JLW e-fed
printprintFacebook

JLW California Dreamin - domenica 19 luglio 2020

New Thread
Reply
 
Facebook  

JLW #52: All Stars Bros Brawl IV

Last Update: 3/23/2020 11:30 AM
Author
Print | Email Notification    
OFFLINE
User Profile
Post: 51,475
Post: 25,057
Registered in: 7/12/2006
Location: VERCELLI
Age: 35
Gender: Male
CITH - Boss WBFF
Best of All Time!!!
Ava Misfit
The Boss
3/23/2020 11:23 AM
 
Quote




Jack Leone Wrestling presents...
JLW ALL STARS BROS BRAWL IV
22 marzo 2020
@JLW Dojo, New York (New York)
8x08; JLW Event #52


Un-Official Theme: Lighthouse Family - High




Arena JLW, collegamento backstage:

vengono inquadrati due lottatori entrambi di corporatura massiccia, anche se uno dei due è veramente mastodontico.
Uno è 'Conquest' Corruptus, l'altro è 'War' Volkermord; Corruptus è vicino ad un armadietto mentre prepara i suoi 'attrezzi' mentre Volkermord sembra concentrato e intento a prepararsi per il gauntlet match, a rompere il silenzio è proprio il 'loose cannon'.

Corruptus- Non hai idea di quanto io mi stia divertendo in questa situazione...un gauntlet match capita perfettamente a fagiolo, nulla di migliore. E tra tutti quei team ce ne sono due che voglio avere tra le mani: uno è quello composto dai Death Machine...e con quel maledetto di Tennenbaum ho ancora un conto in sospeso e si ricorderà di me dato che sono stato l'unico capace di sollevare quella belva! Gli altri saranno gli Hour Rush...

Prende un borsone da palestra, ci ha messo oggetti di vario tipo che non presagiscono nulla di buono: filo spinato, cacciaviti, una grattugia, dei cartelli stradali e perfino la sua mazza da baseball col filo attorcigliato intorno. Il bestione prende in mano l'ultimo oggetto e lo guarda.

Corruptus- Natasha...quanto dolore potremo portare a quegli sprovveduti eheheheheh...

Si rivolge ancora a Volkermord.

Corruptus- Non c'è occasione migliore per far capire loro cosa significano guerra e conquista, entrambi così complementari come concetti...non credi tovarish?

Il colosso teutonico annuisce mantenendo la sua espressione glaciale, poi fa per replicare mentre scalda i muscoli in vista del match.

Volkermord: "Complementari, si. Abbiamo diversi modi di operare, ma che mirano allo stesso risultato... Il dolore, l'agonia, la supremazia, il crollo delle certezze degli avversari.

...

Tu fai spesso ricordo ai tuoi strumenti diabolici, io preferisco farlo a mani nude. Ciò non cambierà quello che accadrà su quel ring tra poco, ognuno di loro dovrà fare i conti con il peggior incubo che la divisione tag team abbia mai conosciuto."

War di avvicina al suo alleato e, dopo aver osservato per un attimo gli attrezzi di cui dispone, prosegue.

Volkermord: "Il fatto che i nostri nemici questa volta siano molti non fa che aumentare il divertimento. Chiunque osserverà quel match avrà parecchie difficoltà a trovare delle differenze tra ciò che é il ring e ciò che potrebbe essere un macello.
L'unica chance che hanno é quella di unire le forze per contrastarci, e ció nonostante dubito fortemente che sarà sufficiente.

...

Sono del tutto ignari di ciò che li aspetta, é questa la verità. Non hanno la più pallida idea di cosa io e te possiamo fare. Spero che non abbiano dimenticato le nostre imprese individuali, cosicché almeno possano prepararsi all'inesorabile destino che é stato loro riservato, comprendere davvero cosa significhi fronteggiare War e Conquest insieme, e accettare di buon grado le pene che i loro corpi patiranno."

L'Unsterblich si volta dando le spalle a Corruptus, e gli rivolge le sue ultime parole prima di avviarsi verso l'uscita.

Volkermord: "Prendi di mira chi vuoi, come e quando vuoi. Quello sarà il nostro territorio di caccia, loro delle prede impossibilitate a fuggire che prima o poi finiranno tutte tra le nostre grinfie.
Dicono che nessuna impresa sia davvero impossibile. Oggi il nostro compito é quello di sfatare quel mito."

Camera fades.



JLW All Stars Bros Brawl è l’evento cardine della JLW. Avviene una sola volta ogni due stagioni. Dopo tanta attesa, è il turno del quarto evento, All Stars Bros Brawl IV.
Nulla sarà più come prima, la Jack Leone Wrestling si prepara a chiudere il ciclo di settima e ottava stagione e aprirne uno nuovo.
Chi saranno i campioni? Quali saranno le sorprese dell’evento?
Tutto può succedere.
E se ciò che succede non vi piace…

Crashindenton: “Fatevelo PIACNZ!!!”



BOOOOOM!

I pyro stasera sono protetti dalle mascherine, a differenza del pubblico locale che si tiene per mano e canta “Spirit in the Sky” (Gotta have a friend in Jesus!!!).
Finalmente la regia passa sul team di commento.

Chris DeWitt: Un saluto, potrebbe essere la serata più triste della mia vita perché potrei prendermi il Coronavirus e morire malamente fra 14 giorni, ma ci tengo a essere qui con i miei inseparabili compagni di commento, con me nella vita e nella morte.
El Silente: Vai tranquillo, Chris, noi siamo giovani, ma il buon Jimmy… potrebbe lasciarci le penne!
Jimmy Lover: Io sono giovane! Sono un giovincello in questo bellissimo 1968.
DeWitt: Jimmy, è meglio non ricordarti quanti anni sono passati dal ’68. Perciò passiamo a vedere insieme la line-up dell’evento.

CARD DELLO SHOW
* Match 1 - JLW Rhodes Scholars Championship: "Sir" Abraham Crane (c) vs Gator Nash [British Rules match]
* Match 2: Archie Fisher vs Victor Corson [Last Major Standing match]
* Match 3: JLW Pro Wrestling Legacy Championship: Beatrice (c) vs Adam Evelyne [TLC match]
* Match 4: Hour Rush (Steve Barone & Dragon Ninja) vs War & Conquest ("War" Völkermord & "Conquest" Corruptus; w/ Sylvia Madison) vs Japan X (Johannes Krauser II & Devil Tiger; w/ Geeno) vs Death Machine (Hiroshi Yagami & Hugo Tennebaum; w/ Tobi Madara) vs Marvels III (Xiper & The Magician) vs Awesome Brothers (Jeff & Zack Houston) vs Chaotic Existence (Black Violence & Wizard) [Best Tag Team Trophy Gauntlet match]
* Match 5: Bjorn Ironside vs John Kratos [Unsanctioned 2/3 Falls match]
* Main Event - JLW World Championship: Sheenan (c) vs Red Kamen [Domo de la Muerte match]


Questo show è offerto da:
www.twitch.tv/valerio_il_cialtrone
Il canale Twitch più “Big Bad” che esista! Consigliato anche da Michael McFarry.



PA PA PA PA PA PA
PA PA PA PAPPAPAPPA
PA PA PA PA PA PA
PA PA PA PAPPAPAPPAPPA

Suona l’Inno di Mameli e la bandiera italiana è appesa dietro a due lottatori che si poggiano il pugno sul cuore e un altro dietro alla schiena.
Si tratta di due… NON italiani, gli Awesome Brothers.
L’Awesome Model Jeff Houston è fiero e commosso.

Jeff: Fratello, ora sto facendo un saluto da vero italiano.

Zack: In realtà Jeff, questo è il saluto del corpo militare dell’Attacco dei Giganti.

Jeff: C’entra qualcosa con l’Italia?

Zack: Direi proprio di no! O direi Yoko Ono perché fa rima.

Jeff: Io voglio sentirmi vicino all’Italia. Ho un dovere morale. Posso fare un servizio fotografico con l’italo-americano Steve Barone al termine della sfida, che ne dici?

Zack: Dopo che lo avrai pestato a sangue, lacerandone le membra e rimuovendogli il membro per procreare?

Jeff: Non sono un lupo mannaro, al massimo sono un lupo mannaggia!

Zack: Credevo che tu fossi Lupo Alberto, ma hai maggiore espressività facciale. Jeff, tu sei una divinità nel cambiare espressione facciale. Sei l’antitesi di Alfonso, che invece è l’Emotionless Pleasure. Tu dai piacere alle persone cambiando le pose del tuo volto. L’80% degli uomini è in grado di muovere la bocca. Il 60% degli uomini è in grado di muovere il naso. Il 41% degli uomini è in grado di muovere le sopracciglia. Il 23% degli uomini è in grado di muovere un sopracciglio a comando (se senti l’odore di ciò che la roccia sta cucinando!).

Jeff: Non usare Google Traduttore, si perde il contesto!!!

Zack: Ma solo 1 essere umano su 7.77 miliardi sa muovere l’intero volto in ogni suo componente, e quello sei tu. Una leggenda dice che ogni 1000 anni nasce un Awesome Model. 2000 anni fa era Gesù, 1000 anni fa era Riccardo Cuor di Leone. Oggi sei tu. Sei la dimostrazione che questa leggenda è vera.

Jeff: Io sono il leggendario Super Saiyan? Evviva!

Zack: No, il leggendario Awesome Model. Perciò stasera insieme a me vincerai il premio di migliore tag team. Saliremo sul ring e grazie al tuo carisma contagerai tutti con la tua AWESOMENESS. Sarà la cura a tutti i mali del mondo. Quando tutto sarà finito, incasseremo l’ambito trofeo, che è uno dei migliori grafici fatti finora, bisogna ammetterlo.

Jeff: Voglio porre il mio faccione sui trofei, e renderli ancora più Awesome. Ai miei nemici ho solo un consiglio da dare: RITIRATA CON BANDIERA BIANCA!

Zack: Bene così, andiamo a prenderci i trofei!



Un uomo ricciuto (e pure un po’ ricchioncello, capirete fra poco il motivo) gira per Bari, quasi deserta. C’è un solo uomo, di colore, che sta vendendo occhiali.

“Ehi, fratello, me li compri gli occhiali 4D?”

“Vorrai dire gli occhiali 3D!”

“No, sono 4D, vedono una dimensione in più!”

“Ah, sono quelli che vedono sotto ai vestiti delle donne? Li ho sempre voluti!”

“No, no, puoi vedere la pubblicità in modo diverso!”

“Dai, fammi provare, ma costano tanto?”

“Ma no, non si paga in denaro, paghi con la tua anima!”

“Figata, almeno non me la ruba Sheenan!”

L’uomo ricciuto indossa gli occhiali e inizia a vedere tutte le scritte attorno a sé. Come lo sappiamo? Vediamo attraverso i suoi occhiali, sìììì, abbiamo la telecamera piazzata negli occhiali! Che tecnologia strabiliante.

OBEY.

BUY EVERYTHING.

OBEY. OBEY. OBEY.

JAMES GRIMES IS THE ANTICHRIST.

BUY EVERYTHING.

OBEY.

Finalmente dopo tutta questa manipolazione subliminale, l’uomo ricciuto si avvicina a una rivista sul Grande Wrestling.
Senza occhiali è il bellissimo e perfetto E-Fed Gossip, la rivista di Marlon Dune. Oh, wait, l’uomo ricciuto è Marlon Dune.

Dune: “Sì, la migliore rivista del mondo! La mia!”

C’è uno scoop sulla JLW – Jack Leone Wrestling. Ma appena indossa gli occhiali…

JLW - JOIN LADISA WRESTLING.

Dune: “Quindi… il vero significato della JLW è sempre stato quello! Ora la mia vita ha un nuovo senso! Mi unirò alla Join Ladisa Wrestling e farò carriera nella MWF. Mwahahahaha.”

Ora capite perché è riccio ma pure un po’ ricchioncello.



Come non accadeva da un pò di tempo le telecamere ci portano all’interno di Villa Crane. L’attuale JLW Custom Champion è seduto nel suo ufficio. Sembra abbastanza preoccupato. Bussano alla porta. Attende qualche secondo prima di rispondere

AC: “Si? Avanti?”

La porta si apre. Fortunatamente per lui è solo William, il suo maggiordomo

W: “Sir? La vedo preoccupato. Che ha?”

Abraham osserva il JLW Custom Championship sulla scrivania

AC: “Non è da loro. È tanto che non si fanno sentire.”

Il maggiordomo non sembra capire, e chiede

W: “Mi perdoni. Loro ... chi? Aspetta qualcuno?”

Lord Crane sbuffa.

AC: “Loro, dannazione. La commissione. Non mi stanno più tenendo d’occhio, o almeno così sembra. Sto lottando per diverse promotions, eppure da diversi mesi sono scomparsi. Non va affatto bene. Se spariscono per così tanto tempo, poi quando ricompaiono non è piacevole. Oh, andiamo, come se non li conoscessi.”

Si alza in piedi, inizia a girovagare per l’ufficio, come se ci fossero cimici e videocamere nascoste

AC: “Avanti! Lo so che mi state tenendo d’occhio! Dove siete?”

Si dirige verso la cintura

AC: “Al prossimo show JLW dovrò difendere la cintura contro Gator Nash. Un avversario totalmente opposto a me...in tutto. Io rappresento ancora la cultura e la classe del popolo inglese, lui è un rozzo yankee che punta sulla forza fisica e la rissa diretta. Non ha strategia, tranne la propria forza bruta. È un bruto campagnolo delle regioni più arretrate e conservatrici degli States.
Dovrò stare attento, come posso affrontarlo in queste condizioni?!? Loro potrebbero essere ovunque.”

William cerca di tranquillizzare il suo datore di lavoro.

W: “Ma come può essere certo che la stiano tenendo d’occhio? Magari han deciso di prendersi...una pausa.”

Lord Crane dal nervoso getta al suolo alcuni libri e fogli. Si appoggia alla finestra

AC: “Da quanto so inoltre Gator Nash arriva da una delle famiglie più potenti e numerose non solo del wrestling americano ma anche mondiale. Quindi per quanto potrei saperne posso essere circondato. Perchè mi preoccupa che non si facciano sentire? Mi considerano un loro agente, ho una missione da compiere. E non ne stanno controllando l’andamento. Quando ho perso i JLW Stables Championship contro il nTo ero sicuro si sarebbero fatti vivi...
E invece no. Eccoli ancora a tacere. Mi aspetto compaiano in JLW, se non oggi stesso.”

William prova a prendere la parola

W: “Avete un piano, sir?”

Lord Crane s’appoggia all’indietro alla propria scrivania. Si passa una mano tra i capelli

AC: “Naturalmente.
Prima dovrò battere Gator Nash. Non dovrebbe essere difficile. Come ti ho detto, William, l’ho studiato attentamente. Non è particolarmente sveglio o tattico, è sicuro della propria forza fisica e della propria mole. Un match come il British Rules non si può certo dire sia nelle sue corde vocali; non entra nel ring con una strategia, entra solo per picchiare. Io non sono di certo un lightweight, ma lui ha l’abitudine di gettarsi con veemenza contro l’avversario, con brutalità quasi bestiale...
Il British Match prevede che si debba sapere come e dove colpire. Dovrò capire quali sono i suoi punti deboli e costringerlo a un incontro di grappling e mat wrestling. Fatto ciò avrò campo libero.”

Pausa, poi conclude.

AC: “Prepara la mia auto, William. Devo andare in palestra a prepararmi....”

S’allontana e il collegamento stacca.







Un narratore ci descrive quello che vediamo come un telegiornale di propaganda

In questo periodo di allerta del coronavirus, le femminelle e gli uomini senza palle stanno chiusi in casa,
con la paura di un virus mortale per i vecchi.
Ma non tutti hanno paura! I veri americani,
quelli con due palle d'acciaio marciano per le strade di New York
Senza Paura!
Sono loro!
I uomini della Dixieland! Dei VERI UOMINI!
Uomini senza paura! Uomini che si tossiscono in faccia senza paura
perché è il virus ad aver paura di loro!
Perché i loro anticorpi sono forti!
Temprati da numerose battaglie contro la lordura del campo di battaglia, delle piantagioni e del sudore della fronte.
Eccoli là!
Davanti a voi!
I VERI AMERICANI!


La banda procede decisa e dopo qualche momento, finita la descrizione, arriva a far da capo fila LUI!
Il Lui! Gator Nash!
Il Rebel Cowboy indossa una camicia a scacchi e un gilé di pelle.
In mano tiene ben stretto un megafono e mentre la parata va ingrossandosi di veri uomini, Gator inizia a parlare al pubblico mentre procede.

Popolo d'america!
Popolo di New York! Oggi non c'è Sud o Nord, ma c'è una sola america!
Un'america unita nella lotta a virus STRANIERO che ci ha colpito!
Un virus portato da uomini deboli!
Un virus che colpisce i deboli, anche i NOSTRI deboli!
I veterani che hanno combattuto per noi, per la nostra libertà!
PER LA DEMOCRAZIA!
Noi siamo gli STATI UNITI D'AMERICA!
Siamo la DEMOCRAZIA!
Siamo I GENDARMI DEL MONDO!
Tocca a noi proteggerlo dal virus comunista che sta rovinando il nostro bellissimo paese!
E a salvarsi non ci sono nemmeno gli europei!

SI'! GLI EUROPEI!
Loro sono deboli e si sono venduti alla cina!
Al comunismo!
E sono certo, questo virus è stato creato dai cinesi per combattere il nostro stile di vita!
Ma noi siamo forti! Noi siamo fottutissimi americani!
DIO E' CON NOI!
Lo batteremo!
Venite in piazza a marciare con me!
A combattere il comunismo e a combattere i deboli degli altri paesi!

AMERICA!
AMERICANI!
DIO E' CON NOI!
NOI siamo il POPOLO!
E oggi! Quando io affronterò Sir Abraham Crane, vi farò vedere come un vero americano vince!
Non nascondendosi in casa! Non rinunciando alla contesa ma combattendo, a VISO SCOPERTO!
Unitevi a me!
Perché ci vuole un nuovo campione americano! Perché oggi, tutti noi siamo Veri Americani ...
VOI! VOI CHE CAMMINATE PER STRADA A VISO SCOPERTO!
DIO SALVI L'AMERICA!!
DIO SALVI I VERI UOMINI!





DeWitt: Ci siamo, è la prima sfida di All Stars Bros Brawl IV!
Silente: Sarà un grande evento, partiamo subito da un match che vede Sir Abraham Crane alla sua prima difesa dopo aver raggiunto un anno di regno da campione Custom.
Lover: Ma quale Custom? Lui è il Rhodes Scholars Champion, il vero rappresentante del Pro Wrestling.
DeWitt: C’è da dire che nelle British Rules, Gator Nash sarà messo un po’ alle strette.

Stoner Train, la theme song di Gator Nash, suona a pieno volume. Il lottatore è arrivato a questa sfida ottenendo un successo dopo l’altro, pare davvero lanciato ma gli manca il match più importante. Rude e grezzo, con un linguaggio sporco che fa impazzire i Social Justice Warriors, Nash è pronto a dar sfogo alla sua brutalità. Ma in questo match non gli sarà concesso per via delle regole ultra-tradizionali. Ricordiamo inoltre che è il nipote di Trevor Nash.

Rule Britannia, uno fra i brani più pomposi e imponenti della storia della musica.
Il JLW Rhodes Scholars Champion è pronto a difendere la cintura nel primo match dell’evento più importante della Jack Leone Wrestling, contro un avversario finora imbattuto e decisamente motivato. Sir Crane è pronto, ha tutte le regole dalla sua parte.

L’arbitro Lile Majora, che veste di colore verde come di consueto per lui, dà il via alla sfida.

Match 1 - JLW Rhodes Scholars Championship: "Sir" Abraham Crane (c) vs Gator Nash [British Rules match]
Referee: Lile Majora

DIN DIN DIN

Gator Nash accerchia l’avversario, vuole metterlo alla prova e gli rifila un pugno chiuso.
QUASI VIENE SQUALIFICATO IN MENO DI CINQUE SECONDI DI MATCH!!!

L’arbitro Majora lo avverte che non gli ricorderà più le regole e che sarà punito per qualsiasi infrazione, anche per la minima esistente.
Nash spintona via Sir Crane, come se non gliene fregasse nulla delle British Rules, ma lui parte di scatto e poi gli si avvicina, scaraventandolo a terra con la Flowin’ DDT.
Grandissima manovra, il campione applica una Kimura Lock al tappeto, mostrando la sua maestria nelle tecniche di sottomissione.
L’inglese di Oxford stringe con classe, ma Nash si muove, sfruttando il suo fisico robusto per uscirne il prima possibile.

Hip Toss da parte di Nash, seguito da un HEADBUTT!!!
Può sembrare strano, l’Headbutt fa parte delle regole.

DeWitt: L’Headbutt non è una manovra troppo moderna, veniva usata già nei primi anni ’80 anche se in maniera non invasiva. Di certo non serviva a provocare il sanguinamento degli avversari.
Silente: Credo che invece Nash volesse danneggiarlo seriamente con quel colpo!

La sfida prosegue e The Rebel Cowboy esegue il POSTCARDS FROM LOUISIANA.
Bycicle Kick brutale, che atterra Sir Crane.

Arriva lo schienamento, il primo della sfida.
1…
Solo conto di uno.
Ottima resistenza da parte del campione, che si libera e connette un Backstabber, recuperando il vantaggio della sfida.
The British Culture Lord applica la Crippler Crossface al rivale, preme con grande enfasi sulla sua faccia e fa pressione.
Forse si chiede se questa manovra basterà per portarlo alla vittoria, o magari vuole privare il rivale delle energie necessarie per affrontarlo.
Quello che sappiamo è che Sir Crane è abilissimo nella mossa e sta facendo di tutto per avvantaggiarsi.
Tuttavia Nash arriva a toccare le corde e si salva. Crane deve lasciare immediatamente la presa.

DeWitt: Il rispetto delle regole è fondamentale nelle British Rules.
Silente: Nessuno può violarle, nemmeno per un solo secondo!
Lover: Di certo è una stipulazione interessante, che ha permesso a Sir Crane di sopravvivere per moltissimo tempo da campione.


Gator Nash sa che le regole possono andare anche a suo vantaggio e deve iniziare ad approfittarsene, fare ciò che a tutti i rivali di Abraham Crane è mancato, usare le regole per avere la meglio.
Lo sfidante attacca con una raffica di Chop, ovviamente queste sono permesse, e i suoi colpi fanno male ma non abbastanza come dei pugni chiusi.
Sir Crane è con le spalle alle corde e subisce un Side Slam Backbreaker.
Ottima mossa di Nash, che aspetta solo che lui si rialzi per travolgerlo con un Big Boot… però manca il bersaglio!
Reazione del campione, che va per l’EXPLODER SUPLEX:

A segno!
Viene seguito da un Piledriver piuttosto brutale.
A SEGNO!

DeWitt: Pure il Piledriver è permesso, casomai è il Wrestling moderno a impedirne l’uso.
Silente: Solo in alcuni stati…
Lover: A me pare una gran bella mossa!

Con il Piledriver connesso, Sir Crane va a schienare il rivale. Potrebbe bastare per ottenere la vittoria!


1…


2…


NO!

Kick-out di Gator Nash, che si salva in tempo.
Sir Crane lo solleva e non perde tempo, eseguendo un Abdominal Stretch su di lui.

Il campione vuole chiudere e si prepara alla sua mossa finale.
CLAW OF THE LORD!
Il Rings of Saturn… ma Gator Nash si libera in tempo con una gomitata prima di subirla.

Ed ecco che è lui ad attaccare con un Big Boot. Ma non è dritto… pare quasi mirato!
Mossa connessa in modo mediocre, pare strano un errore del genere da parte sua… NO!
ECCO COSA VOLEVA!
Sir Crane urta Lile Majora e nel frattempo Gator Nash estrae un tirapugni dalla tasca.
NON LO USA! NON FAREBBE IN TEMPO!
LO LANCIA ADDOSSO A SIR CRANE, che lo raccoglie d’istinto.

Poi Nash si getta a terra, il Rebel Cowboy simula il danno di un colpo da KO con il tirapugni.

Ed ecco che Sir Crane si trova a dover nascondere l’arma… ma l’arbitro Lile Majora ha visto che lui cercava di liberarsene!


ARRIVA LA SQUALIFICA!!!


IL CAMPIONE VIENE SQUALIFICATO… non ha colpe, ma fa parte della strategia del suo avversario.
Il pubblico fischia questo finale mentre Sir Crane si lamenta con l’arbitro, è furioso per questa conclusione.
Tuttavia gli viene riconsegnata la cintura, lui è ancora campione, ma questo finale va contro il suo stesso amore e rispetto per le British Rules.
Gator Nash pare avere qualcosa in mente.


Testo nascosto - clicca qui


DeWitt: Non capisco… perché Gator Nash si è tolto un’opportunità del genere vincendo per squalifica?
Silente: Non vuole il titolo? No… deve esserci un’altra ragione.
Lover: Non capisco, non riesco a capire.


Vediamo arrivare l’avvocato Kobayashi sulla rampa. Il pubblico sta ancora fischiando la decisione arbitrale, anche perché la persona sbagliata è stata punita.

Kobayashi: “Non va bene! Siamo alla prima sfida di questo illustre evento e ci troviamo con una squalifica?
Sir Abraham Crane, mi pare chiaro che Lei sia ancora campione perché non c’è alcuna regola con cui io possa autorizzare un cambio di titolo, e non sarebbe nemmeno un finale degno.
Ma devo dire una cosa. Prima della sfida Mr. Nash mi ha chiesto un favore nel caso che avesse vinto la sfida per squalifica. Io non so dire se lui abbia avuto una premonizione (ndLover: o se si è preparato tutto dall’inizio!) ma è proprio terminata in questo modo. Dunque farò la mia parte.
Il favore da lui chiesto è la scelta di una stipulazione per un rematch, dunque Sir Crane sarà punito per la sconfitta con l’impossibilità di scegliere la stipulazione di un secondo match, visto che Mr. Nash ha il diritto di competere per questa cintura avendo vinto questa sfida.
Mr. Nash, la prego di comunicare la stipulazione da lei scelta per il prossimo evento.”

Gator Nash non ha dubbi, gli viene passato il microfono e guarda il suo avversario.

Nash: “DUMPSTER MATCH!!!”


Whaaaaaaaaaat?!?
La scelta da parte di Gator Nash sorprende il pubblico.

DeWitt: Dumpster match? Non l’abbiamo mai avuto in JLW.
Lover: Cos’è il Dumpster match?
Silente: Un grande bidone della spazzatura viene posto all’esterno del ring e vince chi getta all’interno l’avversario. Ovviamente l’interno del bidone è già comprensivo di spazzatura unta e sporca, perciò è davvero umiliante!
Lover: Oddio… ma è l’antitesi di ciò per cui combattere Sir Crane!!!
DeWitt: Di certo si passa da una stipulazione a favore del campione a una totalmente a favore dello sfidante. Sir Crane comunque stasera ha mantenuto il suo regno, festeggiando l’anno con un’altra difesa.


[Edited by cell in the hell 3/23/2020 12:20 PM]
OFFLINE
User Profile
Post: 51,475
Post: 25,057
Registered in: 7/12/2006
Location: VERCELLI
Age: 35
Gender: Male
CITH - Boss WBFF
Best of All Time!!!
Ava Misfit
The Boss
3/23/2020 11:24 AM
 
Quote

Andiamo nella sala d’allenamento dei JapanX. Devil Tiger ha la maschera indosso. Mani lungo i fianchi, passeggia guardando per terra. (Nb. Il dialogo avviene in giapponese, con sottotitoli)

DT: “Odio dirlo, ma sarà una guerra. Sono quasi tutti team con cui o io tu o entrambi abbiamo già avuto a che fare. Team sulla carta inarrestabili, o molto uniti. E abbiamo un conto in sospeso con le Death Machine. Qui non si tratta di vincere un Gauntlet Match per definire chi è il miglior tag team della JLW, qui si parla di sopravvivere. Ne sei consapevole, Johannes-San?”

Krauser annuisce.

Krauser: Ovvio che sì, Tora. Siamo in mezzo a un gran casino: ci sono mostri, pazzoidi e violenti ... o valutiamo ogni tattica sui nostri avversari ... o rischiamo di durare 30 secondi in quel carnaio.

Si siede con le gambe incrociate riflettendo.

Krauser: Dubito persino che il mio lato più violento possa facilitarci di molto la vita in questo caso.

Un sorriso amaro attraversa il suo volto.

Krauser: Si tratta di battere la quantità e forse anche la qualità qui ... fossi un generale Sengoku la definirei "Kanpekina chōsen" ... la sfida perfetta!

DT: “La sfida perfetta...”

Dice Tiger, riflettendo e ripetendo le ultime parole dell’Emperor Of Hell.

DT: “La verità è che tra mostri – come li chiami tu – e lottatori sanguinari, bisogna rispondere al fuoco col fuoco. Bisogna rispondere con lo strong style nipponico. Ma dobbiamo agire con metodo avere una strategia, o su quel ring ci lasciamo la pelle. Non possiamo mica analizzare ogni singolo avversario, ma possiamo studiare squadra per squadra. Come ho detto prima, bisogna ragionare come un corpo unico con più menti. E per fortuna molti degli atleti li conosciamo....
La Chaotic Existance, ad esempio. Black Violence è il loro leader, sappiamo che pecca di narcisismo, ma teniamo anche conto di quanto Wizard Eddie Drywar sia un’inarrestabile macchina da guerra. Per non contare, ovviamente, Volkermord e Hugo Tennenbaum. Questi ultimi due sono, a mio avviso, i più pericolosi...”

Krauser annuisce.

Krauser: Vero ... sono loro i più pericolosi per via della stazza: sono grossi e colpiscono in modo assolutamente doloroso ... ma comunque più sono grossi e più rumore fanno quando cadono. Non sono invulnerabili e non sono imbattibili: nessuno lo è in questo mondo pieno di sorprese quindi ciò che dobbiamo fare e sfruttare la nostra superiore agilità per azzopparli e trasformarli in nient'altro che statue di sale. Appena ciò accade saranno nient'altro che bersagli fermi in attesa di crollare come un grattacielo, ma per resistere dobbiamo coordinarci: ci stancheremo inutilmente se andiamo semplicemente alla carica e diamo il meglio delle nostre abilità, non pensi?

DT: “I Death Machine ci conoscono, e ci hanno battuto. La Chaotic Existance...beh, loro sono stati praticamente ovunque. Corruptus mi conosce bene e tu conosci bene Volkermord. Chi manca all’appello? Hour Rush?”

Tiger cammina in cerchio

DT: “Non lo so, Johannes. Credo che la storia del ‘sono grossi, sono lenti, fanno più rumore quando cadono’ sia una strategia abusata e prevedibile. Dobbiamo pensare a qualcosa di innovativo, dobbiamo uscire dagli schemi ed essere imprevedibili se dopo il match non ci vogliamo risvegliare in ospedale. Pensa, cosa ci contraddistingue?
Cosa s’aspettano da due lottatori giapponesi e invece cosa otterranno?”

Krauser: Solo perchè è strausata non vuol dire che non funzioni: la manovra a tenaglia è una manovra vecchia di millenni ma è ancora usata.

Mette le mani sulle spalle del compare mascherato.

Krauser: Non importa quanto sia vecchia una strategia, sai qual è il particolare fondamentale di ogni strategia? Come la si applica! E noi dobbiamo applicarla PERFETTAMENTE!

Sorride.

Krauser: Loro ci ritengono un imitatore di un anime e un santone buddha ... ma otterranno una belva ...

Il sorriso si allarga in un ghigno.

Krauser: ... E UN DEMONE!

Tiger gli porge il pugno


DT: “E sia, Johannes-san. Siamo usciti da situazioni ben peggiori ricordi le....?”

Vede che il tag team partner lo fulmina sul posto con lo sguardo.

DT: “Ammettilo, sono state la nostra spina nel fianco per 1 anno e mezzo. E anche gli altri team di quella promotion. Abbiamo già affrontato match a più tags, ce la faremo anche stavolta no?”

Krauser fa finta di nulla.

Krauser: Non capisco di chi parli ... comunque non perdiamo tempo: la nostra è una seria competizione.

Fa degli esercizi di riscaldamento alle braccia.

Krauser: Non ci sono titoli in palio ... ma quel trofeo è un modo come un altro per farci notare.

Tiger gli porge il pugno

DT: “Allora facciamolo, Johannes-san. Usciamo dal buio dell’anonimato e prendiamoci il trofeo che ci nomina miglior tag team della federazione, sei con me?”

Krauser: Sono sempre con te dannata bestia!

Si preparano stringendosi la mano a vicenda.



Siamo nella camera da letto di Archie Fisher. Non nel suo studio.
Il ragazzo ha la barba sfatta, un Peluche di MrFurble e non è elegante come suo solito.
Il buon Archie si inquadra in maniera artigianale, con un telefonino. Neanche dei migliori. SI lecca le labbra.
Il collegamento viene da qualche giorno fa, in realtà.

Archie: “Popolo, salve… Sono… giorni difficili quelli che stiamo vivendo.
Giorni che nessuno avrebbe mai potuto prevedere.
…neanch’io.
Tutto chiuso. Anche il mio parco. Il grande parco di Ghiandaland non permette assemblamenti, ed è stato temporaneamente chiuso, e con esso la mia bella cittadella di Warchiengton DC. Quella per cui dovrei lottare presto in JLW con Corson…”

Si gratta la barba.

Archie: “E invece che dalla mia scrivania, mi ritrovo a dovervi parlare dalla mia cameretta. Dalla mia Vera cameretta… da casa di Ma’ e Pa’ giù in Missouri… e stavo riflettendo….”

Solleva il capo, con mani giunte. Pensoso

Archie: “Ci hanno detto che siamo distaccati dalla realtà.
Ci hanno detto che siamo privi di volontà.
Ci hanno detto che siamo persi nel nostro mondo.
Ci hanno detto che siamo desensibilizzati.
Ci hanno detto che non abbiamo amor proprio e abbiamo un senso dell'umorismo crudele e cinico.
Ci hanno detto che non sappiamo cosa vogliamo, non abbiamo grinta né voglia di vivere, e siamo disfattisti”

Si umetta le labbra e si fa serio.

Archie: “E io sospetto abbiano ragione.
Perché se la nostra reazione a ciò che succede là fuori sono i meme… le lamentele sulla qualità di Netflix… il fastidio per cui le federazioni abbiano adesso show a porte chiuse… allora qualcuno dovrebbe prenderci a schiaffi riportandosi sulla Realtà del problema….”

Un accenno di sorriso.

Archie: “Ma questo prova anche, signori miei, che c'abbiamo in corpo un Antidoto importante in una situazione del genere. La calma.
Una calma forse malata, deviata e insana, non di controllo, ma di arrendevolezza alla mancanza di esso, un discesa serena a patti con l'inevitabile, presa col gran cazzo che ce n'è sempre fregato di ogni cosa. Faccio parte di quella generazione dei Sensibili quando toccati, Fragili quanto richiamati ad esserlo... ma inscalfibili fintanto che il problema ronza alla debita distanza.
E questa, nel suo essere sbagliata, è una cosa che produce risultati di gran lungo positivi in circostanze del genere”

Prende un’ampia boccata d’aria.

Archie: “Io sono Calmo. Io non so se andrà tutto bene ma so che riesco a non vederla così nera.
Io non sono un uomo di successo. Io non sono il Sindaco di Nessuna Città. Io sono il ricco figlioletto di qualcuno che ha avuto la capacità di mettere su un’Impresa vera… e sono il ragazzino con la giusta intuizione e qualche genio del marketing alle spalle. Io sono un intrattenitore. Nulla di più
Quello che faccio io, quello che fa Corson, e che fanno Kratos, Krauser, Sheenan, Red Revolution Raven, Cougar, Bjorn Ironside, Danger, Boom Jonny, Mascara Loca, Tyna Blaze, Yuri Bakunin, Crashindenton, Matt Leone e persino Calisthenic… è offrirvi intrattenimento.
Non chiediamo altro che darvi qualche ora di svago, E se non avete voglia di sorbirci tutti, almeno cinque minuti allora”

Si passa una mano tra i capelli e sospira con occhi grandi e buoni.

Archie: “Io e Victor lotteremo per il ruolo di Sindaco in una città che prossimamente non esisterà.
Ma tornerà a farlo, credete a me. Sono tranquillo a riguardo.
E non è solo il malato distacco e menefreghismo della mia generazione a parlare.
E’ un altro lato di Noi.
E’ un infrenabile Egocentrismo. E’ l’idea di essere troppo importanti per venire meno.
Nulla ci interessa, eppure il Puzzle non ha senso senza di noi, perché noi siamo il solo pezzo del Puzzle che abbia un senso.
Ed io sono troppo convinto di servire alla vostra felicità, il mio parco lo è, la mia cittadina lo è!
Questa storia finirà… e Warchiengton avrà un Grande Sindaco nei mesi a venire.
Un Sindaco che SA quanto bisogno ci sarà di distrarsi e ritrovare il sorriso
…e quel sindaco… non è Corson”.

Sorride ancora.

Archie: “Ed è quindi col senso di responsabilità verso tutti voi, che questo Pezzo del Puzzle GIURA che adempirà al suo scopo, e trionferà nel match che l’attende. Perché io sarò il fautore della vostra Gioia quando potremo smettere di cantare sui balconi e guardare palazzetti chiusi.
E sarà Ghiandastico”



Un acquazzone impartisce i suoi insegnamenti. Se la pioggia vi sorprende a metà strada, e camminate più in fretta per trovare un riparo, nel passare sotto alle grondaie o nei punti scoperti vi bagnerete ugualmente. Se invece ammettete sin dall’inizio la possibilità di bagnarvi, non vi darete pena, pur bagnandovi lo stesso. La stessa disposizione d’animo, per analogia, vale in altre occasioni.

Occasioni come questa, ad esempio. Con mano celere il Virtuoso tinge di china ciò che sembra essere una lettera, accompagnato dai rintocchi del pendolo attaccato sul muro del salotto, che incessantemente ricordano a Victor l'avvicinarsi dello scontro con Archie Fisher. Probabilmente la stessa lettera potrebbe essere in qualche modo legata a questa sua nuova avventura politica, questo non ci è dato saperlo...


Victor:...firmato: Victor Corson.

Corson si gira verso la finestra: niente, non smette di piovere. Qualcosa, dentro Victor, lo rendeva malinconico, specie alla vista dell'acquazzone fuori casa. Dopo attimi di riflessione il Virtuoso si alza dalla sua scrivania, avvicinandosi al portasigari poggiato sul comodino là accanto ed accendendo un sigaro appena preso.

Un tuono.

Malinconica o no, l'atmosfera era singolare, se ne accorse subito, Victor. Seppur sembrava che stesse per finire il mondo, Victor aprì una finestra per fumare fuori: odiava sporcare di fumo i muri di casa. Diventavano giallastri, maleodoranti...insomma, non gradevoli. A dividere una boccata d'aria da una aspirata di fumo erano i ricordi...dai più remoti ai più recenti, ed una convinzione: lontani o meno, Corson non li avrebbe mai messi da parte per nessuna ragione al mondo.




DeWitt: Siamo al secondo match dello show, un Last MAJOR Standing match!
Lover: Che vuol dire?
Silente: Archie Fisher contro Victor Corson, chi vince sarà il maggiore di Warchiengton City, quindi il suo sindaco.
Lover: Quindi se Archie perde, non sarà più sindaco! Per Corson sarebbe una vittoria beffarda.
DeWitt: Per questo Fisher farà il possibile per cercare di sopravvivere contro di lui. Sarà di certo un match interessante!

Parte la theme song di Archie Fisher. Il rampollo del Missouri si gioca il suo ruolo politico come maggiore (sindaco) di Warchiengton City. Stasera mette tutto in palio contro il suo nemico. La sua mascotte Mr. Furble è con lui a sventolare la bandiera americana e cercare di portare dalla sua parte il tifo del pubblico.
U-S-A.
U-S-A.
U-S-A.
Grandissimo tifo per lui, ma solo grazie alla bandiera?!?

ROOT OF ALL EVIL.
Il Trinakryan Miracle Victor Corson fa il suo ritorno al JLW Dojo di New York per opporsi a Fisher. Ha solo da guadagnarci da questa sfida, la vittoria significa strappare al rivale ciò che ha di più caro! Il Virtuoso provoca Fisher e spintona via Mr. Furble, vuole farsi notare per il suo talento.

L’arbitro del match è il giapponese Yuji Gatame, che è pronto a dare il via alla sfida. Niente schienamenti, niente sottomissioni, si procede fino al conto di 10.

Match 2: Archie Fisher vs Victor Corson [Last Major Standing match]
Referee: Yuji Gatame

HAJIME!
IKE! IKE! IKE!


Si comincia con Victor Corson che attacca l’avversario, colpi durissimi da parte sua per dare inizio all’atmosfera.
Arriva l’Impaler DDT, la prima mossa connessa è da parte sua!
Corson scende dal ring e va a prendere una sedia di colore nero, la porta sul ring e la usa per colpire Fisher alla schiena.
SBAM!
Chairshot senza pietà, Corson mostra fin da subito la sua risoluzione, il suo desiderio di vincere una volta per tutte questa rivalità contro di lui. Ha cercato di smascherarlo agli occhi dei suoi ‘elettori’, ma a quanto pare dovrà farlo sul ring se vuole davvero mantenere la massima efficacia.
Il Virtuoso insiste con un altro attacco con la sedia… poi un terzo di fila!

Silente: La sedia pare una buona arma da usare in una stipulazione come questa. Victor Corson conosce il concetto di partire in vantaggio e lo sta applicando!
DeWitt: Sicuramente Fisher è in difficoltà dopo le tre sediate che ha ricevuto.

Corson solleva ancora l’avversario dopo aver lasciato la sedia a terra, vuole eseguire un’altra Impaler DDT… ma arriva la reazione di Mr. Excellence!

PEDIGREE!!!

Che è davvero un Pedigree!
Victor Corson viene scaraventato con la testa SULLA SEDIA!

SBAAAAAAAAAAAM!

Un colpo assassino da parte di Archie Fisher, che non ha timori a ‘giocare’ in modo brutale come ha fatto il suo avversario.
Il wrestler ora è felice di essersi portato in vantaggio e applica un Arm Bar al rivale al tappeto. Fisher si sta godendo questo momento, vuole abbattere Corson e non lasciargli più alcuna chance.

Il Virtuoso si rialza con coraggio, ma Fisher lo colpisce con un Heel Kick, travolgendolo. Vediamo che ora il Patriota scende dal ring per prendere un tavolo, ha tutto il tempo che gli serve e prepara la trappola all’esterno, appena sotto all’apron ring. Cosa vorrà fare?
Lo vediamo sollevare Corson in un Vertical Suplex vicino alle corde, ma il Virtuoso reagisce e sguscia via.

ARRI-ARRI-ARRIVEDERCI!!!


SUPERKICK VERSO LE CORDE! LO MANDA FUORI.


ARCHIE FISHER IMPATTA SUL TAVOLO CHE LUI STESSO AVEVA PREPARATO.


CRAAAAAAAAAAAAASH.


BRUTALISSIMO!


Silente: Non mi aspettavo questa risoluzione da parte di Corson, ha ribaltato le sorti della sfida.
DeWitt: Con questo attacco potrebbe aggiudicarsi i 10 secondi che gli servono per vincere.

Victor Corson chiede all’arbitro di contare.
ICHI.
NI.
SAN.
Gli chiede di contare in inglese e lui riparte!
1…
2…
3…
Nulla da fare per Fisher.
4…
Arrivano i primi segni di reazione.
5…
6…
Archie si rialza lentamente.
7…
8…
Ed è in partita.
Nemmeno si arriva al 9!


Il Patriota torna sul ring e riesce a sollevare Corson per un Samoan Drop. LO SCARAVENTA A TERRA.
Ora è lui ad avere il vantaggio nonostante la terribile botta subita sul tavolo.
OLYMPIC SLAM.
Grandissima manovra.
Fisher afferra la sedia nera, rimasta ancora sul ring e l’appoggia sulla caviglia destra, o meglio inserisce la caviglia destra del rivale all’interno della sedia.
POI SFERRA DEI CALCI ALLA SEDIA!!!
La caviglia viene così urtata per la risonanza.
Corson urla per il dolore ma Fisher non vuole fermarsi. Sembra apprezzare le sue urla di dolore, vuole imporsi su di lui e porre fine al Virtuoso una volta per tutte.
Finalmente arriva la sua strategia ideale, l’arma per porre fine al suo peggiore nemico: LA BANDIERA AMERICANA!
L’asticella viene preparata e Fisher colpisce l’avversario a terra, colpendolo alla testa.


CORSON POTREBBE AVER PERSO I SENSI!!!


Il rampollo del Missouri chiede all’arbitro di contare. Fisher potrebbe essere a pochi secondi dalla vittoria.
1…
2…
Corson è ancora a terra, con una caviglia ferma nella sedia.
3…
4…
Vediamo la sua prima reazione, ma deve anche liberarsi da quella posizione per riportarsi in piedi.
5…
6…
La sedia viene tolta, ma la caviglia non risponde.
7…
Un piede si porta su, ma non è abbastanza.
8…
La caviglia dà i primi segnali di ripresa.
9…
CE LA FA!

LA SFIDA DEVE CONTINUARE!!!

Incredibile la reazione di Archie Fisher, non riesce a credere alla resistenza di Corson e lo azzoppa con un Leg Sweep, colpendogli proprio la caviglia destra per approfittarsi delle sue condizioni.
Il Patriota può così sfruttare l’occasione per colpire l’avversario a terra con una raffica di pugni, stavolta non c’è nulla che possa davvero fermarlo.
Lo riporta in piedi e…
PEDIGREE!!!

Per la seconda volta eseguito nella sfida.


Archie cerca di ragionare, ha tutto il tempo che gli serve per trovare il modo di porre fine alla sfida.
Lo vediamo afferrare il Modernista del suo avversario, la sua asticella che si porta sempre dietro per sfide hardcore.
Fisher vuole batterlo con la sua stessa arma, ma quando va per attaccare Corson si scansa via e si riporta in piedi, zoppicando con il piede destro, ma è abbastanza per provare l’assalto ai suoi danni!
Gli strappa il Modernista dalle mani ed è lui a usarlo.
OBLIO!
Colpo di Modernista agli occhi del rivale.
Fisher non ci vede più, perciò il Virtuoso può colpirlo con un’altra mossa.

BLOODY CANVAS!!!
Running Knee Strike.
Ma non è ancora finite.
Il miracolo siciliano sale all’angolo e si lancia con la sua PRAY MY PREY!
Shooting Star Press.

LO TRAMORTISCE IN PIENO.


Serve ancora qualcosa per ottenere il conteggio di dieci, quindi Corson scende dal ring e afferra un pannello di vetro, il vecchio e caro Panel of Glass.
Lo porta all’angolo e lo appoggia in diagonale.


Fisher si rialza a fatica, è dolorante e stordito, sta iniziando solo ora a riprendere a vedere.
Ma Corson lo ha già sollevato.


CURTAIN CALL!!!
Vertebreaker verso il pannello di vetro in diagonale.


CRAAAAAAAAAAAAAAASH.



Colpo brutale. Il pannello viene frantumato e la povera schiena di Archie Fisher ne subisce tutti i danni all’impatto.


Arriva il conteggio dell’arbitro Yuji Gatame, sembra proprio la degna conclusione della sfida.
1…
2…
3…
Nessuna reazione da Fisher.
4…
5…
Archie si muove di scatto, ma è pieno di cocci di vetro ovunque.
6…
7…
Lo vediamo rialzarsi lentamente, ma ha le convulsioni, è un dolore troppo forte.
8…
Corson sta già festeggiando, sale all’angolo e alza le braccia in segno di trionfo.
9…
Fisher non ce la fa!!!
10!!!
Finisce qui dopo una sfida epica e brutale, durata 15 minuti.

Il Virtuoso ottiene il suo più grande successo su Archie Fisher, e da questo momento è sindaco di Warchiengton City. Tuttavia l’avversario si è preso la sua caviglia destra, danneggiandolo brutalmente, infatti Victor Corson pare infortunato, zoppica visibilmente ma ha il coraggio di uscire con le sue forze dal ring e camminare sulla rampa. Questo è sicuramente un grande successo per lui, da questo momento ha inizio la sua carriera politica!

Testo nascosto - clicca qui


DeWitt: Sono senza parole, i due lottatori si sono attaccati con intensità, non ho visto il minimo segno di pietà e compassione da parte loro.
Lover: Due VERI politici, eh eh.
Silente: Questo è un Last Man Standing che difficilmente verrà dimenticato!



Ci troviamo nell’ufficio del General Manager, l’avvocato “Slave” Daisuke Kobayashi.

“Miei cari ospiti, sono qui per parlare del mio ‘brivido mortale’ da regalare a qualcuno.”

La regia ci mostra due lottatori, c’è il Dottore degli Incubi Dion Luxer, e c’è Abraham Sinai del JLW Dojo, il terzo membro dei Marvels III.


Kobayashi: “Questo mio brivido mortale può andare solo a uno di voi… ma chi lo merita di più?”

Abraham: “Ehi, quale sarebbe questo brivido mortale? Una malattia? Un disagio? Una tossina?”

Kobayashi: “Permettetemi di mostrarvi cos’è…”

L’avvocato estrae la valigia sul tavolo e apre i lucchetti, inserisce la password e… la valigia viene aperta!

Dentro c’è una CINTURA.
Non una cintura qualunque, ma il Deadly Shiver Championship, famosa cintura della WBFF Wrestling, ora di proprietà della JLW.

Kobayashi: “Questa cintura è stata nuovamente ufficializzata da Sylvia Madison. Ha sempre avuto il valore di simboleggiare il migliore talento in rampa di lancio, ma nell’ultimo periodo era diventato un titolo ancora più prestigioso, per il campione del secondo show WBFF, Extreme Hell.
Tuttavia, in ottica JLW andrà a un lottatore che ancora non si è mai fatto strada nei ranghi maggiori, sarà la più grande rampa di lancio per uno di voi due.
Avete capito bene, uno di voi due diventerà il primo JLW Deadly Shiver Champion!”

Dion Luxer e Abraham Sinai si scambiano uno sguardo fra loro.

Kobayashi: “Non c’è abbastanza tempo qui in questo evento per farvi disputare un match… dovrete convincermi con la vostra determinazione. Quindi vi chiedo… chi di voi merita questa cintura?”

Abraham Sinai si alza dalla sedia. Il giustiziere lunare si batte sul petto.

Abraham: “Servo la giustizia da quando sono giunto nel JLW Dojo. Oggi sono un fiero membro dei Marvels III, con i miei compagni che più tardi nello show vinceranno il trofeo di migliore tag team.
Quello che voglio dire è che io sono la persona giusta, perché la giustizia è onestà e sportività.
Merito questo titolo perché l’altra persona è… Dion Luxer!
Un lottatore che ha disputato molti più match di me, ma è anche un uomo deviato, che non riesce a controllarsi caratterialmente, ama la violenza e la brutalità, due valori negativi che non vogliamo vedere nella Jack Leone Wrestling. Inoltre è stato parte del Khanato, non era forse la fazione arcinemica dell’Apocalypse?
Perciò, avvocato, sono l’unica persona fra i due che merita quel titolo e sono pronto a difenderlo regolarmente, contro chiunque si faccia avanti, perfino contro questo individuo se dovesse sfidarmi!”

L’avvocato rimane inflessibile.

Kobayashi: “Parole interessanti, Abraham. Mi chiedo se il qui presente Dion Luxer abbia la giusta risposta per te…”

Dopo le parole di Sinai, Dion rimanendo comodamente seduto inizia a parlare.

Dion: "Hai ragione Abraham, certo, non sarebbe mica un campione adatto sarebbe un pazzo come me tormentato dal suo passato dalla morte per un titolo che letteralmente significa ''Brivido Mortale'', quindi hai ragione, questo titolo serve a lanciare chi non ha mai avuto tanto spazio, ed io qui ne ho avuto fin troppo, tu hai fatti molto meno match e tutto, quindi è giusto che questo titolo debba essere tuo..."

Detto ciò Luxer si alza e si dirige verso l'uscita, per poi fermarsi di colpo.

Dion: "Però..."

D'un tratto Dion si gira prendendo una sedia e spaccandola sopra la testa del membro dei Marvels III lasciandolo a terra privo di sensi, per poi rivolgersi all'avvocato Kobayashi dinanzi a lui

Dion: "Beh, avvocato, adesso non mi sembra che ci sia nessun'altro concorrente per quel titolo, quindi la scelta non mi sembra poi così ardua"

A questo punto Dion va via ridendo guardando compiaciuto il corpo steso a terra di Sinai.

Kobayashi: “Un attimo! Dimentichi qualcosa… il TUO premio, il TUO Deadly Shiver Championship!”

La cintura viene consegnata al Dottore degli Incubi, che se ne va trionfante, camminando sopra il corpo disteso di Abraham Sinai a terra.


OFFLINE
User Profile
Post: 51,476
Post: 25,058
Registered in: 7/12/2006
Location: VERCELLI
Age: 35
Gender: Male
CITH - Boss WBFF
Best of All Time!!!
Ava Misfit
The Boss
3/23/2020 11:25 AM
 
Quote

Ci troviamo nello spogliatoio della Chaotic Existence, che nonostante la presenza di un match di coppia si trova quasi al completo, manca solo Adam Evelyne visto che a breve sarà impegnato.
Black Violence, leader del team, è con i suoi fedeli compagni “Wizard” Eddie Drywar (che stasera lotterà insieme a lui), MALICIA, Ava Misfit e la “pop idol” Kim Popart. C’è ovviamente anche la mente del gruppo, il dottore e psicologo Alan Schengen.

Dr. Schengen: Miei cari… questa è la sera ideale per portare la Chaotic Existence alla conquista di un trofeo prestigioso, che farà del nostro tag team la fazione numero 1 della Jack Leone Wrestling. Voi non siete qui per unirvi al roster, non state cercando di far colpo sui fans.
Vi interessa dominare e lasciare agli altri il duro lavoro. Questa è la grande occasione per mostrare che un team inserito senza aver fatto altri match in JLW durante il 2019 può superare tutti gli altri, in onore del Caos che regna sovrano.
Non trovate che sia davvero così?

Black Violence stringe il suo bastone da pastore.

Black: Sono passati parecchi anni da quando ho abbandonato la mia maschera, il mio simbolo della maschera nera come la violenza. Ed ecco il mio aspetto, Anjeh Leeu, un uomo dal passato spregevole, che ha trovato una ragione per combattere e riscattare gli errori commessi grazie alla fede. La mia fede per Dio e quella per il Caos sono uguali.
Permettetemi di citare anche una volta il mio salmo preferito, il Salmo 23.

Il Signore è il mio Pastore,
non manco di nulla.
Su pascoli erbosi mi fa riposare,
ad acque tranquille…

Ava: Mi fa trombare!

Black: Ava! Non interrompere la mia preghiera, sono serio. Ti sembra che sto scherzando? Ho forse una faccia divertita?

Ava: Tu non hai mai la faccia divertita nemmeno quando ti diverti. Sei il Samuel L. Jackson della Chaotic Existence.

Black: E allora chiudi la bocca e fa parlare me!

Su pascoli erbosi mi fa riposare,
ad acque tranquille…

MALICIA: Suficiente! Deja de rezar. Me estoy aburriendo!

Black: Ti stai annoiando? Con il salmo più epico di sempre?

Wizard: In effetti lo ripeti troppo spesso. Sai com’è, lo sappiamo a memoria a forza di ascoltare te.

Black: E va bene, NON pregherò questa sera.
Lascerò che il Caos mischi le carte, confondendo ogni assetto. In questo Gauntlet match fra tag team, non sappiamo in quale ordine entreranno le squadre. Perfino a noi ci verrà detto all’ultimo momento come siamo stati estratti.
Io non lo so, voi non lo sapete, e francamente solo Dio lo sa!
Ma ciò che conta è che noi siamo i portatori del Caos e stasera sarà la Chaotic Existence ad approfittarsi di questa regola, perché segue le nostre leggi.

Wizard: Tu e io abbiamo partecipato a molte sfide insieme, siamo fratelli sul ring, e non c’è alcuna ragione per cui un altro team dovrebbe trovare semplice affrontarci. Che siano uomini grandi e grossi come Hugo e Völkermord, oppure dei pesi leggeri come Dragon Ninja e Xiper. Che ci siano dietro strateghi come Tobi Madara o Sylvia Madison, non fa differenza.
Il Caos vincerà e noi vinceremo una bella coppa.

Il Narcistic Hollow Ava Misfit dà una pacca sulle spalle dei due membri di tag team.

Ava: Mi auguro che voi vinciate questo trofeo. Perché appena l’avrete vinto, sarò il primo a pisciarci dentro! Ahahahahah.

Wizard: Non mi aspettavo di sentire la tua risata malvagia pure questa sera.

Dr. Schengen: È una risata isterica, che denota una probabile impotenza prematura prima dei 40 anni.

Ava: Non sarò mai impotente!

Black: Wizard, questa è la sera in cui la Chaotic Existence otterrà tutto ciò per cui ha lottato in questi anni. In onore del fondatore della squadra, John Kratos, che ha smesso di seguire i precetti del Caos ma che non si è nemmeno opposto. E in onore del secondo leader, Malcolm Clark, che ci ha mostrato la sottile differenza fra realtà e finzione.
Noi siamo la realtà, e la realtà è il Caos che domina su tutto.
Prepariamoci, vinceremo questo trofeo!

Il team è pronto, i due ‘fratelli’ si danno il cinque e sembrano concentrati. Il dottor Schengen rimane seduto e ammira la loro determinazione.



Sa-chan: BEA-CHAN! BEA-CHAN!!!

La campionessa Minerva e FWF arriva correndo nella sala da tè di Beatrice; quest'ultima sbuffa scocciata per il casino causato dalla sua partner.

Beatrice: Non si può avere un po' di tranquillità ... cosa c'è Sacchan?

La cosplayer si ferma e riprende fiato.

Sa-chan: Anf ... Manca poco al tuo match contro Adam Evelyne!

La Strega scrolla le spalle.

Beatrice: Arrivi in ritardo: lo sapevo da giorni dato che il match era stato annunciato persino online ... tu che scusa hai per saperlo ora?

Sacchan si fa piccola piccola dalla vergogna.

Sa-chan: Ecco ... stavo lavorando sui miei cosplay ... ero in hype per la finale del torneo ... ma questa è stata sospesa ... ecco ...

Facepalm di Beatrice.

Beatrice: Certo che quando ti dedichi su una cosa ti isoli dal mondo. So già chi affronterò e di chi si tratta: Adam Evelyne ... fratello di Ava Misfit e non so dire se sia meglio o peggio di quest'ultimo. Io e Ava abbiamo avuto ... un certo passato in WBFF ma ora più sto lontana da lui meglio è per entrambi: io evito un attacco di orticaria e lui evita un bel pestaggio se prova ad allungare di nuovo le mani dove non dovrebbe.

La cosplayer prende una mazza da baseball.

Sa-Chan: Posso andare a storpiarlo? Please?

Beatrice: Non serve più ormai. Comunque Adam ha qualcosa che lo differenzia da suo fratello: l'imprevedibilità. Non so cosa desidera, non so perchè mi ha sfidato e non so cosa succederà nel malaugurato caso mi batta ... quell'uomo non ha una bussola che io possa comprendere o manipolare; quindi sarà dura per il mio orgoglio ... ma ho bisogno di te Lady.

Alla Sweety quasi cade la mazza di mano.

Sa-Chan: C-cosa?

Beatrice annuisce.

Beatrice: Mi hai sentito bene: tu verrai con me su quel ring. Dopotutto è un TLC Match quindi se casomai "per sbaglio" colpiresti Adam l'arbitro non farebbe scattare la squalifica, quindi sempre "per sbaglio" lo terresti giù il tempo necessario per farmi salire la scala e prendere la cintura ... beh ne sarei altamente grata sai? Devo dimostrare alla gente che vedrà il mio nome per MOOOOOOOLTO tempo prima che arrivi qualcuno che mi strappi il titolo dalle mie mani, le difese eroiche e coraggiose non fanno per me: io sono per la lunghezza di un regno come conviene a una regina, dopotutto prima che il Minerva e il FWF venissero difesi insieme io ero la più longeva Minerva Champion! Io sono sinonimo di REGNO LUNGHISSIMO!

Finisce di bere il tè.

Beatrice: Adesso muoviamoci: non tollero ritardi.

Sa-Chan corre a indossare il suo cosplay: si tratta di Harley Quinn.
Testo nascosto - clicca qui


Sa-Chan: LE GOLDEN DOUJINSHI TRIONFERANNO ANCHE QUESTA VOLTA! YATTA!!!

Le immagini si interrompono.



Arena JLW, si sta tenendo All stars bros brawl, il più importante show della JLW.

Parte un collegamento titantron: viene inquadrata di nuovo la sala bianca con la scrivania in mezzo e la croce di televisori sullo sfondo, il tutto contornato da questa musica:



Seduto alla sua scrivania c'è sempre lui: l'unsainted, ossia Adam Evelyne; osserva in telecamera con sguardo divertito, ma che trapela sempre quella sua strana vena d'imprevedibilità.
L'uomo ha vicino a se un calice di vino rosso, dal quale sorseggia e poi inizia a parlare.

Adam- Alfa e Omega...due concetti così simili ma nel contempo differenti. Buona sera miei cari clienti, stasera sento che volete qualcosa di speciale, di davvero potente.
Così potente da annicchilire completamente i vostri sensi...infatti stasera mi sento generoso! Stasera avrete una dose che non dimenticherete mai!

Sorseggia ancora e si mette stravaccato sulla poltrona, indica la croce di televisori che mostra le immagini del crollo di Cold Snow.

Adam- Tutto ciò è semplicemente MERAVIGLIOSO. Snowie è un vero peccato che tu sia finita chissà dove a piangere per cosa hai perso...o per caso ti stai consolando con quella tua strana amica giapponese?
Uh uh...vedo che la signorina non ne ha mai abbastanza della sua droga...ma non sei tu il mio bersaglio stavolta, anzi: mors tua vita mea!

La croce si spegne e Adam gira verso la telecamera un altro televisore a tubo catodico che ha sulla scrivania: viene mostrata Beatrice, l'attuale campionessa Pro Wrestling Legacy.

Adam- Perchè mors tua vita mea? Per questo! La tua possibilità è ora la mia e credimi, vederti stridere di dolore così mi diverte! Ooooooh se è così divertente, non è vero miei cari drogatelli?!

Fa occhiolino alla telecamera mentre il pubblico rumoreggia alle sue parole, ma appena riprende a parlare la gente si ammutolisce di nuovo.

Adam- Credo che siate un po' perplessi e vi starete chiedendo: cosa c'entri tu con Beatrice? Presto detto: alquanto sembra secondo miss Madyson sono un elemento molto valido per questa federazione, visto e considerato che riesco a tenervi attaccati allo schermo come foste in coma da overdose.
E quindi finirò contro Beatrice per il suo titolo...Beatrice...avversaria pericolosa.

Si alza dalla poltrona e fa avanti e indietro mentre parla.

Adam- La strega dorata...potrei azzardare che io e lei sotto molti punti di vista siamo simili. Lei gioca con le sue avversarie come fossero pedine di una scacchiera, mentre io mi diverto a distruggere le menti dei miei avversari e metterli allo specchio dopo averli spinti nel baratro...

Va vicino a un tavolino e si siede su uno sgabello: c'è una scacchiera con solo alcuni pezzi, ossia la regina, il re, un cavallo e un alfiere.

Adam- Beatrice...tra me e te non sarà semplicemente una lotta all'ultimo sangue dove ci saranno tavoli, sedie e scale. Sarà una lunga partita a scacchi...devo complimentarmi con te per la tua carriera, hai fatto più di molte messe insieme e si può dire che tu valga più di Cold Snow stessa...

Muove alcune pedine come a simulare una partita con qualcuno.

Adam- ...ti inquadro come una regina nera, pronta a dare l'assalto al re bianco, nonostante esso sia difeso molto bene.

Dispone le pedine in modo che la regina possa avere a tiro il re, anche se difeso da cavallo e alfiere.

Adam- Sono sicurissimo che tu andrai sul mio passato per cercare di colpirmi, su chi sono stato e cosa ho fatto. Ma in tutto questo hai una debolezza...

Muove il re bianco, aggiunge un pezzo alla scacchiera: un pedone nero.

Adam- ...e si chiama Sa-Chan. Mi fa sorridere che i titoli non siano entrambi nelle tue mani, mentre quella ragazzina che gioca a travestirsi per compiacerti è campionessa Minerva e FWF. E' proprio vero che la vita è una costante partita a scacchi che ribalta i propri fronti mossa dopo mossa.

Cambia ancora la disposizione: fa eliminare l'alfiere bianco dal pedone nero, mentre infatti il pedone viene messo di fronte alla regina nera, il cavallo bianco viene mosso.

Adam- E proprio lei forse sarà al tua disgrazia, Beatrice. Non sei tu questa che sto vedendo, un tempo eri molto più pericolosa e sadica...per caso ti sei indebolita?

Sorride alla telecamera.

Adam- Così come mandi sempre quella poverina di Sa-Chan [muove il pedone nero] per evitare che i pericoli ti arrivino contro [muove il cavallo bianco che viene fatto fuori dal pedone]...però il pedone si sa, è utile ma non indispensabile.

Muove la regina nera eliminando il suo stesso pedone nero.

Adam- Re e regina entrambi si tengono sotto scacco. Situazione di stallo...ed è qui che entra in gioco un fattore non indifferente: la capacità di capire quando si è al proprio limite, cosa che tu non hai. Tanto hai manipolato e tanto hai usato che adesso non sai più nemmeno come muoverti tu stessa...e le prove parlano chiaro.
Beatrice...io stasera ti darò una dose di qualcosa che non hai più provato da tempo: realtà. La realtà è che ormai il tuo tempo è finito e quando ti accorgerai che ormai tutto si è compiuto...sarà quando mi vedrai con la tua cintura tra le mie mani dopo averla recuperata dalla scala...e in quel momento...

Muove il re bianco che mangia la regina nera.

Adam-...sarà scacco matto eheheheheheh. Quindi cara strega, in questo palco scenico questa volta a finire al rogo sarai proprio tu...o forse ti lancerò giù da una scogliera...chi lo sa...le opzioni sono tante...ma tutto ciò che tu dovrai fare è molto semplice...you have just to...

Guarda di nuovo in telecamera con quello strano sorriso che assume in determinate occasioni, tra sadismo e malignità.

Adam-...Let Me In.

Saluta in telecamera il pubblico.

Adam- Good night, enjoy your addiction and your next pro wrestling legacy champion!




Match 3: JLW Pro Wrestling Legacy Championship: Beatrice (c) vs Adam Evelyne [TLC match]
Referee: Yuji Gatame

Dewitt- Ed eccoci al prossimo match signori e signore, un Tables Ladders & Chairs.

Silente- A giocarsi il titolo saranno Adam Evelyne, il 'living addiction', contro Beatrice, la 'golden witch' attualmente è detentrice del titolo Pro Wrestling Legacy.

Lover- Il regno della minerva in questione si è dimostrato abbastanza solido finora, contando anche il fatto che potrebbe avere un'alleata importante come Lady Sa-Chan al suo fianco, forse sarà proprio lei un fattore importante in questo match.

Ring Announcer- THE FOLLOWING IS A CONTEST FOR THE PRO WRESTLING LEGACY CHAMPIONSHIP AND IS A TABLES LADDERS & CHAIRS MATCH! [viene mostrata in telecamera la cintura PWL appesa sul ring]



Silente- Ed ecco che risuona nell'arena 'i don't like the drugs but the drugs like me', ossia la theme di Adam Evelyne!

Ring Announcer- HERE'S FIRST THE CHALLENGER: WEIGHTING 75 KG, FROM THE ADDICTION VOID, HE IS THE UNSAINTED...ADAAAAAM EVELYNE!

Lover- Entrata piuttosto forte, Adam si porta sulla schiena quella croce di televisori che ha sempre nella sua stanza...ed è accompagnato da guardie senza testa! [ndr: costumi con effetto scenico]
Le guardie sembrano fare picchetto quando Adam molla la croce vicino al ring e vi sale su, lieve inchino al pubblico che lo accoglie rumoreggiando forte.



Dewitt- Risuona 'ricordando il passato', un tema musicale sontuoso che annuncia una campionessa sontuosa!

Ring Announcer- AND NOW THE CHAMPION: FROM ROKKENJIMA ISLAND IN JAPAN, SHE IS THE PROW WRESTLING LEGACY CHAMPION...THE GOLDEN WITCH BEAAAAAAAAAAAAAATRICE!!!!

Lover- Anche per lei entrata speciale stasera! I suoi maggiordomi capra formano due ali sullo stage, mentre una carrozza si avvicina al ring, trainata da due cavalli bardati di mostrine dorate! La campionessa Beatrice scende da essa, ostentando lo sfarzo che la contrassegna al pubblico e insieme a lei c'è proprio Lady Sa-Chan, vestita da Harley Quinn!

Dewitt- Infatti bisogna essere pazzi per vedere due come Beatrice e Adam affrontarsi.

Silente- L'arbitro intanto ricorda quali sono le regole del TLC, ossia nessuna regola tranne che prendere la cintura dal gancio sopraelevato. I due contendenti si guardano in faccia, su quella di Evelyne c'è uno sguardo divertito mentre su quella di Beatrice pura presunzione! Ed ecco che l'arbitro Yuji Gatame annuncia l'inizio delle ostilità!

HAJIME! IKE IKE IKE!
DIN DIN DIN!

Silente- La campana è suonata, i due contendenti sembrano studiarsi a vicenda, mentre Sa-Chan fa rumore dai lati del ring per incitare la sua...signora?

Dewitt- Non approfondiamo certi legami, concentriamoci sul match!

Silente- Giusto, hai ragione! Evelyne e Beatrice si studiano ed entrambi ingaggiano una clinch, Evelyne porta all'angolo Beatrice pronto a colpirla con un pugno ma la strega evita agilmente e si pavoneggia davanti al suo avversario e al pubblico!

Lover- Sa-Chan applaude infatti...ma anche Evelyne?

Silente- Infatti anche Adam elogia la sua agilità, applaudendo e sorridendo mentre la strega lo guarda confusa; ecco un secondo tentativo di clinch tra i due, stavolta il ruolo è inverso ed è Beatrice a portare all'angolo Adam. Tentativo di chop a vuoto, dto che anche Adam schiva e stavolta è lui a ricambiare la scortesia facendo un lieve inchino.

Lover- I due stanno giocando psicologicamente oltre che fisicamente, non è un'incognita che sia Beatrice che Adam sono definibili come due mind gamers. Il pubblico rumoreggia dopo queste due dimostrazioni ma ecco che vanno di nuovo a centro ring: ennesima clinch tra i due ma adesso si cambia completamente! Adam ribalta la presa e chiude in una waist lock Beatrice, che a sua volta si libera e chiude Adam in hammerlock!

Silente- Adam rigira lentamente il braccio e si libera dalla hammerlock, chiude Beatrice in una headlock e la ribalta a terra mettendola in pressione; Beatrice si libera dalla manovra e stavolta sfrutta un braccio di Evelyne per metterlo in una fujiwara armbar! Evelyne a sua volta fa forza sul proprio corpo e ribalta la presa in una headscissor a terra, Beatrice si libera e i due si rialzano prendendo distanza!

Dewitt- Il pubblico applaude a questa dimostrazione iniziale di tecnica tra i due! I contententi ora iniziano a colpirsi duro, scambio di pugni e Adam prende il vantaggio mandandola all'angolo! Varie chop sul petto di Beatrice per poi eseguire una irish whip mandandola contro le corde...ma la strega esegue abilmente una headscissor che ribalta Adam!

Lover- Beatrice non perde tempo e sfrutta il momentum quando Adam si sta rialzando per connettere una reverse DDT! A segno! La 'golden witch' ci tiene a mettere i puntini sulle i e infatti va subito a cercare una scala che le viene passata dalla Sa-Chan, la porta sul ring ma nel frattempo Adam si è ripreso e connette una baseball slide, colpendo sia la scala che la sua utilizzatrice!

Silente- Brutta botta, infatti la strega finisce a terra fuori dal ring! Adam la raggiunge e connette un russian leg sweep ai suoi danni, a segno! Stavolta è lui a cercare qualcosa sotto il ring...e prende una sedia!
La guarda con sguardo maligno e la lecca! La alza per colpire Beatrice ma la Sa-Chan gliela toglie dalle mani, con lo sconcerto di Adam.

Lover- Folle si, ma scema no...distrazione provvidenziale dato che Beatrice si rialza dopo il duro colpo e connette un dropkick alle spalle di Adam, mandandolo contro le barricate! Gli prende la testa e la sbatte ripetutamente sulla barricata per infliggere dolore, stavolta l'unsainted sta passando un brutto momento.

Dewitt- Riceve quella stessa sedia dalla Sa-chan...e la usa per colpire Evelyne!

BAM!
Crowd- OOOOOOOOOH!

Dewitt- Un colpo durissimo alla schiena! Un altro ancora!

BAAAM!
Crowd- OOOOOOOOOOOOOH!

Dewitt- Ed un terzo colpo mirato alla testa che viene vibrato! Ma attenzione: Adam schiva e lei colpisce la barricata! La chiude in una full nelson ed è COMA BLACK! Full nelson slam sul concrete! Va a cercare ancora qualcosa sotto il ring e trova un cartello stradale fatto di lamina! Ricambia la scortesia contro Beatrice!

Silente- I colpi si sentono vibrare fin qui! La colpisce una, due, tre volte! PER POI COLPIRE ANCHE LA SA-CHAN IN TESTA!

PAM!
Crowd- OOOOOOOOOOOOOHW!!!!

Silente- Le sghignazza in faccia per lo scherzetto di prima e stavolta è lui a cercare una scala, ne trova una ma...è solo a due scalini!

Lover- Adam guarda scocciato quello sgabello ma non lo lascia...guarda Beatice malissimo e vuole usarlo per colpirla! Ma Beatrice si sta riprendendo e quando è vicino...LOW BLOW!

Crowd- OOOOOOOOOOOOOOOOOOHW!!!

Dewitt- E qui sentiamo Adam raggiungere le voci bianche! Quella doveva far male! Riporta Adam sul ring e dop una serie di stomp connette una Tornado DDT! A segno! Adam si rialza e lei esegue una crossbody dandosi slancio dalle corde, a segno ancora!

Silente- Sa-Chan si rialza con un bel dolore alla testa ma assiste alle manovre della golden witch...sale anche lei sul ring! Connette una WRESTLECON su Evelyne! Codebreaker! Vendetta sullo sgarro di Adam!

Dewitt- Beatrice inizialemente non sembra apprezzare questo intervento...ma non fa nulla per impedirlo, d'altronde è tutto aiuto per lei! Scende dal ring e riprende sia la sedia che il cartello che sono stati usati come armi improprie...da il cartello a Sa-Chan e aspettano che Adam si rialzi...si sta rialzando...prendono la mira...

Lover- Vogliono colpirlo simultaneamente! Partono ma Adam si accorge abbastanza velocemente di essere tra incudine e martello, schivando l'assalto! Le due minerva incocciano tra loro con le armi per fortuna senza colpirsi! Ma Adam astutamente prende in una sleeper hold Beatrice! La mostra alla Sa-Chan!

Silente- L'attuale minerva champion non sopporta tale affronto e tenta di attaccare Adam, ma lui le getta contro Beatrice! Quasi impattano...ma la strega è tra le braccia della 'sweety sweety' per la gioia della seconda! Ma ecco che Adam ha preso la scala più alta che era portata sul ring da Beatrice...e travolge entrambe! Doppio colpo! Poi prende Sa-Chan, COMA BLACK anche per lei! SEVERE ADDICTION su Beatrice, X-plex connesso bene!

Lover- Nonostante sia dolorante, Adam scende dal ring e prende un tavolo da sotto di esso, portandolo sul ring. Lo apre e prende Beatrice mettendocela sopra...le carezza il viso e il suo sorriso maligno si mostra...va sul paletto adiacente al tavolo, pronto ad eseguire la sua A PILL TO MAKE YOU DUMB, il suo moonsault patentato...ma viene afferrato dalla Sa-Chan e tirato giù dal paletto!

Dewitt- La campionessa aiuta a rialzarsi Beatrice...la strega a fatica si rialza e si fa riaprire la scala dalla sua alleata, comincia a salire...è vicina al trionfo...quasi alla cintura!

LIGHTS DOWN IN ARENA!

Silente- CHE SUCCEDE?! CHE SUCCEDE!?

Dewitt- LUCI SPENTE IN ARENA!

LIGHTS ARE BACK!

Crowd- YEAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAH!!!!

Lover- NON CI CREDO!!! SUL RING CI SONO ALTRE DUE PERSONE!!!

Silente- LE LUSTY ENVIOUS!!!! LIIVA E COLD SNOW!!! LE LUSTY ENVIOUS SONO RIAPPARSE DOPO ESSERE SPARITE A CAUSA DELL'AMAZON TWINS TOURNAMENT!!!

Dewitt- IL PUBBLICO E' ESPLOSO! LADY SA-CHAN E BEATRICE RIMANGONO PIETRIFICATE A VEDERLE! LE ALTRE DUE LE GUARDANO CON ODIO...E SCATTA LA RISSA!!!!

Crowd- YES YES YES YES YES YES YES!!!

Silente- LE QUATTRO SI PRENDONO A PUGNI FURIOSAMENTE!! LE GOLDEN DOUJINSHI SEMBRANO PRENDERE IL VANTAGGIO MA LE LUSTY ENVIOUS RIBALTANO LA SITUAZIONE! WITCHAMMER DI LIIVA SU SA-CHAN! SAY GOODNIGHT SI COLD SNOW SU BEATRICE!!!

Lover- Non è finita! Adam Evelyne si sta rialzando...le Lusty Envious si cambiano un bacio veloce e notando il tavolo sul ring sogghignano sadicamente! HORNY VOLLUPTUOSNESS DELLE LUSTY ENVIOUS SU BEATRICE! DUDLEY DEATH DROP SUL TAVOLO, L'IMPATTO E' DEVASTANTE!

Dewitt- Le due scappano dal ring e vanno sullo stage, mentre Adam sale sulla scala stancamente...E STACCA LA CINTURA!!!

Silente- Abbiamo un nuovo campione Pro Wrestling Legacy! Adam Evelyne stacca la cintura mentre la sua theme risuona nell'arena!

Lover- Guarda in direzione dello stage notando le altre due, applaude in loro direzione ironicamente, ma sembra che tra le Lusty Envious e le Golden Doujinshi ci sia ancora un capitolo!

Testo nascosto - clicca qui




[Edited by cell in the hell 3/23/2020 1:52 PM]
OFFLINE
User Profile
Post: 51,477
Post: 25,059
Registered in: 7/12/2006
Location: VERCELLI
Age: 35
Gender: Male
CITH - Boss WBFF
Best of All Time!!!
Ava Misfit
The Boss
3/23/2020 11:28 AM
 
Quote

"Non poteva farsi i cazzi suoi? Era proprio necessario 'sto match?"

Siamo nel locker room degli Hour Rush e la telecamera inquada proprio Steve Barone e Dragon Ninja seduti su una panca a parlare tra di loro. Dragon Ninja replica seccamente alla provocazione del suo tag team partner.

DN: "Che c'è, hai forse paura?"

SB: "Ma no, è che..."

L'anglo-giapponese non lascia finire la frase al suo partner.

DN: "Questa è forse la sfida più importante di tutta la nostra carriera: non ci sono titoli in palio, non ci sono faide sanguinose a cui mettere la parola fine... C'è di più, molto di più. Dimmi, Steve, quanto tempo è ormai che lottiamo qui in JLW?"

Steve Barone inizia a contare sulle dita della sua mano.

SB: "Ad occhio e croce direi che ormai sono più di quattro anni."

DN: "E in quattro anni quante ne abbiamo passate? Te la ricordi la Trinidad? E le Pro Wrestling Wars? Te li ricordi i record irraggiungibili che abbiamo stabilito come campioni Trios? Quanti team sono caduti sul ring contro di noi? Quanti stronzi abbiamo fatto piangere durante tutto questo tempo?"

Breve pausa di Dragon Ninja.

DN: "Cancella tutto, Steve, cancella ogni singola cosa. Perché nonostante tutto questo, nonostante tutto quello che abbiamo ottenuto in questi quattro anni, la gente continua a prenderci per il culo e a considerarci come gli ultimi degli stronzi. Dì, hai mai sentito qualche nostro avversario, che poi ci abbia battuto o meno è indifferente, esprimere il dovuto timore reverenziale che dovrebbe provare chiunque abbia il coraggio di salire contro di noi?"

Steve Barone scuote la testa in segno di diniego.

DN: "Questa sera abbiamo l'occasione di mettere definitivamente un punto su questa stronzata, dopo questa sera tutti, dico tutti, dovranno guardarci dal basso verso l'alto... Perché avranno di fronte il miglior tag team di sempre della JLW!"

SB: "Ci servirà un bel po' di fortuna, te ne rendi conto?"

DN: "Lo so, dobbiamo sperare in un ingresso favorevole, dobbiamo sperare di non dover entrare per primi perché avere sei team da affrontare uno dopo l'altro equivarrebbe praticamente a sconfitta certa... Ma anche in quel caso, sarebbe un problema?"

Steve Barone sorride.

SB: "Non c'è mai stato nessun problema, abbiamo affrontato sempre qualunque avversità a viso aperto, figurati se mi lascio spaventare da dodici stronzi in fila a coppie di due!"

DN: "Qualcuno di loro ci ha già sconfitto, qualcun altro invece l'abbiamo battuto senza nemmeno troppi problemi. Per qualcuno sarà una rivincita, mentre per qualcun altro sarà l'occasione di ribadire la nostra superiorità. In ogni caso ci sarà da darsi da fare, ma credimi, amico mio..."

"Dopo stasera nulla sarà come prima."

SB: "Puoi dirlo forte! Ma se me lo concedi, io spero quantomeno di capitare contro i Death Machine... Ho proprio voglia di ristabilire il giusto ordine delle cose contro quei due stronzi di Hiroshi Yagami e Hugo Tennebaum!"

Dragon Ninja sorride prima di indossare la sua maschera da combattimento.

DN: "Così sarà, se lo vuoi..."

Steve Barone segue l'esempio del compagno, dopodiché i due Rush Hour si alzano per uscire dal locker room.

SB: "E comunque Red Kamen poteva anche farsi gli affari suoi, te lo ripeto."

CAMERA FADES



In una stanza dello spogliatoio, si sente “Ice Ice Baby” in sottofondo.
Il duo della giustizia, i Marvels III, sono insieme per prepararsi alla sfida che li attende, un Gauntlet match fra i migliori team della Jack Leone Wrestling.

Xiper: “Ci siamo, fratello mio. Questa è la sera dove si scrive la storia. Dopo essere sopravvissuti per 20 minuti contro il new Turkish order… e ci tengo a dire 20 minuti contro la fazione più forte di sempre, roba degna di Vegeta contro Super Majin Buu, mi sento davvero pronto a combattere ogni team.
E con un po’ di fortuna magari finiremo per entrare per ultimi.”

The Magician sorride (è possibile? Ha una maschera!).

Magician: “La magia è fatta di leggi universali. Gli ultimi saranno i primi. Dunque entreremo per primi!”

Xiper: “Ehi, che diamine di legge è? Non mi pare che Asimov ne avesse scritto nelle sue leggi della robotica.”

Magician: “Perché partendo per primi…”

Xiper: “Arriveremo ultimi?”

Magician: “No! Ma arriveremo fino in fondo. Gotta beat ‘em all! È come quando prepari la sfera Genkidama, devi chiedere ai fans di darti tutta la loro energia, così da poterla creare con maggiore potere. E poi ecco che la sfera viene creata e la si può lanciare contro il nemico.”

Xiper: “Ottima idea, ma abbiamo TROPPI nemici questa sera.
Perciò, lascia che ti dia un suggerimento, ed è sempre lo stesso.
Le parole uccidono!
Uccide più la penna della spada.
Voglio dire… in Game of Thrones sono morti quasi tutti, ma è un romanzo, è stato scritto da un uomo dal fisico statuario e di bell’aspetto. Allora chi ha ucciso quei personaggi? Uno dei draghi di Daenerys? Il pene senza sosta di Tyrion? Qualche ordine della regina Cersei? Certo che no! Li ha uccisi l’autore.
Perché con la penna puoi fare una strage. Colui che uccide, usa le parole, è semplice, è arte ma è anche arte della guerra!”

L’Half Man Half Wizard pare confuso.

Magician: “Mi stai dicendo che per vincere questa battaglia bisogna fare un po’ di trash talking?”

Xiper: “Certamente! Se li demoliamo con le nostre parole, arriveranno sul ring in condizioni pessime. Non è poi così difficile, io sono il Mellow Yellow, tu sei il Second Arcana, siamo un abbinamento perfetto. Ho scelto di indossare la maschera da cobra e non quella gialla perché avevo bisogno di maggiore acidità. Sempre senza mai varcare il confine di non ritorno, sono un giustiziere della notte come Charles Bronson!
Dunque è tempo di fare il… LISTONE DELLA SPESA!”

The Magician sbatte la testa contro il muro dalla disperazione.

Magician: “Noooooooo, io odio i promo listoni della spesa!”

Xiper: “#1: gli Hour Rush. Hanno voluto questa sfida, ma cosa troveranno? L’Apocalypse in doppio formato, pronti ad annientarli con tutte le loro risorse. Non sopravvivranno, non andranno avanti, la loro battaglia è già persa prima ancora di cominciare. Sono un ottimo team, ma non è la loro serata.
#2: la…”

Magician: “Basta!!! Le uniche liste che mi piacciono sono le Wishlist dei fumetti da comprare e le playlist di gaming su Youtube. Perciò direi che possiamo evitare. Ma ho anch’io qualche parola per l’Apocalypse.
Non permetterò che l’oscurità ricada nell’arena, io, The Magician, dichiaro che mi prenderò le teste di Pestilence Hiroshi Yagami, di War Völkermord e di Conquest Corruptus!
La giustizia sarà fatta quando tutti e tre saranno fuori, e con loro anche Hugo, che ha scelto di allearsi con un membro dell’Apocalypse.”

CLAP CLAP CLAP

Il Mellow Yellow sembra felice per le parole del suo compagno.

Xiper: “Non eravamo così determinati dai tempi in cui facevamo Trio con Thanatos. Mi sento così carico che potrei imparare la ricetta della Piztorta.”

Magician: “Oh, no, ti prego, la Piztorta era mortale, ha ucciso la nostra carriera! Ma stasera si riparte con le mie arti magiche e la tua eloquenza, la tua lingua da vipera, velenosa quanto serve.”

Xiper: “Dobbiamo continuare a prepararci, perciò ricorrerò alla mia arma segreta.

Continuando la lista.
#2: la Chaotic Existence… quei patetici figli del Caos che sembrano i villain di He-Man!”

Magician: “Basta, non sopporto le liste della spesa!!!”

La regia decide gentilmente di seguire il suggerimento dell’Half Man Half Wizard e taglia il montaggio mentre Xiper sta ancora inveendo sulla Chaotic Existence.



Veniamo trasportati contro la nostra volontà in un’ampia stanza. Vediamo un lungo tavolo e tre persone dietro di esso, dall’altro lato del tavolo, file di sedie colme di quelli che sembrano giornalisti.
Signore e signori, questa è una conferenza stampa, quelli sono effettivamente giornalisti e dalla parte del tavolo che più ci interessa, vediamo Hiroshi Yagami, Tobi Madara e lo spaventoso Hugo Tennenbaum, il quale è seduto su una cassa per l’attrezzatura e non su una sedia pieghevole.

Madara: Signore e signori, e quando dico così lo dico sperando che ci siano varie signorine tra voi, benvenuti.
Ora, io e il tag team più forte al mondo, risponderemo alle vostre domande.

Un uomo in seconda fila, scuote la testa e alza la mano.

Uomo: Signor Madara, non crede di esagerare? Sono due lottatori forti, glielo concedo, ma addirittura il tag team più forte del mondo? E quando lo avrebbero dimostrato?

L’uomo deglutisce rumorosamente dopo aver visto lo sguardo riservatogli dal Panzer tedesco, che tuttavia, rimane in silenzio, mentre Yagami ridacchia tra sé e sé.

Madara: Mio caro, individualmente credo che nessuno possa discutere le incredibili abilità di entrambi i miei clienti. Chiunque abbia seguito qualche show tra le JLW e la VDW sa bene che in poco questi tue incredibili lottatori hanno saputo scrivere la storia del wrestling.
Ad oggi, dopo due incontri di coppia, hanno dimostrato di saper funzionare perfettamente, e hanno solamente vinto.
In più, concludo aggiungendo che nessun tag team del mondo può vantare il più mastodontico colosso mai esistito e il peso leggero più hardcore di sempre.

L’omino mascherato quest’oggi è in vena di annegare dolcemente in un mare di vanità e non sembra nemmeno volerlo nascondere.
Intanto una donna sulla trentina, con spessi occhiali e i capelli neri stretti in una coda, alza la mano.

Madara: Prego signorina.

Signorina: Buongiorno, sono Samantha Fox, scrivo per l’England Wrestling Magazine.
L’incontro della Death Machine vedrà un gran numero di tag team al suo interno, mi chiedevo cosa provaste, cosa pensaste, se ci sia del rispetto o se la vostra convinzione di avere già vinto vi porti a considerare tutti al di sotto di voi.

Yagami: Davvero vogliamo fare la lista della spesa?

Madara: Credo a questo punto sia opportuno, quindi… SPESA TIME!

Dopo un breve silenzio da parte del Best Pureya, Madara ritrova il silenzio e si siede composto.

Yagami: I Japan X sono il tag team su cui abbiamo camminato quando abbiamo debuttato.
Per quanto riguarda gli Hour Rush ho già sottolineato la mia ammirazione per ciò che rappresentano e li ho definiti il tag team più iconico della JLW fino ad oggi, detto questo, abbiamo già sconfitto anche loro e oggi come oggi, non mi sento di definire i due tag team appena citati come una minaccia.

Lo sguardo del giapponese è gelido, situazione assai strana per lui.

Yagami: Poi abbiamo… Marvels III, Chaotic Existence, Awesome Brothers… praticamente nemmeno definibili lottatori, figuriamoci minacce.

In sala si alza un brusio, scaturito ovviamente dalle parole di Hiroshi, che ancora oggi, nessuno sembrerebbe aspettarsi da un lottatore che ha sempre dimostrato rispetto per tutti.

Yagami: I Marvels III pensavo si fossero sciolti anni fa, gli Houston non so perché vengano stipendiati e la Chaotic, beh, ha fatto il suo tempo, ormai è l’ombra di ciò che era e per di più sbiadita. Si regge in piedi grazie ad Ava Misfit e quando hanno avuto l’occasione di salire sul ring per dimostrare quanto queste mie parole potessero rivelarsi false, hanno fallito.
Per chi non ci fosse arrivato, mi riferisco allo scorso PPV della VDW, dove hanno avuto un incontro titolato e sono stati sconfitti dai miei allievi, Midah Midoh e Jay Danger.

Signorina: Ha dimenticato un tag team, ovvero…

Pestilence ferma la giornalista con un cenno della mano.

Yagami: Ci stavo arrivando, stavo tenendo il meglio per la fine.
Volkermord e Corruptus, due giganti, due lottatori tremendamente preparati e capaci, nonché… miei fratelli dell’Apocalypse.

Nessuna emozione nel pronunciare la parola “fratelli”, ormai è chiaro che questo Pestilence, non è lo stesso che per la prima volta ha preso possesso della maschera verde.

Tennenbaum: Credo, che siano l’unico team interessante in questo patetico incontro.
Non vedo l’ora di poterli affrontare, è da prima di debuttare che sento storie su quanto il mio connazionale sia forte e come riesca a far collassare il ring sotto ai suoi piedi.
Da tanto attendo questo scontro tra titani.

Il tedesco deforme sembra davvero non vedere l’ora di affrontare il genocidio, tuttavia, i presenti sembrano più colpiti dalla sua voce cavernosa che dalle sue effettive parole.
Un altro uomo intanto, occhi azzurri e capelli ricci, alza la mano.

Altro uomo: Buongiorno signori, sono Teddy Maloscia, scrivo per il Naked Wrestling Illustrated, spero abbiate presente.
Volevo essere sicuro di questo, quindi vi chiedo, ricordate che la sfida sarà un gauntlet match, vero?!
L’ordine potrebbe anche riuscire a non far apparire Hugo e Volkermord sullo stesso ring.

Il Gaijin King si alza in piedi appoggiando i pugni sul tavolo.

Madara: Lo ricordiamo eccome, non vi può essere strategia senza conoscenza di terreno, avversari e se stessi.
Sappiamo tutto e sappiamo anche che questa stipulazione è una comodità per chi vuole provare a non far vincere ai miei protecti il trofeo come miglior tag team, che meritano senza nemmeno doversi presentare sul quadrato per dimostrarlo.

L’ultimo giornalista sorride puntando lo sguardo sulla maschera arancione di Tobi Madara.

Maloscia: Mi sembra che stia mettendo le mani avanti.

Madara: Oh, ci può scommettere mio caro, ci può scommettere.
Tuttavia, potrebbe risultare uno scontro fin troppo impari per la Death Machine, ma non è questo il terreno che vedrà la grande guerra.
Sarà solo un altro banco di prova per la mia macchina di morte, perché ciò che più vogliamo, non è questo trofeo, ma i titoli di coppia della federazione.

Il gigante tedesco annuisce, il giapponese invece abbassa lo sguardo e lo posa sulla propria vita per qualche istante, quasi con arroganza.

Maloscia: Mi permetta un’ultima domanda.
Silvia Madison sarà all’angolo dei cavalieri War e Conquest, potrebbe questo avvenimento, secondo voi, creare una spaccatura all’interno dell’Apocalypse?

Altri bisbigli, questa sembra una domanda per la quale tutti i presenti pagherebbero per avere la risposta.

Madara: Immagino che…

Yagami: Lascia che sia io ad immaginare!
Ma prima, ricordiamo che quando il gruppo è nato lo ha fatto per salvare la federazione in cui oggi vi trovate. Volevano me come cavaliere perché sapevano quanto tenessi a questo posto, quanto lo considerassi casa mia e grazie a questi propositi abbiamo vinto una delle più grandi battaglie che la Jack Leone Wrestling possa vantare.

Pronunciando il nome di Old Jack, lo sguardo di Hiroshi cambia, come se stesse ripensando proprio all’episodio che vide partecipi entrambi nel match che diede il potere alla Madison.

Yagami: Ci sono stati svariati “cambi di personale” da quel momento in poi… addirittura prima, questo perché alcuni si sono rivelati mercenari, altri avevano salvato la federazione e dopo ciò cercavano un altro cammino. Io voglio credere che io, Volkermord e Corruptus, siamo ancora parte della mentalità che ha creato l’Apocalypse quando ce n’è stato bisogno.
Spero che loro la pensino così, ma voglio anche che tutti sappiate quanto io sappia essere vendicativo, il che, unito alla distruttività della Death Machine, potrebbe far capire quanto sia un azzardo ed un pessimo affare, tradire la mia fiducia e mettermi i bastoni tra le ruote.

L’Otaku Senpai si alza in piedi, i fotografi cominciano a scattare rumorosamente e nessuno sembra avere né la voglia, né il coraggio di aggiungere altro.

-CAMERA FADES-




Joybringer della Manfred Mann’s Earth Band suona a pieno volume.
“The Joy” Sylvia Madison fa il suo ingresso fra i fischi del pubblico, siamo al preludio del match valido per il Best Tag Team Trophy. La Minerva Commissioner e boss della JLW ignora i fischi e sale sul ring con il microfono in suo possesso.

Sylvia: “Ehi, in questi giorni ho letto molte accuse nei confronti del mio trattamento nei confronti di Red Kamen e degli Hour Rush. Voglio rompere tutte queste critiche in poche parole, senza bisogno dell’avvocato Kobayashi a parlare per me.
Innanzitutto (si usa ancora questa parola nel 2020 o è il mio fascino per l’epoca d’oro delle lingue a condizionarmi?) vorrei far notare che Red Kamen lotterà in un Domo de la Muerte match, stipulazione scelta da lui che impedirà ai membri dell’Apocalypse o chiunque volesse prenderlo a ceffoni sulla maschera di intervenire. Questo significa che sarà un uomo libero, l’Apocalypse non si è presa il main event dell’evento più importante dell’anno, significa che non possiamo essere accusati di forzare una dittatura nelle vostre gole!”

I fan non sembrano del tutto convinti dell’affermazione della donna che veste di rosso.

Sylvia: “Per quanto riguarda gli Hour Rush, ho già letto i vostri post sui Social Media… partite prevenuti, aspettandovi che io abbia scelto di mandarli per primi!
Questo è un grande errore. Sono qui per introdurre i due team iniziali, e nessuno di questi ha all’interno Steve Barone e Dragon Ninja.
Quindi mi volete accusare di essere prevenuta? Se lo fossi davvero, li avrei mandati alla gogna contro tutti gli altri team, con la certezza che non sarebbero sopravvissuti.
Perciò, godetevi la sfida e sappiate che io opero nell’interesse della Sylvia Madison Wrestling… scusate, volevo dire Jack L-qualcosa Wrestling.”

Arrivano altri fischi del pubblico.

Sylvia: “Il primo team che prenderà parte alla sfida è un duo di eroi. Coloro che sono sopravvissuti 20 minuti contro il new Turkish order, i più grandi collezionisti di fumetti dell’intera federazione… e due nerd che non avranno mai una degna vita sociale, un po’ come voi del pubblico!
Vi presento i MARVELS III!”


I Need Airò (scusate, I Need A Hero) di Bonnie Tyler suona a pieno volume.
Xiper e The Magician, i magici due del duo meraviglioso, fanno il loro ingresso, nudi dentro ma mascherati fuori (ndSilente: tutto questo fa parte del commento di Sylvia, perdonateci).
I due eroi che hanno resistito 20 minuti contro il nTo sono qui per conquistare l’intera divisione di coppia.
GANK ‘EM ALL!
Xiper pusherà la Middle Lane in modo brutale mentre The Magician priverà la Jungle di tutte le sue componenti. Parola dei due Marvels III… e di The Joy Sylvia Madison! Una volta saliti sul ring, i due stronzi rifiutano la stretta di mano del boss, alla gogna, bastardi!

Sylvia: “Il secondo team è uno dei favoriti alla vittoria della competizione. Con orgoglio, ma nemmeno troppo, vi presento i Japan X, Johannes Krauser Numero Romano e Devil Tiger!”


Gara De-Z (che si può anche pronunciare Dizzia).
Johannes Krauser II fa il suo ingresso insieme al compagno di razzie Devil Tiger. Colui che proviene dai recessi più oscuri dell’inferno (ora viene dal Giappone però) e il giapponese campione R-Pro Cruiser fanno squadra insieme anche stasera. Pessima sfortuna nell’abbinamento, visto che dovranno sopravvivere a tutti i team del torneo, ma d’altronde #HouRushNotPunished #SylviaLovesEmAll
Krauser e Tiger hanno qualcosa in comune, indovinate cosa? Sono stati battuti dall’Apocalypse, che stasera ha un team e mezzo di rappresentanza. War & Conquest, la fazione dei massacratori, e i Death Machine, con “Pestilence” Hiroshi Yagami e il suo partner Hugo. Non perdetevi il dominio dell’Apocalyspe nei prossimi minuti… parola di The Joy!

Sylvia: “Con i due team sul ring, l’arbitro Hector Tegredo è pronto a dare il via alla sfida. Vorrei chiedere una cosa al nostro arbitro.
Tu… mi credi innocente nei confronti degli Hour Rush? Ho dato prova della mia giustizia sopra agli interessi personali?”

Tegredo: “Yo… TEGREDO!”

Sylvia: “Ottimo, che la sfida abbia inizio, ricordate le mie parole… comunque vada sarà l’Apocalypse a trionfare questa sera.”


Match 4: Hour Rush (Steve Barone & Dragon Ninja) vs War & Conquest ("War" Völkermord & "Conquest" Corruptus; w/ Sylvia Madison) vs Japan X (Johannes Krauser II & Devil Tiger; w/ Geeno) vs Death Machine (Hiroshi Yagami & Hugo Tennebaum; w/ Tobi Madara) vs Marvels III (Xiper & The Magician) vs Awesome Brothers (Jeff & Zack Houston) vs Chaotic Existence (Black Violence & Wizard) [Best Tag Team Trophy Gauntlet match]
Referee: Hector Tegredo

DIN DIN DIN

Con Sylvia Madison a sostituire il team di commento nelle prime fasi, finalmente si torna alla normalità con il primo round.

#1: MARVELS III vs JAPAN X
Il primo scontro parte con Xiper e Tiger a confronto. Due pesi leggeri di altissima finitura, il Mellow Yellow provoca il lottatore con la maschera di tigre e cerca di girargli la maschera. Una gravissima provocazione, lui stesso indossa la maschera del cobra nero.
Arriva una raffica di calci da parte del giapponese, che poi connette un Drop Toe Hold, a cui fa seguito un Running Elbow Strike.
Nulla da fare, come una palla rimbalzina Xiper torna all’attacco e lo fa con il MELLOW YELLOW.
Legsweep DDT.
Xiper ne esce fra gli applausi del pubblico e sale all’angolo.
Prova già la manovra finale.
SUBCONSCIOUS TRAVELER!!!
450° Splash che… non va a segno, ovviamente!

Tiger lo travolge con un Dropkick, poi prova a finirlo con il TIGER SUPLEX.
TAG per Krauser, che aumenta la dose di dolore con lo Shin Breaker.
Situazione difficile per Xiper, che mentre è in difficoltà ribalta il rivale e va per la manovra che può portare la vittoria della carriera!
SMALL PACKAGE gets it done… come diceva il suo idolo!
Arriva lo Small Package e si va per lo schienamento.
1…
2…
Nulla da fare.

Il Monaco connette con la Snap DDT, mentre Magician allunga la mano e vuole il cambio (per fortuna non allunga il cambio e vuole la mano!)
Double Underhook Tornado DDT… LETALE!
1…
2…
No. Non basta ancora.
Xiper è chiaramente in difficoltà e cerca di liberarsi.
SUPERKICK di reazione ma non è molto efficace.
BLACK WIDOW PUNCH!!!
Arriva un Superman Punch che atterra Krauser.
TAG per il Second Arcana, che sfrutta la posizione dell’avversario per lanciarsi dalle corde.
SPRINGBOARD DROPKICK!!!

Krauser viene atterrato mentre si rialzava.
Magician non gli dà spazio e…
BOOOOOOOWS!
Buffalo on Weck Sandwich, che è una Gore.

A SEGNO!!!

Magician va a schienare Krauser.

1…

2…

NO!

Non basta ancora ma ci è arrivato vicino.
Devil Tiger interviene dall’esterno e colpisce Magician alla testa con uno Shoot Kick. Il wrestler perde la posizione e Krauser lo getta alle corde, applicandogli la Tarantula.
Anche Xiper interviene per spezzare la manovra e nel frattempo rifila un Dropkick al Nephilim.

Situazione di totale equilibrio…
Ma ecco che l’Half Man Half Wizard va per la manovra finale.

WEARING A TUXEDO.
Shotokan Kumite Combo with Kicks.
Calci durissimi ai danni di Krauser, che viene stordito dai suoi colpi.
Magician va ad applicare la DISAPPEARING LIFE ENERGY.
Jujitsu Toe Hold per chiudere la sfida…
Ma interviene Tiger a rompere la presa!!!

Il campione Cruiserweight connette pure il Backstabber.
Poi chiama Krauser, che è messo male a causa delle manovre finali da parte del rivale.
TAG!
Tiger è l’uomo legale, Magician cerca di dare il cambio a Xiper ma la maschera di tigre spintona via il Mellow Yellow, facendolo cadere dall’apron ring.
Magician è costretto a combattere contro di lui e Tiger connette il RED TOOTH DRIVER!!!
Blue Thunder Driver micidiale nei confronti del Second Arcana.
Con schienamento annesso.

1…

2…

3!!!

Finisce la prima sfida, è stata lunga e intensa ma abbiamo dei vincitori. Devil Tiger è stato in grado di dare la marcia in più ai Japan X.

DeWitt: Fantastica prestazione dei Japan X.
Silente: Pure i Marvels III sono andati bene.
Lover: Sì, ma sono stati eliminati!
DeWitt: Mi chiedo quale sarà il terzo team a partecipare alla competizione, non deve essere facile nemmeno partire a questo punto.


Il terzo team a competere nel Gauntlet match è rappresentato da… GLI HOUR RUSH!!!
Il pubblico non può crederci, Sylvia Madison ha fatto tutto quel discorso per dire della sportività da parte sua… e invece gli Hour Rush sono stati ‘fregati’ con un terzo slot, quindi comunque all’inizio della sfida!


Lost Prophets – Shinobi vs Dragon Ninja.
Il tema degli Hour Rush accompagna la loro rincorsa al ring. Hanno tante possibilità di vincere questa sfida quanto il buon Archie Fisher di diventare presidente quest’anno!
Proveranno con tutte le loro forze a superare un team dopo l’altro.


#2: JAPAN X VS HOUR RUSH
La seconda sfida ha inizio e Steve Barone affronta Devil Tiger, che è chiaramente più fresco, visto che Krauser ha subito entrambe le mosse finali da parte di The Magician.
L’italo-americano sferra una raffica di pugni, Tiger salta alle sue spalle e cerca di travolgerlo con un Neckbreaker, ma lui si libera con una gomitata.
GUN SHOT!
Monkey Flip improvviso che ribalta la situazione.
Barone va per la MAFIALOCK. Ankle Lock brutale… vuole sfiancare il suo avversario.
Krauser però entra sul ring con la velocità di un treno e lo scaraventa all’angolo con una Shoulder Block, sgusciando via per evitare la squalifica da parte di un malleabile Hector Tegredo, che probabilmente si sarà pure dimenticato che esistono le squalifiche in questa sfida!
Tiger può così andare all’angolo.
TAG per Krauser.
Il Monaco torna sul ring per confrontarsi con Barone, che gioca d’astuzia.
TAG per Dragon Ninja ma i due compagni vanno per un Double Enziguri Kick ai danni del Nephilim.
Poi il giapponese connette l’HAIKU.
STO micidiale, con schienamento annesso.
1…
2…
Nulla da fare.

Questo match può davvero volgere in ogni direzione ed è una fra le sfide principali del Gauntlet, fra due dei team favoriti alla vigilia.
Il lottatore di Sapporo va per il Running Double High Knee… ma Krauser si abbassa in tempo!
GENDAITO!!!
Brainbuster assassino da parte di Krauser.
Anche lui va allo schienamento.
1…
2…
Niente. Ancora non basta.
Dragon Ninja ha parecchie riserve d’energie in corpo e prova una finezza.

DRAGONRANA!!!
Krauser viene atterrato, così il wrestler va all’angolo, sembra chiamare il DRAGON’S FIREBREATH.
NOOOOOO!
Devil Tiger agisce da diavolo, togliendo un piede all’avversario, così da non permettergli la manovra.
Krauser se ne approfitta e arriva alla terza corda dal basso, che cosa fa?!?


GENDAITO DALLA TERZA CORDA!!!
BRAAAAAAAAAINBUSTER ASSASSINO.


A segno.

Arriva lo schienamento.


1…


2…


NO!

Intervento di Steve Barone per aiutare Dragon Ninja.
L’italo-americano si libera prima di Krauser con l’ASK ME SORRY (Italian Revolution), poi afferra Devil Tiger per la maschera e lo getta contro l’angolo, facendolo rimbalzare fuori.
Questo gli permette di applicare nuovamente la MAFIALOCK al Monaco.
Tentativo di sottomissione, ma la resistenza del Nephilim è incredibile.
Riesce ad arrivare alle corde… E TOCCA LA MANO DEL COMPAGNO!
TAG.

Devil Tiger è l’uomo legale e si lancia con uno Springboard Crossbody su Barone.
Con tanto di schienamento a sorpresa.
1…
2…
Nulla da fare.

Ecco che il giapponese cerca la vittoria, colpendo il rivale con dei calci prima che possa rialzarsi.
Barone però lo spintona via e dà il cambio.
TAG per Dragon Ninja.
Giapponese contro giapponese!

HAIKU assassino di Dragon Ninja, un STO che abbatte Tiger, ma non è ancora finita.

Sale all’angolo.
Di nuovo posizione per la sua manovra finale.
Krauser interviene per cercare di fermarlo, ma Steve Barone è pronto e lo placca!

DRAGON’S FIREBREATH.

Corkscrew 630° Splash su Devil Tiger.
Con abilità, Dragon Ninja va a schienarlo.

1…

2…

3!!!

Finisce qui la seconda sfida.
Non è stata per niente semplice, ma ha portato un grande risultato agli Hour Rush, che eliminano uno dei migliori team in competizione. Ne rimangono molti altri ma si sentono pronti alla competizione.

DeWitt: Grande esordio nel Gauntlet per gli Hour Rush, dovranno sopravvivere a molti team e i Japan X li hanno già sfiancati a dovere, ma erano esausti dopo la prima sfida.
Silente: Sì, stasera abbiamo visto un grande impegno da parte di tutti i team, i Marvels III sono stati i primi eliminati ma hanno lottato con intensità. Mi aspetto lo stesso da ogni squadra che raggiungerà il ring.
Lover: Potranno gli Hour Rush arrivare fino in fondo? Non oso immaginare se dovessero trovarsi contro la Chaotic Existence…
Silente: Perché proprio loro?
Lover: Perché sono i miei favoriti alla vittoria!


Bad Brains – I against I
Il quarto team è… AWESOME BROTHERS!!!
Jeff e Zack Houston sono chiamati in causa, i due fratelli sono pronti a cambiare le sorti della sfida. Anche loro si considerano eroici. Jeff ha la maglietta con la scritta “Awesome! 20 minutes survivor with nTo”. Come i Marvels III, pure lui dimentica di aver perso quella sfida.
Finalmente sono sul ring, Jeff chiede all’arbitro di far partire la contesa!

#3: HOUR RUSH VS AWESOME BROTHERS
Incredibile assalto di Jeff Houston su Dragon Ninja. Il wrestler vuole avvantaggiarsi della freschezza fisica e colpisce il giapponese al meglio delle sue forze con una raffica di pugni.
AM I PLEASING YOU?
Fireman’s Carry Gutbuster.
L’Awesome Model va allo schienamento mentre suo fratello maggiore festeggia.
1…
2…
Nulla da fare!

Non basta affatto per vincere.
Ninja si libera con un Dropkick e lo respinge.
TAG per Steve Barone.
L’italo-americano si accanisce su Jeff Houston con l’ASK ME SORRY.
Italian Revolution che va a segno.
Barone poi applica la Mafia Lock ma Zackary interviene e si lancia con uno Springboard Elbow Smash, che stordisce Barone.
Nulla che possa costare la squalifica, vista la rapidità dell’intervento.
Jeff è di nuovo libero e connette una Running Clothesline sul rivale.
A terra è lui ad eseguire il HOUSTON CRAP (Boston Crab). Manovra di sottomissione decisamente efficace.
Stavolta è Dragon Ninja a intervenire, bloccando la sottomissione.
Steve Barone si rialza e scaraventa Jeff all’angolo con una raffica di Chop poco gentili. Questo non è un trattamento di favore!

Zack vuole il cambio e allunga la mano ma Jeff è in difficoltà e non può darglielo. Ecco che gli Hour Rush lavorano insieme.
Double Rope Hung DDT.
Ottima manovra di tag team!
Jeff è davvero in difficoltà e Barone va a schienarlo.
1…
2…
Kick-out, stavolta Zack non c’entra nulla.
Con la forza della disperazione, Jeffrey si è salvato.

Ma ecco che l’italo-americano è pronto a scaraventarlo indietro con un Butterfly Suplex… noooooo, stavolta interviene Zack, che lo scalcia al petto, permettendo così a Jeff di indietreggiare.
Zack torna all’angolo e si prende il cambio.
TAG.
Zack Houston è ora protagonista, il Senior Flevah è scatenato e afferra Barone per i capelli.
WASH YOUR FACE!
Facewash brutale.
Con schienamento annesso.
1…
2…
Nulla da fare.

La sfida è parecchio esaltante, gli Awesome Brothers vogliono vincere e si stanno impegnando a piene forze.
Zack va per l’INSIDE OUT, la sua manovra finale.
Lifting Inverted DDT che… NOOOOOOOOOO!
Counter di Barone, che esegue un STO improvviso.
Poi arriva il PAYMENT DAY.
MUTA LOCK!!!

Jeff interviene ma Dragon Ninja lo scalcia con un Yakuza Kick che gli impedisce di avanzare.
La manovra di sottomissione non lascia spazio al povero Zackary… CHE CEDE!!! CEDE CONTRO STEVE BARONE!!!
Ci siamo, questo è un grande successo per gli Hour Rush, alla seconda vittoria di fila, ma ci sono ancora parecchi team da affrontare per arrivare fino in fondo.

DeWitt: La mia domanda è… ce la faranno gli Hour Rush a sopravvivere fino in fondo?
Silente: Sono martoriati dai duri colpi subiti, ma non vogliono saperne di mollare. Penso che vogliano annientare le speranze di Sylvia Madison una volta per tutte.
Lover: Per me sopravvivranno finché non arriverà la Chaotic Existence, i miei super favoriti alla vittoria.

I fratelli Houston si abbracciano, sono stati sconfitti ma ne sono usciti degnamente, hanno lottato fino in fondo.



Immediate Music – Lacrimosa.
Il potentissimo brano d’ingresso è il preludio per l’arrivo della…
CHAOTIC EXISTENCE!!!
Black Violence e Wizard ritornano sui ring della Jack Leone Wrestling dopo il loro successo in VDW in cui militano da anni. I due “fratelli” si danno il cinque prima di salire sul ring, sono pronti a competere per la vittoria del Gauntlet match, vogliono annientare gli Hour Rush.
OFFLINE
User Profile
Post: 51,478
Post: 25,060
Registered in: 7/12/2006
Location: VERCELLI
Age: 35
Gender: Male
CITH - Boss WBFF
Best of All Time!!!
Ava Misfit
The Boss
3/23/2020 11:29 AM
 
Quote

#4: HOUR RUSH VS CHAOTIC EXISTENCE

Lover: Sono arrivati… i vincitori del Gauntlet match! Ogni team cadrà contro la Chaotic Existence, e il Caos trionferà sovrano per tutta la notte.
Silente: Ci manca solo la risata malvagia e poi…
Lover: AH AH AH AH AH AH.
Silente: Come non detto!


Black Violence e Wizard si accaniscono su un ancora dolorante Steve Barone.
ARSE KICKERS!!!
Wizard of Oz di Wizard, poi un Big Boot assassino di Black Violence.

A SEGNO!!!

Siamo alla fine.
Schienamento di Black Violence su Steve Barone. Non può salvarsi dopo questa combo brutale.
1…
2…
NOOOOOOOOO!
Dragon Ninja interviene e rompe il conteggio, ma Wizard lo afferra con sé.
REBOUT LARIAT!!!
Lo getta fuori dal ring e si butta fuori anche lui.
Entrambi sono all’esterno.

Black Violence deve solo confermare lo schienamento precedente e va a schienare il nemico.
1…
2…
KICK-OUT!!!
Barone si è ripreso, boato del pubblico, la resistenza dell’italo-americano è superba. Non vuole saperne di mollare!!!
Anjeh Leeu sbatte un pugno contro il tappeto del ring dalla rabbia e decide di farla finita con una manovra devastante.
CHAOTIC POWER!!!
Orange Crush Bomb.
CHE VA A SEGNO!!!

Barone è KO.
Black Violence non perde tempo e va a schienarlo.


1…


2…


3NO!

PER POCHISSIMO!
Altro kick-out sorprendente da parte sua.


Il leader della Chaotic Existence urla per la furia interiore e si prepara alla sua mossa finale.
AGAINST ALL ODDS.
S.A.T. Driver che…
NON VA A SEGNO!

Counter di Barone che sguscia alle sue spalle, seguito da un Codebreaker assassino.
Finalmente il wrestler riesce a liberarsi della tremenda stretta di Black Violence e trova Dragon Ninja rientrato all’angolo e pronto a prendersi il cambio.
TAG.
Ninja torna sul ring!

Di certo i due membri degli Hour Rush stanno subendo colpi durissimi, è una battaglia spettacolare e intensa, la Chaotic Existence cerca di terminarla il più presto possibile ma non è facile.
Black Violence non riesce ad afferrare Ninja, che gli sfugge in continuazione e riesce a connettere la Dragonrana su di lui.
Grandioso!
Ninja riesce a sfruttare la sua agilità per annientare la forza bruta di Black Violence.
Wizard chiede al compagno di dargli il cambio e lui lo fa.
TAG.
Entra Eddie Drywar, in arte Wizard, lo stregone.
Y’ALL.
Spinning Side Slam senza pietà di Wizard.
Lui riesce finalmente ad avvantaggiarsi su Ninja e va a schienarlo.
1…
SOLO CONTO DI UNO?!?

Wizard solleva il rivale e lo getta all’angolo in slancio, facendolo rimbalzare malissimo, poi lo recupera per un POWERSLAM.
Allunga il piede sulla sua gola per soffocarlo, ma l’arbitro Hector Tegredo non tollera questa manovra scorretta e inizia a contare la squalifica.
Il wrestler è costretto ad abbandonare l’offensiva ma sa che ha tutti i requisiti per porre fine alla sfida.


THE FUN THING ABOUT KARMA!!!
Michinoku Driver II.
Ma Ninja si ribella ed evita di farsi colpire, così è lui a liberarsi.
Running Double High Knee da parte sua.
Poi 630° Splash.
CON SCHIENAMENTO ANNESSO!
1…
2…
Wizard lo spintona via e si riporta in piedi.
Ora è lui a gettarlo all’angolo, sfruttando ogni scorrettezza e la sua forza bruta pur di ottenere la vittoria.
Situazione terrificante per Ninja, che tuttavia si libera nuovamente con un Leg Sweep, che fa cadere a terra l’avversario.


Ninja sale all’angolo.
DRAGON’S FIREBREATH.
630° Corkscrew Splash.


A segno.


Arriva lo schienamento ma Black Violence interviene, vuole romperlo prima ancora che possa avere inizio.
Steve Barone rientra e lo spintona, placcandolo come riesce.

1…


2…


3!!!


Ce la fa in tempo.


Dragon Ninja ha la meglio su Wizard.
La Chaotic Existence viene eliminata dagli Hour Rush, in una fra le migliori prestazioni della loro carriera.

DeWitt: Sia Ninja che Barone sono stremati e distrutti, ma sono riusciti ad avere la meglio sulla Chaotic Existence.
Silente: Mi sa che Black Violence non l’ha presa benissimo…


REBOUND LARIAT di Black Violence su Dragon Ninja per sfogare la sua collera.
Fischi del pubblico nei confronti del leader della Chaotic Existence, che praticamente ha assestato un altro duro colpo al team che sta dominando il Gauntlet match. Come potranno ora gli Hour Rush arrivare fino in fondo?!?



Tema d’ingresso per i WAR & CONQUEST.
“War” Völkermord e “Conquest” Corruptus ci fanno capire chiaramente qual è il prossimo team a entrare in gioco.
Sylvia Madison entra con loro due e sembra godersi il momento con i suoi cavalieri, ora è qui come The Joy dell’Apocalypse.

#5: HOUR RUSH VS WAR & CONQUEST


DeWitt: Siamo di fronte a un altro dei team favoriti alla vittoria.
Silente: Völkermord e Corruptus? Certamente! Inoltre sembra inevitabile che proprio loro due vogliano far eliminare i peggiori nemici dell’Apocalypse dalla sfida.
Lover: Se gli Hour Rush hanno sconfitto la Chaotic Existence, e questo già mi sembra impossibile, allora c’è davvero la possibilità che arrivino fino in fondo. Ma mancano ancora due team, War & Conquest e i Death Machine.


La quinta sfida del Gauntlet match ha inizio.
Dragon Ninja è ancora in seria difficoltà dopo l’assalto brutale da parte di Black Violence in seguito all’eliminazione della Chaotic Existence.
Völkermord si gode il suo momento da bullo ed esegue facilmente lo SHEET DIVIDER su di lui.
Military Press Drop into a Gutbuster.

SLAAAAAAAAM.
Lo scaraventa a terra, ma non vuole ancora schienarlo, anzi dà il TAG a Corruptus.
Conquest si gode il momento.
LAST WARNING!!!
Chokeslam su Ninja, poi arriva lo schienamento per la vittoria.


1…


2…


Entra Steve Barone e rompe lo schienamento.
L’Italo-Americano è ferito ma non vuole saperne di regalare la vittoria ai War & Conquest.
Lo vediamo scatenarsi con una raffica di Chop ai danni di Corruptus, che però lo stordisce con uno Spinebuster.
Non è ancora finita, Corruptus decide di farla finita con il VERTEBRAL TRAUMA.
POWERBOMB VERSO L’APRON RING!!!


STEVE BARONE VIENE ANNIENTATO!!!


Uno fra gli assalti più violenti mai visti, ma The Cold One non è uno che si tira indietro.
La regia ci mostra più volte questa mossa da più angolazioni, non c’è trucco né inganno, è davvero una fra le mosse più brutali di sempre!!!


Ora Corruptus è pronto a porre fine a Dragon Ninja… ma il wrestler giapponese ha ancora una reazione eroica.
Running Double High Knee.
Fa di tutto per sopravvivere, questo è un ottimo attacco.
Ninja è così disperato che sale all’angolo, non sa nemmeno lui con quali forze e si lancia con un 630° Splash.
A SEGNO!

Va lui a schienare Conquest.

1…


2…

NOOOOOOOOO!
Non basta, Corruptus è pieno di energie.
Arriva una gomitata alla bocca del rivale.
Un colpo molto duro al limite delle regole.

Intanto Sylvia Madison distrae l’arbitro Hector Tegredo, cercando di salire sul ring ma la gonna è un po’ scollata e lui la invita a ripensarci. Tutta l’attenzione dell’arbitro è su Sylvia, così Völkemord passa un tubo al neon a Conquest, e lui se ne approfitta per spaccarlo sulla fronte di DRAGON NINJA.


CRAAAAAAAASH!!!


Attacco ultra-violento, che anticipa la sua manovra finale.


REST IN PIECES!!!
Swinging Reverse STO da parte di Conquest, che va allo schienamento, stavolta nessuno può fermarlo.


1…


2…


3!!!

L’incredibile prestazione degli Hour Rush termina qui.
Il pubblico lancia lattine nei confronti dell’Apocalypse, nessuno pare gradire questo atto di forza così dominante.
Conquest ha CONQUISTATO la sfida e ora sembra mancare soltanto l’ultimo team all’appello.
Stanno per arrivare i Death Machine!



QUESTO NON È IL BRANO DEI DEATH MACHINE!
Si tratta dell’INNO SOVIETICO.

Che sta succedendo?!?


“SLAJEEEEEEEEEEEEE!”

Ivan Filitov fa il suo ingresso con il figlio Marek, portabandiera, e il suo compagno della Filitov Squad, “The Monster” Bon Bon.

Il pubblico non sa se ridere o piangere di questa partecipazione inattesa, mentre l’eroico manager russo parla al microfono.

Filitov: “SLAJEEEEEE!!! VIVA I SOVIET!”

Fans: “Booooooooooo.”

Filitov: “È tempo di trasformare il JLW Dojo nel JLW Da Da Da! (ndLover: ma che è… un brano degli Eifell65?).
Io ho iscritto la mia Filitov Squad al Gauntlet match perché sapevo benissimo che l’avrebbero vinta i miei protetti.
Guardate mio figlio Marek, un colosso di muscoli, sangue e ossa, nato in Madre Patria, vissuto negli USA ma senza mai dimenticare le sue origini.
E poi guardate il suo compagno, il nostro membro adottivo, il mostro fra i mostri, l’uomo il cui nome trasmette agonia e terrore… Bon Bon (ndLover: ma che è, una caramella francese?)
Perciò mia cara e storica rivale Sylvia Madison, ancora una volta ti infilerò la bandiera sovietica nella gola profonda! (ndSilente: secondo me la scorsa volta probabilmente le ha infilato qualcos’altro…)
Marek, Bon Bon, annientate questi patetici Cyka Blyat dell’Apocalypse!
VI DO UN SOLO MINUTO PER FARE PIAZZA PULITA!”

Ivan Filitov ha dato un solo minuto alla sua squadra per porre fine ai War & Conquest? Questa è… interessante!

#6: WAR & CONQUEST VS FILITOV SQUAD

Si comincia!

Marek Filitov sputa addosso a Völkermord, praticamente lo colpisce soltanto al petto vista la sua stazza.
War lo solleva… e lo spezza come un grissino!

UBER-PLEX. Un Vertical Suplex massacrante.
Non finisce qui.

VOLKERSTRASSE!!!
Argentine Backbreaker Stance into Sit-out Facebuster.

Marek Filitov probabimente ha fratture multiple sul corpo!

Conquest invece afferra il grassoccio The Monster Bon Bon e lo colpisce al petto con dei colpi durissimi, poi alza la mira e lo colpisce alla cassa toracica. Riesce a fargli sputare sangue dalla crudeltà dei suoi colpi.
Bon Bon è praticamente debilitato.


Marek Filitov si rialza con le gambe tremanti, non sa a cosa va incontro…

ETERNAL RETURN!!!
FAME ASSER!


SBAAAAAAAAAM.

È la fine per Marek Filitov, mentre il padre Ivan si dispera con le mani fra i pochi capelli rimasti.


1…



2…



3!!!



Si era parlato di un minuto ed è durata proprio 1 minuto esatto, ma è stata la fazione dell’Apocalypse a stravincere.
Sylvia Madison afferra la bandiera sovietica e infila la punta nella gola di Ivan Filitov.

Sylvia: “Sei fortunato, Ivan, la prossima volta potrei infilarti questa stupida bandiera rossa da qualche altra parte… prova ancora a dire Slaje se ci riesci, bastardo!”

SCIAF!

Arriva pure un ceffone al volto, mentre Sylvia fa cenno ai War & Conquest di gettare “fuori la spazzatura”, cioè i due membri della Filitov Squad.
Ci attende ancora una sfida, l’ultima, la più importante del Gauntlet match!



Non si scherza più! The Killing Joke è il tema d’ingresso dei Death Machine.
“Pestilence” Hiroshi Yagami e Hugo Tennenbaum raggiungono sul ring.
Sylvia Madison se la gode, comunque vada almeno un membro dell’Apocalypse uscirà dal ring con il trofeo di migliore tag team, ma sembra inevitabile che lei parteggi per i War & Conquest, che non sono particolarmente danneggiati nonostante abbiano già all’attivo due sfide, di cui una estremamente semplice.


#7: WAR & CONQUEST VS DEATH MACHINE

DeWitt: Siamo all’ultima sfida, chi vince questo verrà coronato come il migliore tag team in circolazione.
Silente: Certo, non ci sono proprio TUTTI i team, ad esempio non ci sono i campioni FWF e JLW, i Mackall Brothers, ma non significa molto, alla fine questo Gauntlet è spettacolare e chi lo vincerà, meriterà questa nomea.
Lover: Ci siamo… chi vince questa si prende tutto!

Si affrontano Conquest e Pestilence.
È uno scontro fratricida, chi vincerà?!? Chi vincerà?!?

Hiroshi Yagami scatta con lo Shining Wizard, ma Corruptus si aspettava una manovra del genere e la evita. Elbow Smash da parte sua, ma Yagami ancora non crolla e sfrutta la vicinanza all’angolo per eseguire una SNAP DDT… VERSO L’ANGOLO!
Anche lui sa giocare sporco se serve, d’altronde sono entrambi membri dell’Apocalypse.
Pestilence aspetta che il rivale si rialzi… ROARING ELBOW!
Gomitata ruggente che travolge Conquest, che è un grande incassatore e infatti non crolla nemmeno al tappeto ma reagisce con una raffica di pugni. Brawl allo stato puro al centro del ring, con Corruptus che ha ancora così tanto fiato da non dimostrare di essere qui per la terza sfida di fila.
Il Loose Cannon va per lo Scoop Powerslam.
Grande manovra che gli permette di reagire, ma Yagami va per un Lift Up Neckbreaker.
Applausi del pubblico per questa fase concitata, azione allo stato puro.
ARRIVA IL DOPPIO TAG!

Si cambia scenario con War Völkermord contro Hugo Tennenbaum.
208 cm x 165 kg VS 226 cm x 215 kg.
Per una volta, vediamo War di fronte a un rivale più alto e più massiccio di lui, non a livello muscolare ovviamente, ma la presenza fisica di Hugo è devastante.
Spintone di Hugo ai danni dell’ex campione del mondo JLW, che reagisce con una raffica di pugni, ma non sembra nemmeno scalfire la superficie rigida del corpo dell’avversario.
War, l’uomo il cui corpo è una macchina da guerra, si ritrova bloccato da questa difficoltà inattesa.

GUT CRASH!
Spear modificata da parte di War, che finalmente travolge Hugo… o forse no perché lui rimbalza alle corde e poi torna indietro per applicargli il BUFFALO FIST.
Throat Trust violentissimo dello sfidante al titolo.
SLAAAAAAAM!
Völkermord impatta al tappeto.

Sylvia Madison sembra sorpresa, nessuno aveva mai lanciato in quel modo War prima d’ora, nemmeno Terrific Blue! The Joy invita War a passare alle maniere forti, gli urla “SMANTELLALO!”
Lui è pronto a seguire le indicazioni alla sua maniera, e infatti lascia che sia Hugo ad avanzare, poi lo solleva dietro di sé con il BACK BODY BOOM.

RIESCE A SOLLEVARE IL TEDESCO! Ehi, anche lui è tedesco!

SBAAAAAAAAAM.

Il ring trema, per fortuna non collassa, non crediamo che siano state prese misure di sicurezza come ai tempi di Völkermord vs Terrific Blue, ma dovrebbe bastare la situazione attuale.
BIG BOOT di War… ma Hugo gli blocca il piede con le sue manone, e va per un Leg Sweep inatteso.
STANDING HEADBUTT.
Colpisce ancora War.

THUUUUUUUUUMP.

Il ring trema, devastato da questa battaglia, quasi a supplicare pietà.


GIGAS BREAKER.
Standing Double Footstomp da parte di Hugo, War incassa un altro durissimo colpo.
Il pubblico pare diviso nel tifo.
“Let’s go Hugo!!!”
“Kill him, War!!!”

Si tratta di uno scontro epico, che non risparmia alcun duro colpo.
I due wrestler ora si affrontano in una prova di forza, spingendosi a vicenda come se fosse un match di Sumo, ma nessuno dei due è più forte dell’altro. Völkermord rimedia alla differenza di stazza fisica (che detto così, è ironico) con una forza bruta degna di un carro armato, ma Hugo è in grado di contenere la sua potenza.

ATTENZIONE!
I due si separano di nuovo ed arriva la rincorsa di Hugo, ma War lo colpisce con il BERLIN WALL.
Shoulder Block potentissima.
Stavolta è lui a farcela.


COSA VUOLE FARE?!?



BODYSLAM di Völkermord su Hugo.

OH MY GOOOOD…


SBAAAAAAAAAAAAAAM!


THUUUUUUUUUUUMP.

Per poco il ring non veniva distrutto!


War va a schienare Hugo, vuole compiere la prodezza che più gli serviva in questo momento.


Vediamo che Hiroshi Yagami non prova nemmeno a fermare il conteggio, decide di affidarsi alla sua piena fiducia in Hugo.


1…



2…


NON BASTA!


Hugo spinge via War e si riporta in piedi.
Tentativo di Double Underhook Suplex, che non va a segno.
War lo afferra per la gola, ma lui lo spinge all’angolo con una grande potenza.

BUFFALO RUN!!!
Running Avalanche da parte di Hugo su Völkermord.

LO SCHIACCIA E LO COMPRIME!!!


Conquest entra sul ring e si accanisce su Hugo, anche lui cerca di aiutare War ad avere la meglio, colpendo il gigante senza alcun timore.
Yagami sta per intervenire… ma non ce n’è bisogno, sapete perché?!?

RITORNANO GLI HOUR RUSH!!!


Eliminati dal Gauntlet match proprio da loro, hanno deciso di vendicarsi nei confronti dell’Apocalypse.


DRAGONS & GUNS SU CONQUEST!!!

Falling Neckbreaker-Diving Crossbody Combination.

Feriti, sfiorando l’infortunio, gli Hour Rush mettono KO Corruptus, costringendolo a finire fuori dal ring.


Ora possono anche andarsene, ma non prima che Steve Barone abbia mostrato un bel dito medio a “The Joy” Sylvia Madison, che non pare particolarmente impressa dalla dimensione del suo dito.

I War & Conquest ora sono soltanto War contro tutti!


TAG.

Hugo dà il cambio a Pestilence.

Hiroshi Yagami vede Völkermord in difficoltà, i due sono stati rivali storici in passato prima di fare squadra insieme.


MKF!

MORTAL KOMBAT FATALITY.


Violentissimo DDT in corsa da parte di Yagami.


A SEGNO!!!!



Arriva lo schienamento ai danni di War mentre Conquest è ancora debilitato dall’assalto degli Hour Rush.



1…




2…




3!!!



Finisce qui e per l’Apocalypse si tratta di una soddisfazione solo a metà, il team gestito da Sylvia Madison non ha la meglio e anzi soccombe contro quello trionfante.
I Death Machine si aggiudicano così il premio di migliore tag team della JLW. Gli Hour Rush, forse i più meritevoli vista la loro grande prestazione, sono riusciti a ottenere una vendetta parziale nei confronti di chi li ha eliminati dal Gauntlet match, un bello smacco per Sylvia Madison nonostante sia stato “Pestilence” Hiroshi Yagami l’uomo decisivo della sfida, ma non di certo da solo, ma con l’aiuto di un titano tedesco dalla forza bruta, in grado di scaraventare Völkermord da una parte e dall’altra del ring.


Abbiamo dunque dei vincitori dopo oltre 40 minuti di match, una sfida indimenticabile!

Testo nascosto - clicca qui


DeWitt: Siamo alla fine di questo interminabile Gauntlet match, una sfida degna di Match Of The Year!!!
Silente: I Death Machine vincono e lo fanno nel modo più grandioso possibile.
Lover: Fantastico trionfo per loro, ultimi entrati, ma ultimi a uscire dalla sfida! Questo match me lo ricorderò per sempre.



Ironicamente, è proprio “The Joy” Sylvia Madison a dover distribuire le due coppe preparate per la sfida.
La vediamo con molto piacere stringere la mano di Hiroshi Yagami, un po’ meno quella dell’indomabile Hugo Tennenbaum, che non è un wrestler dell’Apocalypse, e ancora meno quella del misterioso manager Tobi Madara, che sembra mostrarsi superiore a lei in ambito strategico.
Dunque i Death Machine si impongono su tutti gli altri team, cosa significa questa vittoria per loro? Sarà un grido di sfida ai Mackall Brothers o forse desiderano un dominio totale della divisione tag team prima di competere per le cinture?!?


OFFLINE
User Profile
Post: 51,479
Post: 25,061
Registered in: 7/12/2006
Location: VERCELLI
Age: 35
Gender: Male
CITH - Boss WBFF
Best of All Time!!!
Ava Misfit
The Boss
3/23/2020 11:30 AM
 
Quote

Lo stridio dei gabbiani in lontananza....
Le risate delle ancelle nude in piscina...
Il sibilo del vento sugli ombrelloni...
Il respiro calmo di Ghanim...
Il rumore dell'acqua "tagliata" dalla prua dello yacht..
*Tac*
Un'oliva caduta per terra.


Haytham: Oof... Ghanim, ti dispiace?

Ghanim si abbassa per prendere l'oliva e porla al suo signore, che inizia a scrutarla...

Haytham: Mhhhh. No, c'è un granello di sabbia.

Il faraone batte le mani due volte, nel gergo da lui stabilito all'interno del suo yacht, ciò significa immediata assistenza. La reggente non si fa attendere, e porgendo l'orecchio verso Haytham, sente ciò che quest'ultimo ha da dire. Dopodiché con passo celere torna alle sue mansioni.

Haytham: Quanto all'oliva, Ghanim,dalla al primo mozzo che incontri andando in cucina, e prendimi una bella cassa di birra.

Insomma, le giornate tipo di Haytham sono un continuo susseguirsi di dolce far nulla e ordini impartiti...

Ancelle: Hayyythaaaam..

Diciamo che il far nulla nel suo caso è ben più che dolce. Con uno splendente sorriso a trentadue denti Haytham non si fa pregare piu di tanto e si tuffa nella sua jacuzzi insieme alle sue ancelle... a bloccare l'harem è peró Ghanim, di ritorno non con una cassa di birra, ma con due lettere...

Haytham: Ragazze, il dovere mi chiama...

Haytham si avvicina a Ghanim...

Haytham: Cazzo amico mi avevano appena chiesto di fargli vedere il black mamba e tu te ne spunti co-

Ghanim porge al faraone le lettere siglate VDW e JLW. Haytham inizia ad aprirle..

Haytham: Che vogliono che faccia? Altre interviste scade-. Oh.., Ghanim, cazzo! È arrivato il momento caro mio!

Ghanim: Haytham, sei sicu-

Haytham: -ro di ciò che fai bla bla e cazzate varie? Ghanim... non parli mai, ma quando parli so sempre prima ciò che stai per dire. SI! Sono sicuro. Vedi Ghanim.., quando mi chiamano ad esibirmi, e non stiamo parlando di uno show pezzente, né di un garage qualunque, stiamo fottutamente parlando di due delle migliori federazioni al mondo, ecco, quando mi chiamano ad esibirmi, posso mai dire no? No, Ghanim, no. Quando qualcuno vuole inebriarsi della mia bellezza, quando qualcuno vuole innamorarsi di me, quando qualcuno mi desidera ardentemente... la mia risposta sarà sempre..

Ancelle: Hayyyythaaaam.

Haytham: ARRIVO!



Testo nascosto - clicca qui


Foresta nebbiosa.
In questo luogo inquietante una figura massiccia avanza. Non possiamo vedere l'identità del figura ... per ora, ma sentiamo una risata cavernosa e infine una voce.

???: Why? Perchè? Volete sentire questo, non è vero?

La figura emerge dalla nebbia, si tratta di Bjorn Ironside. Il vichingo si siede su un ceppo di legno, osservando l'obiettivo con gli occhi iniettati di sangue.

Bjorn: "Perchè attaccare Kratos, Bjorn? Cosa ti ha fatto? La tua vendetta nei suoi confronti non si era calmata?"

Ride: la stessa risata sentita prima.

Bjorn: L'avevo già detto su Kratos: non l'ho attaccato per la sconfitta del titolo ... non riguarda minimamente il titolo mondiale della JLW! La motivazione riguarda qualcosa di molto più profondo, legato all'esistenza stessa in questo mondo. Vedete ... io ho avuto una visione dopo aver perso sia il titolo mondiale JLW che quello VDW ... ho capito che tutto gravita intorno alla morte! La morte è l'unica via ... e io sono qui per concederla a John Kratos ... e quale miglior momento se non quando Kratos è "rinato"? Mi ha battuto per il titolo ...

Il sorriso si allarga, cercando di nascondere il fastidio di un episodio che, nonostante ciò che il vichingo dice, brucia ancora nel profondo del cuore.

Bjorn: Aveva quasi vinto il King of Rome, umiliato il falso campione VDW Johnny Pain ... il veterano si è ringiovanito!!! Si è scosso dal suo torpore e ha ritrovato l'animo da Leone di Sparta ... ed è per questo che io concederò l'eterno riposo a Kratos in questo momento! Sapete no? Meglio bruciare subito che spegnersi lentamente. Meglio morire ricoperti di gloria, osannati dal pubblico e sotto scroscianti applausi che vedere un guscio rinsecchito che si erode pian piano mentre la demenza prende il sopravvento, mentre il suo cervello rimpiange epoche gloriose passate da un pezzo e i suoi occhi implorano di ritornare indietro ... credimi Kratos ... è meglio così: noi vichinghi lo sappiamo. Sappiamo benissimo che morire come un comune mortale è un finale abbastanza triste per un uomo glorioso ed è per questo che voglio fare in modo che tu abbia un posto nel Valhalla!!!

Annuisce.

Bjorn: Sei un guerriero, John Kratos, quindi capisci bene che privilegio ti sto concedendo: seppur di un'altra fede, seppur uno straniero agli occhi del mio popolo tu meriti un posto nelle Sale della Vittoria a brindare, banchettare e combattere come un Einherjar! "Ma perchè attaccarlo? Ti rispettava! Avresti potuto dirglielo!".

Scuote la testa ridacchiando.

Bjorn: Per messaggi del genere, non bastano le parole: dovevo fargli capire che esitare è assolutamente vietato! Nel nostro scontro non voglio vedere un greco che trattiene i suoi colpi perchè pensa di avere davanti a sè "un alleato" ma voglio vedere un esperto combattente che lotta con furia, con determinazione e senza paura ... perchè è così che muore un vero uomo!!! Ecco cosa voglio da te, John Kratos: lotta con ogni mezzo disponibile, lotta senza trattenerti, usa qualunque oggetto tu voglia ... potrei deludermi se tu facessi diversamente ... e non vuoi vedermi deluso.

Si alza in piedi.

Bjorn: Ci vediamo sul ring, John Kratos di Sparta. Che le tue ultime ore di vita siano tranquille per te.

Si allontana, scomparendo nella nebbia.



Terreno sconnesso, nessuna persona nei paraggi.
Il “Greek Warrior” John Kratos si aggira per una landa desolata, dove si trova? È un filmato registrato perché c’è la luce diurna.
Cammina a passo lento, si guarda attorno, e finalmente vediamo cosa c’è oltre.
Un’apertura sul mare, anzi, un braccio di mare di grandi dimensioni, una struttura geografica tipica di una certa zona d’Europa.

“I Fiordi… in Norvegia, è questo il territorio che rappresenti, Bjorn?
Sei davvero fiero delle tue origini o anche tu provi un senso di vuoto per ciò che le zone Vichinghe sono divenute oggi? Si sono adattate alla società moderna, sono arrivate le fabbriche, l’aria prima pulita si è inquinata. L’uomo che tanti esaltavi, il guerriero che si godeva l’idromele e le battaglie, è diventato sedentario.
Sono le persone per cui combatti oggi?”

Lo sguardo del Bald Basterd è triste, non c’è vena provocatoria in lui. È come se potesse percepire da amante del passato la debolezza dell’uomo di oggi, la sua fatica nel migliorare le qualità di vita per preferire scelte più comode. L’ozio che fa da padrone nella vita di oggi.

“No, è impossibile che tu combatta per qualcun altro. Il vecchio me avrebbe pensato che tu sia qui per rappresentare tutto ciò che è rimasto di Vichingo nel mondo moderno, ma oggi so che non è così. L’ho capito soltanto dopo che mi hai attaccato.
Potevi rifiutare la mia proposta e andare per strade divise, com’era giusto che fosse, ma hai scelto di compiere quel gesto. Ed è stato il più grande errore che potessi fare!
Non sono qui per prometterti vendetta, preferisco che sia il ring a parlare per me quando si parla di vendetta.
Ma posso dirti che il tuo peggiore errore è stato di permettermi di vedere il Vero te. Sì, la tua ombra, Bjorn, quell’ombra nefasta che hai sempre cercato di celare.”

Il tono di Kratos si alza nel volume ma la voce rimane calma, ponderata con attenzione.

“La tua ombra è marcia, Bjorn. Non ti ritengo più un guerriero e nemmeno un vero Vichingo. Sei un uomo che ha scelto la codardia come compagna. Hai dimostrato di vivere nella paura, qualcosa che fino allo scorso mese hai nascosto molto bene, al punto che mai avrei pensato che tu potessi essere un codardo.
Tutte le sfide violente a cui hai preso parte ti hanno aiutato a costruire una reputazione da duro, ma con quel gesto hai ucciso la tua carriera.
Non solo perché hai perso la mia fiducia, la fiducia del pubblico e la fiducia del resto del roster.
Hai tradito l’Apocalypse, hai tradito chi ti era amico, e hai tradito perfino la tua falsa maschera. Ora tutti sanno chi sei, un codardo che ha scelto di attaccare a tradimento invece che scegliere un’altra via.
Purtroppo per te, questo è l’inizio della tua autodistruzione, perché la tua ombra si prenderà ogni parte di te, un po’ alla volta, fino a lasciare soltanto un guscio vuoto. E quando questo accadrà, io non ti aiuterò, ti lascerò marcire nella pozza di melma che hai creato con le tue stesse mani!”

Raramente si è visto il guerriero di Sparta così cinico nei confronti di un avversario.

“Ogni uomo è responsabile delle sue scelte, e io sono venuto nella tua terra per mostrarti cosa lasci indietro. La morte dell’uomo che eri, la futura morte dell’uomo che sei ora. Rimane solo il tuo presente, un misero lasso di tempo in un percorso verso l’infelicità.
Tu e io avevamo un compito importante, siamo stati i due volti della JLW nel 2019, i suoi rappresentanti e campioni del mondo. Ma ora che hai tradito ciò che rappresentavi, rimango solo io. E uno Spartano mantiene la parola data. Sarò degno della JLW, sarò il Greek Warrior dominante che si è visto nello scorso anno, quel guerriero che sa come dare il colpo di grazia ai suoi nemici.
Non prometto di abbatterti, ma di divorare la tua carriera, e lasciarti in miseria. Ma in questo non sarò altro che uno spettatore dell’auto-distruzione che hai scelto.
Perciò, Bjorn, smetti di farti chiamare il Vichingo o il Figlio di Odino, perché per me da questo momento sei soltanto un figlio di meretrice!”

Kratos mostra una totale assenza di rispetto per il suo avversario, poi torna a incamminarsi sul fiordo in cui si trova.

“Ricordati le mie parole, Bjorn, non dimenticarle mai. Io sto arrivando per godermi la tua fine!”

Detto questo, il Greek Warrior si allontana senza più proferire alcuna parola.



DeWitt: Siamo al penultimo match dello show, ci attende una sfida epica fra Bjorn Ironside e John Kratos.
Silente: Il Vichingo contro il Guerriero di Sparta. Abbiamo già visto dei loro confronti, ma mai c’era stato un contrasto così netto. Se prima era una competizione per chi avesse l’ideologia più adatta o fosse più forte, ora si arriva dopo un netto tradimento del Figlio di Odino nei confronti dello Spartano.
Lover: Un tradimento che non avrei mai immaginato, mi aspettavo di trovarli in squadra insieme, ora che ci penso è la seconda volta che Bjorn tradisce Kratos, la prima era nell’Apocalypse.


SKAMOLD – Ao Vetri.
Il figlio di Odino ha un nuovo look, capelli rasati e runa sul volto. La veste leggerissima, degna di un vero Vichingo e una spada norrena sollevata al cielo. La coreografia è stupenda, sul titantron compare un Drakkar, la nave vichinga, mentre degli accompagnatori sono in armatura da vichinghi. Bjorn afferra da loro una bella caraffa di idromele e se la sgola tutta d’un fiato.
Il pubblico fischia il figlio di Odino, che non condivide con loro il piacere dell’idromele. Lo vediamo raggiungere il ring e prepararsi alla sfida contro il suo acerrimo rivale.
Un cartello ci mostra l’inevitabile domanda. “Why, Bjorn, why?” Ma lui ha già risposto nel suo promo!



Parte la SERENATA IMMORTALE. Ma al momento non c’è alcuna traccia di John Kratos.
Sul titantron compare una scritta progressiva.

Sparta è morta. Ma lo Spirito di Sparta è vivo.
Lo Spirito di Sparta è formato da tutti i suoi guerrieri.
Essi non cadono, ma uniscono le forze insieme.
Lo Spirito di Sparta accompagna il suo erede, John Kratos.


Applausi del pubblico all’ingresso del Greek Warrior, che entra con la sua armatura completa da oplita, fatta da elmo, scudo con l’effige della V capovolta, in realtà la lettera Lambda, e l’armatura leggera. Un altro gruppo di uomini dalla notevole muscolatura si pone ai lati e Kratos cammina in mezzo a loro.
L’oplita cammina a passo lento, poi si volta verso di loro e grida il suo urlo di guerra.

ALALE’ ALALA’!!!


Tutti battono le lance a terra, scatenando un forte rumore, mentre il Greek Warrior corre verso il ring. Posa lo scudo, posa il suo elmo e infine l’armatura.
Sale sul ring a petto nudo per affrontare Bjorn, che anch’egli non ha più indosso l’armatura.

E NON ASPETTA IL SUONO DELLA CAMPANELLA!!!


Scatta una raffica di pugni da parte dello Spartano, subito contenuta da Bjorn. La sfida è già iniziata prima ancora del tempo previsto.


Match 5: Bjorn Ironside vs John Kratos [Unsanctioned 2/3 Falls match]
Referee: Derek Williams

DIN DIN DIN

La campanella suona già in ritardo.

Siamo al PRIMO ROUND di questo 2/3 Falls match.

Partono fin da subito durissimi colpi, com’era inevitabile da parte di due lottatori che hanno preso tutto sul personale. Hanno provato a coesistere per mesi, forse addirittura per più di un anno, ma la loro alleanza è esplosa quando Bjorn Ironside ha deciso di “fare tutto senza di lui”, fra l’altro alleandosi con Alpha Jack per formare un altro team.

Kratos spinge Bjorn alle corde e cerca di gettarlo fuori, ma lui resiste e gli sferra una testata selvaggia.

DeWitt: UNSANCTIONED 2/3 Falls match… significa che l’arbitro non ha la sua autorità. Non può chiamare la squalifica, il conteggio fuori o addirittura il No Contest.
Silente: In pratica può solo accertarsi di schienamenti e sottomissioni.
DeWitt: Tutto vale nella sfida, perciò prepariamoci ad assistere a un autentico bagno di sangue. Entrambi i lottatori provengono dalla World Bloody Fight Federation Wrestling, dove i WBFF Rules match erano molto frequenti, quindi non avranno particolari problemi a massacrarsi a vicenda.
Lover: Mi dispiace sapere che ci sarà tutta questa violenza, ma pare davvero inevitabile!


TERMOPILI.
Double Handed Chokeslam dello Spartano ai danni del Vichingo.
Slaaaaaaam.
Lo scaraventa a terra e poi gli appoggia il piede sulla gola, cerca di soffocarlo, di bloccargli la respirazione.
Bjorn però reagisce immediatamente e si libera come può, sfruttando la sua presenza fisica.
Shoulder Block del Figlio di Odino, che lo scaraventa a terra con un POWERSLAM.


Manovre di potenza fin dall’inizio della sfida!
John Kratos è 197 cm x 116 kg.
Bjorn Ironside è 192 cm x 121 kg.
In pratica si equivalgono, nessuno ha un fisico superiore a quello del suo avversario.


Big Boot di Bjorn, che poi va ad applicare la sua GLEIPNIR.
Rear Naked Choke che cerca di bloccare una volta per tutte Kratos, che invece resiste come può e cerca le corde, arrivando a toccarle.
MA BJORN NON MOLLA LA PRESA!!!

Praticamente nemmeno Derek Williams può far qualcosa, è un Unsanctioned match, non possiamo attenderci un intervento dell’arbitro.
Bjorn è intenzionato a privare delle forze il suo avversario.
Potrebbe arrivare un cedimento lampo da parte di Kratos, che non potendo usare le corde cerca di ribellarsi muovendo il corpo intero, ma più passa il tempo, più si ritrova provato dalla presa, una fra le più pericolose in circolazione.
E finalmente Kratos riesce a ribaltarsi, riuscendo ad aprire un varco.
È lui a contrattaccare con una Crossface, ma non dura per molto, anche il Vichingo trova la sua via di fuga!


Entrambi i lottatori si colpiscono con una Clothesline, travolgendosi allo stesso tempo, rimanendo al tappeto.
Bjorn si rialza per primo, ma Kratos non si fa trovare impreparato e lo solleva per la CHAOTIC SOUL.
Crucifix Stand che si trasforma in un lancio contro l’angolo.
LO SCARAVENTA ALL’ANGOLO!!!


DeWitt: Bjorn potrebbe essersi rotto il collo per questo impatto, questo è davvero uno fra i lanci più violenti che ho mai visto nella mia carriera di commentatore.
Silente: Sì, è un colpo durissimo, assolutamente senza protezioni, Kratos non vuole limitarsi a vincere, desidera distruggere il suo nemico.


Il Greek Warrior afferra il suo scudo e lo porta sul ring, appoggiandolo a terra, sa già di volerlo usare come un oggetto contundente.
Bjorn si rialza e lui lo accoglie con una DDT… VERSO LO SCUDO!!!


QUESTA FA MALISSIMO!!!


THUUUUUUUUUMP.

Il Figlio di Odino sbatte la testa contro lo scudo di Sparta.
Kratos non perde tempo e va a schienarlo, vuole ottenere il primo schienamento.



1…




2…



NON BASTA!


Bjorn Ironside è ancora in partita, perciò Kratos lo solleva, posizione di F5… la sua FEEL THE PAIN.
Ma il Vichingo si libera con una serie di gomitate e sguscia via.

ALABAMA SLAM da parte di Bjorn, che poi sale all’angolo e aspetta solo che l’avversario si riporti in piedi.

SKOLL!!!

DIVING SPEAR.


Una mossa davvero efficace, il Vichingo tramortisce lo Spartano e poi va a schienarlo.



1…




2…



3NO!


Per pochissimo non otteneva il primo schienamento.


DeWitt: I due lottatori stanno facendo di tutto per portarsi in vantaggio, hanno sfiorato lo schienamento, entrambi vicinissimi al loro obiettivo.
Lover: Questo è un match intenso, dove i lottatori preferiscono consumare subito tutte le energie, non sembrano nemmeno preoccuparsi di cosa verrà dopo, o dei danni che subiranno nel corso del match.

Bjorn Ironside è dolorante al collo a causa del lancio subito in precedenza, ma non vuole saperne di arrendersi, afferra lo scudo di Sparta… E CI SPUTA SOPRA!


Boooooooooo.

Totale mancanza di rispetto del Vichingo nei confronti dell’ideologia del rivale.
Con lo stesso scudo, va a urtare Kratos al volto.
LO FERISCE AL VOLTO CON IL SUO STESSO SCUDO!!!


Il Greek Warrior si ritrova a sanguinare a causa dello scudo usato come oggetto contundente, lo vediamo addirittura sputare sangue, deve esserci anche una leggera emorragia interna nei pressi della bocca.


Il Figlio di Odino getta via lo scudo rivale, lanciandolo come se fosse spazzatura, poi scende per prendere il… MJOLLNIR?!?
Un Martellone gigante, che sia davvero il leggendario martello di Odino?


Lover: No, è un martello da fabbro.
Silente: Se Jimmy Lover è quello che dice cose realistiche, allora dobbiamo cominciare a preoccuparci per la serietà della sfida!


Con il Mjöllnir in suo possesso, Bjorn colpisce Kratos al petto, lo costringe a rimanere su entrambe le ginocchia.
Ehi, non vorrà fargli la fatality di Mr. Khan… ehm, di Shao Khan?!?


Solleva il martello e poi lo colpisce… AL COLLO!!!


Silente: Chi di spada ferisce, di spada perisce.
DeWitt: Kratos lo ha urtato al collo e lui risponde colpendogli il collo con una martellata.


Kratos impatta a terra, ma non è ancora finita.


RAGNAROCK!!!


Sit-Out Last Ride Powerbomb.



Mossa finale del Figlio di Odino, che prende il nome del giorno del giudizio della mitologia norrena.


IT’S OVER!!!
Arriva lo schienamento.



1…



2…



3!!!


BJORN IRONSIDE – JOHN KRATOS 1-0

Il Vichingo ottiene il primo schienamento, e visto come ha massacrato il rivale, potrebbe esserci il secondo schienamento imminente.


DeWitt: Il Vichingo ha provato la sua crudeltà, devastando il suo nemico con il Mjöllnir.
Lover: È un martello da fabbro!
Silente: Ora non ha semplicemente un vantaggio numerico, ma anche fisico. Potrebbe chiudere la sfida in pochissimo tempo!


Il Vichingo riprende il suo martello e ci applica una variante della Camel Clutch, stringendo la gola dello Spartano proprio con l’uso di questo strumento.
Il Greek Warrior è ancora in una posizione tremenda, ma spinge con tutte le sue forze.
LO VEDIAMO FURIOSO!!!
Kratos riesce a liberarsi e strappa il martello dalle mani del rivale, gettandolo via.


Anche se in pessime condizioni fisiche, il Greek Warrior attacca l’avversario.


SPARTA KICK!!!


Calcio a mezz’aria che fa volare Bjorn a terra.


THIS IS SPARTA!!!


Il Bald Basterd scende dal ring e afferra la sua sacca, sappiamo benissimo cosa c’è al suo interno.

Dalla sacca getta la SABBIA DI SPARTA negli occhi dell’avversario!!!

Bjorn non vede più nulla.


FEEL THE PAIN!!!


Tornado di forza 5 che va a scaraventare al tappeto il Figlio di Odino.


Arriva lo schienamento da parte dello Spartano.



1…




2…




3!!!


Ce la fa, arriva a pareggiare i conti.


BJORN IRONSIDE – JOHN KRATOS 1-1


DeWitt: Il Greek Warrior ce l’ha fatta, la sabbia nella sua sacca si è rivelata decisiva ancora una volta per aiutarlo in questa battaglia epica.
Silente: Sembra uno scontro fra dei più che fra guerrieri, il livello della sfida è altissimo!
Lover: Non oso immaginare come andrà avanti questa rivalità… manca ancora l’ultimo punto, quello che ci darà il vincitore del match.


Kratos viene acclamato dai fan, ma non riesce a vedere fuori dal suo odio per Bjorn, lo colpisce con una raffica di pugni al volto. Vuole rovinargli il viso, e non si trattiene minimamente.
La faccia di Bjorn Ironside in pochi secondi diventa una maschera di sangue. Sono colpi durissimi, il Greek Warrior sembra davvero cercare di annientare il suo nemico, lo spettacolo è raccapricciante, solo per ‘maniaci della violenza’, quindi nessuno fra gli spettatori della JLW.

YOU DID THIS TO ME!
IT’S ALL YOUR FAULT, BJORN!!!


Kratos è davvero furioso e continua ad attaccare il suo avversario, i colpi sono brutali.

Il rivale reagisce e cerca di porlo nella Kimura Lock ma senza successo.
Il Greek Warrior aspetta che lui si rialzi per applicargli una Bear Hug. Presa dell’orso che pone Bjorn in una morsa letale.
Lo vediamo uscire con molta fatica, il Vichingo però lascia anche lui che la furia lo accompagni.
Spintone verso l’angolo, poi ginocchiata AL VOLTO!!!
Kratos subisce un durissimo colpo e si accascia alle corde, ma Bjorn lo scaraventa fuori con una Clothesline.

Il Greek Warrior è all’esterno mentre il Figlio di Odino sale alla terza corda.


SKOLL!!!

Un’altra Diving Spear.


Lo travolge in pieno.


THIS IS AWESOME!

THIS IS AWESOME!

DeWitt: Il pubblico impazzisce per questa sfida agguerrita, senza esclusione di colpi.
Silente: Dovremmo ormai essere giunti alle battute finali, non può andare avanti ancora per molto.
Lover: Oltre 20 minuti di match, con un’intensità incredibile!


Il Vichingo scaraventa Kratos contro i gradoni d’acciaio.
THUUUUUUUUUMP.
Poi vediamo che li solleva perché vuole fare un SANDWICH SPARTANO CON DOPPIO STRATO DI POMODORO (o qualcos’altro di rosso).


SPLAAAAAAAT!!!

Lascia andare i gradoni su di lui. Vediamo che Bjorn decide di schienare all’esterno del ring (visto che tanto è Unsanctioned, perché fuck the rules) l’avversario, appoggiandosi sui gradoni ancora presenti sul suo petto.


1…



2…


IT’S OVER!!!


3NO!


KICK-OUT di Kratos.


I gradoni vengono gettati via lontani.


Il Greek Warrior si rialza di scatto, con le poche energie rimaste.

FEEL THE PAIN VERSO I GRADONI D’ACCIAIO!!!



MANOVRA A SEGNO.

TORNADO DI FORZA 5 SU DI ESSI!!!


THUUUUUUUUUUUMP!!!



Un assalto brutale, ma pure Kratos crolla a terra, non pare rialzarsi, è veramente in pessime condizioni, ha dato TUTTO per eseguire quella manovra, senza preoccuparsi di come si sarebbe sentito dopo. Il suo corpo non era più in grado di sollevare 121 kg sulle spalle a causa dei danni subiti, specialmente dopo la martellata al collo.

Il Greek Warrior perciò non esegue lo schienamento


Nessuno interviene, nemmeno l’arbitro, questa è una sfida personale e può durare anche tutta la notte se nessuno di loro si rialzerà più.


All’improvviso, Kratos compie un ultimo sforzo.
Striscia verso Bjorn.
Allunga il braccio con notevole fatica.
LO APPOGGIA SUL SUO PETTO.

È FINITA!
KRATOS È A TRE SECONDI DALLA VITTORIA!!!



1…




2…



3NO!



Clamoroso.

Bjorn non solo esce da lì, ma va pure ad applicare la GLEIPNIR al Greek Warrior.

Rear Naked Choke che non gli dà alcuna via di scampo.
Kratos sembra perdere i sensi, non può nemmeno cedere.
Le sue condizioni non glielo permettono.

Bjorn stringe brutalmente, non gli dà alcuna via di fuga, il suo collo già danneggiato non può reggere tutta questa pressione.


L’arbitro Derek Williams va a sollevare il braccio di Kratos.
Una volta.
Due volte.
TRE VOLTE!


Finisce qui, Bjorn vince per SOTTOMISSIONE il terzo round, grazie a una presa tremenda, la sua Gleipnir.

BJORN IRONSIDE – JOHN KRATOS 2-1


Sembra davvero un finale incredibile, Bjorn Ironside ha appena compiuto una fra le più grandi imprese della sua carriera, sottomettendo il Greek Warrior dopo oltre 26 minuti di match.
Si sono massacrati, si sono distrutti a vicenda, ma finalmente è giunto un risultato finale in questo evento così importante.


Testo nascosto - clicca qui


DeWitt: Sono senza parole, questo è uno fra i 2/3 Falls match più memorabili di sempre.
Silente: Dopo il Gauntlet match, è arrivata una sfida pazzesca! Grandiosi entrambi i lottatori, ma abbiamo un risultato finale netto e convincente, senza ombra di dubbio.
Lover: Ho assistito a un massacro abbinato al Wrestling, mi sento quasi in colpa per non essere intervenuto, ma che potevo fare? Farmi ammazzare anch’io?

L’arbitro Derek Williams solleva il braccio a Bjorn, ma a lui non importa nulla di essere riconosciuto vincitore, sa benissimo com’è terminata la sfida. La sua AO VETRI suona a pieno volume, il Figlio di Odino si è imposto sull’Ultimo Spartano qui a JLW All Stars Bros Brawl IV.


OFFLINE
User Profile
Post: 51,480
Post: 25,062
Registered in: 7/12/2006
Location: VERCELLI
Age: 35
Gender: Male
CITH - Boss WBFF
Best of All Time!!!
Ava Misfit
The Boss
3/23/2020 11:30 AM
 
Quote

CUT MY LIFE INTO PIECES.
THIS IS MY LAST RESORT.
SUFFOCATION.
NO BLEEDIN.
I DON'T GIVE A FUCK IF I CUT MY ARM BLEEDING.
THIS IS MY LAST RESORT.



Boato del pubblico.

“Enfant Prodige” Jacques Perrier fa il suo ritorno nel JLW Dojo. Una fra le più grandi stelle della federazione raggiunge il Dojo, camminando con eleganza e moderazione, in grado di controllarsi e bilanciare il suo passo.
Salito sul quadrato, il wrestler si arma di microfono.

“JLW Dojo… per me è un onore essere qui a New York davanti al pubblico che per quattro anni mi ha visto in azione, sia da wrestler amato che da odiatissimo esponente dell’Apocalypse nel ruolo di Famine. Ho conquistato tre volte il JLW World Championship e questo lo devo a voi, i miei fans.



O forse è quello che vorreste sentirvi dire?”

Il pubblico è sorpreso, sembrava un’introduzione sincera, ma non lo era?

“Lasciate che vi dica una cosa. In questi mesi di riposo, non mi siete mancati! No, non mi mancavano i vostri schiamazzi, le urla, il tifo perfino per i lottatori più beceri. Io vi ho portato qualità tecnica e perfezione, il ragazzo perfetto era l’unica ragione per cui tifare, ma vi siete aggrappati a nuovi idoli e a false promesse.
Cosa vi rimane oggi?
Sheenan contro Red Kamen in un Domo de la Muerte match. Con tutto il rispetto, nessuno di loro sarà mai grande come lo sono stato io.
Il tre volte JLW World Champion, l’unico ad aver raggiunto questo traguardo… l’unico in tutta la storia della JLW che mai raggiungerà questo obiettivo!
Volete sapere quando tornerò per porre fine alla mia rivalità con “War” Völkermord?
MAI!”

Piovono fischi del pubblico di casa, che si sente tradito da Enfant Prodige, sempre sicuro di sé, al punto da vedere chiunque altro come inferiore a lui.

“Continuate ad aggrapparvi ai vostri falsi idoli. Da questo momento Jacques Perrier è un Free Agent. Non vi darò la soddisfazione di sperare di vedermi battuto e umiliato da qualche lottatore della federazione.
La verità è che dal backstage Sylvia Madison e l’avvocato Kobayashi si aspettavano che io venissi qui a sfidare War, in attesa di vedermi brutalizzato da lui. Ma questo non succederà mai, né quest’anno, né fra dieci anni.
Semplicemente, il mio tempo in Jack Leone Wrestling è terminato… e la parte migliore se ne va con me!
Godetevi tutto ciò che vi è rimasto, ipocriti che non siete in grado di notare la perfezione quando ce l’avete davanti. Perché vi mancherò, nulla sarà più perfetto come prima. Nulla sarà più completo.
Cut my life into pieces. This is my last resort!”

Il lottatore di origini francesi getta via il microfono mentre si allontana sulla sua theme song. I fan del JLW Dojo sono sorpresi dal suo abbandono improvviso, è riuscito a ingannare le aspettative, annunciando che non farà più match in JLW perché ora è un Free Agent. Si sta godendo questo momento, quando la perfezione lascia un ring senza farvi più ritorno.

DeWitt: Enfant Prodige, per 225 giorni in possesso della cintura di JLW World Champion, abbandona la federazione.
Silente: Il pubblico reagisce con uno sgomento generale, ci aspettavamo un annuncio del ‘final round’ fra lui e Völkermord, per settare i conti una volta per tutte, e invece…
Lover: Questo sì che è un annuncio a sorpresa, ad All Stars Bros Brawl tutto può succedere! E questa ne è la prova certa.
DeWitt: Siamo davvero alla fine di una generazione e all’inizio di quella seguente, non ho dubbi che il 2020 vedrà molte sorprese all’interno del roster!



Il teschio Soul Stealer é in primo piano, poggiato su una superficie. L'oggetto, che sappiamo appartenere al campione JLW Sheenan, emette dei bagliori verdastri che fanno poca luce in quello che é un ambiente piuttosto tetro e poco illuminato.
Sul teschio sono presenti dei ghirigori che rievocano dei motivi tribali, simbolo di appartenenza ad un culto antico, la magia nera del Voodoo.

"Benvenuto a casa mia."

L'impressione é quella che sia il teschio stesso a parlare, dotato di coscienza propria. Ma la voce che sentiamo é cupa e gutturale, facilmente riconducibile a Sheenan.

"Non esiste scenario peggiore per uno sfidante. Entrare nella casa della Morte per combattere contro qualcuno che, della falce nera, ne ha fatto un vessillo per lungo tempo.
Cosa pensi sia cambiato da allora, Red Kamen?"

Dopo lunghi istanti di silenzio la voce torna a farsi sentire, mentre l'inquadratura rimane fissa sul teschio.

"La risposta é... Niente.
L'Apocalypse mi ha tolto un ruolo, una comune convenzione che i comuni mortali adottano per sentirsi parte di qualcosa, di qualcosa che conta, che abbia un significato. Che contenga delle aspettative, che generi ambizioni.

...

Ma il mio patto con la Morte non é mai stato spezzato. Continuo ancora oggi ad incarnare i suoi dettami, attraverso le più oscure forme. É mutato il metodo, ma non il principio. É cambiato il mio percorso, ma non i propositi."

Adesso finalmente l'inquadratura si sposta a lato, catturando la sagoma di Voodoo Doll. Il wrestler di origini brasiliane é seduto su una sedia in maniera scomposta, e tamburella con ritmo lento ma costante le dita di una mano contro la superficie del tavolo.
Sul suo volto é presente un face-paint diverso dal solito: é molto simile all'aspetto del Soul Stealer Skull II. Un particolare che ci fa capire che genere di inenarrabile patto egli abbia stretto con i Loa, cosa significhi per lui quel teschio e i rituali ad esso associati, a cosa abbia dovuto rinunciare per essere oggi in cima alla scala gerarchica del roster JLW.

Sheenan: "Anzi, ti dirò di più... Qualcosa é mutato in me. Prima i miei servigi all'Oscura Signora si limitavano ad obiettivi meno importanti, da condividere con altri uomini e donne. Oggi sono più concentrato e pericoloso di prima, perché ogni passo che muovo, ogni mossa, ogni parola che fuoriesce dalle mie labbra, é un voto agli spiriti dell'Ombra e della Morte.

...

E il mio metodo non viene più messo in discussione da nessuno. Non c'è più alcun intralcio, nessuna limitazione. Il mio patto si é rafforzato perché ho trovato, nel Caos, il mio equilibrio... Ciò che faccio sul ring é un inno all'oblio eterno, ed esso mi ripaga rendendo le mie energie inesauribili.
Sangue, distruzione.
Violenza efferata, agonia.
Follia, incertezza.
Imprevisto, gloria.
Dannazione, disperazione.
Io sono tutto questo. Questo é ciò che porto sul ring. Questo é ciò che tu troverai su quel ring, Red Kamen."

Breve pausa, poi il Tribal Warrior prosegue.

Sheenan: "Ho atteso per lungo tempo di sedere sul mio trono di ossa. Tu non riuscirai a portarmi via ciò che mi é costato tutto, anni di sacrifici e dolore.
Hai bussato alla porta della Morte e ciò ti fa onore, perché il coraggio non ti manca.

...

Ma quando verrà il momento di scoprire cosa vi si trova dentro, dimenticherai quale sia il significato di onore, dignità, e di tutte le altre umane virtú che ti contraddistinguono.
Ti sentirai messo a nudo, il gelo ti trafiggerà rendendoti incapace di muoverti e pensare come vorresti.
Vedrai delle atrocità che non potrai raccontare perché non esistono al mondo parole adatte a renderne l'idea.
Non potrai fare altro che rassegnarti ad un fato già vergato, con il sangue, in un tomo che io so leggere e tu no.
Non dimenticare ciò che accadrà e vedrai.
Dovrai raccontarlo agli altri.
Devi preparare tutti loro a ciò che li aspetta quando verrà il loro momento. Darvi la possibilità di farci i conti ed accettarlo é l'unico dono, l'unico sconto di pena che riceverete da me."

Camera fades.




DeWitt: Siamo pronti al main event di questo grande evento.
Silente: All Stars Bros Brawl IV è stato uno show epico e ricco di sorprese, ma manca ancora la sua sfida principale, la più attesa, quella dove si decide chi sarà il primo JLW World Champion della Nona Stagione!
Lover: Red Kamen ha passato l’intera stagione a inseguire, stasera ha una chance, e una soltanto, di concretizzare i suoi sforzi, ma se dovesse fallire, sarebbe solo Sheenan a guadagnarci.
Silente: Sarà un match epico!

Siamo nel JLW Dojo, la struttura del Domo de la Muerte è già stata calata sul ring... E AL SUO INTERNO C'E' GIA' RED KAMEN! Il wrestler mascherato siede a gambe incrociate al centro del quadrato con il microfono in mano e se la ride di gusto.

"E' divertente ascoltarti, lo sai, Sheenan? Beh, almeno a me piace molto farlo, passerei ore e ore ad ascoltare tutto quello che hai da dire... Ad esempio l'ho fatto anche il mese scorso!"

Red Kamen ridacchia.

"Mi è piaciuta moltissimo quella fiaba che hai raccontato, quella storia di quando hai vissuto l'inferno vivendo in strada e di come hai deciso di spostare l'obiettivo della tua rabbia da te stesso agli altri. E' stato emozionante ascoltarti!"

"Perché sai, anche io ho vissuto un inferno... Ma non in strada, non ero all'aperto, proprio no. Era come se mi trovassi sotto una cupola, già..."

Red Kamen allarga le braccia indicando la struttura del Domo de la Muerte.

"Ma non come questa! Era come se fosse di vetro, e io non potevo uscirne in alcun modo! Ero Red Revolution Raven ma nessuno se ne accorgeva, cercavo di riapproprirami della mia identità ma invano, ed ero intrappolato in questo corpo e sotto questa maschera senza poterci fare nulla!"

Breve pausa del wrestler mascherato.

"Ma alla fine ne sono uscito, sai? E' iniziato con una piccola crepa ma poi ho infranto tutta la superficie di vetro che mi teneva intrappolato e sono uscito da questo mio piccolo inferno personale. Adesso non mi interessa più sapere chi sono... Perché in fondo io sono io e non mi serve altro."

Altra pausa di Red Kamen.

"Io sono Red Kamen, sono il distruttore dell'Apocalypse, sono colui che si è appropriato dei suoi poteri, sono Guerra, Pestilenza, Carestia, Lussuria, ma soprattutto sono Morte..."

"E sono il nuovo JLW World Champion, o meglio lo sarò a breve!"

Red Kamen ridacchia divertito.

"Non ho più bisogno di aggrapparmi ai retaggi del passato, non ho più bisogno di richiamare l'identità di un impostore che ormai ho surclassato dentro e fuori dal ring!"

"Ormai sono le mie azioni che mi definiscono... Le mie azioni... E il tuo sangue che scorrerà copioso tra le mie mani!"

"Morte eri... E morto sarai!"

Il wrestler mascherato scoppia a ridere in maniera inquietante dopodiché con un balzo si riporta in piedi e si prepara ad attendere il suo avversario!



Parte a pieno volume “Rise of the Voodoo Ostinati”, il Tribal Warrior Sheenan fa il suo ingresso, indossando la cintura di JLW World Champion che ha conquistato contro John Kratos. Dopo dieci anni di dura fatica, è giunto ad ottenere un titolo mondiale, non in WBFF Wrestling e nemmeno in ECF, ma in JLW.
Sheenan cammina a passo lento, è appena stato provocato da Red Kamen, che gli ha detto “morti eri e morto sarai”. Luis Riva lo accompagna ma deve fermarsi, non può proseguire, da quel momento in poi i due lottatori sono all’interno del Domo de la Muerte, la struttura circolare (il Duomo) che impedisce qualsivoglia interferenza.
L’unica persona presente insieme a loro è l’arbitro Carlton O’Hara, che sa di rischiare molto stando lì dentro, in uno spazio ristretto.

Finalmente viene dato il via al MAIN EVENT!


Main Event - JLW World Championship: Sheenan (c) vs Red Kamen [Domo de la Muerte match]
Referee: Carlton O’Hara

DIN DIN DIN

SI COMINCIA!
SUBITO UNO SCAMBIO INTENSO DI COLPI.
RISSA, È GIA’ RISSA DAI PRIMI SECONDI DI MATCH.

Lover: Okay, ma basta Capslock!

Sheenan preme i suoi pugni chiusi sul volto (anzi, maschera) di Red Kamen, cerca di portarlo alle corde, ma il suo obiettivo è oltre a questo, si tratta infatti della cella circolare.
CLOTHESLINE ASSASSINA del Voodoo Doll!

SBAAAAAAAAAAM!


LO SCARAVENTA CONTRO LA CELLA.


Kamen impatta così sbattendo il collo, ed è un colpo brutale.
Sheenan lo raccoglie in tempo (visto che comunque le corde lo respingono indietro) e connette con un Vertical Suplex.
A SEGNO.

Arriva addirittura il primo tentativo di schienamento. Sappiamo che fallirà ma è una provocazione da parte del campione.
1…
SOLO CONTO DI UNO!

Red Kamen si rialza e rifila uno Yakuza Kick a Sheenan.
SCIAF.
Si sente il suono come moltiplicato, facendo vibrare tutta l’arena!

Araña Roja (uno dei nomi usati da Kamen in passato) va poi per una SNAP DDT.
E la connette perfettamente.


Il lottatore è pronto a passare alle maniere forti. Vi abbiamo già detto che attorno al Domo de la Muerte, in alto, sono appese delle armi?
Kamen sale all’angolo e afferra una mazza da baseball, la fa passare fra le mani e poi si getta all’assalto di Sheenan.

COLPI DURISSIMI da parte sua, è un vero e proprio pestaggio ai danni del JLW World Champion!

DeWitt: Nessun membro dell’Apocalypse può intervenire, e nemmeno Luis Riva.
Silente: Sheenan è da solo a difendersi con le sue sole forze.
Lover: Di certo, è uno che non ha bisogno d’aiuto! Lo vedremo riprendersi presto, ne sono certo.


Kamen sfoga tanti mesi di rivalità con l’Apocalypse massacrando l’unico cavaliere che non ha potuto sconfiggere ma non potrà nemmeno prendersi il segno di ‘Morte’ perché lui ha abbandonato la squadra, o meglio ancora è stato tradito dai suoi compagni.
Sheenan è per conto suo, non è buono, non è malvagio, è una creatura a sé stante, un guerriero tribale violento e spietato.


Red Kamen si ferma… se continuasse a usare quella mazza da baseball prima o poi si ritroverebbe a spaccargli il cranio!
La lascia andare e poi esegue uno Standing Moonsault Side Slam.
Connesso bene, arriva il suo primo tentativo di schienamento, e questa non è una provocazione dopo che lo ha praticamente riempito di colpi con la mazza da baseball!

Kamen va a schienare Sheenan.


1…



2…
NO!

Appena arriva il due, c’è il Kick-out immediato del Voodoo Doll, che si rialza e comincia a colpirlo con dei colpi dalla distanza, calci della Capoeira.
Quando Kamen perde il controllo, il rivale gli applica la CEREBRO LOCK, la presa cerebrale, una fra le più dolorose e pericolose in assoluto.

Lover: Sheenan non sta solo cercando di sottometterlo, sta usando i suoi poteri Voodoo per controllargli la mente, per infilargli un messaggio subliminale che lo invita ad arrendersi.
Silente: Non avevo mai visto questa presa in quel modo, già… per Sheenan ogni mossa ha il potere del Voodoo, e quindi nasconde una forza interiore.
DeWitt: Credo comunque che se un rivale rimane scettico, queste cose non dovrebbero funzionare a livello subliminale. Lo scetticismo è il profumo della vita!


La presa viene mollata, ha fatto il suo effetto.
A questo punto arriva la strategia di Sheenan, non ha toccato una sola arma, strano per un wrestler violento e portato all’Hardcore, ma finalmente si svela ciò che ha intenzione di fare.
Luis Riva ha un oggetto di piccole dimensioni, abbastanza da poter entrare nella gabbia.
Si tratta di un teschio, non uno dei tanti… il SOUL STEALER!!!

Sì, il Soul Stealer è ancora esistente e carico del suo potere.


Sheenan afferra il suo teschio e lo prende al volo, a questo punto lo punta al rivale e… GLI STRAPPA L’ANIMA?!?

DeWitt: Sheenan ha ottenuto l’anima di Liiva in quel modo, mentre Jack Leone gliel’ha concessa di sua iniziativa.
Silente: Non è stato affatto positivo nelle carriere degli altri due lottatori, Leone si è ritirato pochi mesi dopo per problemi fisici.
Lover: Stai dicendo che Mr. Attitude si è ritirato perché ha perso la sua anima?
Silente: Non lo escluderei affatto…

Con quel Soul Stealer, Sheenan può anche copiare le mosse più potenti dei propri avversari.
ED ECCO CHE HA APPENA USATO IL TESCHIO SU RED KAMEN!!!


POI LO TRAMORTISCE AL CRANIO!


Colpo violentissimo.


Sheenan lancia via l’arma ‘esterna’ perché sa di aver fatto ciò che doveva. Si è preso l’anima di Red Kamen.
Non è un’anima come le altre.
È l’ANIMA CHE HA ASSORBITO TUTTI I POTERI DELL’APOCALYPSE!!!

DeWitt: Un attimo… ora ho capito. Sheenan in questo modo può assorbire i poteri di Guerra, Carestia, Pestilenza e Lussuria.
Silente: Sheenan rubando l’anima di Red Kamen si prende pure tutti i poteri dei cavalieri… è la sua vendetta perfetta nei confronti dell’Apocalypse!
Lover: Quindi ora Sheenan è il cavaliere fra i cavalieri, colui che ha ogni potere in sé.


La prossima mossa di Sheenan può sembrare sorprendente, ma non lo è affatto. Lo vediamo salire all’angolo e prepararsi a eseguire una mossa mai usata in tutta la sua carriera.


RIDE THE THUNDER da parte del Tribal Warrior.
Corkscrew Shooting Star Press di Sheenan su Red Kamen.
LO VUOLE FINIRE CON LA SUA STESSA MOSSA FINALE!!!


A SEGNO!


Sembra un finale agghiacciante per la sfida, Sheenan ha rubato l’anima di Red Kamen, lo ha finito con la sua stessa mossa risolutiva.
Manca solo lo schienamento, gli ultimi tre secondi per porre fine a una lunga sfida.



1…




2…



3NO!


COUNTER DI RED KAMEN!!!

Riesce a liberarsi, ma com’è possibile?!?


Kamen: “IO SONO LA TUA MORTE!”

Lo sfidante esalta il pubblico con quella frase.


WHAAAAAAAT?


THE SKULLSCRAPER.
Il Macaco Kick… da parte di Red Kamen?!?


Lui stesso ha rubato la mossa finale a Sheenan?


Il Tribal Warrior non si aspettava di subire la sua stessa mossa risolutiva e crolla al tappeto. Kamen si inchina e riceve gli applausi del pubblico, esaltatissimo, pronto a battere le mani sulle transenne. Tranquilli, poi le igienizzeranno in seguito!

THIS IS AWESOME!!!


THIS IS AWESOME!!!


THIS IS AWESOME!!!


DeWitt: Cosa succede? Cosa sta succedendo?
Silente: Red Kamen, il più grande cheater di nostra conoscenza, ha fregato pure la sua stessa morte? Si è lasciato prendere l’anima di proposito per rubare quella di Sheenan?
Lover: Ma questo è incredibile! Allora è vero che Red Kamen ha preso in sé i poteri dell’Apocalypse, questo lo ha reso molto più forte e determinato.
DeWitt: Ci tengo a dire che non stiamo parlando di nulla di sovrannaturale, è un rinforzo psicologico!


Kamen va a schienare Sheenan dopo averlo colpito con lo Skullscraper ed essersi goduto il momento per un po’ di secondi.


1…




2…


Stiamo per avere un nuovo camp…


NOOOOOOOOOO!


KICK-OUT a 2.9999 da parte di Sheenan.


Il JLW World Champion è ancora in partita.


NO F’N WAY!!!

Red Kamen ha ancora una cosa da fare, dimostrare di poter vincere con le sue forze.

Sale all’angolo e… si prepara alla mossa finale.


RIDE THE THUNDER.
L’unica e originale da parte di Red Kamen!!!


Corkscrew Shooting Star Press.


A SEGNO!


Kamen va a schienare Sheenan.



1…




2…




3!!!


È finita.

È finita.

Siamo campioni del mondo!

No… Red Kamen è campione del mondo!



Grandissimo trionfo nella sua carriera, anche lui raggiunge il suo miracolo nella 34° strada in una New York semi-deserta, quasi apocalittica. Ma Red Kamen ha sconfitto la stessa Apocalisse, e ne è uscito da campione.
Ora è il nuovo JLW World Champion!!!


Testo nascosto - clicca qui


DeWitt: Non dimenticherò mai questa sfida per tutta la mia vita. I colpi di scena, la violenza, il Soul Stealer e la non-morte di Kamen.
Silente: Non c’era un solo wrestler dell’Apocalypse nella sfida, ma abbiamo visto le caratteristiche dei cavalieri che ne hanno fatto parte.
Lover: Questo è uno fra i finali più intensi di sempre! Red Kamen mi ha davvero colpito, nel 2019 si è trasformato in un vero main eventer, in un’icona della Jack Leone Wrestling.


La gabbia viene aperta e gli Hour Rush, Steve Barone e Dragon Ninja, corrono a festeggiare con Red Kamen, che solleva la cintura di JLW World Champion, portato sulle spalle dai due compagni d’avventure.
Tutti e tre hanno dovuto sopravvivere a sforzi immensi, anche se gli Hour Rush non hanno vinto il Gauntlet match, sono stati decisivi e hanno inflitto all’Apocalypse (i War & Conquest) il colpo di grazia. Questo 2020 continua a regalare sorprese, si è aperto a gennaio con la conquista del JLW World Championship da parte di Sheenan ma verso fine marzo abbiamo un nuovo campione del mondo!

DeWitt: Grazie a tutti per averci seguiti, la JLW tornerà al 100% nella Nona Stagione, non perdetevi JLW Extreme Hell del 1 aprile 2020, uno show breve ma con grandi annunci!
Silente: Qui sta suonando Spirit in the Sky, perciò vi salutiamo con un ritorno a sorpresa.
Lover: Chi è tornato, Acid Flash?
Silente: No… BUFFED JESUS!
Lover: Chi?



Il messia è tornato e non è mai stato così muscoloso! Riusciremo a ingaggiarlo nel roster?!?

Lover: Guardatelo bene in volto... non vi ricorda qualcuno? Il vero messia è... Diggia!



EPILOGO

Ci troviamo nel parcheggio, stranamente un po’ più scuro del solito, si vede che lo staff ormai non è più al completo ed è tornato a casa, lì “The Joy” Sylvia Madison cammina con la sua ancella Venere, come sempre silenziosa.

Sylvia: “Che grande serata di Wrestling! Sono esterrefatta, è stata davvero splendida. Però devo ammettere che un paio di risultati mi hanno lasciato l’amaro in bocca. Mi sarebbe piaciuto vedere l’Apocalypse trionfante, sarebbe stato qualcosa di eccezionale.
Però già immagino le recensioni, e le lodi alla mia gestione.
Come dico sempre, l’Apocalypse non ha nemici perché nessuno è in grado di mettere KO il sistema che questo gruppo ha creato.
E io sono la leader da molto tempo… da molto prima che si venisse a sapere.
Chi credono che sia stato a dare l’ordine di attaccare Time Jack Leone e scacciarlo dal team? Sono stata io, The Joy! La mia prima mossa è stata di buttare fuori il vecchiardo e liberare la JLW dalla sua presenza una volta per tutte.
Ora sì che sono soddisfatta!”

Venere si prepara a salire sulla Limousine prima di Sylvia, ma scatta di colpo, sembra aver visto qualcosa. La vediamo correre via.

Sylvia: “Tesoro, dove vai? Ehi, torna qui!”

Dalla limousine spunta fuori un uomo armato di coltello.

?!?: “Se fossi in te, io entrerei qui il prima possibile!”

Sylvia: “Cosa vuoi da me?”

?!?: “Io? Nulla… eseguo gli ordini.
E ORA ENTRA NELLA FOTTUTA MACCHINA!”

La Madison non pare seguire le indicazioni.

Sylvia: “No, non lo farò. Mi pare evidente che chi ti ha dato questi ordini ti abbia chiesto di non torcermi nemmeno un capello.
Sono The Joy Sylvia Madison e non ho timore di alcun uomo al mondo!
Perciò ora chinati a me e lasciati strappare quella patetica maschera, magari avrò pietà di te, parassita!”

L’uomo esce dalla macchina, ma non fa in tempo perché Sylvia chiude la portiera e lo stordisce, facendogli perdere i sensi.

CLAP CLAP CLAP.

?!?: “Un’ottima performance, Sylvia, sei proprio degna di ammirazione. Una donna come te vale come diecimila uomini d’affari.”

Sylvia: “Diecimila? Io direi anche un milione!”

L’uomo compare da un lato del parcheggio e mostra il suo volto alla Madison. Vediamo un uomo di origine afro-americana con gli occhi verdi.



?!?: “Permettimi di presentarmi anche se credo che tu mi conosca. Sono James Grimes. Sì, QUEL James Grimes.”

Sylvia: “Il vero e unico James Grimes, uno fra i giocatori più vincenti di tutta la storia della NBA!”

Grimes: “Ci sono tante leggende, e non sono qui per ribadire che sono superiore a loro, tanto lo sanno già tutti!”

Sylvia: “Fammi capire, sei qui come ospite o hai a che vedere con questa farsa del rapimento?”

Grimes: “Io, coinvolto in un rapimento? Oh, suvvia, sono uno fra i volti più popolari d’America. Sono comparso nella lista dei Sex Symbol americani, e per valide ragioni.
Perciò, Sylvia, io non sono qui per rapirti. Ti invito a uscire con me, una bella cena galante al ristorante più lussuoso di New York.”

Sylvia: “I ristoranti sono chiusi in questo periodo… lo sai bene!”

Grimes: “Questo è un punto a favore. Tu e io… tutto il resto è silenzio!”

Sylvia: “E se dovessi rifiutare?”

Grimes: “Ah, in tal caso me ne farei una ragione, provando a invitare a cena qualcun altro meno meritevole di te!”

Sylvia: “Molto bene, perché è proprio la mia risposta. Ho altro da fare, e visto che la mia ancella Venere è scappata, dovrò trovare il mio autista o prendere questa macchina e guidarla da sola.”

James Grimes si avvicina alla limousine e apre la porta dell’autista. Da essa esce… THANATOS!!!
Il wrestler del JLW Dojo è qui con la veste da autista e la sua maschera.

Thanatos: “Mia cara Sylvia, mi concedi una promozione al main roster? Ti porterò via da qui in perfetta sicurezza. Parola di un amante della morte!”

Sylvia: “NO! Puoi marcire a vita nel territorio di sviluppo!”

Thanatos: “Per mia fortuna, qualcun altro mi ha offerto un posto nel main roster. Ed è una stella del basket… James Grimes, il numero 23.”

James Grimes si lascia scappare un sorriso divertito.

Grimes: “Sylvia, ti starai chiedendo perché non sta arrivando nessun wrestler dell’Apocalypse in tuo aiuto. A quest’ora dovrebbero già essere tutti qui per salvarti.
Permettimi di rivelarti la risposta.
NON SIAMO A NEW YORK!”

L’uomo preme un interruttore su un pilastro e mostra che il parcheggio era solo uno stage teatrale.
Infatti sono tutti all’interno di un magazzino di immense dimensioni.

Vediamo anche Geeno comparire in scena, ha Venere fra le sue braccia, visibilmente stordita. Anche lui pare dalla parte di James Grimes, così come Thanatos. La stella della NBA ha già portato dalla sua parte due lottatori del roster JLW (più un tizio mascherato che si augura di non rivelare mai la sua identità visto che le ha prese da Sylvia, sì, sì, sì!).

Sylvia: “Che scherzo è questo? Io e Venere siamo state al JLW Dojo per tutta la sera. Sono stata presente nel Gauntlet match, poi siamo andate nel mio Privé a berci dello champagne sul divano letto. E… e…”

Grimes: “E siete finite nel mondo dei sogni. Be’, abbiamo riprodotto la stessa stanza, le stesse circostanze. Il migliore inganno è di far credere che non ce ne sia uno!
Sei nella mia trappola da molto tempo, mia cara. E sai che ti dico? Che sei stata tradita da qualcuno di cui ti fidavi ciecamente!
E ora… direi che non hai alcuna via di fuga. Il più grande giocatore di Basket ha in scacco la Regina!”

Sylvia crolla in ginocchio, tutte le sue certezze sono terminate. È stata rapita da più di un’ora e se n’è accorta solo ora. È davvero possibile che non sia davvero più a New York, ma nessuno sa dove sia finita. Il misterioso (ma estremamente famoso) James Grimes ha fatto la sua comparsa, catturando The Joy, e pare pronto a fare la sua prossima mossa!



Crediti.
Lo show a cui abbiamo assistito è stato reso possibile grazie al contributo di...

- Cith (5 match, assemblaggio)
- Alex P. (Beatrice vs Adam Evelyne)
- Utenti (rispettivi promo)

[Edited by cell in the hell 3/23/2020 1:43 PM]
Admin Thread: | Close | Move | Delete | Modify | Email Notification Previous page | 1 | Next page
New Thread
Reply
Cerca nel forum
Tag discussione
Discussioni Simili   [vedi tutte]
Card JLW #52: All Stars Bros Brawl IV (3 posts, agg.: 3/6/2020 10:04 AM)

Home Forum | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.5.1] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 3:42 AM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2020 FFZ srl - www.freeforumzone.com