pro Wrestling Legacy Championship: "Sir" Abraham Crane (c) & Beatrice vs Archie Fisher & Gabriela Torres [Mixed Tag Team match]
Referee: Yuji Gatame

HAJIME!
IKE! IKE! IKE!

Silente: “E si parte! Gabriela Torres e Beatrice iniziano questo match. La Torres non si perde d’animo, vuole intimorire la Golden Witch, giù di pugni e chop all’indirizzo dell’italo-nipponica. La porta fino alle corde, segue uno snapmare e un calcio alla nuca della Strega. E poi? Doppio stomp in salto, a piedi uniti sul costato di Beatrice. We’ve got the cover!

1! …

E solo 2. Gabriela rialza Beatrice, non le risparmia delle ginocchiate alla schiena. La rimette schiena al mat, altro schienamento!

1! … 2! …

Solo 2, solo 2. Gabriela esasperata per quest altro 2 count le sale sopra e inizia a caricarla di sberle.”

DeWit: “Beatrice dopo un po' di schiaffi si riprende, prende tra le mani il volto del membro dell’Adelita, testata cranio contro cranio. Gabriela arretra e cade all’indietro. Bea si rialza, la Torres pure aiutandosi con le corde. Bea le è addosso, giù calci da karate al petto e alla schiena, poi alle gambe, poi un legsweep kick dietro le ginocchia che la fa cadere. Gabriela rotola lontano quanto può tenendosi la gamba per il dolore, ma Beatrice le addosso, la prende, Snap Suplex!!! Pin!

1! … 2! … and …

Solo 2!!! Gabriela effetta il kickout, fa per rialzarsi, prende la carica…. GINOCCHIATA! Dritta in volto! Bea però non la vuole schienare. La trascina a centro ring, con tutto l’intento di tenerla lontano dalle corde, e una Lotus Lock rinchiude Gabriela! Sembra non possano esserci vie di fuga per la Torres, ma sarà cosi? Urla dal dolore, le braccia sono bloccate. Le gambe incrociate di Bea sul suo collo premono, a Gabriela non vuole cedere. Unica cosa: ruota lateralmente, portando Bea spalle al tappeto!

1! … 2! … and …

Solo 2. Gabriela si è rialzata, ok, ma ha troppo male alla schiena e al collo. Si appoggia al paletto. Bea prende una rincorsa e tirandole una doppia ginocchiata caricata con tutto il peso del suo corpo la scaraventa contro il paletto! Mamma mia che botta! Ora è Beatrice a tirarla a centro ring e provare lo schienamento!

1! … 2! … and …

SOLO 2! Che resistenza la Torres!”

Lover: “Beatrice va verso Sir A. Crane che sta protestando per quanto ci sta mettendo a sconfiggere Gabriela. Evidentemente Abraham ritiene la messicana incapace sul ring. La discussione tra il British Culture Lord e la Golden Witch continua; nel mentre Gabriela non solo sta recuperando le forze ma sta anche strisciando verso Archie Fisher. Crane lo fa notare alla sua tag team partner, Bea si volta verso di lei, ma non riesce a fermarla. TAG! Dentro Fisher!
Crane mormora qualcosa, si prende il TAG! Crane corre dentro, Beatrice torna sul ring apron, Fisher è dentro, Crane gli si getta addosso:

LARIAT!!!

Un lariat che ha molto di strong style fa fare un volo tremendo al Candidato Sindaco, poi lo rialza: German Suplex!!! Urla a Beatrice di mettersi comoda e guardare come si fa. Si gira, prepara la Perfect Mind su Fisher. Evidentemente però aveva sottovalutato il rivale perché appena prova il Running Cutter non solo Archie Evita, ma riversa la presa:

Neckbreaker!!!

Crane si tiene la testa, Archie va con un Jacknife pin!

1! … 2! …

Oh! Solo 2. Crane prova una Clothesline, Archie evita, Springboard Kick!!! E poi applica una Ankle Lock ai danni di Sir Crane! E se ne vanta pure…”

Silente: “Il piano di Archie sarebbe anche molto intelligente visto che se vuoi minare qualcuno più grosso di te le caviglie sono un ottimo punto di partenza, ma il legwork assente e la eccessiva differenza di peso (quasi 40 kg e oltre!) non rendono questa rest hold efficace come dovrebbe. Non contro un maestro di tecnica come il PWL Champion in carica…
Crane rotolando in avanti manda Fisher a rotolare fuori ring. Lo segue. Giusto il tempo di scrollarsi la caviglia (la sinistra). Archie però è più rapido, appena Crane scende dal ring fa un drop toe hold sulle caviglie del rivale e lo fa inciampare di faccia sul concrete! Crane si tiene il volto, e Archie esegue un calcio al volto!!!
Crane va al tappeto. Archie torna nel ring e invita l’arbitro a contare per il count out. E così sia!

1! … 2! … 3! … 4! … 5! …

Archie ha lavorato bene di furbizia su Crane. Il campione PWL si sta rialzando…

6! … 7! … 8! … 9! …

Crane torna nel ring. Archie inizia con degli stomp, Crane si rialza e lo lancia lontano, Archie prova una headscissors…Crane lo blocca. Posizione Powerbomb, poi lo mette sul tappeto del ring, prende la sua testa tra le gambe…

Pandemonium!!!

Double Underhoom Facebuster!”

DeWitt: “Crane per dimostrare la propria superiorità rilancia Archie verso il suo angolo. E Gabriela si prende il tag! Dentro Gabriela. Perciò? Dentro anche Beatrice! Dentro di nuovo le due fanciulle, Beatrice corre, tira una ginocchiata in pancia, poi la abbranca

ONE WINGED BIRD!

Shiranui che s’abbatte su Gabriela. Poi la afferra: Dawn Of The Golden Witch! Archie vorrebbe intervenire, ma Crane lo afferra e lo intrappola nella Rings Of Saturn. E Gabriela cede in tempo 0!!!”

Testo nascosto - clicca qui


DeWitt: Sir Crane se ne va da trionfatore, com’è giusto che sia. Ma Beatrice è stata la stella del match.
Silente: Una stella che pretenderà presto una sfida titolata!
Lover: Sicuramente vorrà il confronto con Sir Crane per il titolo.



“Trumpeter” Jacob Lamda è seduto su un divano, le braccia allargate. Parla con una persona che non riusciamo ancora a vedere.

Trumpeter: Ne è passato di tempo da quando siamo saliti sul ring assieme l’ultima volta. O forse dovrei dire che siamo sempre stati avversari?

L’altra persona è il “Greek Warrior” John Kratos, il due volte campione mondiale della JLW.

Kratos: Quando ero tuo mentore ti ho portato nella Chaotic Existence. Eri perso e ti ho istruito. Dopo tutti questi anni, sei riuscito a perderti ancora. Guardati adesso, sei un cavaliere dell’Apocalisse!

Trumpeter: Non paragonarmi ai cavalieri! Io sono l’angelo che suona la tromba e annunzia la guerra finale.

Kratos: Sottigliezze. Eri uno sgherro e lo sei tuttora. Stasera saremo avversari, non sono venuto qui per stringere un’alleanza ma per commiserare la tua caduta. Tu che eri VDW Global Heavyweight Champion per più di un anno, in cima a tutti mentre io non riuscivo ancora a tornare alla gloria. Tu che eri divenuto un wrestler di primo piano, ora non sei nessuno. Sei caduto ancora, sprofondando nella miseria.

Le provocazioni del Bald Basterd non sembrano intaccare la dignità del Trombettiere.

Trumpeter: Non sono caduto in miseria. Non sono sceso a patti con la Chaotic Existence. La stessa squadra che tu hai formato e che ha preso vita senza di te. A cosa diamine servi, John? Tu crei, poi tutto esiste da sé. Sbaglio o quest’Apocalypse che tu disprezzi così tanto l’hai creata tu insieme a Jack Leone?!?
Non sei forse uno dei due cavalieri del Tempo, i creatori del gruppo?
E allora tu crei e gli altri fanno. Tu crei e fallisci, gli altri ricostruiscono.
In ogni caso io nella Chaotic Existence ho scelto di non tornarci mai più. Vuoi sapere il motivo di questo? Io associo quel gruppo di pazzi a te! L’idea di far parte di qualcosa che è nato dalla tua mente mi disgusta. L’Apocalypse non è una tua creazione, è l’Apocalisse di San Giovanni, adatta per buoni e cattivi, perfino per un Mastino Infernale (Hell Patrol) come lo sono io!
Ma la Chaotic? Avresti dovuto schiacciarla sotto i tuoi piedi, con la tua forza ce l’avresti fatta. Mai una sola volta ti sei avvicinato a me mentre la combattevo contro tutto e tutti, mai mi hai supportato mentre tagliavo le teste dell’Idra e queste continuavano a ricrescere.
Il mio unico partner di battaglia, Alfonso Balwase, si è unito a loro, si è arreso anche lui.
E tu? Tu che diamine hai fatto in questo tempo?

Il Greek Warrior si batte un pugno sul petto, è orgoglioso delle sue azioni.

Kratos: Ho combattuto per la gloria di Sparta, per l’onore degli Spartani che nel corso della storia l’hanno rappresentata. Ho terminato il mio esilio, ho scelto la via dell’Onore. A differenza di te, io avevo una valida ragione per combattere. Ho compreso che affrontare la Chaotic Existence non serve a nulla, è uno spreco di tempo, esattamente ciò che hai fatto tu per anni.
Non lo ammetterai mai, Jacob, ma hai perso il tuo tempo a covare vendetta nei confronti del Dottor Schengen, che non sei riuscito ad abbattere.
Se credi che stare nell’Apocalypse sia la tua nuova ragione d’esistere ti sbagli, perché non sei altro che un tirapiedi di bassa categoria, che nemmeno ha il diritto di competere nella Battle of New York!

Lamda si alza di scatto e sbatte Kratos contro il muro, bloccandogli la gola. Lui non prova nemmeno a difendersi, lo scruta con sguardo severo e una superiorità evidente nel modo di guardarlo.

Trumpeter: Io sono in lotta per la title shot al JLW Undisputed Championship! Forse te lo sei dimenticato perché hai vinto e poi perso il titolo mondiale per due volte, ma questa cintura è tutto ciò che serve. È il massimo alloro della Jack Leone Wrestling, che va rispettato perché rappresenta il campione.
Vuoi forse dire che Bjorn Ironside merita di vincerlo di nuovo? O forse dovresti essere tu a farlo? No, nessuno di voi vincerà, sarò io a trionfare e potrò affrontare Red Kamen. Mentre l’Apocalypse si occuperà dei Guilty with Grimes, io mi prenderò un posto nel main event e porterò al gruppo il titolo mondiale, diventando il campione come Trumpeter dell’Apocalypse.

Kratos: Seppellisci le emozioni dentro di te per poi farle riemergere sotto provocazione. Sei ancora debole, Jacob, non otterrai nulla stasera.
Bjorn Ironside è un mezz’uomo perché ha tradito la via dell’onore vichingo seguendo le mode moderne, ha corrotto il suo credo per adattarsi a ciò che piace oggi. Ha virtualizzato l’esperienza Vichinga per farne un concentrato appagante ai sensi, che altro non è che una fandonia in cui crede l’uomo contemporaneo. Con questo ha perso il mio rispetto, non merita di essere nel main event, non merita di affrontare di nuovo Red Kamen.
A quanto pare, ancora una volta questo compito spetterà a me.

Trumpeter: A te non spetta più un cazzo, John! Sei fuori, hai perso le tue opportunità. Stasera ti neutralizzerò, ti polverizzerò, ti brutalizzerò. E farò lo stesso con il Figlio di Odino, lo urterò con il vischio così come ha fatto Loki con Baldr nel mito. E quando succederà, perfino un semidio come lui sanguinerà di fronte a tutti.
Ma a te andrà peggio, John. Sei il mio bersaglio principale, mi sfogherò su di te senza esclusione di colpi!

Il Greek Warrior spintona via l’avversario e sorride in maniera sarcastica.

Kratos: Finalmente cominci a mostrare la tua vera personalità. Non ti serviva uno psicologo, ti serviva uno stradannatissimo motivo per combattere!

Detto questo, Kratos lascia la stanza, lasciando l’Hell Patrol a ponderare ciò che gli è appena stato detto. Riuscirà ad avere la meglio sul suo mentore e su Bjorn Ironside?!?



DeWitt: La prossima è una sfida che non voglio proprio perdermi!
Silente: Bjorn contro Kratos contro Lamda in un No DQ Three Way match. Eh, sì, sarà un match epico.
Lover: Questi tre lottatori hanno una lunga storia alle spalle, non tanto fra Bjorn e Lamda, ma gli altri due incroci sono parecchio intensi!

SKAMOLD – AO VETRI. Il tema d’ingresso del “Vichingo” Bjorn Ironside risuona con potenza nell’arena di New York. Il Figlio di Odino fa il suo ingresso trionfale, è pronto a un’altra sfida senza squalifica dove può sfogare al meglio le sue doti di combattente.

IMMEDIATE MUSIC – SERENATA IMMORTALE. Un brano epico per l’ingresso del “Greek Warrior” John Kratos. Il lottatore è ancora una volta in lotta per raggiungere il main event dopo un anno di grandi trionfi e grandi cadute, l’ultima di queste contro Aeternum. Sembra pronto a riprendere la sua eterna rivalità con Bjorn Ironside. Potevano diventare grandi amici e partner di tag team, ma hanno preso due strade separate fin dall’inizio.

JUDAS PRIEST – HELL PATROL. “Trumpeter” Jacob Lamda si unisce alla sfida e lo fa correndo immediatamente sulla rampa mentre Kratos sta ancora salendo sul ring.
LO ATTACCA ALLE SPALLE!
Poi lo lancia contro i gradoni d’acciaio.
THUUUUUUUUUUUUMP.
La sfida ha avuto praticamente inizio!

#1 contender for JLW Undisputed Championship: Bjorn Ironside vs John Kratos vs "Trumpeter" Jacob Lamda [No DQ Three Way match]
Referee: Hector Tegredo


DIN DIN DIN

Con l’attacco iniziale di Lamda, Kratos è momentaneamente debilitato, mentre Bjorn Ironside scende dal ring e attacca l’angelo che suona la tromba.
ALABAMA SLAM!
Seguito dalla GLEIPNIR. Kokina Clutch brutale che sottomette l’Hell Patrol. Non gli viene data alcna via di fuga.
Vediamo rialzarsi Kratos, che come prevedibile si accanisce contro il Vichingo.
PAZZESCO!
Lo blocca nella WAIT AND TAP, la Cattle Mutilation, una fra le sue manovre risolutive.
Il Greek Warrior sembra scatenarsi, ma poi lascia perdere perché deve vendicare l’assalto a tradimento da parte di Lamda.
TERMOPILI!
Two Handed Chokeslam ai danni dell’Hell Patrol.
LO SCARAVENTA SUL CONCRETE FLOOR!!!

Il Greek Warrior sembra subito voler apparire dominante, poi afferra un pannello di vetro da sotto al ring. Lo posiziona all’esterno e va ad afferrare Lamda, che si stava rialzando solo ora.
SOUL INSANITY!!!
Belly to Belly Suplex verso il pannello di vetro.


CRAAAAAAAAAASH.

Un assalto mostruoso.
Lamda sembra andare KO dopo questo durissimo colpo.

THAT WAS SICK!
THAT WAS SICK!
Il pubblico sembra gasarsi dopo questa mossa spettacolare e pericolosa.
Kratos però vede Bjorn vicino a lui.

BIG BOOT del Vichingo.
Il Greek Warrior viene atterrato ma Bjorn vuole ancora andare avanti e afferra una sedia. COLPISCE IL GINOCCHIO DESTRO DI KRATOS!
Ma non è ancora finita, appoggia la sedia sulla gola di Kratos.
ELBOW DROP SULLA SEDIA!!!

IN PRATICA KRATOS SI RITROVA CON LA GOLA SCHIACCIATA DALLA SEDIA!!!


Holy Shit!
Holy Shit!
Holy Shit!

DeWitt: Una violenza incredibile da parte del Figlio di Odino, che riserva un trattamento speciale per John Kratos.
Silente: Non gli importa delle conseguenze, vuole vincere e dominare la sfida.
Lover: Mi chiedo se Kratos sia fuori dai giochi dopo quanto gli è appena successo.

Bjorn va allo schienamento sul Greek Warrior.

1…


2…


NO!

Non basta ancora.

Tuttavia Kratos pare sofferente e non riesce a rialzarsi.
Ma ci pensa Jacob Lamda!

PULVERIZE YOU!
Hurricanrana dalla terza corda ai danni di Bjorn.
Lo fa sbattere contro la barriera protettiva che sta vicina al pubblico.
THUUUUUUUUMP.
Non basta ancora, Lamda ricorre a ciò che aveva promesso nel suo promo, afferra del vischio e lo usa per urtare alla fronte Bjorn.
IL PUNTO DEBOLE DI BALDR NEL MITO NORRENO!
Bjorn sanguina molto per le ferite da parte del vischio.
La lacerazione alla fronte è evidente.

L’Hell Patrol poi gli applica la SOUL STEALER.
Crippler Crossface per porre fine alla sfida.
Trumpeter vuole davvero confermarsi trionfatore e raggiungere il main event per la prima volta in JLW!
Incredibile manovra finale, Bjorn raggiunge la sedia che è alla sua portata e la sua per liberarsi.
CHAIRSHOT TO THE HEAD!

Lamda collassa dietro di lui.

Il Vichingo ha fatto tutto da solo, liberandosi grazie alla sedia.
Poi l’appoggia a terra e carica Trumpeter sulle spalle.
MILITARY PRESS DROP SULLA SEDIA.

SPLAAAAAAAAAAAT!

Un colpo brutale.

Lover: Non riesco a credere a quanto è appena successo!
Silente: Davvero, è pazzesco. Questi tre lottatori si stanno distruggendo l’uno con l’altro.
DeWitt: Tuttavia Bjorn, che è l’unico in piedi, non è messo bene. La sua ferita sulla fronte causata con il vischio gli sta causando parecchi problemi.

Bjorn ha il sangue sulla fronte e sugli occhi, sicuramente la sua vista è debilitata (ndLover: no, non picchiare me, okay che sto diventando calvo ma non sono John Kratos!), ma lo vediamo pronto a schienare Lamda.

1…


2…


NO!

Non è abbastanza.
Trumpeter reagisce ancora, dimostrando di essere davvero un avversario capace di sopravvivere a colpi durissimi, in precedenza è stato pure scaraventato contro un Panel of Glass.

Bjorn però deve stare attento a Kratos.
Arriva con forza e vigore e lo scaraventa contro il palo d’acciaio.
SBAM!
Poi lo carica sulle spalle.


FEEL THE PAIN!!!


TORNADO DI FORZA 5 sul suo nemico numero 1 in circolazione.


A SEGNO.


Kratos va a schienare Bjorn Ironside senza perdere tempo.


1…



2…


NO!

SOUL STEALER DI TRUMPETER SU DI LUI!

Crippler Crossface assassina.
Il Greek Warrior viene imprigionato nella morsa.
Si dibatte perché non sa più come uscire.
L’Hell Patrol preme con intensità, vuole sottomettere il Greek Warrior e porre fine alla sfida.
Il Greek Warrior viene debilitato, sta esaurendo le poche forze rimaste.
CEDERA’ A BREVE?!?


Bjorn però si rialza di scatto, come posseduto dalla forza brutale.


Solleva Lamda e lo carica per la RAGNAROCK.
Sit-Out Last Ride Powerbomb.

NON VA A SEGNO!
Kratos interviene ma Bjorn lo solleva.

RAGNAROCK SUL GREEK WARRIOR!!!


DEVASTANTE!

ARRIVA LA SOUL STEALER DA PARTE DI LAMDA.


CRIPPLER CROSSFACE SU BJORN!!!


Il Vichingo è imprigionato, non ci sono vie di fuga.
Resiste come può ma perde le forze.


Lo vediamo resistere più a lungo che può.
Kratos vorrebbe intervenire ma la Ragnarock l’ha distrutto, privandolo di tutte le sue forze. Il Figlio di Odino è ancora urtato dal vischio e sanguina sugli occhi, è in condizioni impressionanti.


BJORN CEDE!!!


Ci siamo.
Abbiamo un finale per questa sfida epica, con Jacob Lamda che riesce a porre fine alle ambizioni dei suoi rivali. Sarà lui a fronteggiare Red Kamen e competere per il JLW Undisputed Championship. Si tratta di un successo importante. A quanto pare il Vischio è stato l’inizio della rovina per Bjorn Ironside.


Testo nascosto - clicca qui


Silente: Una vittoria importante per Trumpeter, che può così debuttare nel main event a testa alta.
DeWitt: Un bel successo per lui, mi chiedo se vedremo a breve la sfida titolata.


OFFLINE
User Profile
Post: 51,672
Post: 25,241
Registered in: 7/12/2006
Location: VERCELLI
Age: 37
Gender: Male
CITH - Boss WBFF
Best of All Time!!!
Ava Misfit
The Boss
9/24/2020 9:26 PM
 
Quote

Ci troviamo in cima ad uno dei grattacieli più alti di New York City. Una panoramica mozzafiato accompagna i primi secondi del filmato, catturando varie porzioni di landscape della Grande Mela. Poi uno zoom out fa rientrare, all'interno dell'inquadratura, alcuni dei membri dell'Apocalypse. Gli atleti sono molto vicini al parapetto: la città è ai loro piedi, la osservano dall'alto verso il basso, silenti.
War Volkermord è il primo ad esordire tra i cavalieri.

War: "Siamo in cima al One World Trade Center, meglio conosciuto come Freedom Tower. Il grattacielo più alto di questa città. Misura esattamente 1776 piedi, e di certo non per caso. Poichè quel numero è anche associato all'anno della dichiarazione di indipendenza statunitense.

...

Che romanticismo, uh? Gli esseri umani sono capaci di erigere strutture colossali e di dedicarle a grandi virtù. Ma poi cosa accade? Che succede dopo, quando una metropoli come questa conosce una nuova sommità, un nuovo vertice, che si erge al di sopra di ogni altra cosa?"

Breve pausa retorica da parte del Berliner Annihilator.

War: "Basta salirvi sopra per alimentare, in noi, sensazioni completamente contrastanti rispetto a quelle che vengono considerate ideologicamente fondanti dell'impresa. Ogni uomo che arrivi qui sopra non può fare a meno di sentirsi padrone del mondo, o almeno di questa città. Non può che osservare tutto ciò che vi è al di sotto, e di sentire come se potesse giostrare ogni agglomerato, ogni forma, ogni colore, piegandolo alla propria volontà. Ed è quello il momento in cui finisce la libertà e l'indipendenza degli altri.
Perchè noi siamo così, per quanto ci illudiamo di poter costruire dimensioni utopiche, siamo schiavi della nostra natura, della nostra avidità.

...

La differenza tra noi, l'Apocalypse, e tutti gli altri... È che noi, almeno, non siamo degli IPOCRITI. Sapevamo cosa volevamo, fin dall'inizio.
Il potere, per rivoluzionare il sistema.
Per distruggerlo e ricostruirlo per come si deve, dalle basi.
Lo abbiamo ottenuto più volte, e lo abbiamo usato per portare avanti la nostra causa.
Non abbiamo preso in giro nessuno, non abbiamo promesso la democrazia o la piena libertà. Non abbiamo propinato idee inconsistenti, abbiamo imposto la nostra legge fin dal principio e - che quel potere lo abbiamo mantenuto oppure no - nessuno è mai stato indifferente alla nostra azione... Nel bene, e nel male."

War scruta i suoi compagni, uno ad uno.

War: "La libertà intesa nel senso più comune - nella nostra dimensione - non esiste, esiste solo la libertà di usare la forza per ottenere ciò che si vuole e dominare. Se noi siamo una minaccia, la nostra è una minaccia che NESSUNO è mai riuscito a sventare, per anni e anni. E questo significa qualcosa. I cicli possono rigenerarsi, ma è impossibile evitare che l'Apocalypse torni sempre a scrutare tutti gli altri dal sommo vertice della JLW. Perchè noi non siamo solo i più forti, siamo quelli che il potere lo sanno gestire meglio. Siamo quelli che il potere lo conoscono davvero e che hanno delle motivazioni solide per mettervi le mani e sfruttarlo adeguatamente.

...

I più deboli non riescono a farci i conti con quel potere. Alcuni tradiscono, poi se ne pentono amaramente... Non solo di aver voltato le spalle all'Apocalypse, ma perfino di essere venuti al mondo. E quando accade non è perchè temono che l'Apocalypse possa perdere terreno, ma perchè ritengono loro stessi incapaci di fare i conti con quel potere e gestirlo."

War sospira a pieni polmoni.

War: "Questa volta è stato diverso, non c'è stato alcun traditore. Sylvia Madison è tornata e Grimes ha abbondantemente fallito con il suo subdolo proposito. Non ci resta che punire i Guilty of Grimes una volta per tutte, impartendo loro non una lezione, ma il più atroce supplizio, qualcosa che possa sgretolare anche le loro certezze oltre che le loro ossa."

L'Unsterblich adesso indica verso il basso, dall'alto dell'imponente torre.

War: "Loro stanno lì, lì in basso. Sono come quei piccoli edifici residenziali della periferia newyorkese, un puntino indistinto nella grande massa grigia. Incoerenti e incapaci di portare a termine un compito o una missione.
Noi siamo qui, in cima a questo edificio, ad osservarli e decretare quella che sarà la loro condanna. Al di sopra della LIBERTA', laddove la libertà cessa di avere qualunque valenza, concreta o simbolica che sia.
Siamo qui, sul punto più alto di New York. Presto saliremo sul ring, per combattere la famigerata Battle of New York.
Ricordatevi di ciò che avete visto oggi, da qui, quando ci ritroveremo su quel quadrato.
Fate loro vedere cosa significa fare i conti con un vuoto di 1776 piedi, nutritevi del loro terrore, della loro disperazione, della loro sofferenza. E nessun altro oserà asserire che siamo indegni di ergerci sul punto più alto della JLW."

Silenzio. Un silenzio trionfale, reso tale dalle parole di Volkermord. Sembra quasi non si debba aggiungere altro, i presenti si limitano a guardare il panorama, dall’alto verso il basso.

Pestilence: Come al solito, non posso darti torto.
Abbiamo affrontato un buon numero di battaglie, eravamo i deboli quando combattemmo il potere del Khan, l’abbiamo sconfitto e abbiamo riportato la JLW come doveva essere.



Agli occhi di molti siamo diventati noi il tiranno, dopo la caduta del Khan, ma solo perché hanno iniziato a temerci in quanto simboli di forza, più che di potere. Non abbiamo mai sfruttato la nostra posizione per ottenere qualcosa, contrariamente a coloro che hanno abbandonato la causa per profitti meramente personali.

L’Otaku Senpai si sporge il più possibile, sembra cercare con lo sguardo la base dell’immenso edificio.

Pestilence: Purtroppo, anche questa sfida è scritta prima di essere combattuta. Thanatos e Nanashi si impegnano, certo, ma non hanno l’esperienza per poter rappresentare un serio pericolo per l’Apocalypse.
Sigurd è… una delusione, ha provato in tutti i modi a superarmi, anche con i più sporchi non ci è riuscito, è incompleto.
Geeno, è l’unico motivo per cui combatteremo questo incontro, il degno portatore di una flebile speranza che schiacceremo sotto i nostri piedi, ha talento, ma ha scelto la strada sbagliata per mostrarlo a tutti.



In sostanza, sì, possiamo permetterci di guardarli dalla cima di questo grattacielo perché noi abbiamo passato anni a combattere e dimostrare di essere lottatori temibili, loro hanno troppe carenze per permettersi di raggiungerci quassù…

Cold Snow intanto si aggira intorno a tutto il tavolo dove sono seduti, guardando gli altri membri dell'Apocalypse. Va verso uno dei finestroni del Wolrd Trade Center e guarda al suo esterno.

C.S- L'altezza...che magnifico concetto! Più si è in alto e più si rischia di farsi male quando si cade.
Ma no, in questo caso per noi non si applica: in alto eravamo e in alto siamo rimasti nonostante tutto.
Tch...figuriamoci se un povero idiota come Grimes avrebbe mai potuto corrompere Sylvia.

Si siede di nuovo a gambe accavallate, sorridendo sempre nel suo solito modo.

C.S- Hmhmhmhm...cosa ci si poteva aspettare da un tale gruppo se non il fallimento totale? Guilty of Grimes? Hahahahahahahah oh poveri noi...sembra quasi che Evelyne abbia fatto un bel brain fuck con Geeno e il risultato è sotto gli occhi di tutti.
Ma non credo sia opera completamente sua questa cosa, d'altron-

Qualcuno le mette una mano sulla spalla con una poderosa pacca: è Corruptus. 'Conquest' è rimasto ad ascoltare tutto in silenzio, come ad elaborare la sua risposta.

Corruptus- Scusa se ti interrompo Mary...

C.S- Non permetterti di chiamarmi così!

Corruptus- Oppure cosa? Rendiamoci conto di una cosa sola: quel che ci manca per conquistare davvero TUTTO è di non avere più scocciature davanti ai piedi.
Avranno pure fallito, ma come zanzare continuano a ronzare.

Il bestione di alza in piedi.

Corruptus- Guerra, Lussuria, Pestilenza e Conquista, cosa manca ancora per essere così dominanti? Questo! Distruggere quel gruppo di bastardi! Sapete cosa? Non attendevo altro e stavolta è la resa dei conti.
Ho almeno due o tre cose da ribadire a quegli idioti...specialmente aver tentato di mettersi contro la fazione sbagliata; o con noi o contro di noi e per chi si mette contro la pena è una sola...

Prende la sua mazza da baseball col ferro spinato e la mette sul tavolo davanti a tutti.

Corruptus- ...la pena capitale! Oggi è il giorno del giudizio per i Guilty of Grimes e noi saremo i loro giudici e i loro boia al contempo.
E non sapete quanto mi piaccia il secondo ruolo!

Cold Snow sorride deliziata alla cattiveria del 'loose cannon' e si rivolge a tutti con un'ultima frase.

C.S- And it will be lots...OF FUN!



Ci troviamo nella lussuosissima abitazione di James Grimes. Siamo più precisamente in un salone arredato in modo piuttosto eccentrico. Alle pareti ci sono quadri che hanno tutta l’aria di avere un valore inestimabile, il tutto rifinito con TV da 70 pollici 4K e divani grigi in pelle da far invidia a quelli posti nella sala ovale.
Sui divani sono seduti Thanatos e Sigurd, mentre James Grimes è appoggiato al muro. A camminare su e giù per il salone c’è Geeno, questa volta vestito in maniera a dir poco elegante: giacca scura, cravatta sottile nera e scarpe nere laccate, immancabili gli occhiali scuri che contraddistinguono il Faster Than Light champion da quando è entrato nei Guilty With Grimes.

Geeno: “Siamo alla resa dei conti. Adesso possiamo dirlo senza alcuna remora, questo è il match che deciderà mesi e mesi di confronti. Non si può dire che nell’ultimo periodo ci siamo fatti valere, ma quello che conta non sono le battaglie giusto? Quello che conta è vincere la guerra e adesso abbiamo la possibilità di mettere fine a questa dittatura chiama Apocalypse.”

Gli altri ascoltano attentamente e annuiscono alle parole di Geeno.

Geeno: “A me i Guilty hanno dato tanto. Tu Sigurd e anche tu Thanatos mi avete aiutato a raggiungere obiettivi che ormai sembravano insperati a questo punto della carriera e ovviamente tu James, grazie a te tutto questo è stato possibile, grazie a te e alla volontà di unire le nostre forze siamo riusciti a mettere su uno dei gruppi più discussi dell’ultimo periodo e ovviamente non è finita qui!”

Il wrestler italo americano si toglie gli occhiali per un attimo.

Geeno: “Tutto questo non finirà certo dopo questo match. Comunque vada il main event di Battle of New York IV, avremo la consapevolezza di avere un potenziale tra le mani enorme. Questo non ci esime dalla responsabilità però di portare a termine quanto abbiamo iniziato mesi fa.
Abbiamo il dovere di sputare tutto il sangue che abbiamo in corpo, di rialzarci colpo dopo colpo e di rispondere con tutte le nostre forze e anche con quelle che potremmo non avere. Noi siamo i Guilty With Grimes e abbiamo il dovere di battere l’Apocalypse, lo dobbiamo fare per noi e lo dobbiamo fare anche per tutti i fan JLW!”

Alle parole del Faster than Light Champion è il Rider Nanashi a rispondere, come sempre indossa l’armatura ricevuta proprio da James Grimes, simbolo della sua maturazione in un cavaliere al servizio di una causa.

Nanashi: “Non agirò per i fan, ma per questo gruppo. Io sono sacrificabile, sono disposto a fare da scudo a chiunque di voi, so che anche se dovessi finire abbattuto, massacrato, annientato, voi trionfereste. Non ho problemi a essere lo scudo che si spezza dopo una strenua resistenza per il successo finale della squadra.
Geeno, Sigurd, Thanatos, io sono con voi e per voi.”

Il fedele membro del gruppo china la testa, tipico della società giapponese da cui proviene quando si vuole mostrare rispetto a chi si considera superiore.
Il creatore della squadra si avvicina a tutti, mima un passo finto del basket e poi si sposta proprio davanti a Nanashi, dandogli una pacca sonora sulla spalla destra.

Grimes: “Regola numero 1 dei vincenti. Far credere agli avversari di avere già vinto in partenza! Lasciamo che credano a questa illusione che fra loro sia tutto in regola. L’Apocalypse non ha mai avuto un traditore in squadra. Sylvia Madison ha usato l’ingegno per ingannarmi ed essere libera. Io ho perso contro di lei, sono stato umiliato al mio stesso matrimonio.
Ah, è stato così divertente!
Voglio dire… sapevo cosa sarebbe successo fin dal principio, per questo nella clausola ci ho messo la libertà di Sylvia in caso di matrimonio. In realtà avrei voluto che appoggiasse la mia causa, un po’ ci ho creduto davvero, perché le ho dato tempo per fare ammenda e riconoscere la verità oggettiva.
L’Apocalypse si sta auto-distruggendo!”

Le parole del creatore dei Guilty with Grimes risuonano in modo imponente. Il numero 23 continua il suo discorso.

Grimes: “Io amo questa nazione, amo questa città! La parola Apocalisse non mi piace, è poco americana e molto Hollywoodiana. Se qualcuno si presenta a New York e dice di voler scatenare l’Apocalisse, allora è mio nemico, è nemico di tutti. Il mio interesse per il Wrestling è arrivato dopo un incontro, molto tempo fa, con una donna speciale. Una donna che mi ha convinto che lottare è il modo migliore per raggiungere ogni traguardo.
Stasera io voglio vedere l’Apocalypse distrutta e mantenere la promessa che le ho fatto. Dimenticatevi di quello che vi ho appena detto, voi lavorate per me e per voi stessi.
Ricordatevi che Sylvia Madison non ha creduto in nessuno di voi, Geeno era un vincente fin dal principio, ma è stato rilegato a un ruolo secondario. Thanatos non sarebbe mai uscito dal JLW Dojo. Sigurd aveva successo ovunque lottava ma non è mai stato chiamato in JLW. Nanashi è qui dentro dal primo giorno. Si è infiltrato nel Khanato per me, ha imparato le basi da Mr. Khan e ha conosciuto la brutalità dell’Apocalypse per primo.
Noi dobbiamo vincere stasera!
Non cambierà nulla nella dirigenza, Sylvia rimarrà al comando e noi saremo sempre un gruppo considerato ostile, ma battere l’Apocalypse significa passare al dominio sul ring. Battuti loro, sarete invincibili e inizieranno ad arrivare opportunità per tutti voi.
Tutto ciò per cui vi siete battuti finora vi tornerà indietro come ricompensa. Non sarete più una minaccia per chi comanda, ma i loro peggiori incubi.”

Con queste parole, Grimes tace, mentre Nanashi sembra ammirare il suo stesso leader, la persona che l’ha scoperto e portato nel mondo del Wrestling.

Sigurd rimane seduto sul divano, anzi, si adagia nella posizione che più lo aggrada, per essere a suo agio. Guarda Geeno negli occhi, poi si volta verso Nanashi. Infine, volge lo sguardo verso Grimes, osservandolo con rispetto, cosa che non avevamo mai visto fare al nostro boscaiolo preferito.

Sigurd: “Sai che non sono di troppe parole… ma per la prima volta nella mia vita sento di poter dire di essere fiero di far parte di un gruppo come questo.
Non m’interessa l’opinione dei fan, ma l’idea di distruggere l’Apocalypse mi aggrada e non poco, soprattutto perché ho bisogno di una vera sfida, e da quando sono qui, ancora non ho avuto l’occasione di dimostrare tutta la mia potenza.
È anche vero che il wrestling non è solo una prova di forza, ma sono abituato a combattere così.”

Ora il gigante finlandese si alza, e si pone di fronte a Grimes. Il suo sguardo stavolta sembra più di ammirazione.

Sigurd: “In tutta la mia carriera, non ho mai trovato un uomo carismatico e sincero allo stesso tempo… fino ad ora, almeno. Dopo essermi unito ai Guilty With Grimes ho avuto modo di osservarti più da vicino, e posso dire con certezza di potermi fidare di te.
Ora so che l’Apocalypse è una piaga decisamente pericolosa per il wrestling, ed io mi sento di aver sposato la vostra causa in pieno!
Non mi capita spesso di essere d’accordo con un gruppo simile, anzi, probabilmente è la prima volta nella mia intera vita… e parlarne liberamente non fa che aumentare la mia voglia di passare ai fatti ed annientare una volta per tutte questa piaga chiamata Apocalypse.”

Stringe i pugni, agguerrito come non mai, nel suo sguardo si può vedere una determinazione incredibile. Il boscaiolo si allontana, rimettendosi seduto sul divano.

Sigurd: “Devo molto a tutti voi, mi avete dimostrato come un gruppo di perfetti sconosciuti, col tempo possa diventare una vera e propria famiglia.
Non mi sento parte integrante di questo progetto ancora, prima devo dimostrare di esserne degno, e per questo, metterò in campo tutto il mio essere per distruggere quei cazzo di malati dell’Apocalypse.
Che vadano a farsi fottere loro, Sylvia Madison, e tutti quelli che ci danno contro.
La nostra è una giusta causa, ed un cazzutissimo boscaiolo come me non può di certo tirarsi indietro.
Consideratemi dei vostri… ve lo devo, senza ombra di dubbio.”

A introdursi nel discorso è l’angelo della morte Thanatos.

Thanatos: “Ognuno di voi ha dei motivi personali per abbattere l’Apocalypse. Io no. Semplicemente io sono. Io sono il dottore della Morte. E se dall’altra parte si trova il cavaliere della Morte, Death X, allora che venga a raggiungermi perché stasera lo annienterò!”

Thanatos si batte sul petto con orgoglio, ma Nanashi si avvicina a lui.

Nanashi: “Senpai, in realtà Death X non sarà uno dei nostri avversari!”

Grimes: “Non c’è da preoccuparsi di lui. Pensate ai quattro cavalieri che vi saranno scagliati contro, è tutto ciò che dovete sapere!”

Thanatos: “Allora mi occuperò degli altri quattro. Non è un problema. Avevo preparato un bel discorsino sulla morte, dovrò lasciarlo da parte per un’altra occasione. Qualcuno di voi ha fame?”

Nessuno risponde a Thanatos.

Thanatos: “Okay, mi servo da solo!”

Il Dottore della Morte afferra un dolcetto da un sacchetto e lo fa passare attraverso la maschera, sembra deliziarsi con esso.

Thanatos: “In ogni caso, si fotta l’Apocalypse, è l’unica cosa che mi rimaneva da dire!”

James Grimes torna a fissare Geeno, ormai scelto come leader del team.

Grimes: “Abbiamo lavorato per mesi per ottenere questa sfida, e so che la vinceremo grazie al vostro duro lavoro, in particolare grazie alla tua leadership. So che posso contare su di te, Faster than Light Champion… e futuro campione Undisputed!”

La frase del Numero 23 sembra presagire un futuro roseo per Geeno, che ai suoi occhi è un potenziale futuro campione del mondo della JLW. Il team è pronto e si prepara alla lotta nel main event, alla Battaglia di New York, Edizione IV.



Siamo al main event, ma la musica che risuona è “Joybringer”, il tema di “The Joy” Sylvia Madison. La bella leader dell’Apocalypse entra accompagnata dall’ancella e moglie Venere, la bionda ragazza muta. Il pubblico di New York ha reazioni miste nei suoi confronti, c’è chi la stima per la sua presenza nell’ambiente da 15 anni, chi invece la vede come una tiranna.

Sylvia: Non voglio che questa Battle of New York venga vista come una battaglia personale fra me e James Grimes. Io e lui siamo ingranaggi delle nostre fazioni, certo, siamo la ruota centrale che le mette in moto, ma allo stesso tempo siamo membri effettivi di Apocalypse e Guilty with Grimes.
Sono qui per proporre al mio nemico di alzare la posta in gioco per questa sfida.

Il pubblico appare curioso, The Joy è indubbiamente una Femme Fatale, pronta a combattere con unghie e denti ma soprattutto con le sue capacità seduttive per ottenere ciò che vuole.

Sylvia: Anzi, a me basta ordinare invece che proporre! Perciò ORDINO che la sfida diventi un 5 on 5 match dove io e James Grimes saremo parte dei rispettivi team. Non ci servirà combattere, ma potete stare certi che quando l’Apocalypse avrà spazzato via i nostri nemici, io andrò da James Grimes, lo umilierò e porrò fine alla sua patetica esistenza sul ring. Il suo debutto e la sua morte da Pro Wrestler in una sola serata.

DeWitt: Incredibile annuncio di Sylvia Madison! Avremo un 5 contro 5 invece che un 4 contro 4.
Silente: Dubito che vedremo Madison e Grimes combattere, essendo non wrestler, ma potrebbero trovarsi contro proprio come vuole The Joy.
Lover. Bene, direi che non manca molto alla sfida, che aspettiamo?!?

L’Apocalypse fa il suo ingresso trionfale. È dalle Pro Wrestling Wars III del 2018 che la fazione detiene il potere in JLW, stasera nulla potrà intaccare il suo status. Vincere o perdere non è rilevante per il potere, ma si tratta di un’esibizione della sua forza. War, Pestilence, Conquest e Lust entrano insieme a The Joy, che è pronta a mettersi dentro a titolo nominale. Combatterà? Sarà difficile vederla in azione, ma il resto dell’Apocalypse ha il meglio del meglio in circolazione.

Geeno guida l’ingresso dei Guilty with Grimes. Il leader “numero 23” James Grimes palleggia con la palla da basket insieme ai membri della squadra. Sigurd, Thanatos e Nanashi sembrano pronti e motivati a questa importante sfida. Ne vedremo delle belle di sicuro e la formazione è incredibile. Il Faster than Light champion ha ottenuto ciò che voleva, lo status da wrestler di primo piano, leader di un main event che rimarrà nel corso della storia.

Ci sono ben tre arbitri a seguire la sfida per avere un giudizio equo. Il capo-arbitri Carlton O’Hara, lo storico Ref della WBFF Wrestling Derek Williams e Bella Quesada. Tutto pare pronto per dare inizio alla Battle of New York IV.

Main Event: Apocalypse ("War Völkermord & "Pestilence" Hiroshi Yagami & "Conquest" Corruptus & "Lust" Cold Snow & “The Joy” Sylvia Madison) vs Guilty with Grimes (Geeno & Lumberjack Sigurd & Thanatos & Nanashi & James Grimes) [5 on 5 Battle of New York match]
Referee: Carlton O’Hara & Derek Williams & Bella Quesada

LET’S GO!

Si comincia con uno scontro diretto fra Völkermord e Geeno, i due leader in campo non vedevano l’ora di mettersi le mani addosso in questa sfida. Il pubblico rumoreggia mentre War si avvicina in modo minaccioso verso l’avversario, che però sguscia via, provocandolo, come se volesse mostrargli che è lui a reggere il ritmo della sfida.
SCIAF!
Il Faster than Light Champion sferra un ceffone al volto di Völkermord.
WAR PARE RIDERE INVECE CHE INFURIARSI!
Pugno brutale da KO che manda al tappeto Geeno, poi tentativo di BERLIN WALL, ma il membro dei Guilty with Grimes sguscia via.
TAG per Thanatos ma Geeno non se ne va.
Aspetta l’Hurricanrana del compagno per poi connettere con la Double Arm DDT.

MA WAR NON VA GIU’!
Völkermord scalcia via Thanatos con un BIG BOOT, poi avvisa Geeno di osservare bene ciò che sta per accadere.

VOLKERSTRASSE!!!
Argentine Backbreaker Stance into Sit-out Facebuster su Thanatos.

LO SCARAVENTA AL TAPPETO!!!
Nanashi interviene ma subisce la GUT CRASH.
Speaaaaaaar.

Viene travolto dall’Unsterblich, che poi appoggia il piede su Thanatos per schienarlo.

1…


2…


Intervento di Lumberjack Sigurd.
Il taglialegna sferra un montante all’ex campione mondiale JLW, poi connette la RUNNING DDT.


IL FINNISH BRUTE ATTERRA WAR!!!

Vediamo Geeno trasportare Thanatos all’angolo, aspetta che torni Sigurd e arriva il TAG per lui.

Ora è Sigurd l’uomo legale, lo vediamo travolgere War con un LARIAT.
Ma il cavaliere della Guerra si difende e lo respinge.


BERLIN WALL!
Shoulder Block potente ai suoi danni.


I due colossi si affrontano al centro del ring, ma è tempo di cambiare membro dell’Apocalypse.
TAG per “Conquest” Corruptus, che fa il suo ritorno sul ring con una Punching Combination.
Raffica di pugni per debilitare le difese del Finnish Brute, poi arriva la LAST WARNING.
Chokeslam da parte del Loose Cannon, che pare provare piacere mentre scaraventa a terra il rivale.
Arriva un tentativo di schienamento.

1…

Solo conto di uno!


Conquest sembra avere il controllo della situazione, ma Sigurd lo spintona all’angolo con un Irish Whip e gli rifila una spallata, poi dà il TAG per Nanashi.
Il Rider è pronto e si lancia con un Diving Dropkick… ma Corruptus lo blocca.


VERTEBRAL TRAUMA!!!
POWERBOMB VERSO L’APRON!!!


Una mossa cattiva e crudele, ma d’altronde Nanashi è la persona che lo ha assalito nel famoso Parking Lot Brawl match.
Corruptus pare avere uno sguardo sadico, vuole vendicarsi dei danni subiti in quell’occasione.

MOUTH SEWING!!!
Triangle Choke veramente brutale ai suoi danni.
L’Apocalypse al momento sta dominando la sfida.

DeWitt: James Grimes aveva parlato della disfatta in arrivo per l’Apocalypse e di un traditore al suo interno, ma il gruppo pare compatto.
Silente: Ci sarebbero ancora Cold Snow e Hiroshi Yagami, ma quest’ultimo di solito è quello che si prende cura di chi ha tradito la squadra o è in procinto di farlo, quindi non pare proprio uno che possa essere portato dall’altra parte.
Lover: Nemmeno Cold Snow! Lust sa il fatto suo.

TAG.
Corruptus lascia spazio alla Cold Mother di divertirsi un po’ sul ring. Fa strano vederli combattere insieme, si conoscono da moltissimo tempo e Cold Snow fu la mentore di Corruptus nel primo anno di carriera.
La Lussuria impersonificata va per il FORGOTTEN LIFE!
Tornado DDT su Nanashi, poi quando lui cerca ancora di rialzarsi, lei va per il LOCK-PICK. Ovvero il Dis-Arm-Her. Presa al braccio che mette in difficoltà il Rider giapponese.
Ma lo vediamo soffrire senza lamentarsi, è stato temprato dal periodo all’interno del Khanato come spia di James Grimes.
Nanashi si libera e connette il SEKIGAHARA. Tiger Driver ’91.
A segno sulla Cold One.
Poi va a schienarla.
1…
2…
NOOOOOOOOOO!
Roll-out da parte di Lust.
1…
2…
NOOOOOOOOOOO!


Stavamo per avere una conclusione a sorpresa nella sfida.
Lust sembra prendere vantaggio su Nanashi e connette una Hurricanrana su di lui. Il lottatore è in difficoltà e lei lo attira a sé per la sua manovra finale.


FADED MEMORY!!!
Pedigree in arrivo.
TAG.
Però Geeno si prende il tag e interviene. Le lascia eseguire la mossa su Nanashi ma poi la colpisce con il Pelé Kick, seguito da uno Spinning Heel Kick.
Il leader in campo dei Guilty with Grimes sembra mostrarsi all’altezza della missione.
Thanatos e Nanashi sono in pessime condizioni, Sigurd si sta riposando, ma ci pensa lui a far recuperare forze alla squadra.

Running Hurricanrana che va volare Lust fuori dal ring.
Geeno sembra tornare di corsa alle corde ma lei sguscia sul quadrato.

Headscissors della Cold Mother, poi TAG per Hiroshi Yagami.
Pestilence fa così il suo ingresso sul ring per la prima volta.


German Suplex dell’Otaku Senpai su Geeno, seguito dal Zetto Chogokin. Edge-O-Matic.
Pestilence prende il sopravvento, ma quando va per il Brainbuster, Geeno si ribella in tempo e lo colpisce con l’European Uppercut, seguito da una Running DDT.
NOOOOOOOO!
ICY BLUE MIST da parte di Yagami, che così lo stordisce e può agire in prima persona.

YAKUZA KICK!!!
Colpisce in pieno il suo avversario.
TAG.
Sigurd si prende il tag e protegge il leader prima che possa subire una manovra ben più pericolosa!

KNEELING REVERSE PILEDRIVER del Finnish Brute su Yagami, seguito immediatamente dalla REST OF THE LUMBERJACK.



COBRA CLUTCH!!!
Sigurd vuole sottomettere Yagami, sarebbe davvero un colpaccio.
Tuttavia l’Otaku Senpai riesce a salvarsi con l’ausilio delle corde.


SI SALVA!!!


Vediamo intanto tornare sul ring Corruptus, non è mai stato uno che rispetta le regole, perciò travolge Sigurd con la combo MINUTES TO CATASTROPHE!!!
Snake Eyes seguito da un BIG BOOT.


TAG involontario di James Grimes.

Sigurd gli è praticamente caduto addosso.

Il leader dei Guilty with Grimes è praticamente costretto a entrare sul ring.

Yagami è pronto…
MORTAL KOMBAT FATALITY!!!
MKF.


Snap DDT per porre fine al leader rivale!


Vediamo che Sylvia chiede il tag.
TAG (ma dai?)
Questo arriva.

The Joy sembra godersi il momento e con il suo tacco destro preme sullo stomaco di Grimes, poi abbassa di molto la mira, facendolo urlare a terra.

Sylvia: “Sei un patetico mezz’uomo, James! Porrò fine alle tue sofferenze, ma con calma. Voglio che tu ricordi per sempre questo momento!!!”

La Madison va a schienare il Numero 23, sta per portare la vittoria all’Apocalypse e tutti sono soddisfatti.


1…



Ma chi arriva?


2…


ATTENZIONE!

Geeno sguscia sul ring e salva Grimes.


Corruptus però lo scaraventa fuori dal ring con un Lariat che trascina fuori anche lui.
Völkermord e Sigurd si affrontano fra loro con una lotta di pugni parecchio intensa!!!


Intanto Sylvia ha un’altra opportunità per chiudere la sfida, ma James Grimes ha un tirapugni.

LA COLPISCE ALLA FRONTE!!!

Grande astuzia e scorrettezza dell’ex campione di Basket, che si mostra tutt’altro che sportivo in questa sfida.

Vediamo arrivare di corsa Venere, la moglie di Sylvia. Il tirapugni cade alla collisione, segno che Grimes è tutt’altro che un esperto nell’attaccare.

Va per il tirapugni ma è Venere a recuperarlo.

Sylvia esulta e aspetta che lei glielo passi.


MA VENERE LO LANCIA ANCORA A GRIMES!

Il tirapugni torna in suo possesso!
ALTRO COLPO AL VOLTO!!!


Venere ci mostra un’espressione deliziata!

WHAAAAAAAAAAAT?

Silente: Mi state dicendo che l’infiltrato dell’Apocalypse era… Venere?
Lover: Ma come? Una ragazza bionda e muta è la spia di James Grimes?
DeWitt: Un attimo, ma quindi il suo matrimonio con The Joy è stato organizzato da Grimes? Era tutto come previsto?!?


Grimes ringrazia Venere e le manda un bacio dalla distanza, poi va a schienare Sylvia Madison fra i fischi generali.


1…



2…

BOOOOOOOOO!


NOOOOOO!


Arriva Cold Snow.
Tira via Grimes e lo graffia al volto con le sue unghie.
Poi afferra per i capelli Venere, vuole farla urlare (mentalmente, si intende, non può parlare!).
Lust la tiene a sé e la porta fuori dal ring, continuando a tenerle i capelli.


La situazione potrebbe ribaltarsi.
Sylvia sta per uscire da quella situazione.
Tentativo di TAG per Yagami…
MA QUALCUNO TRAMORTISCE PESTILENCE ALLE SPALLE!!!


Si tratta di Death X.

Com’è possibile?!?


Perché Death X ha fatto questo?


DeWitt: Anche il Cavaliere della Morte sta dalla parte dei Guilty with Grimes?
Silente: Lui è l’ultimo a essersi aggiunto all’Apocalypse, probabilmente faceva parte del piano.
Lover: Non ci credo, una spia e un wrestler che stanno dalla parte opposta!


Yagami deve difendersi fuori dal ring contro Death, mentre Grimes dà il TAG a Geeno.

BUONANOTTE!!!
Scissors Kick su Sylvia Madison, con schienamento annesso.


1…


2…


3!!!


Ci siamo!


Questa è la fine di una incredibile battaglia di New York, la quarta della storia in JLW.


I Guilty with Grimes arrivano a un successo strepitoso, dovuto all’ottimo uso della spia (Venere) e dell’infiltrato (Death X).
L’Apocalypse subisce la sua prima sconfitta importante da quando ha preso il potere. Non perdeva dai tempi del primo duello con il Khanato. Sembra incredibile come tutto si sia svolto secondo i piani di James Grimes, o forse di chi comanda veramente la squadra, la donna misteriosa di cui si è sentita la voce un paio di volte.
Cosa succederà ora? L’Apocalypse dovrà riassestarsi dopo questo finale a sorpresa.
Geeno intanto viene portato in festa dai compagni, ha causato il trionfo finale ed è stato il migliore opportunista al mondo nel fare questo. È stato più veloce della luce.


Testo nascosto - clicca qui


DeWitt: Non c’è nulla che fa più male di un tradimento.
Silente: Tranne un DOPPIO tradimento.
Lover: Sono senza parole, i Guilty with Grimes possono contare su Death X. Quest’ultimo si è dimostrato un vile, tradendo i suoi compagni.
Silente: Penso che il più grave errore di Sylvia Madison sia stato quello di trasformare la sfida in un 5 contro 5. Voleva umiliare i suoi nemici ma ha sottovalutato le minacce interne.



EPILOGO

Nel backstage c’è una figura femminile dal fisico ben scolpito a osservare il megaschermo.
Occhiali da sole e cappello retrò sulla testa. Dei bellissimi capelli color rosso scarlatto.

“Sylvia, rimembri ancora
Quel tempo della tua vita mortale,
Quando beltà splendea
Negli occhi tuoi ridenti e fuggitivi,
E tu, lieta e pensosa, il limitare
Di gioventù salivi?”

Parte una risatina tutt’altro che dolce.

“Stupida Sylvia, hai sempre creduto di ottenere tutto con il tuo fascino e la tua capacità di sedurre gli uomini. È tempo che tutti vedano la disperazione sul tuo volto.
Hai una bella moglie, ma te l’ho mandata io. Venere è sempre stata una mia pedina.
Hai una bella squadra, fedele a te, ma ti ho mandato Death X a rovinare i vostri piani.
Ti ho mandato James Grimes e come prevedevo lo hai rifiutato, speravo che tu ti opponessi così da vederti cadere.
Mi hai portato via tutto. Mi hai distrutto la vita, e io mi prenderò tutto da te.
Puoi dimenticarti dei tuoi successi, delle tue conquiste perché da questo momento ha inizio la tua disfatta. Hai perso soltanto la prima battaglia, ma un po’ alla volta perderai tutto.
È così bello essere… uno spirito vendicativo!”

La donna si toglie gli occhiali da sole e ci mostra il suo volto.
Un volto che abbiamo già visto in diverse occasioni nel 2012.
Si tratta di SCARLET MADISON, la donna che minacciava di causare la chiusura della WBFF Wrestling (come poi è accaduto in quel periodo, ma non a causa sua). La sorella minore di Sylvia Madison ha ormai rivelato la sua identità dalla distanza e se ne va nella notte, ben nascosta dai suoi occhiali da sole. Che finale shock dopo questa Battaglia di New York!!!



Crediti.
Lo show a cui abbiamo assistito è stato reso possibile grazie al contributo di...

- Max (match 1, 3, main event, assemblaggio)
- Alessandro P. (match 2)
- Utenti (rispettivi promo)

Admin Thread: | Close | Move | Delete | Modify | Email Notification Previous page | 1 | Next page
New Thread
Reply
Cerca nel forum
Tag discussione
Discussioni Simili   [vedi tutte]

Feed | Forum | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.6.0] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 11:47 PM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2021 FFZ srl - www.freeforumzone.com