JLW e-fed
printprintFacebook

JLW #56: Fifth Anniversary - domenica 30 agosto 2020

New Thread
Reply
 
Facebook  

JLW #48: Will to Power

Last Update: 11/10/2019 10:21 PM
Author
Print | Email Notification    
OFFLINE
User Profile
Post: 51,422
Post: 25,008
Registered in: 7/12/2006
Location: VERCELLI
Age: 36
Gender: Male
CITH - Boss WBFF
Best of All Time!!!
Ava Misfit
The Boss
11/10/2019 10:21 PM
 
Quote

Primo piano su un teschio. Non è un teschio qualunque, è il Soul Stealer Skull II, il simbolico e più importante oggetto appartenente a "Death" Sheenan, ormai fuso con la sua stessa essenza.
Pochi istanti più tardi vediamo una mano passare sull'estremità alta del cranio, quasi a volerlo accarezzare.
Il fattore che stupisce subito gli osservatori più attenti, però, è il colore della pelle... Nera.

Dopo qualche attimo di suspense l'inquadratura si allarga e distinguiamo un uomo di colore, sulla cinquantina, molto ben vestito.
E' PROPRIO LUI! Alcuni spettatori lo hanno riconosciuto immediatamente... LUIS RIVA! L'ex Manager di Voodoo Doll in WBFF, che sta facendo la sua apparizione in JLW per la prima volta in assoluto! Boato tra gli spalti.
Riva si sistema il colletto della camicia e, dopo essersi schiarito la voce, inizia a parlare.

Riva: "Buona sera gentile pubblico della JLW, è un onore per me essere qui stasera, per la prima volta in assoluto. L'occasione mi ha portato ad acquistare un ticket per assistere all'evento e, conoscendo molti degli addetti ai lavori qui dentro, ho avuto la possibilità di entrare nel backstage e salutare qualche mia vecchia conoscenza.
Poi però mi sono detto... Ehi, perchè non approfittarne per spendere qualche parola in merito al grande main event della serata? Chi, d'altronde, potrebbe mai asserire di conoscere Justin Delaware, also known as Sheenan, meglio del sottoscritto?"

Dopo una breve pausa il manager brasiliano prosegue.

Riva: "John Kratos versus Sheenan, wow. Due titani che collidono in un match dalla posta in palio davvero molto alta. Il titolo di JLW World Champion, si, e un obbligo molto scomodo per chiunque tra loro perderà la contesa.

...

You know, sono stato vicino a Sheenan fin dall'inizio della sua carriera. Posso dire di averlo lanciato, è noto ai più. Le nostre strade poi si sono divise in seguito alla chiusura della WBFF Wrestling e da allora l'ho rivisto soltanto in poche occasioni.
Ma sappiatelo, nonostante tutto questo... Io non sono venuto qui per fare il tifo per lui, a sostenerlo... Solo a godermi il match e ad offrirvi quella che è la mia visione soggettiva, riguardante ciò che ho visto in questi mesi e ciò che presumo accadrà a breve all'interno di quel ring."

Luis sembra spiazzare molti spettatori con la sua dichiarazione.

Riva: "Temo che le cose stiano per mettersi davvero molto male. Non avete la più pallida idea di cosa potrebbe accadere se davvero fosse il Tribal Warrior, una volta conclusa la sfida, ad uscirne vincitore. Le anime di Sparta in questo teschio..."

Luis indica il Soul Stealer Skull con enfasi.

Riva: "Potrebbero segnare l'ascesa di una nuova leggenda incontrastata, e di conseguenza la fine delle ambizioni di tutti i suoi rivali, sepolte sotto il cumulo di macerie generato da una catastrofe senza precedenti."

Il pubblico pagante in arena inizia a rumoreggiare e Riva, trovandosi a poca distanza, percepisce il brusìo e aggrotta la fronte.

Riva: "Si, ho capito quale sia il vostro dubbio. Se quelle di Sheenan sono soltato superstizioni, ed è possibile che lo siano, allora perchè dovrebbe davvero cambiare qualcosa? Ammetto di aver sempre nutrito diversi dubbi in tal proposito, l'argomento è spesso stato motivo di scontro tra me e lui, soprattutto nei primi anni della sua carriera.
Il punto è che NON FA ALCUNA DIFFERENZA."

Silenzio tombale tra gli spalti, tutti sono curiosi di capire dove vuole andare a parare l'ex pugile sudamericano.

Riva: "Mi ci è voluto molto per capirlo, e adesso sono qui per renderlo più chiaro anche a tutti voi che mi state ascoltando. Non cambia assolutamente nulla, qualunque siano le vostre opinioni, che decidiate di appoggiarvi alla razionalità o alle credenze. Perchè, pur considerando l'eventualità che la sua magia oscura non sortisca alcun effetto concreto, è necessario fare i conti con le conseguenze - dal punto di vista psicologico - che tutto ciò potrebbe far scaturire dentro di lui.

...

E' l'errore più comune che hanno sempre commesso i suoi avversari... Sottovalutare il suo più profondo io interiore, le sue idee, le sue convinzioni. Avete mai sentito parlare di effetto placebo? Si, scommetto. Bene, non ha a che fare soltanto con le terapie farmacologiche!
Che le anime di quegli spartani entrino davvero oppure no all'interno di questo teschio, Sheenan ne trarrà comunque un'energia inimmaginabile. Perchè, pur ammettendo che la sua sfera occulta possa essere solo aria al vento, Voodoo Doll sentirebbe COMUNQUE scorrere nelle sue vene quella nuova energia esplosiva! Inizierebbe a lottare come un vero e proprio demonio, mettendo seriamente a repentaglio la salute dei suoi nemici e anche la propria. Diverrebbe capace di sfidare l'impossibile, acquisirebbe ancora più forza, tenacia, resistenza, come se non fosse già sufficiente il suo attuale potenziale sul ring."

Dopo essersi infervorato, Riva prende un bel respiro e abbassa il tono.

Riva: "Ecco, se siete in grado di comprenderlo allora potrete ritenervi finalmente consci di quale sia la REALE posta in palio del main event che ci attende. E' un match che può cambiare completamente l'equilibrio di questa federazione."

Il manager si concede una breve pausa retorica, nel frattempo si toglie la giacca rimanendo in camicia.

Riva: "E la minaccia che possa accadere davvero, beh, è molto alta. Devo confessarvi di averlo visto cambiato negli ultimi tempi, come se rimanere a digiuno del suo primo titolo massimo possa averlo reso più pericoloso e determinato di prima. Se la logica ha un senso... Credo che, se Sheenan ha già dimostrato di poter battere John Kratos in passato, quando non aveva ancora acquisito quel livello che oggi può vantare, significa che adesso, OGGI, il Greek Warrior dovrà lottare come se fosse questione di vivere o morire per avere dalla sua qualche speranza di riuscire a batterlo.

...

Ma, onestamente, credo che oggi verrà incoronato un nuovo campione e che sorgerà l'alba di una nuova era, fatta di terrore puro e tenebra perenne."

Riva inizia a sorridere. Un'intermittenza dell'impianto di illuminazione ci suggerisce che sta accadendo qualcosa nella stanza in cui si trova il manager brasiliano.
Pochi istanti dopo, in seguito ad un ultimo breve lasso di tempo dominato dal buio, Sheenan appare alle spalle del suo ex manager.

Riva: "E, con altrettanta onestà confesso che... La cosa non mi dispiace per niente."

Luis afferra il teschio e si rivolge verso Voodoo Doll, porgendoglielo con reverenza. Il suo atteggiamento tradisce in pieno la presunta posizione neutrale che aveva assunto in precedenza, come d'altronde ci si poteva aspettare considerando che è stato quasi un "padre" per il Tribal Warrior.

Sheenan: "Welcome back, Luis."

Death prende con sè il teschio, poi indirizza uno sguardo truce verso l'obiettivo della telecamera e - reggendo il cranio con una mano - indica lo stesso con l'altra.

Sheenan: "And... Welcome here inside, John Kratos."

Le immagini si dissolvono e una risata agghiacciante pervade l'intera arena.

Camera fades.





Mentre la regia ci mostra il JLW World Champion John Kratos, nello sfondo si può udire il tema di Godzilla vs Destroyah, un brano divenuto noto e riutilizzato spesso in scene di catastrofi e distruzione totale, un esempio perfetto di desolazione dove è solo la morte a trionfare senza lasciare superstiti.
Il Greek Warrior indossa la sua armatura completa, elmo a parte, che risulterebbe scomodo e ingombrante di fronte alla telecamera. Il suo sguardo è fisso, non c’è il minimo battito di ciglia.

“Fin dal mio debutto mi sono battuto per la gloria di Sparta. È da 14 anni che combatto per portare a Sparta il prestigio e l’onore. Tanti avversari nel corso della mia carriera hanno attaccato questa mia Raison d'être.
Sparta è morta, Sparta è sepolta, Sparta non è attuale.
Ragioni che conosco a memoria, fin allo sfinimento! Ragioni che hanno senso di esistere solo se si guarda il passato come qualcosa di mortale.
Io non combatto per una città morta, non combatto per un popolo di caduti… ma per gli spiriti immortali degli Spartani. Essi mi hanno guidato verso i più grandi trionfi, come parte della mia esistenza. Non nei ricordi, ma in quello che fin dall’antichità viene chiamato… lo spirito combattivo.”

Il Bald Basterd punta la mano verso il suo cuore, che sia questo il luogo dove vi sono gli spiriti dei guerrieri di Sparta dell’antichità?

“Non posso farne una filosofia. Sono un esistenzialista, credo in ciò che vedo con i miei occhi, ma combatto per ciò che sento reale dentro di me. So che Sparta è più che un momento storico ormai terminato da quasi 2000 anni. Sparta è un simbolo di potere, è un simbolo di gloria, è un simbolo d’esistenza ancora attuale.
Io sono l’ultimo erede di Sparta, e non mi stancherò mai di dirlo, perché la mia intera carriera è stata una rincorsa verso il Trionfo di ciò che esiste in me. Non è un caso e non è ironia che io sia nato nei pressi dell’antica Sparta, oggi in rovina. Non è nemmeno una coincidenza che io sia approdato negli USA, la patria più famosa del Pro Wrestling, per competere e innalzare il nome di Sparta.
Quando lottai in un torneo internazionale per rappresentare una nazione o una regione io non scelsi il Tennessee in cui vivevo, bensì la Grecia, per portare alta quella cintura. La verità è che Sparta non era nemica del mondo greco, e nel suo ultimo periodo fece parte di una coalizione greca che infine collassò, ma non a vuoto, perché la stessa Grecia andò a influenzare il popolo di conquistatori nella cultura.
Ancora oggi lo spirito di Sparta vive nel mondo moderno… nel teatro, nelle olimpiadi, perfino nel Wrestling, che è solo una forma moderna di un’antica arte combattiva.
Mi sono appropriato dell’arte del Wrestling per divenire l’ultimo Spartano, senza eredi né discepoli. E come ultimo erede voglio onorare Sparta fino al giorno in cui spirerò il mio ultimo respiro.

Ironico parlare di morte proprio stasera!”

Kratos vorrebbe sorridere, ma non può farlo. C’è troppo in gioco. Oltre al titolo mondiale, qualcosa di davvero oltraggioso che è stato costretto a mettere in gioco nella Battle of Origins.

“Sheenan, a differenza della maggior parte dei miei avversari, tu hai scelto di toccare qualcosa che mi riguarda da vicino. Non ti limiti a voler oltraggiare la mia ragione d’esistenza. Non cerchi di uscire dalla sfida ‘solo’ come JLW World Champion.
Tu vuoi di più… non sei semplicemente la Morte, ma sei pure la Carestia di chi grida la più grande Fame.
Vuoi le anime dei guerrieri di Sparta, incise nella mia. Un’anima per controllarle tutte.”

Il Greek Warrior fa riferimento a una delle usanze di Sheenan di usare il suo Soul Stealer (il teschio) per catturare le anime. Lo fece con Liiva e con Jack Leone, ottenendo le loro capacità. Kratos gli distrusse il Soul Stealer in passato, ma poco servì a fermare Sheenan grazie al sacrificio del suo manager Riva, capace di donare nuova linfa al Tribal Warrior.

“Vuoi la mia anima? Vuoi le anime di Sparta? Dovrai passare non solo sul mio cadavere… ma anche sul mio spirito combattivo.
Certamente questa è la Battle of Origins perché vi sono tutti i miei simboli, tutti i tuoi simboli.
La gloria di Sparta supera i tuoi gingilli Voodoo, superstizioni del popolo, niente più che effetti speciali che giocano sulla psiche vulnerabile.
Finiamola fra noi, una volta per tutte.
L’Apocalypse è mia nemica, e la priverò della tua esistenza. Sottometterò la morte, fermerò la tua fame di anime e infine vincerò questa guerra che va avanti da tanti anni.
Io sono il JLW World Champion… l’eroe di Sparta!”

Con queste parole John Kratos conclude il suo discorso. Indossa l’elmo e afferra il suo scudo, pronto a raggiungere il ring.



DeWitt: Siamo al MAIN EVENT. La Battle of Origins sta per avere inizio.
Silente: Oggetti della storia Spartana, oggetti tribali e voodoo. C’è un po’ di tutto stasera a fare da contorno alla battaglia per il JLW World Championship.
Lover: Kratos e Sheenan faranno il possibile per imporsi l’uno sull’altro, sarà un match imperdibile.

Voodoo Gods – Rise of the Voodoo Ostinati.
Il tema inquietante di “Death” Sheenan avvolge l’arena illuminata di verde scuro e nero. Il lottatore con Facepaint fa il suo ingresso prima di raggiungere il ring per combattere. Quest’arena è per metà il suo territorio, e per metà gli è territorio ostile per via dei feticci disposti un po’ ovunque. Sheenan non è mai stato campione del mondo in una federazione di Wrestling, qualcosa che Kratos gli ha rinfacciato a Clash of Gods, perciò stasera può coronare il sogno di una lunga carriera in caso di vittoria.

Serenata Immortale.
Il “Greek Warrior” John Kratos fa il suo ingresso trionfale. La sua eterna rivalità con Sheenan potrebbe giungere al termine questa sera. Lo vediamo in armatura pesante da guerriero di Sparta, compresi elmo e scudo. Il lottatore posiziona tutto fuori dal ring, perché sa bene che dovrà lottare alla pari, senza armature potentissime che donano il 150% di difesa (ndSilente: purtroppo non è un livello di Doom).

L’arbitro Carlton O’Hara dà il via alla sfida, che probabilmente sarà MEMORABILE.

Main Event - JLW World Championship: John Kratos (c) vs "Death" Sheenan [Battle of Origins - If Kratos loses he'll concede his soul to Sheenan; if Sheenan loses he'll leave Apocalypse]
Referee: Carlton O’Hara

DIN DIN DIN

La cintura è stata alzata al cielo e la battaglia FINALE può avere inizio!

Kratos e Sheenan non perdono tempo a studiarsi a vicenda, già si conoscono molto bene, dopo un decennio di rivalità si sono alleati nell’Apocalypse, ma non c’è stata amicizia fra loro, c’è davvero una forte ostilità fra i due.

ARRIVA UNA RAFFICA DI PUGNI A VICENDA!!!
RISSA FIN DAL PRIMO MINUTO.


Sapevamo che sarebbe stato un massacro, ma era difficile credere che sarebbe successo fin dal suono della campanella.
Sheenan dà una testata all’avversario e lo travolge con una DDT. È lui a connettere la prima mossa della sfida.
Kratos si rialza di scatto ma viene travolto dalla QUEIXADA!!!
Death riesce così a tramortirlo nuovamente. Lo sfidante è agguerrito e vuole vincere la sfida, le sue parole non sono state proclami a vuoto.

Ma il Bald Basterd sa bene che non può permettersi alcuna debolezza, si rialza e si libera dal rivale con una gomitata, poi scende dal ring e afferra il suo scudo con l’effige di Sparta.
LO COLPISCE CON LO SCUDO, scaraventandolo a terra!!!
Il Greek Warrior tiene lo scudo giù e poi ci connette sopra un German Suplex.
SBAAAAAAAAAAAM.
Sheenan impatta sul metallo! Un colpo durissimo per lui.

Kratos non perde tempo e va per l’HOLY BRIDGE.
Muta Lock modificata di altissimo impatto. I fan si chiedono come farà Death a uscire, ma già conosciamo la risposta, c’è lì lo scudo, utile per urtare le braccia di Kratos. Basta uno spintone per costringere il Greek Warrior a mollare la presa.

All’improvviso Sheenan è di nuovo in vantaggio, afferra uno dei suoi Loa (teschio) e lo usa per colpire il campione JLW al CRANIO! Teschio contro cranio!!!
L’impatto è tremendo e Kratos crolla al tappeto. A questo punto Death va per la CEREBRO LOCK, presa alla testa come dice la parola.
Non c’è alcuna reazione da parte del Greek Warrior, l’arbitro O’Hara deve controllare se lui è svenuto.
UNO… (il braccio viene alzato e cade a terra)
DUE… (stessa cosa)
T… NO!
KRATOS REAGISCE!!!
Stava per perdere i sensi a causa della concussione alla testa, ma l’adrenalina lo ha risvegliato e lo vediamo riportarsi in piedi.


SPARTA KICK!!!

Il noto calcio Spartano.


Il Bald Basterd solleva il rivale all’angolo per poi portarlo sulla schiena.


TEMPLE OF DESTRUCTION!!!

Musclebuster seguito da uno schienamento.


1…



2…



NON BASTA!


Il cavaliere della Morte ne esce ma Kratos appoggia entrambe le mani sulla sua gola.
Posizione di TERMOPILI…
NOOOOOOOOOOOO!

Sheenan si libera in tempo e lo solleva.

THE CLAIRVOYAGE!!!
Gutwrench Powerbomb!!!

La mossa finale di Liiva, una delle anime da lui assorbite in passato.


Kratos subisce questa potentissima mossa, poi Death lo schiena.



1…



2…


NULLA DA FARE.


DeWitt: Dopo il successo completo al Clash of Gods e Minerva Tournament II, l’Apocalypse deve riconquistare la cintura mondiale dopo i regni di Bjorn Ironside e John Kratos.
Silente: Sheenan può farlo nei panni di Death, è la sua grande occasione!
Lover: Credo che possa farcela, anzi, deve farlo per ottenere il pieno successo dell’Apocalypse.


Il Greek Warrior si rialza, ma Sheenan ha un’altra sorpresa per lui.


SPEAR OF THE FEAR.


La manovra presa da Jack Leone quando ottenne la sua anima.


Kratos subisce una manovra conosciuta da tutti all’interno della JLW.

A SEGNO!!!


Stavolta potrebbe davvero essere la fine del match.



1…




2…



SOLO CONTO DI DUE!!!


Grande reazione da parte dello Spartano, che non vuole saperne di arrendersi.
I fan lo tifano, vogliono vedere Kratos superare questo ostacolo e bloccare i piani dell’Apocalypse. Vincere questo match significa scacciare Death dall’Apocalypse.


ATTENZIONE!!!
CREEPING CHAOS da parte del Greek Warrior.
Sitout Full Nelson Atomic Drop.
Quando tutto sembrava perduto, il guerriero di Sparta ha trovato il modo di salvarsi dalla distruzione. Ora è lui a prendere fiato e va incontro al suo elmo. Lo vuole usare a terra, per eseguirci sopra il SOUL INSANITY.
Belly to Belly Suplex… SULL’ELMO!!!

La punta ovviamente lacera la schiena di Sheenan, che ora sanguina copiosamente.


Kratos non ha ancora finito.


SPARTA KICK!!!




Siamo ormai alle battute conclusive. Tutti conosciamo quale sarà la prossima mossa.


FEEL THE PAIN del campione mondiale.


Tornado di Forza 5 ai danni del cavaliere della Morte.



A SEGNO!!!


Poi schienamento.



1…



2…




3NO!


COME NO?!?

DeWitt: È solo conto di due.
Silente: Non basta.
Lover: Ci è arrivato vicinissimo!


Il Bald Basterd pare disperato, mentre una raffica di Boooo arriva dalla folla.


“Pestilence” Hiroshi Yagami.
“Lust” Cold Snow.
“Envy” Liiva.
“War” Völkermord.
… E Genocide IV?!?

L’Apocalypse (più extra) calca la rampa mentre la sfida è ancora in corso, che vogliano dar manforte a Sheenan? Eppure lo abbiamo sentito, vuole vincere con le sue forze, con le sue convinzioni!


Death li ignora e reagisce da vero Tribal Warrior, a pugni e calci, con l’abilità della Capoeira.
Lightning Spiral da parte sua.
Kratos rimbalza contro le corde e Sheenan ora fissa Liiva.


WITCHHAMMER!!!


Spinning Back Elbow Smash.


Manovra connessa benissimo. Liiva tiene per mano Cold Snow e le suggerisce qualcosa nell’orecchio destro, ma non riusciamo a sentire.
Sheenan va per lo schienamento. Ha usato TUTTE le mosse rubate alle anime accumulate in questi ultimi anni.
Siamo alla fine del match?!?



1…




2…




3NO!


NON BASTA ANCORA.


John Kratos esce con un kick-out quasi disperato.
Con le ultime energie in corpo si salva da uno schienamento che sembrava ormai molto vicino. Lo vediamo agonizzante, ma ancora in partita, c’è troppo in gioco, la sua sconfitta significa la sua anima strappata, e con quella tutte le anime dei guerrieri di Sparta!!!


Il Greek Warrior si riporta in ginocchio ma Sheenan lo accoppa prima che lui possa rialzarsi completamente.


LOA’S CLASP!!!


Manovra finale di sottomissione, in pratica la Deathlock Octopus.
MA KRATOS HA IN MANO QUALCOSA.
LA SABBIA DI SPARTA!!!

YOU CAN’T SEE IT!!!

La sabbia di Sparta salva John Kratos.

Ora Sheenan non può vedere cosa capita, ma il Bald Basterd sa già cosa fare.


KING OF SPARTA!!!
Black Hole Slam trasformata in una X-Factor.


A SEGNO.



John Kratos va a chiudere su Death ma interverrà l’Apocalypse?


1…



Si alza Völkermord.


2…



Si alzano Yagami, Cold Snow e Liiva.


3!!!


Non c’è alcun intervento da parte loro.
John Kratos schiena Sheenan grazie al salvataggio in extremis da parte del suo sacco di sabbia delle rovine di Sparta. La Lore greco-spartana ha salvato il Greek Warrior dalla capitolazione, e così il suo regno prosegue dopo la prima difesa, difficilissima ma superata.
Potrebbe dunque essere giunta la fine della rivalità fra Kratos e Sheenan una volta per tutte. Le conseguenze saranno di certo impressionanti.


Testo nascosto - clicca qui


DeWitt: Che finale… ora voglio vedere cosa accadrà.
Lover: Credo che War farà di tutto per fermare l’uscita di Sheenan dall’Apocalypse.
Silente: Sì, lo penso anch’io!
DeWitt: Lo sapremo nell’epilogo, fra pochi secondi!




EPILOGO

Völkermord spintona via John Kratos non appena riprende la cintura di JLW World Champion dall’arbitro Carlton O’Hara.
Il cavaliere della guerra e leader (combattente) dell’Apocalypse sale sul ring e fa una posa muscolare.



Sta proteggendo Sheenan? Alla fine sono cavalieri e si conoscono da lunga data.



AIM…
FIRE!!!


VOLKERSTRASSE di Völkermord su Sheenan.
Il cavaliere della Morte viene travolto dal suo stesso compagno.


Anche Hiroshi Yagami sale sul ring.


MORTAL KOMBAT FATALITY ai danni dello sconfitto.


Questo genere di assalto lo abbiamo già visto in passato ai danni di John Kratos.
Il Greek Warrior non interviene, non è suo compito, prende e se ne va con la cintura di JLW World Champion.


Ma ecco che non è ancora finita.
Arriva anche Genocide IV, che non fa mosse di Wrestling ma appoggia il suo piede sul petto di Sheenan.

“NOW I AM BECOME DEATH… THE DESTROYER OF WORLDS!”

Una frase storica ed epica da parte del JLW e FWF World Tag Team Champion, partner di Völkermord. Cosa vuol dire, lui è divenuto il nuovo Death?!? Non abbiamo alcuna certezza.


Dal backstage, arriva “The Joy” Sylvia Madison armata di microfono.

Sylvia: “Sheenan, nessuno entra ed esce dall’Apocalypse senza il consenso della squadra. Non ti abbiamo permesso di uscire. Perciò revoco il diritto di John Kratos di espellerti, quella stipulazione non vale niente, è carta straccia.

SIAMO NOI A CACCIARTI!”


Whaaaaaaaaaaat?!?

Sheenan è stato espulso dall’Apocalypse.


Sembra incredibile… Liiva e Cold Snow si sfregano il viso mentre tutti i membri della squadra sono sul ring a celebrare l’impresa. Anche Sylvia si unisce a loro e solleva le braccia di Völkermord e Genocide IV.

Sylvia: “Red Kamen… dopo che i tuoi ‘amici’ Steve Barone e Dragon Ninja hanno perso i titoli di coppia a causa tua, anche tu avrai delle severe conseguenze. Volevi il main event? Lo avrai! Eccome se lo avrai.
A JLW #49: Third Eye Casino Royale affronterai Enfant Prodige e “War” Völkermord. Puoi goderti il ritorno sul ring contro di loro. E se sarai sconfitto avrai un pestaggio ancora peggiore di quello subito da Sheenan questa sera. L’intera Apocalypse ti calpesterà fino a brutalizzarti e impedirti di lottare ancora!”

War ride con espressione severa, fa il segno del grissino spezzato nei confronti di Red Kamen, un suo storico rivale.

Volky: “I AM THE GOD OF WAR!!!”

Questo pare il trionfo totale dell’Apocalypse mentre per Sheenan c’è solo un collasso totale. È arrivato vicino alla vittoria contro John Kratos, poi fra il non-intervento dell’Apocalypse con quella presenza inattesa a bordo ring e la sabbia di Sparta negli occhi, lui è stato sconfitto. Non sembrava nemmeno una sconfitta così pesante, ma il post-match l’ha resa indimenticabile e decisamente amara per lui, ora non è più Death dell’Apocalypse, è sul suo percorso solitario.



Crediti.
Lo show a cui abbiamo assistito è stato reso possibile grazie al contributo di...

- Alex Cold Snow (Beatrice vs Nanashi)
- Wordlife85 (Enfant Prodige vs Völkermord)
- Cith (gli altri 3 match, assemblaggio)
- Utenti (rispettivi promo)

Admin Thread: | Close | Move | Delete | Modify | Email Notification Previous page | 1 | Next page
New Thread
Reply
Cerca nel forum
Tag discussione
Discussioni Simili   [vedi tutte]
Card JLW #48: Will to Power (1 post, agg.: 10/28/2019 11:10 AM)

Home Forum | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.5.1] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 1:15 AM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2020 FFZ srl - www.freeforumzone.com