WBFF Wrestling / JLW e-fed
printprintFacebook




JLW Exit Stage è ONLINE

 
Nuova Discussione
Rispondi
 
Facebook  

JLW #32: Exit Stage

Ultimo Aggiornamento: 25/10/2018 00.18
Autore
Stampa | Notifica email    
OFFLINE
Scheda Utente
Post: 51.150
Post: 24.768
Registrato il: 12/07/2006
Città: VERCELLI
Età: 34
Sesso: Maschile
CITH - Boss WBFF
Best of All Time!!!
Ava Misfit
The Boss
25/10/2018 00.06
 
Quota



Jack Leone Wrestling presents...
JLW Exit Stage
21 ottobre 2018
@New York (New York)
6x02; JLW Event #32


Un-official theme: Radiohead - Exit Music (for a film)





Prima che lo show abbia inizio e ci venga mostrato il JLW Dojo allestito per la serata, dopo l’epico show THÈA “Big Apple of Discord” che si è tenuto nel pomeriggio, in cui “Lust” Cold Snow ha sconfitto Liiva e ha mantenuto il Minerva Championship, vediamo arrivare una Ford nel parcheggio.
Si tratta dell’idolo di casa, del Cowboy di New York Jack Leone, giunto al suo match di ritiro in carriera.
Potrebbe essere una serata trionfale, o orrenda nel caso di sconfitta, ma questa è una decisione presa con lucidità.


“Grazie di tutto, Jack!”

Diversi addetti ai lavori (che fra l’altro sono sotto contratto per lui) mostrano parole di stima. Vediamo addirittura ospiti John Taggart, El Kokone, Daniel Otto (!!!), Mike Fregna, oltre ai nostri commentatori Chris DeWitt, El Silente e Jimmy ‘Barracuda Heart’ Lover.
Più avanti ci sono degli ex lottatori della WBFF Wrestling, fra cui il cacciatore di taglie Jack Colt, El Playboy, e l’immancabile MV3, che sembra ringraziare Jack ma poi gli mostra il dito medio, vista la loro lunga rivalità.
Arriva ad abbracciarlo il figlio adottivo Angel Obike Lowe, o Angel Leone se vogliamo chiamarlo così. Solo che poi scappa via e si sposta più avanti, apparendo come Alfonso per riempirlo di SCIAF, SCIAF, SCIAF sulla schiena.
C’è perfino l’Awesome Gunslinger Eddie Evans con il cartellone “sono stato nel fuoco ma l’ho spento con la mia Calibro 44 Magnum”.
Si prosegue e non mancano i nomi di rilievo (ma pure quelli insignificanti), finché Jack, che mostra un sorriso con tutti i suoi denti, non si ritrova davanti una persona significativa, ma che non credeva di incontrare in quel modo.

“Sembra che tu ti sia ritirato prima di me, Jack.”

L’Irish Multimillionaire Michael McFarry.
L’irlandese è stato il compagno di Jack nei Good Guys, durante l’epoca di dominio della World Bloody Fight Federation da parte di Leone e McFarry.
C’è dell’amicizia e rispetto fra loro, Leone è stato il mentore di McFarry, ma allo stesso tempo sono stati eterni rivali.


Quando la JLW ha aperto i battenti, McFarry (ai tempi gestore della WBFF Wrestling) è stato ospite allo show in prima fila, ma ha cercato di fregargli la federazione, fermato solo dalla presenza di Mr. Khan, ai tempi solo un nome minaccioso e poco altro.


Leone: “Michael… non mi aspettavo di vederti qui.
Tu e io ci odiamo. Be’, odiamo in senso buono perché siamo…”


Leone & McFarry: “THE GOOD GUYS!”


I due ridono per qualche secondo ma torna il clima di tensione e l’espressione seria in volto di Jack.


Leone: “Vista la tua ossessione per diventare il padrone della JLW, per diverso tempo ho pensato che tu fossi l’uomo che si cela dietro alla maschera di Mr. Khan. Ma poi ci ho pensato… troppo faticoso, e Mr. Khan non sponsorizza nemmeno la sua McFarry’s True Irish Beer.
Quindi ho lasciato perdere.
L’ultima volta che ci siamo visti hai cercato di esiliarmi e portarmi via la federazione, mi fa piacere rivederti in chiave più positiva stavolta.
Perciò sono pronto a compiere un passo che non avrei mai creduto possibile.”


Mr. Attitude mostra la mano destra verso il lottatore, in segno di riconciliazione, anche se è successo troppo fra loro, davvero di tutto, e l’irlandese ha dato tutte le colpe della chiusura della WBFF Wrestling nel 2012 a lui, esiliandolo dal potere.



Leone: “Facciamo qualcosa di miracoloso per questa sera. Stringimi la mano e poniamo fine al nostro lungo astio. Mi sono riconciliato con persone che mai avrei creduto di perdonare, o di essere perdonato. Ma con te so che questo è possibile, perché è tanto vero che ci odiamo quanto che ci rispettiamo a vicenda.
Sarà il nostro ultimo incontro faccia a faccia, voglio chiuderlo con una stretta di mano… amico!”


Prima che McFarry possa rispondere, Alfonso indossa una giacca da maggiordomo e si intromette.

Alfonso: “Signori, desiderate un MonCithì?”

Leone: “Alfonso… non ora!”

Si torna alla stretta di mano, stavolta senza intermediari, con Jack che ha ancora la mano tesa in avanti.

McFarry guarda fisso negli occhi Jack Leone. Non accenna a ricambiare la stretta. Poi dice qualcosa.

McFarry: "Jack... io sono Khan"

WHAAAAAAAAAT?

Boato di stupore del pubblico, Leone prima si mostra stupefatto, ora sembra al punto di voler venire alle mani, ma viene fermato da Alfonso!

Jack Leone: "Ti ammazzo!"

McFarry inizia a ridere.

McFarry: "Era uno scherzo innocuo, sei proprio un vecchio senza senso dell'umorismo!"

L'Irish Multimillionaire torna serio.

McFarry: "Ho abbandonato questo mondo da tanti anni, un mondo che è stato importantissimo per me. E se ora ho successo nel mio settore, lo devo anche alla formazione e la tempra che mi ha dato questa federazione, e al nostro percorso insieme. Sia da alleati che da nemici"

McFarry tende la mando a Leone, ora la scena è inversa a quella di poco fa.
Mr. Attitude sembra soddisfatto.
ARRIVA LA STRETTA DI MANO.

Leone: “2008-2018. Un decennio di rivalità ed amicizia termina stasera. I Good Guys possono finalmente chiudere con una nota positiva.”

Arriva addirittura un abbraccio virile, degno delle memorie Al Paciniane migliori.

Alfonso: “Ma allora il Mon Cithì lo volete o no? Sapete che vi dico? Lo mangio io e voi vi prendete STO PESCE!”

Leone: “Grazie per essere qui, Michael. Spero che ti godrai da vicino il mio match finale contro Khan… e il suo smascheramento!”

McFarry sorride. Chiama Alfonso a sé. Alfonso esce visibilmente dal personaggio, perché fa un'espressione felice. Nell'arena risuona "See you again" di Whiz Khalifa.



McFarry, Leone e Alfonso si portano al centro del ring a prendere un'ultima ovazione tutti insieme. Un lungo pezzo di storia si conclude qui.



BOOOOOOOOOOOM!


Si parte con l’evento. In realtà abbiamo già avuto una super introduzione in partenza, ma è tempo di proseguire e goderci JLW Exit Stage.

Chris DeWitt: Un saluto, come potete immaginare questa è una sera davvero speciale, i due dirigenti più importanti della JLW si ritirano. Jack Leone, Mr. Khan, la federazione non sarà più la stessa senza di loro sul ring.
El Silente: Forse a livello di risultati loro non hanno compiuto miracoli in questa federazione, ma sono due icone della JLW.
Jimmy Lover: C’è una bellissima atmosfera e il Dojo è già caldo da Big Apple of Discord che si è tenuto nel pomeriggio. Mi aspetto davvero un evento grandioso!
DeWitt: Andiamo a vedere la card dello show.

SHOW SERALE: JLW
* Match 1: JLW Tag Team Championships: British Stooges (Trevor & Hamish; w/ Davina) (c) vs Archie Fisher & Mr. Ghiandastic
* Match 2: John Kratos vs Bjorn Ironside [Hellfire match]
* Match 3: Pro Wrestling Legacy Championship: Red Kamen (c) vs The Terrific Blue vs Yuri Bakunin [Three Way match]
* Match 4: Hour Rush (Steve Barone & Dragon Ninja) vs TBA (Blackjack & John Doe)
* Match 5: Reigns of Chaos Championship: "Death" Sheenan (c) vs "Pestilence" Hiroshi Yagami [Reigns of Chaos match]
* Match 6: JLW World Championship: "War" Völkermord (c) vs "Famine" Enfant Prodige
* Main Event: Jack Leone vs Mr. Khan [Double Retirement match; Power vs Mask Hell In A Cell match]




La prima cosa che viene inquadrata è un tavolo di legno dall'aria consumata con quattro paia di mani appartenenti a quattro persone non inquadrate. Su codesto tavolo 4 fucili d'assalto senza il caricatore innestato sono posizionate accanto alle mani mentre si sente un walkie talkie gracchiare e una voce dal tono volgare, abbastanza familiare.

???: Sì ... sì abbiamo capito. Vedrà che quello stronzo di Archie Fisher farà campagna elettorale all'Inferno dopo la nostra "dolce" visitina. Lo sa capo che io faccio lavori sporchi e ottengo risultati puliti, passo e chiudo.

La telecamera mostra il volto di chi ha parlato: è coperto da una maschera da clown con un ghigno a bocca chiusa con i colori della bandiera britannica anche se sarebbe stato meglio con i colori a stelle e strisce USA. La voce si fa finalmente riconoscibile: è Trevor.

Trevor: Allora ragazzi: abbiamo un altro lavoro da fare e Dallas London Trevor adora questi lavori.

Una donna dalla maschera che cambia volto, fatta da una serie di led, risponde a tono:

???- Trevor, non so con chi hai parlato al telefono...ma non ti sembra troppo organizzare una pagliacciata come questa per uno che ha il fetish degli scoiattoli?

La voce è quella di Davina:

Davina- Abbiamo dovuto passarne di varie, ma questa è davvero la più idiota.

Un'altra voce, annoiata e seccata, il cui volto è coperto da una maschera della regina Elisabetta, risponde:

???- Trovo tutto questo dannatamente noioso...per caso hai giocato troppo a qualche videogioco a tema rapine? Perchè la cosa mi sembra la stessa.

La voce in questo caso è quella di Hamish:

Hamish- Passi il fatto che questi fucili giocattolo costano un'occhio di faccia, e sul come ce li siamo potuti permettere è un dannato miracolo...

Una quarta persona viene inquadrata: ha la maschera da pollo bianca. Che sia El Pollo, l'idolo della WBFF e della MWF? Purtroppo no ... è JP.

JP: Non so ma io mi sento fuori luogo ...

Trevor ignora volutamente JP.

Trevor: Ragazzi io stavo pensando di andare "a fare una visita" prima del match a Fisher così abbiamo la strada spianata e possiamo goderci i nostri titoli in santa pace ... tanto cazzo vuoi che facciano quei perdenti darkettoni dei TBA?

Hamish- Il solo fatto che se rivedo quella faccia da idiota che si ritrova, mi fa salire un'ira che a malapena controllo, secondo te sarebbe positivo?

Lucida una pistola giocattolo che ricorda una M9 con un silenziatore.

Hamish- Direi che dobbiamo prendere in ostaggio Mr. Furble e metterlo a testa in giù su un barile di acido solforico, almeno come deterrente psicologico.

Davina- E direi che se non si trovano antidepressivi in casa sua, prendiamo direttamente i TBA li incateniamo ad un palo vestiti da prostitute a pochi centesimi.

Trevor: Ironicamente Mr Furble non è con lui ... ci sarà Mr. Ghiandastic o come diavolo si chiama. Sono 20 minuti sprecati sul ring: dovremmo usarli per sbatterci qualche fan vogliosa del nostro palo lucido. Non pensate?

Hamish- Ghiande o peli, stessa merda per quanto mi riguarda!

JP: Io una volta ho incontrato una ghianda pelosa ... o forse era un testicolo? Li confondo sempre io ...

Davina- JP direi che dovresti cambiare spacciatore...

JP: Di nuovo? Sarebbe il quarto ...

Davina- Colpa mia se becchi sempre quelli che ti vendono mannite per eroina?

JP: Ma è così buona ...

Hamish richiama l'attenzione di tutti.

Hamish- Silenzio voi due, ad ogni modo cerchiamo di mettere insieme le nostre tre teste e mezza, così cerchiamo di fare un piano per toglierci di mezzo quei poveracci...mi fanno un po' pena.

Lucida una delle cinture con un panno.

Trevor: Pena? Ma ti sei rincitrullito?

Hamish- Ma non li hai visti? Quei poveretti sono così disperati da cercare di batterci per i nostri titoli.

Trevor: Io li pesterei a sangue come monito per gli altri.

Davina- Se invece prendessimo mister Ghiandastic e lo usassimo come materiale di scambio per antidepressivi a basso costo? Sarebbe un vantaggio per me e per voi; per me che avrei finalmente una buona scorta, per voi dato che non avrei continuamente l'impulso di ammazzarvi.

Trevor: In un modo nell'altro li voglio neutralizzati!

Hamish- Dato che saremo su di un ring, niente armi da fuoco, anche se queste sono finte...al limite le usiamo come armi da dare in testa. E poi metteremo a tacere i TBA, Davina e JP faranno da buona distrazione.

Trevor: John Doe capirà che Fincher non potrà renderlo figo questa volta!

JP: E Blackjack ... io ... CAPIRÀ CHE TEZUKA ... io ... non lo so ...

Hamish- Cosa aspettiamo allora?

Prende il fucile giocattolo e lo scarrella.

Hamish- Abbiamo un lavoretto da fare...

Trevor: Il trapano lo hai preso?

Davina- Anche gli strumenti da scasso.

Il tutto si conclude con Mayhem Dressed in Suit.




Il segnale è disturbato.
Solo per qualche istante. Ecco poi comparire davanti ai nostri teleschermi Archie Fisher ex-Proprietario della JLW e uno scoiattolone che non ha le fattezze cicciose di Mr Furble.
Si direbbe più Rosso e più... MALEFICO!



Archie "Buonasera signori e signore della nostra BELLA America, il mio nome, come ogni volta, è quello che onora il padre di mio padre, e il padre del padre del padre di mio padre: ARCHIE FISHER!
E qui con me ho un nuovo baldo e fidato amico. La nostra famiglia si allarga di continuo: parlo ovviamente di Mr Ghiandastic.
Mr Ghiandastic vuole lei riferire qualcosa alla folla?"

Il nuovo scoiattolo sfrega le manone di poliestere l'une nelle altre con l'atteggiamento del servo gobbo e astuto intento a elaborare loschi intrighi.

MrGhiandstic: "Assolutamente ah ah ah!
Voglio dire che nulla fermerà la nostra avanzata. Che Archie è stato messo da parte ma che ci riprenderemo tutto! A partire dai titoli di coppia. SENZA PIU' QUEL FURBLE A DISTRARCI!! MUAAHHHHHAHA"

Fisher placa il suo sorriso.

Archie: "ASPETTA! Dov'è Mister Furble? Non lo vedo da ore!"

MrGhiandastic: "Io e dei miei amici l'abbiamo accompagnato alla stazione: aveva un appuntamento. Non te l'ha detto?"


Qualche ora prima, vicino la stazione...




Ogni cosa è in filtro effetto-seppia e si muove a scatti.

MrFurble, imbrigliato in della corde che ne avvolge le membra, e in un inspiegabile abito lungo femminile prova inutilmente e protestare, trasportato in spalla da un energumeno dalla testa di scoiattolo.

Cerca di dimenarsi e grida aiuto ma non l'udiamo. Solo qualche secondo dopo un cartellone nero ci viene in aiuto con la dicitura in bianco, in puro stile film-muto.

Mr Furble: "AIUTO! AIUTO! POLIZIA!
WWF! QUALCUUUUNO?!


Ma i loschi figuri, sordi quanto noi alle proteste, scagliano Furble sui binari di una ferrovia e prendono a legarlo agli assi di legno. Lui scalcia ma nulla da fare!

Mr Furble"ARCHIE LO VERRA' A SAPERE!

Mr Ghiandastic in posa plastica, lisciandosi il baffone posticcio da tizio cattivo, pare abbia delle convulsioni al torace

Mr Ghinadastic "AH AH AH AH"

Ah no! Stava ridendo!
Sfodera quindi da dietro la schiena uno sproporzionato martellone!



E prende a usarlo per battere sulla corda in modo che aderisca bene agli assi di legno per un non precisato principio chimico: ma d'altronde nessuno era studiato a tal punto quando queste pellicole erano di moda!

MrGhiandastic indica il povero Furble e solleva l'indice al cielo.

Mr Ghinadastic "Ora Al Nocino e Frank Dente Fetente ti hanno in pugno.
Ci siamo già sbarazzati del Professor Ghianda mandandolo a dormire con gli avvoltoi. E ora toccherà a te. Di qui tra non meno di 17 ore - ritardi permettendo - passerà un treno regionale che ti travolgerà e non ci sarà più nessuno a separarmi da Archie Fisher. Plasmerò quel ragazzo e gli farò fare tutto ciò che desidero! MUAH AH AH AH AH"


Ma Furble da terra protesta. Scalcia gli urla contro. Lo ingiuria. Guarda a destra, a manca, solleva le braccia libere al cielo invocando aiuto per buoni 30 secondi; per poi rinfilarle nei nodi malfatti.

Mr Furble: "Acciderboli"

Mr Ghiandastic da due pacche sulle spalle ai suoi fidi compagni.
Sembrano molto soddisfatti

CONTINUA...



Siamo di nuovo a colori.
Siamo di nuovo con Archie Fisher

Archie "No, non me ha parlato. Strano. Di solito mi informa di queste cose. Forse dovrei chiamarlo..."

MrGhiandastic "NO!!"

Fisher è stranito

Archie "Co-come mai tanta foga?"

MrGhiandastic: "Ehmmm potrebbe essere in galleria e temere si tratti di un'emergenza"

Archie "Temo tu non me la stia contando giusta."

MrGhiandastic "Ti dico di sì"

Archie "Per me no"

MrGhiandastic "Ti assicuro di sì"

Archie "Sospetto proprio di no"

MrGhiandastic "Si"

Archie "No"

MrGhiandastic "Si"

Archie "No"

MrGhiandastic "Si"

Archie "No"

MrGhiandastic "Si"

Archie "Bianco!"

MrGhiandastic "Nasti!"

Archie "Alto"

MrGhiandastic "Basso"

Archie "Onesto"

MrGhiandastic "Io"

Archie "AH! LO SAPEVO!"

MrGhiandastic "MALEDIZIONE!"

Archie "DOV'E' FURBLE? CONFESSA!"

Gli si lancia addosso ma MrGhiandastic prova a bloccarlo e sbucano i suoi due energumeni che lo fermano e lo tirano per le braccia indietro.
MrGhiandastic gli dà due buffetti sulla guancia

MrGhiandastic "E va bene...
Punto tuo, ragazzo. Mi hai scoperto. Ma...
Tsk tsk tsk... Ci sta tempo per il tuo amico. Almeno altre 7 ore e mezza! Lo andremo a recuperare.
Sta aspettando il treno. A modo suo AH AH AH!
E' la mia piccola assicurazione. Devo sapere che collaborerai"

Archie "COSA VUOI!? LURIDO MANGIA NOCI! IL PARCO DI GHIANDALAND?! LE CHIAVI DELLA CITTA' DI WARCHIENGTON DC?!
LA MIA COLLEZIONE DI SQUIRREL GIRL!?"

MrGhiandastic "Niente di tutto ciò: voglio la gloria.
Hai sempre preferito le altre mascotte a noi. Perché erano più carucce e paffute. NOI scarti di produzioni dall'aspetto poco amichevole siamo rimasti confinati dove?! Nel magazzino? Ahhh... NOI vogliamo la nostra rivalsa!"

Archie "Ma se oggi dovevamo combattere insieme!"

MrGhiandastic "Non sottolineare i buchi di sceneggiatura, idiota!"

Gli tira un ceffone. Uno di quelli che proprio CIAFF CIAFF!

MrGhiandastic "...io e te dobbiamo vincere i titoli. E dovrà sembrare un lavoretto pulito. Dovrà sembrare che andiamo d'amore e d'accordo sul ring. Altrimenti... il tuo amico..."

Frank Dente Fetente afferra una noce e la stritola con la mano.
Ok, forse con qualche sforzo.
Ok con due.
Neanche?
Con rabbia Frank scaglia la noce sul tavolo ma gli rimbalza in faccia, si fa male al naso, e furente si avventa sulla noce saltellando 8-9 volte sulla stessa al suolo finalmente frantumandola.
Si sistema quindi la sciarpetta a darsi un tono.

Nessuno si scompone.

Mr Ghiandastic: "Sarà meglio che fai quello che ti diciamo, signor Fisher. Lei si è fatto dei nemici. Più di quanto possa immaginare. Non dovrebbe fidarsi di chi non può guardare negli occhi.
Le emozioni passano attraverso essi. Non ricordo chi l'ha detto ma mi è sempre piaciuto un sacco. Nevvero, Frank?"

Frank: "Vero capo! AHAHAHAHHAHA"

MrGhiandastic: "Che ti ridi? Ti faccio ridere?"

Frank: "No, è che di solito le spalle del cattivo ridono sempre..."

Archie: "TUTTO QUESTO NON HA SENSO! E' SUCCESSO COSI' ALL'IMPROVVISO"

Al Nocino gli va addosso e lo solleva per il colletto per 20 centimetri da terra.

Al Nocino: "AH ABBIAMO UN ESPERTO DI PROMO PENSATI CON UN PIANO, QUA! ABBIAMO UN ESPERTO DI TRAME, BOSS! A noi non piacciono i promo non fatti all'ultima ora utile, Fisher. Abituatici.
Questo è l'arco narrativo più improvvisato che ci potesse venire e te lo tieni per buono"

Frank: "Ora tu verrai con noi e farai quello che dice il Boss. E' un ordine."

Archie: "Ehmmm"

Frank: "Sai cosa sono gli ordini?"

Archie: "Io..."

Lo scoiattolone con sciarpetta gli va faccia a faccia mentre Al ancora lo tiene

Frank: "Gli ordini...
...sono ordini"

Archie: "E' da ignoranti usare la parola da definire nella definizione"

PUM

Frank molla un cazzotto allo stomaco a Fisher che finisce in ginocchio rasoterra, dolorante.

Frank "Ed è da persone senza idee chiudere con citazioni di Slevin Patto Criminale, SIGNOR FISHER!"

E il trio di scoiattoli fa per uscire.

MrGhiandastic "Pensa al tuo amico, Fisher. Pensa al tuo amico, e tutto andrà bene secondo i piani"



DeWitt: “Ci chiedono il collegamento dal titantron. Vediamo!”

Silente: “C’è Evil Dragon, GM della VDW e amico di Jack Leone”

L’A-Plan-Man sta registrando il video dal suo ufficio. È sulla sua scrivania. Prima di parlare si versa dello scotch in un bicchiere.

Dragon: “E così, Jack, hai deciso di appendere gli stivali al chiodo e di diventare il bravo uomo di casa a tutti gli effetti eh?”

Beve un sorso.

Dragon: “E chi lo avrebbe mai detto?
Ye’ Old Jack che appende gli stivali al chiodo. Il più duro figlio di puttana di New York City che decide di ritirarsi senza che una qualche malattia invalidante lo costringa sulla sedia a rotelle. L’uomo che più me le ha suonate di santa ragione sui ring americani quando decidevo di portare il mio culo inglese oltreoceano, in quello che tutti chiamano <>.
Ah, caro buon vecchio Jack, chi lo avrebbe mai detto che questo giorno sarebbe arrivato?”

Risata da parte dell’ex wrestler mascherato.

Dragon: “Ma chi sono io per giudicare?
Voglio dire, guardami! Mi sono ritirato anche io come te, e anche io sto gestendo una promotion di wrestling. E anche io, come sicuramente te, vedo affacciarsi al wrestling ragazzini che non hanno 1/100 delle palle che avevamo noi. Giovani che all’idea di prendere un bump su un tavolo infuocato o sul filo spinato se la fanno sotto frignando come femminucce.
Ti ricordi quel tuo match contro quel messicano? Come cazzo si chiamava? Ah, si! Black Eagle! Ti aveva schiantato con una powerbomb dal paletto facendo impattare il tuo corpo contro un tavolo in fiamme. Qualche minuto dopo eri riuscito a rialzarti e suonargliele di santa ragione. E due giorni dopo eri con me a berti una birra.”

Dragon beve un altro sorso di scotch.

Dragon: “E quando in WWP eravamo nel parcheggio a parlare, e gli Street Ryders ci assalirono alle spalle per prendersi un vantaggio in vista del match che ci avrebbe visti sfidarli per i Tag Team Titles? Ti ricordi? Se ne sono tornati nel backstage con la coda tra le gambe, e il nostro match è stato sospeso perché ci siamo beccati una bella denuncia.
O, e quando in CWFF ci siamo affrontati per il titolo pesi massimi? Ma quante ce ne siamo date? Senza alcuna pietà! Io ti ho schiantato con un piledriver su una sedia coperta di filo spinato, e tu per ringraziarmi mi hai fracassato con la tua Spear Of Fear attraverso una lastra di vetro. Credo che mi si vedano ancora le cicatrici, anche se sono passati diversi anni.
E ora apprendo che vorresti ritirarti….”

Evil Dragon si accende un sigaro.

Dragon: “Fallo pure, Jack. Ma sappi che prima che le nostre ossa saranno mangiate dall’osteoporosi e avremo bisogno d’aiuto anche per andare al cesso, ti voglio rivedere su quel ring per un’ultima volta. Magari contro di me.”

[CAMERA FADES]



Lover: Il più grande mistero del Ventunesimo Secolo (anche se io mi sento nel ’68) è l’identità di Mr. Ghiandastic.
Silente: Non dovrebbe essere l’identità di Mr. Khan?
Lover: Eh, no, Ghiandastic è ancora più misterioso. VOGLIO SAPERE CHI È!
DeWitt: Non credo che sia importante, perché Archie Fisher ha un prezioso alleato in calzamaglia per questa sfida contro i campioni di coppia. La storia è semplice, Fisher non ha supportato molto gli Stooges in trio con loro, e ha perso un’altra alleanza.
Silente: Chi si fida ancora di Fisher?
Lover: Mr. Ghiandastic ovviamente!

Match 1: JLW Tag Team Championships: British Stooges (Trevor & Hamish; w/ Davina) (c) vs Archie Fisher & Mr. Ghiandastic
Referee: Lile Majora



Mr. Ghiandastic!!!
Il più grande eroe in calzamaglia (dopo Mr. Furble) fa il suo ingresso e si avvicina al pubblico. Le ragazze danno il cinque, ma lui si allunga un po’ troppo e tocca il loro sedere (ndDeWitt: oh, no, un caso di molestie nei primi 10 minuti di show proprio non ci serve). Quando una dolce settantenne nonnina con due nipoti e un po’ rugosa si mette in posa “sexy”, Mr. Ghiandastic inizia a slinguazzarla attraverso la sua maschera. È uno spettacolo opprimente.

Lover: Mia sorella ha cuccato ancora una volta.
DeWitt: Quella è tua sorella?
Lover: Sì, è Lova Lover!
DeWitt: Aiuto… la tua famiglia è messa peggio di quanto credessi.
Silente: Sempre meglio di John Taggart e sua moglie Alicia!

Mr. Ghiandastic è sul ring e afferra una bottiglia di plastica, dandoci dentro con i festeggiamenti.



Archie Fisher entra subito dopo con Mr. Furble a sventolare la bandiera americana. I fan impazziscono come sempre (per la bandiera!)

U-S-A
U-S-A
U-S-A

New York festeggia con un coro patriottico mentre Our Future President estrae una fascetta dai pantaloni con sopra la bandiera a stelle e strisce e la pone sulla fronte. Questo è un VERO PATRIOTA!


I British Stooges interrompono il momento di orgoglio americano e fanno il loro tipico ingresso spassoso.

Lover: Sono uomini o animali?
Silente: Penso che non abbia importanza…
DeWitt: L’importante è che riescano a copiare!
Silente: Il loro punto di forza.
Lover: Tutti amano i British Stooges.


DIN DIN DIN

Dopo mezza pagina di ingressi, direi che si può passare alla sfida vera e propria. Hamish è pronto ad affrontare la furia cieca di Tafazzi, ehm, di Mr. Ghiandastic, che afferra la bottiglia e inizia a prenderlo a colpi… VOI SAPETE DOVE!

DeWitt: Bombasticus!
Silente: Fantasticus!
Lover: Ghiandasticus!

I colpi non si fermano più e Ghiandastic cerca di infilare il collo di bottiglia nella bocca di Hamish, che si ribella e lo colpisce con pugni duri e crudi, mostrando di non essere particolarmente calmo nei suoi confronti. Il wrestler mascherato subisce ed è costretto a dare il cambio.
TAG PER ARCHIE!
Furble se ne approfitta per sollevare la bandiera.

U-S-A
U-S-A
U-S-A


Fisher si mostra in posa combattiva e si toglie la bandana a stelle e strisce dalla fronte, lasciandola cadere a terra in segno di sfida, ma Hamish lo colpisce con un LOW BLOW!
AFFRONTO ALLA BANDIERA!
Il pubblico fischia lo Stooge, mentre Archie riesce finalmente a scaraventarlo a terra con il PEDIGREE.
Che fatica! Fisher subisce ancora il contraccolpo del brutale Low Blow, mentre Hamish decide di lasciare il ring all’insaziabile Trevor. TAG.

That f’n bastard va subito con il DOG IN THE HEAT, Fameasser su Fisher, poi schienamento.
1… 2… 3… tutti a casa!
Ma non è vero!!!
Nemmeno conto di uno che Archie si rialza e connette l’Olympic Slam, poi va di Ankle Lock.
P-A-T-R-I-O-T!!!
I fan impazziscono per il Captain America del Wrestling e Archie cerca di vincere ma Hamish interviene e lo meta brutalmente, costringendolo a lasciare la presa.
L’arbitro conta ma agli Stooges importa poco di giocare con le giuste regole!
Si prosegue e arriva un Running Bulldog del campione di coppia.
Trevor va per il FUCK YOU su Fisher.
Stump Puller Piledriver.
MOSSA CHE PUO’ CHIUDERE LA SFIDA!


1…


2…

No, Ghiandastic interviene e va per la TESTICULAR CLAW, una mossa che abbiamo visto eseguire spesso da Ethan Joel Simond.

Silente: Inizio a pensare che Ghiandastic sia…
Lover: STATO ALLENATO DA ETHAN!
Silente: Veramente volevo dire altro, ma è possibile anche questo.


EVIRATE!
Running Front Dropkick ai genitali di Trevor, che subisce il colpo e quasi vomita per il dolore.
Poi Ghiandastic vuole farla finita con l’ETHAN STYLE.
Standing Headbutt alle parti basse.


TREVOR VA KO!


Ghiandastic va a schienarlo, ma…
Arriva I’M GONNA SUICIDE di Hamish, Reverse Swinging STO.
A SEGNO!
Il lottatore è KO.
Archie sale sul ring ma subisce il CULTURAL MOMENT, la Crossface. Archie decide perciò di rimanere fuori dal ring… troppi problemi lì!


Ghiandastic viene lasciato da solo e i due Stooges vanno per il TWO WORMS.
Hart Attack a segno!
TAG così che Hamish possa schienare il rivale.


1…



2…


NOOOOOOOOO!!!


Al Nocino e Frank Dente Fetente fanno irruzione e interrompono lo schienamento.


Assalto ai due Stooges mentre Archie si ferma ad osservare, ancora una volta è inattivo mentre un suo compagno stava subendo il pin, è già la terza volta in tre eventi che si comporta in quel modo!!! Non gliene importa nulla della vittoria, semplicemente sembra mancare di fiducia dopo il team con Mr. Khan.
L’assalto è brutale perciò l’arbitro chiama la Squalifica.


BOOOOOOOOOO.

I fan non sono contenti di questa conclusione, gli Stooges erano a un passo dalla vittoria, ma i due MOB di Ghiandastic hanno effettuato l’intervento.

Archie Fisher sale sul ring e cerca di chiedere spiegazioni a Frank Dente Fetente.

“DONDE ESTA’ FURBLE?”

La risposta probabilmente non la sapremo… almeno per ora!

Testo nascosto - clicca qui


DeWitt: È triste vedere Fisher incapace di fidarsi di un compagno.
Silente: Il team con Khan lo ha davvero buttato a terra nel morale.
Lover: Ma strano… erano campioni di coppia!
DeWitt: Mi chiedo cosa servirà a Fisher prima di potersi fidare di nuovo di qualcuno, o decidere di aiutarlo pur sacrificandosi per lui.
Silente: In ogni caso i British Stooges rimangono campioni di coppia, ma dopo una squalifica mi aspetto un rematch, cioè… non ne ho la minima idea.


OFFLINE
Scheda Utente
Post: 51.150
Post: 24.768
Registrato il: 12/07/2006
Città: VERCELLI
Età: 34
Sesso: Maschile
CITH - Boss WBFF
Best of All Time!!!
Ava Misfit
The Boss
25/10/2018 00.07
 
Quota

Un’ora fa… nel bar dell’arena.

John Kratos e Bjorn Ironside sono seduti al tavolo insieme, i calici di birra abbondano.

Kratos: “Un altro!”

Bjorn: “Un altro anche per me!”

I due rivali sembrano quasi “amici”, se si può definire così due persone che riescono a stare allo stesso tavolo senza ammazzarsi a vicenda. Il Greek Warrior non molla lo sguardo dal suo avversario.

Kratos: “Ci siamo quasi uccisi, e probabilmente stasera moriremo fra le fiamme ad alta temperatura dell’Hellfire match. Ma poco importa, la nostra alleanza in SWF ci ha dimostrato che insieme siamo in grado di vincere e compiere grandi traguardi.
Perciò credo che ciò che ci ha resi nemici e non compagni dell’Apocalypse sia il tuo bisogno di arrivare alla vetta della JLW. Vuoi portare prestigio ai Vichinghi, vuoi essere il numero 1 e vuoi essere riconosciuto come il guerriero più forte.
Lo capisco… ho percorso la tua stessa strada, in gruppo o singolarmente.
Eppure, Bjorn, sono proprio io a doverti fermare. Chiunque esca stasera con il JLW World Championship è un membro dell’Apocalypse, e non posso permetterti di varcare quel passaggio.
Proteggerò il campione del nostro gruppo con tutte le mie forze.
Ti abbatterò per il bene dell’Apocalypse e per dimostrarti ancora una volta che sono il guerriero superiore. Tanti anni di battaglie non mi hanno indebolito, bensì scalfito e reso ancora più forte.
Non posso concederti l’egemonia Vichinga su quella Spartana, giammai, non potrei mai accettarlo.
Perciò, da nemico che ti rispetta, posso solo dirti che finirai in fiamme, e che mi godrò ogni momento della tua fine.

Ho ancora sete!”

Bjorn osserva Kratos con sguardo scrutatore.

Bjorn: “Vedi Kratos ... non si tratta di portare il prestigio vichingo in JLW, almeno non solo quello: si tratta di una cosa molto più profonda. Si tratta di rinascita, di risollevare il proprio spirito dopo mesi di confinamento in un abito e in un ruolo che non mi garbavano, si tratta di un'ascesa ... una catarsi direste voi greci. Sei mio nemico solo perché blocchi la mia strada: se ti facessi da parte non ti attaccherei slealmente; la tua Apocalypse non la voglio distruggere, voglio solo quello che hanno tra le mani e lo avrò nella maniera più onorevole che possa esistere ... e se ciò comporta affrontare le fiamme di Muspellheimr beh ... comprenderai che il match del gelo contro Bakunin mi abbia donato l'insensibilità alle fiamme.”

Ordina un'altra birra e dà dei semi di girasole ai suoi corvi.

Bjorn: “Anche se tu riusciresti a sconfiggermi oggi, in quella bolla di fuoco ... per quanto speri di bloccarmi? Nulla dura per sempre Kratos, persino l'Apocalisse.”

L’esule di Sparta sorride in maniera beffarda.

Kratos: “L’Apocalisse non durerà per sempre ma puoi star certo che durerà quanto serve per porre fine alla nostra rivalità. Il tuo tanto proclamato Ragnarock termina quando gli dei sono stati annientati, e tu, figlio di Odino, farai la fine di tuo padre, cadrai e lascerai spazio all’anarchia, al regno degli uomini.
Io, come uomo e non semidio, ti sconfiggerò in quest’ultima sfida.”

Il Bald Basterd e Bjorn Ironside fanno una breve pausa per tornare a bere prima di riprendere il loro conflitto.

Kratos: “Sai… penso che sarà davvero l’ultima volta che ci affronteremo. Poi avremo percorsi condivisi… io mi dedicherò a riprendere il mio onore e la mia gloria per tornare in Grecia, terminando il mio esilio, mentre tu, se sopravvivrai contro di me ricomincerai da capo, dalle basi.
Non c’è futuro per te nella gloria terrena, Bjorn, sei un guerriero, ma non un generale!”

Bjorn: “E chi vuole essere un generale? Io non desidero essere una fastidiosa reliquia che sbraita ordini solo perché in passato era qualcuno! Io sono nato per la prima linea, sono nato per combattere ... non aspiro ad altro.”

Beve altra birra.

Bjorn: “Hai mai affrontato Surtr? Questo incontro sarà come essere colpiti dalla sua spada e perseguitati dal suo alito finché le energie vitali ti abbandoneranno ... e il tuo corpo consumato da fiamme inumane.”

Un ghigno malato incornicia il suo volto.

Bjorn: “Tu invecchia pure in Grecia, concludi la tua carriera: nessuno ti fermerà, ma io sono un guerriero che ha puntato al suo trofeo e lo avrà. Inoltre lascia che ti soddisfi una curiosità: vero ... Odino morirà nel Ragnarock ma i suoi figli vivranno e vendicheranno la sua morte; tu spera di non esserne l'artefice quando verrà il momento nella quale i cinghiali scopriranno quanto avrà sofferto il vecchio verro.”

Kratos: “Umph, arrogante come sempre, ma è un punto a tuo favore. Ho affrontato torture ben peggiori dell’inferno stesso, al punto che l’Ade mi pare una passeggiata, e il Tartaro è solo un po’ buio per i miei gusti.”

Anche il Greek Warrior pavoneggia dinnanzi al pericolo.

Kratos: “A questo punto non ci rimane che lasciare al ring il verdetto, così che la battaglia abbia la sua degna conclusione.”

Non servono altre parole fra i due rivali, finiscono di bere in attesa del loro scontro. Ormai tutto è pronto per la battaglia decisiva… Hellfire match!



“Jack Leone o Mr. Khan?
Chi dei due mi fa soffrire di più per il suo ritiro?”

Il cuore di una donna è sempre complicato da comprendere. Quello di Sylvia Madison supera ogni concezione logica.
La donna in rosso è sdraiata su un divano mentre la sua ancella Venere le massaggia i piedi, sorridendole con gentilezza.

“I miei due amanti più preziosi, due mariti unici.
Jack Leone è stata la mia scintilla nell’adolescenza, quando l’ho conosciuto sapevo fin dal primo giorno che lo avrei tradito con gusto. Eppure, non è mai stato un serio problema fra noi. Ricordo ancora quando mi trovò a letto con il suo migliore amico, disse ‘penso di aver sbagliato stanza’ e andò a piangere sul cesso per tutta la notte. Che tesoro!
Mentre Khan è l’uomo potente per antonomasia, un vero toro, che ambisce il potere e ti tratta come un oggetto in suo possesso ma non ti ignora mai, perché sa benissimo che tu sei parte del suo grande piano. Lui si aspettava che lo avrei tradito e non l’ho mai fatto. Quello è stato l’amore più forte di sempre.
Ma allora, Venere, dimmelo tu, chi amo io?”

La bella ancella continua a massaggiare i piedi della Minerva Commissioner, senza risponderle, limitandosi di nuovo a un sorriso.

“Per questo amo anche te, tesoro, sei muta e il silenzio vale più di mille parole!
Comunque questa sera credo di aver finalmente compreso chi dei due amo di più? Io scelgo… il mio compagno di sempre, Jack Leone. Sì, voglio che sia lui a vincere, così non dovrò nemmeno più mantenere il segreto dell’identità di Mr. Khan, sarò libera da questa conoscenza.
Forza, Jack, è il tuo ultimo match, puoi vincere, puoi farcela!”

Sylvia manda un bacio allo schermo mentre Venere continua il suo massaggio silenzioso.



DeWitt: Kratos e Bjorn sono alla pari negli scontri singoli, se contiamo il match di coppia in R-Pro, il Greek Warrior è in vantaggio.
Silente: Stasera è tempo di chiudere i conti, una rivalità partita all’interno dell’Apocalypse. Ma Kratos non usa spesso il soprannome Time, anzi, lo scorso mese è tornato il brutale biker scatenato pur di vincere quella sfida.
Lover: Questo Kratos mi piace, è nel pieno della sua gloria, pronto a riprendersi tutto l’onore perduto e tornare in Grecia a testa alta per concludere il suo esilio.
DeWitt: Sarà un match da non perdere! Hellfire, una sfida fra le più BRUTALI di sempre.

Match 2: John Kratos vs Bjorn Ironside [Hellfire match]

Referee: Yuji Gatame

Parte “Your Gone Wild” degli Skid Row. John Kratos come lo scorso mese si presenta come biker guerriero. Posiziona la moto ben lontana dal ring ardente e sale su di esso, pronto a lottare.

Ingresso poi per Bjorn Ironside. Nell’atto decisivo, qui si gioca tutto, buona parte della carriera e della sua reputazione sono in gioco stasera. Deve superare Kratos, o soccombere contro di lui una volta per tutte.


HAJIME.
IKE. IKE. IKE!

L’arbitro Yuji Gatame dà il via alla sfida.


DeWitt: Sparta vs Scandinavia again! Bjorn contro Kratos nello scontro decisivo! I due atleti sono sul ring circondato dal filo spinato avvolto da panni imbevuti di benzina. I due atleti si osservano a lungo studiandosi attendendo il via ... rappresentato dai panni incendiati!!! Lock-Up tra i due bestioni, vinto da Bjorn che blocca il Greek Warrior in una Headlock d'acciaio ma lo spartano non ci mette molto a liberarsi tramite una poderosa gomitata allo stomaco. Il Son of Odin indietreggia vicino alle fiamme che cominciano a crescere ...

Lover: Ragazzi ... io credo che questo match durerà poco: il fuoco sta crescendo sempre di più e mancherà poco prima che il ring diventi INSOPPORTABILE.

Silente: Come me?

Lover: Quasi ...

DeWitt: Kratos va alla carica e avvinghia Bjorn connettendo un Overhead Belly to Belly Suplex! Il vichingo si rialza, solo per beccarsi un Gut Kick dal leader dell'Apocalypse e va con una Snap DDT. Prende una breve rincorsa, facendo attenzione a non avvicinarsi troppo alle fiamme e ... KRATOS LEGLOCK! Running Leg Drop seguito da un Headscissor Hold! Il vincitore del 2W1C 2016 sta logorando il vichingo mozzandogli il respiro!!! L'arbitro si avvicina se vuole cedere ma il vichingo urla di no e cerca di reagire con dei pugni alle gambe, ma il Bald Basterd stringe ancora di più la presa; il Modern Viking digrigna i denti e riesce a rialzarsi con estrema fatica e ... RIESCE A FAR POGGIARE ENTRAMBE LE SPALLE DI KRATOS PER UNO SCHIENAMENTO IMPROVVISATO!

1

2

NO! Kratos molla la presa per non subire una sconfitta in tal modo!

Lover: Bjorn indietreggia tenendosi la gola e Kratos ritorna alla carica, ma il norvegese reagisce con un Big Boot in pieno volto che stordisce il suo avversario per poi atterrarlo con una Gourdbuster! Kratos viene atterrato per la prima volta in questo match! Ironside lo fa rialzare e reagisce con una serie di Headbutt: 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9 eeeeeeeeeeeee 10!!! 10 testate che fanno rintronare The Spartan ...

Silente: Chi ha parlato di Halo?

DeWitt: Ignoratelo!

Lover: Kratos è stordito ... E BJORN LO CARICA PER UNA POWERBOMB! POWERBOMB CONNESSA!!! Bjorn mantiene ancora la presa e ... SECONDA POWERBOMB CONNESSA! Lo fa rialzare di nuovo e ... TERZA POWERBOMB!!! WRATH OF BERSERKER EFFETTUATA CON SUCCESSO! ENNESIMO SCHIENAMENTO PER BJORN!

1

2

NULLA ANCORA! Kratos alza ancora la spalla!

DeWitt: Possiamo notare come la temperatura si alzi sempre di più visto che gli atleti si stanno avvicinando sempre di più al centro del ring. I due si guardano in cagnesco e ... COMINCIANO A PICCHIARSI DI NUOVO!
PUGNO DI BJORN!
PUGNO DI KRATOS!
PUGNO DI BJORN!
PUGNO DI KRATOS!
PUGNO DI BJORN!
PUGNO DI KRATOS!
PUGNO DI BJORN!
PUGNO DI KRATOS!
BJORN!
KRATOS!
BJORN!
KRATOS!
BJORN!
KRATOS!

Lover: Bjorn tenta una Elbow Smash, ma Kratos la evita e reagisce con una European Uppercut che stordisce il vichingo per poi ... CONNETTERE CON LA TERMOPILI! CHOKEBOMB DEVASTANTE SUL TERRENO CHE STA DIVENTANDO ARDENTE! SCHIENAMENTO!

1

2

TRNOOOOOOOOOOOO!!! BJORN ALZA LA SPALLA!!!

DeWitt: Kratos scuote la testa e se lo carica in spalla per la sua Feel the Pain ... MA BJORN REAGISCE ANCORA! Colpisce il viso di John con una serie di gomitate sul cranio finchè ... IL BERSERKER LO CARICA CON UNA SPEAR DRITTO SUL FILO SPINATO INCENDIATO!

Lover: OH MY GOOOOOOOOOOOD!!! KRATOS SI STA CONTORCENDO DAL DOLORE!!! LA SUA SCHIENA STARÀ SOFFRENDO DA MATTI!!! Ma Bjorn non ha finito: lo afferra per la testa e ... VA CON LA SUA RAGNAROK!!! SIT-OUT LAST RIDE POWERBOMB!!! SCHIENAMENTO DI BJORN!!!

1

2

3!!! BJORN VINCE! Bjorn, con grande sofferenza, ha la meglio su questo match INFERNALE!

Testo nascosto - clicca qui


DeWitt: Clamoroso, siamo alla fine, non poteva durare troppo a causa del calore sul ring e la violenza inaudita. Si sono toccati livelli altissimi.
Silente: Bjorn Ironside vince la rivalità, dopo aver finalmente sconfitto in modo definitivo l’ex compagno dell’Apocalypse, sembra pronto a salire verso il Monte Olimpo della JLW.
Lover: Io non capisco nulla di mitologia, ma non dovrebbe essere il Valhalla o Asgard?
Silente: Fa lo stesso.



"Il gigante è finalmente caduto, ora non devo più avere paura."

Siamo sul tetto dell'arena di New York e sul cornicione, con la cintura di JLW Pro-Wrestling Legacy Champion ben stretta tra le braccia, troviamo seduto Red Kamen! Il wrestler mascherato parla con se stesso prima di prendere parte al match contro Yuri Bakunin e Terrific Blue.

"Ora lo so, anche se prima non ci credevo, ora lo so. Ora so che il Terrificante Blu può essere sconfitto... Ora so che egli non è un mostro imbattibile come credevo, anzi! Volkermord è riuscito a sconfiggerlo, ha faticato ma ce l'ha fatta... E forse sono io inferiore a Volkermord? CERTO CHE NO!"

Red Kamen scatta in piedi e inizia a camminare in equilibrio sul cornicione incurante del fatto che basterebbe un passo falso per finire nel vuoto.

"Io sono migliore di Volkermord, sono migliore di ciascuno di quegli insetti che pullulano nelle fondamenta della JLW e per farglielo capire devo schiacciarli uno dopo l'altro! Non importa quanto siano grossi, alla fine riuscirò a trovare uno stivale che abbia la pianta sufficientemente larga da coprirli interamente sotto il mio peso!"

Ancora più sprezzante del pericolo, Red Kamen resta fermo su una gamba sola mentre l'altra la solleva per guardarsi il piede più da vicino.

"Però però però però. Insieme a Terrific Blue c'è anche Yuri Bakunin. Una macchina da guerra. Una bestia guidata solamente dalla sete di sangue. Questo è quello che Dragon Ninja mi ha detto di lui e io gli credo perché Dragon Ninja non mi mentirebbe mai! Quindi cosa posso fare?"

Fortunatamente Red Kamen scende dal cornicione e si dirige verso il centro del tetto dove si stende in posizione supina guardando il cielo stellato.

"Una buona strategia è fondamentale prima di un match come questo, non posso mica fare come farebbe Steve! Lui andrebbe lì spavaldo e direbbe "Ehi, ciccione e comunista di merda, adesso vi rompo il culo!" e giù botte... Ma io non sono quel tipo lì, proprio no. Forse se li facessi stancare un po' tra di loro, poi potrei provare a vedermela alla pari con uno dei due e cercare un pin a sorpresa... O magari potrei proprio lasciare che si massacrino tra di loro e poi vedermela con quello dei due che resta in piedi... Sì, credo che sia questa la cosa più giusta da fare!"

Red Kamen resta in silenzio qualche istante prima di balzare in piedi e raggiungere con passo svelto la porta che conduce all'interno dell'arena.

"Forse è meglio che chieda consigli ai miei amici prima però..."

Il Pro-Wrestling Legacy Champion apre la porta ma resta immobile sulla soglia.

"No, non devo andare! Non posso rompergli le scatole ogni volta che ho un dubbio, devo imparare a vedermela con le mie sole forze... Devo crescere e imparare ad andare sulle mie gambe, è questo che fa un grande campione... E' questo che fa anche quell'impostore di Red Revolution Raven che mi ha rubato la vita! E se io devo dimostrare di essere davvero lui, allora devo essere come e meglio di lui! E lo farò sconfiggendo senza appello i miei due avversari di questa sera!"

Nonostante la determinazione mostrata con queste ultime parole, Red Kamen resta tuttavia ancora sulla soglia della porta.

"Ma prima andrò dal Nano a chiedergli se mi canta un'ultima filastrocca prima del match... Le adoro!"

E soltanto ora il campione si sbatte la porta alle spalle andando incontro al suo destino.

CAMERA FADES



Parte un video registrato di un ragazzo borioso su un trono.

“Denny Leone è quasi fuori dai giochi.
Jack Leone si ritira stasera.
Angel Obike Lowe non è più un Leone.
Sylvia Madison non è più una Leone.
Jessica Leone non so nemmeno più che fine ha fatto.




Questo significa che l’UNIIIIICO Leone rimasto sono io.
MATT LEONE, l’UUUUUUNICO.
SI’. SI’. SI’.”

Il giovane Matt Leone allarga le braccia sul trono e posiziona su di sé una corona leoncina.

“Buon ritiro, zio Jack. Per me ha un profumo di Vittoria, vittoria, vittoriaaaaaaaaaa!”

Matt ride mentre le immagini sfumano in nero.



Siamo su una mongolfiera, dove un’altra persona vuole omaggiare Jack Leone al momento del suo ritiro.

“L’uomo sa cosa significa volare?
Cosa significa stare su una mongolfiera come i grandi poeti?”

Si tratta dell’acrobatico Calisthenic, che vola nell’alto dei cieli.

“Buon ritiro, Jack Leone.
Io continuerò a volare sempre più in alto!”

Camera Fades.



Silente: Red Kamen è reduce di uno fra i migliori regni di Pro Wrestling Legacy Champion di sempre, solo Hiroshi Yagami prima di lui è stato così grandioso e capace di superare avversità di ogni genere. Ma stasera ha contro di lui due titani del ring.
DeWitt: Terrific Blue e Bakunin… non oso pensare chi fra loro sia più pericoloso!
Lover: Lo scorso mese Blue ha subito il suo primo schienamento dopo una lunghissima sfida contro Völkermord, ma questo non lo rende meno pericoloso. Stasera può portarsi a casa una cintura che non ha mai avuto.
Silente: Penso che Kamen possa sfruttare questa ambizione dei suoi avversari, ha le sue chance di rimanere campione nel caos assoluto ma dovrà usarle al meglio delle sue forze!

Match 3: Pro Wrestling Legacy Championship: Red Kamen (c) vs The Terrific Blue vs Yuri Bakunin [Three Way match]
Referee: Hector Tegredo

DING DING

Non certo la più facile delle difese titolate per Red Kamen, il quale osserva Bakunin e Terrific Blue...CHE COMINCIANO SORPRENDENTEMENTE A COLPIRSI TRA LORO! Kamen rimane a guardare questi due titani che cercano di sopraffarsi l'uno con l'altro, Bakunin mostra sin da subito di non temere nulla e nessuno, e il gigantesco Terrific Blue è dello stesso identico avviso!
I colpi sono violentissimi, ma nessuno dei due arretra di un centimetro, continuano a colpirsi violentemente e tutto questo va a vantaggio di un Red Kamen...CHE DECIDE INSPIEGABILMENTE DI SALIRE SULLA TERZA CORDA!!!!!
I due sono a centro ring, leggermente spostati dal lato dove c'è Kamen...CHE SI LANCIA ADDOSSO AD ENTRAMBI CON UN MOONSAULT!!!!!!

E RIESCE, CLAMOROSAMENTE, A FAR CADERE TUTTI E DUE, INCAPACI DI DIFENDERSI IN QUANTO COLTI ALLA SPROVVISTA!!!!!! Clamoroso inizio di match, con Terrific Blue che rotola fuori dal ring e Kamen che prova a schienare Bakunin!!!!!!

1...

SOLO CONTO DI UNO!
Bakunin sbalza via Kamen, il quale non si aspettava nulla di diverso e mentre Bakunin si rialza...SPRINGBOARD CORKSCREW RONDHOUSE KICK! Che va a segno! Clamoroso inizio di Kamen...IL QUALE NON SI AVVEDE DELL'HAMMER PUNCH DI UN TERRIFIC BLUE CHE, CON TUTTA CALMA, E' TORNATO SUL RING!!!!!
Kamen crolla al tappeto, Blue si adagia con tutto il suo dolce peso su di lui!

Il nano fuori dal ring è soddisfatto!

1...
2...

BAKUNIN CON UNA GOMITATA INTERROMPE UN PIN CHE NON SAREBBE STATO DI FACILE SOLUZIONE PER KAMEN!
BAKUNIN RIALZA NON SENZA FATICA TERRIFIC BLUE E LO MAZZUOLA DI CAZZOTTI, PORTANDOLO ALL'ANGOLO...

....TURNBUCKLE CLOTHESLINE MORTIFERA DI BAKUNIN!!!!!
Ma Red Kamen prova a sorprendere Yuri alle spalle con una INSIDE CRADLE!!!!!

1...
2...

Bakunin si svicola all'ultimo...e poi colpisce il campione con un calcione all'addome! SKY HIGH SUPLEX!
Red Kamen è al tappeto, Bakunin lo rialza...MA TERRIFIC BLUE SI E' RIPRESO E COLPISCE CON UNA GOMITATA ALLA SCHIENA BAKUNIN, che questa volta si china per il colpo ricevuto!
Terrific Blue non sembra contento del trattamento riservatogli da Yuri poc'anzi, e lo rialza...BODYSLAM SU BAKUNIN!
Che poi viene ancora rialzato...BODYSLAM AGAIN!!!!

AND...AGAIN!!!!!!!!

...

AND......AGAIN!!!!!!! Quattro bodyslam consecutive, che diventerebbero cinque...SE KAMEN NON SI FOSSE RIMESSO IN PIEDI E CON UN CALCIO ALLA GAMBA DI TERRIFIC BLUE FA CADERE, DI FATTO, TERRIFIC BLUE CON BAKUNIN SOPRA DI LUI CHE LO 'SCHIACCIA', con l'arbitro che conta di fatto il pin!!!!!!

1...

Calcio di Red Kamen alla nuca di Bakunin, che rotola accanto a Terrific Blue, ed è Kamen a provare lo schienamento sul world's strongest fattest tightrope walker!!!!!!!


1...
2...

E c'è l'alzata di spalla...
Anzi, Kamen viene di fatto scaraventato abbastanza lontano...ma vicino ad un Bakunin che sembra rialzarsi immediatamente dopo ogni botta ricevuta! Bakunin con un FACEBUSTER mette a tacere Kamen...

...E TERRIFIC BLUE, RIALZATOSI LENTAMENTE, MA PUR SEMPRE IN PIEDI...COMINCIA NUOVAMENTE A COLPIRE BAKUNIN!
Questa volta con maggiore convinzione!!!
HAMMER PUNCH!!!!!
Bakunin è a terra, Terrific Blue lo schiena!!!!!!

1...
2...

Kick Out di Bakunin! Terrific Blue lo rialza...MA KAMEN!
KAMEN MOSTRA TUTTO IL SUO VOLER PREVALERE PROVANDO A COLPIRE RIPETUTAMENTE TERRIFIC BLUE...MA QUESTO NON E' IL MOMENTO GIUSTO!
Kamen però riesce a far indietreggiare il mastodontico Blue...e sale sulla terza corda...

...

...SI GIOCA IL TUTTO PER TUTTO!!!!!!!

...

MOONSAULT!!!!! CHE BLUE, PERO' BLOCCA SENZA PATEMI!!!!!!
E SCHIANTA A TERRA KAMEN, forse un pochino esagerato nel tentare questa manovra IN QUESTO MOMENT...


....


BAKUNIN E' ANCORA IN PIEDI???
MA COME DIAVOLO E' POSSIBILE!!!!!!!!

BIG BOOT SU TERRIFIC BLUE!!!!!!!!!!
CHE VOLA OLTRE LA TERZA CORDA, FINENDO FUORI DAL RING!!!!!!!!!
E FA UN RUMORE ASSORDANTE!!!!!!
Il nano è disperato, e richiama Terrific Blue, ma Bakunin ha già rialzato Red Kamen...

...

RED WINTER!!!!!!!!

Kamen crolla sul mat, Bakunin schiena mentre Blue è troppo lento nel risalire...


1...

2...

3!!!!!!!!!
INVECE CE LA FA!


Salva Kamen.

BIG SPLASH di Blue su Bakunin, lo tramortisce in pieno. Ma il russo va di RED WINTER anche su di lui.


A SEGNO!!!


Ormai Bakunin è a un passo dalla vittoria. Blue non si rialza più.


1…


2…


NOOOOOOO!

Red Kamen lancia fuori Bakunin, facendogli sbattere la testa contro il palo d’acciaio.


1…


2…


3!!!

RED KAMEN MANTIENE IL TITOLO, ONORE DELLE ARMI PER YURI BAKUNIN e Terrific Blue che ha quasi dominato tutta la contesa si ritrova a masticare amaro fuori dal quadrato insieme al nano una disfatta inattesa.

Testo nascosto - clicca qui


DeWitt: Finisce qui!!!
Silente: Kamen mantiene, che fatica.
Lover: Che emozione!!! Pazzesco, sono senza parole per questa sfida intensissima.


OFFLINE
Scheda Utente
Post: 51.151
Post: 24.769
Registrato il: 12/07/2006
Città: VERCELLI
Età: 34
Sesso: Maschile
CITH - Boss WBFF
Best of All Time!!!
Ava Misfit
The Boss
25/10/2018 00.07
 
Quota

Backstage dell'arena di New York, la telecamera riprende un divano su cui sono seduti Steve Barone e Dragon Ninja, gli Hour Rush! I due restano in silenzio a fissare l'inquadratura finché non iniziano ad applaudire lentamente.

SB: "E bravi i nostri due figli di puttana!"

DN: "Vi siete divertiti ad aggredirci alle spalle a match finito come due codardi? Spero di sì, perché è l'unica gioia che potrete vantare in questa federazione fino a che non vi cacceremo a calci nel culo!"

SB: "Non ci abbiamo capito un cazzo di quello che avete detto a Third Anniversary, e non era colpa delle botte che ci avevano rincoglionito perché anche quando vi ho riascoltati rivedendo la registrazione dello show non sono riuscito a capirci una minchia! Però proveremo a rispondervi..."

DN: "Facciamo errori? Probabilmente sì, ma questi errori ci hanno portato a diventare insieme a Red Kamen il trio più imbattibile della storia, a vincere due volte i JLW Tag Team Titles e a essere un'istituzione di questa federazione!"

SB: "I vostri errori vi hanno reso al massimo i cagnetti di una stronza che andava in giro coi cazzi disegnati in faccia! Dobbiamo davvero parlarne? Volete davvero fare a gara a chi è più stronzo?"

DN: "La porta del nostro locker room ha la nostra targhetta davanti e chiunque può riconoscerla, a meno che voi due non siate analfabeti, quindi potete venire a bussarci ed entrare quando volete... Ma poi non so chi tra voi e noi sarà così tanto al sicuro..."

Mentre Dragon Ninja parla, Steve Barone si muove sul divano come se fosse scomodo finché da sotto il cuscino non tira fuori un tirapugni che getta alle sue spalle facendo il vago.

SB: "E soprattutto noi siamo quello che siamo anche se abbiamo due maschere a coprire la nostra faccia e non abbiamo bisogno di due stronzi che vengano a renderci "vera"!"

DN: "E soprattutto noi paghiamo sempre i nostri debiti, non avanziamo mai di un centesimo..."

I due Hour Rush si alzano in piedi e si avvicinano verso la telecamera.

DN: "Siete pronti a ricevere ciò che vi spetta?"

CAMERA FADES



DeWitt: I TBA hanno avuto un debutto shock, penso fra i migliori di sempre in JLW.
Silente: I fan li conoscono per i loro trascorsi in WBFF Wrestling, dove hanno conquistato le cinture di coppia. E lasciatemelo dire… sono sicuro che hanno il pieno potenziale per diventare i nuovi dominatori della divisione di coppia della JLW!
Lover: Lo vorresti, eh? Ma gli Hour Rush sono il nostro team migliore, hanno sconfitto tutti, e anche quando hanno perso le cinture sono rimasti il team di punta.
DeWitt: Ci si gioca subito lo scontro fra due team che lottano per la supremazia della federazione!

Match 4: Hour Rush (Steve Barone & Dragon Ninja) vs TBA (Blackjack & John Doe)
Referee: Bella Quesada

Stick ‘Em Up di Quarashi accompagna l’ingresso degli Hour Rush. Non solo il più grande trio (insieme a Red Kamen) della storia della federazione, ma anche uno fra i team più vincenti, forse il più vincente in assoluto. Steve Barone e Dragon Ninja raggiungono il ring, devono darsi da fare dopo l’assalto subito dai Three Betrayed Angels (in realtà due) durante lo show precedente.


Blood Red Sandman di Lordi invece è il tema delle due new entry, entrambi due nomi che possono scrivere la storia della JLW sia in coppia che in singolo. Hanno vinto le cinture di coppia in WBFF Wrestling e hanno scelto subito un team di alto valore per il loro assalto iniziale in JLW. Sconfiggere gli Hour Rush significa dimostrare di essere degni di competere per le cinture, e se stasera l’assalto andrà bene, non c’è alcun dubbio che presto il match per i titolo sarà loro!


L’arbitro Bella Quesada, che probabilmente si chiede perché deve arbitrare con tutti quei maschi duri e crudi sul ring, dà il via alla sfida.

DIN DIN DIN.


Al suono della campanella si affrontano John Doe e Steve Barone. L’italo americano fa subito cenno di fottersene del suo rivale, e cerca di colpirlo con una Clothesline, ma lui si abbassa e contrattacca immediatamente con un Tiger Suplex.
Devastante! Ma non finisce qui. Lo porta all’angolo e arriva l’HELLUVAKICK.


Arriva addirittura il primo tentativo di schienamento.
1…
Solo conto di uno.
Ecco infatti che Barone contrattacca ed è lui a provare il pin.
1…
Niente da fare.
Giochi psicologici da inizio sfida, ma nemmeno troppo visti i danni inferti da The Savior.

Silente: John Doe… il senza nome, un uomo che si combina perfettamente con Blackjack.
DeWitt: Sembrano formare una coppia interessante, ma anche se hanno dominato in WBFF Wrestling, qui devono ancora conoscere le tecniche dei loro rivali.

DOPPIO TAG.
Blackjack e Dragon Ninja entrano in scena. I due lottatori mascherati potrebbero garantire uno spettacolo indimenticabile.
Il Doubleface di Las Vegas, Nevada, connette con il Mule Kick, poi travolge l’avversario con il Falcon Arrow.
Ma ecco che Dragon Ninja invece di crollare ritrova le forze e connette con il Running Double High Knee, colpendolo in pieno, poi è tempo del GAIJIN SPLASH!
630° Splash a segno su BJ.
1…
2…
Nulla da fare.


Si va avanti e il Doubleface va per il JACK-KICK.
Shining Wizard letale, che lo tramortisce.
TAG per John Doe, che sale sul ring e va di Inverted DDT. Ancora a segno.
Però Dragon Ninja sfrutta tutto il suo talento per emergere e infatti connette con l’HAIKU. STO al meglio delle sue capacità, che lo tramortisce.
TAG per Steve Barone, che schiaffeggia l’avversario a terra, con il suo tipico modo di lottare scorretto, poi va per la MAFIALOCK!
Ankle Lock brutale, che fa agonizzare Doe.
ARRIVA IL TOCCO DELLE CORDE.
Barone se ne fotte ancora una volta e non molla, serve l’arbitro Quesada a contare la possibile squalifica per fargli cambiare idea.


TENTATIVO DI PAYMENT DAY, la Mutoh Lock, ma Blackjack interviene di rapidità e scalcia per impedirgli di eseguirla prima di sgusciare fuori dal ring, Doe è perciò in grado di reagire con il LUST.
PACKAGE PILEDRIVER.
1…
2…
3NO!
NON BASTA!!!


DeWitt: È un match equilibrato, ma stavolta vediamo come la freschezza fisica riguarda più i due lottatori mascherati, mentre Barone e John Doe sembrano essersi affaticati e hanno subito colpi durissimi.
Silente: Credo infatti che sia il momento per loro di dare il cambio ai compagni.

DOPPIO TAG.
Come suggerisce El Silente, la sfida va gestita da Dragon Ninja e Blackjack, che sono pronti a combattersi fino all’ultimo sangue per portare la vittoria al proprio team.

THEY’RE GONE!
Stranissimo Knee Superkick di BJ, seguito dalla sua tipica BIG PAIN, Texas Cloverleaf.
Ninja è scaltro e si salva toccando le corde, poi è lui ad attaccare con la Dragonrana.
Gran mossa. SECONDA DRAGONRANA!!!
Arriva lo schienamento.
1…
2…
Counter Pin.
1…
2…
Counter Pin.
1…
2…
Niente.
Applausi del pubblico per questa fase del match. Ormai tutti e quattro i lottatori sono a corto di fiato, ci avviamo verso la conclusione.

Altro assalto di Blackjack, ma Dragon Ninja lo assale con una nuova Dragonrana.
Vediamo che John Doe afferra un tirapugni all’esterno del ring e sale sul quadrato.

ASSALTO BRUTALE AI DANNI DI DRAGON NINJA.
Non gli importa nulla della vittoria, vuole soltanto causare nuova distruzione.
Blackjack si unisce a lui e connette il FALL OF SAUL sul giapponese.
Diving Shooting Star Double Foot Stomp.
Non c’è altro modo che far scattare una squalifica!

Steve Barone corre a soccorrere il compagno, è sorpreso di vedere che i Three Betrayed Angels hanno causato un finale del genere solo per lasciare il marchio, proprio quando Dragon Ninja sembrava vicino a chiudere la sfida.

Testo nascosto - clicca qui


DeWitt: Un finale inatteso… non mi aspettavo una squalifica dopo un match del genere.
Silente: Voglio una sfida senza squalifiche fra loro!
Lover: Sì, avrebbe senso.

L’avvocato Kobayashi si presenta lentamente sullo stage e interrompe la potenziale rissa fra i due team.

Kobayashi: “Ho delle TRISTI notizie da parte della dirigenza.”
Fans: #SadNewsKobayashi
Kobayashi: “È stato deciso che il prossimo mese vi affronterete nuovamente. Ma sarà un No DQ Elimination Tag Team match valido per i #1 contender alle cinture di coppia.”

I fan sembrano sostenere questa decisione, il triste avvocato si allontana, sciupo in volto.



Schermata buia. Un rumore piuttosto sinistro riecheggia all'interno di un ambiente vuoto, in cui le onde sonore rimbalzano tra le pareti.
Si accende una fiamma, quella di una candela disposta su un candelabro di metallo, poggiato a terra. Poco dietro scorgiamo l'inquietante sagoma di Death Sheenan, seduto a terra a gambe conserte, il busto rilassato, il capo chino verso il basso con i lunghi dreadlocks a celare i connotati del suo volto.

Sheenan: "Il Regno del Caos, che luogo magnifico. La mia vittoria a JLW Third Anniversary ha consegnato tra le mie mani una chiave per aprirne le porte, le porte di una dimensione oscura in cui l'incognita assoluta è l'unica vera regola."

Una leggera risata, gutturale, fa da ponte tra l'ultima frase e quella che sta per seguire.

Sheenan: "E il primo che vi finirà dentro, paradossalmente, sarà uno dei miei compagni. Un prezioso alleato, con cui ho combattuto una guerra. Una guerra che abbiamo vinto. Hiroshi Yagarmi.
Pestilence sei un uomo che sa il fatto suo, ma voglio lanciarti un avvertimento. Tutto questo sarà diverso, non avrà nulla a che vedere con gli ostacoli che sei abituato a superare.

...

Non è un match. Questa è follia. Non sarà una sfida in cui vincerà il più forte, ma una sfida in cui riuscirà a prevalere solo chi sa adattarsi meglio, chi saprà gestire al meglio qualunque tipo di imprevisto... Chi è abbastanza fuori di senno da rischiare grosso, ogni cosa, senza sapere se seguiranno benefici al sacrificio."

Death scosta alcune ciocche di capelli dal viso, permettendosi di scorgere il suo volto deturpato da numerose cicatrici. Poi Voodoo Doll allunga la mano destra a lato e afferra un oggetto non inquadrato.
Si tratta di una pistola. Sheenan fa girare il tamburo velocemente, poi chiude l'arma da fuoco. Che abbia voglia di giocare alla roulette russa?

Sheenan: "Potrebbe accadere di tutto, oppure niente. Potrebbero piovere armi dal cielo, potrebbe apparire all'improvviso uno dei nostri rivali, o magari potrebbe mancare la luce per qualche minuto impedendoci di vederci a vicenda, costringendoci ad affidarci all'istinto.
Potrebbero verificarsi tante altre stranezze, capaci di stravolgere l'assetto del match, compresa la stipulazione."

Death si punta la pistola alla tempia e poi, sorridendo, preme il grilletto.
Non accade nulla...

Sheenan: "Il Reign of Chaos Championship è ciò che sintetizza il mio stile di vita, tutti i dettami che regolano la mia esistenza. Non ho mai preteso di essere il più forte, perchè essere il più forte non equivale ad essere il migliore.
Ma sono uno specialista delle variabili, sono abituato a concepirle in anticipo, a vederle arrivare, a prevederle. Sono abituato ad essere IO STESSO un'oscura incognita, a divorare il cervello dei miei avversari prima dei loro corpi.

...

Quello di questa notte, Hiroshi, non sarà wrestling. Ma un concept in cui si sopravvive soltanto se si è disposti a rompere le barriere della razionalità."

Sheenan fa ruotare nuovamente il tamburo dell'arma, poi chiude ancora una volta la pistola e... Preme il grilletto.
Non succede nulla, neanche questa volta.

Sheenan: "Adoro l'idea che sia un grande guerriero come te a poter raccontare cosa si prova quando si sprofonda all'interno del mio mondo, il regno del Caos. Perchè tu godi di alta credibilità e, quando racconterai cosa hai provato a tutta quella gente... Sarà allora, si...

...

Che molti si sveglieranno e inizieranno ad accettare l'esistenza delle dimensioni non visibili e non materiali."

Death apre per l'ennesima volta la pistola e questa volta estrae il tamburo. Poi lo accompagna verso terra con la mano, lentamente, facendolo rotolare in nostra direzione. Il cameraman fa un primo piano.

OH MY... La rivoltella era caricata con cinque colpi su sei! Un brivido assale tutti coloro che stanno assistendo dall'arena.
Death mostra un sorriso a denti stretti; i suoi occhi sono persi nel vuoto.

Sheenan: "E io sono pronto a fare gli onori di casa. Ti darò il mio benvenuto, nella mia dimora. Ma ti avverto, una volta dentro non è così scontato che tu ne torni fuori. Chi sfida la Morte, spesso, non fa ritorno tra i vivi."

Death soffia sulla fiamma della candela e si torna al buio pesto.

Camera fades.



Le telecamere si accendono mostrandoci un tavolo. Su di esso, due teste di polistirolo fanno da manichini per due maschere, la prima è una maschera nera, presa direttamente da Kamen Rider (che vagamente ricorda quella di The Magician), l’altra, è verde, è la maschera originale del cavaliere della Pestilenza.

???: La morte, contro la pestilenza…
Strano vederle contrapposte, dato che solitamente, le due procedono di pari passo. Potremmo anzi dire che l’una è la conseguenza dell’altra.

Colui che parla, appare pochi istanti dopo nell’inquadratura, è Hiroshi Yagami, il Best Pureya che indossa già il proprio ring attire, sotto una maglietta che mette in mostra il logo del Ryuzoku.

Yagami: Morte e Pestilenza che si scontrano, questa sera. Non poteva esserci terreno migliore, solo in una sfida totalmente folle, due entità del genere possono incrociare le proprie spade.

Molto teatrale questa sera Hiroshi, che non ci sembra teso, anzi, addirittura… sorride.

Yagami: È da un po’ che mi chiedo cosa stia succedendo, se i cavalieri continuano ad essere uniti, oppure se ormai abbiano fatto la fine dei mercenari… senza un nemico comune, cosa ci unisce?
Le maschere? Il non voler sembrare ipocriti? Jack Leone?
Il Khanato è caduto e con ciò, il nostro compito sembra essersi concluso, ma io rimango fiducioso.

Lo Strange Dragon si siede sul tavolo, andando a sfilare la maschera verde dal manichino, cominciando a girarsela tra le mani.

Yagami: Voglio vedere questo incontro come la sfida fra due compagni d’armi, che ovviamente, daranno il meglio di loro per sconfiggere l’altro e prendersi la cintura, ma nella mia mente, immagino sarà uno scontro epico, ma pregno di rispetto reciproco.
Due guerrieri in lotta per il Graal che sanno di doversi scontrare e vogliono rendere l’ultima sfida semplicemente… leggendaria.

Solo i più accaniti sostenitori dell’Otaku Senpai comprenderanno le parole sul Graal, citazione all’anime Fate, non ovviamente alla Bibbia o ai racconti cavallereschi.

Yagami: Comunque sia, bella stipulazione, non mi sarei aspettato niente di meno dal grande Sheenan.
Qualcosa di completamente imprevedibile, è stupendo, sono orgoglioso di poter prendere parte a questo incontro… anche se magari sarà l’ultimo del suo genere.

Il sorriso del Giapponese si allarga.

Yagami: Imprevedibilità è sinonimo di Hiroshi Yagami.
Io, piccolo wrestler che viene puntualmente etichettato come il cavallo zoppo all’interno della corsa, io che ho sconfitto avversari imponenti, in match nei quali nessuno avrebbe pensato potessi farcela.
Io che per questo, oggi ho la mia occasione contro Sheenan, tutto potrà accadere, persino che io vinca.
Non ti nascondo che mi piacerebbe molto avere quel titolo tra le mani, sai, ho già qualche progetto per lui… ma ciò non mi renderà cieco.
Punterò per prima cosa al portarti rispetto e a rendere grande una sfida come questa, una sfida tra due degli eroi che assieme hanno sconfitto il male generato dal Khan.

Eroi!

L’Otaku infila la maschera verde, fissando per l’ultima volta l’obiettivo, prima di uscire dall’inquadratura.

-CAMERA FADES-



DeWitt: Siamo giunti a una sfida epica. “Death” Sheenan ha sconfitto Derrick Mortimer, e di conseguenza ha vinto il Custom Championship, trasformandolo nel Reigns of Chaos Championship.
Lover: Reigns suona così bene, lo adoro!
Silente: Sarà un match confusionario, dove la stipulazione può cambiare, ma a differenza del Random match, solo la violenza sarà attesa.

Match 5: Reigns of Chaos Championship: "Death" Sheenan (c) vs "Pestilence" Hiroshi Yagami [Reigns of Chaos match]
Referee: Yuji Gatame


La stipulazione che regola la difesa del Reign of Chaos Championship conta delle modalità di vittoria standard, in cui si può prevalere tramite Pinfall o per Sottomissione. La sua particolarità risiede nel fatto che per tutta la sua durata le sue dinamiche saranno costantemente soggette a possibili imprevisti. L'idea è proprio quella di avere un match simbolo dell'incertezza, dell'instabilità, dagli equilibri che possono mutare in qualunque istante. Nonostante il match possa all'inizio apparire piuttosto "standard", potrà capitare in qualunque frangente e con un criterio del tutto casuale, comprese le tempistiche, che:

- dal soffitto dell'arena piovano hardcore weapons verso il ring, col rischio di travolgere i lottatori qualora presenti sullo squared circle.
- appaia in arena uno storico rivale di uno dei wrestler che stanno disputando la sfida, armato e pronto ad intervenire per penalizzarlo (può sferrare un solo attacco, non accanirsi e colpire ad oltranza).
- le luci dei riflettori si spengano e che l'arena rimanga al buio per diversi secondi, o addirittura minuti.
- venga offerta ad un membro del roster la possibilità di inserirsi nel match come sfidante per soli 5 minuti, al termine dei quali dovrà lasciare il ring a mani vuote.
- un riflettore ad occhio di bue indichi uno spettatore, il quale sceglierà un'arma da passare ad uno dei due lottatori secondo le modalità Fans Bring the Weapon.
- venga comandato al Referee di lasciare il ring per 2 minuti, lasso di tempo in cui i due combattenti potranno trasgredire il regolamento e anche ammazzarsi a vicenda, qualora lo ritenessero opportuno.
- dulcis in fundo, che CAMBI LA STIPULAZIONE attraverso una Random Selection trasmessa per mezzo del titantron.

Essendo queste delle eventualità soggette al caso, è anche possibile che non se ne verifichi nessuna e che il match prosegua liscio dall'inizio alla fine, così come è possibile che se se ne verifichi soltanto qualcuna... O che avvengano tutte, o addirittura TUTTE INSIEME. Ogni momento del match potrebbe trasformarsi in un tripudio del Caos.


Lover: Chi mi fa un riassunto?
DeWitt: Quello ERA il riassunto!
Silente: Insomma, tutto può succedere, sarà un bordello in ogni caso.


Lo sfidante alla cintura “Pestilence” Hiroshi Yagami si presenta nell’arena, armato e pronto alla distruzione. Lo vediamo infatti in possesso di una Barbed Wire Bat, sicuramente atipica ma indovinate un po’?

BZZ.
Stipulazione: Barbed Wire Bat match.



Il Reigns of Chaos ha già portato i suoi frutti spingendo i lottatori a entrare con una mazza avvolta dal filo spinato.

Il cavaliere della Pestilenza è scatenato, ha scelto lui di andare per questa title shot, per ottenere l’unica cintura singola che ancora gli manca in carriera. Deve affrontare un suo compagno dell’Apocalypse, e Sheenan è forse il peggiore nemico che potesse trovarsi di fronte. Ma Hiroshi Yagami è uno fra i lottatori più vincenti della JLW e per lui rimane una sfida come tante altre in carriera.


Cambio d’atmosfera per l’ingresso del Reigns of Chaos Champion. Atmosfera lugubre e una theme song che preannuncia miseria e devastazione! Sheenan è ancora una volta in possesso di una cintura, e l’ha resa dettagliatamente Hardcore, lui che è diventato un’icona del WBFF Desperation Iron Man Championship. Ovviamente anche lui è armato di mazza avvolta di filo spinato.

Ricordiamolo… NON è un Random match, non ci saranno stipulazioni potenzialmente trash o esagerate, qui si scatenerà violenza e confusione!


HAJIME!
IKE! IKE! IKE!

L’arbitro Yuji Gatame dà il via alla sfida.
Le due mazze avvolte dal filo spinato vengono sguainate l’una contro l’altra come spade. È un duello per il potere, e chi supererà la difesa dell’avversario potrà rovinarlo.


Lover: Luke sta affrontando Darth Vader… ha appena scoperto di essere suo figlio ed è sotto shock. Questo duello di spade laser scriverà la storia del cinema!
DeWitt: Sono due mazze avvolte dal filo spinato…
Silente: E non è l’Episodio V di Star Wars!


ATTENZIONE!
Sheenan supera la difesa dell’avversario più esile nel fisico e gli sfrega la faccia. Arriva a colpirgli le labbra.


Lover: OH NO, ECCO COME HIROSHI DIVENTA IL JOKER!
Silente: Spero non il Joker di Joaquim Phoenix perché non mi piace per niente.


Il labbro di Yagami sanguina, il filo spinato lo ha lacerato!
Ed ecco che anche lui supera la difesa del rivale e lo trafigge al petto, lacerandogli la pelle, e forse anche la carne.

BZZ.
Evento: Obscura Arena


I riflettori si spengono… ed ecco piovere il CAOS. Tutte le luci vengono a mancare, è notte sul ring e non bastano i telefonini dei fan ad illuminare l’azione.
Nel buio totale, gli occhi dipinti di Sheenan riflettono la sua posizione, e i suoi movimenti da predatore.
I suoi attacchi vengono così scrutati nel buio.
Sembra veramente difficile la situazione e Yagami si difende con calci e pugni, seguendo la scia lasciata dal trucco del rivale.

Lover: Io? Chi sono io?
Silente: Jimmy Lover.
Lover: Come puoi esserne certo? Senza luce le nostre identità rimangono celate.
Silente: Io sono mascherato, quindi non è che cambia molto.


BZZ.
Evento: Arena a Luci Rosse (NON in quel senso!)
Stipulazione: WBFF Rules match



Si passa a un WBFF Rules match. Anche qui c’è un vantaggio per Sheenan, che ha usato tante voltela stipulazione a suo favore.
Il lottatore esegue una DDT su Yagami e poi scende dal ring, afferrando un tavolo.

BZZ.
Evento: No Tables on the g’damn ring!


Ma a quanto pare non può portarlo sul ring, perciò lo aggiusta all’esterno.
Yagami però se ne approfitta e va per un Crossbody dalla terza corda.
A SEGNO!
Travolge Death, e poi lo posiziona sul tavolo. Arriva un Diving Leg Drop da parte del giapponese.


CRAAAAAAASH.

Il tavolo viene schiantato.

L’Otaku si prepara alla prossima mossa, ma…

BZZ.
Evento: Fan has a weapon, GET IT NOW!


Un fan viene inquadrato con la sua arma speciale… ma è un torzone! Una canna! Yagami gliela strappa dalle mani e usa la parte infuocata per DAR FUOCO al volto di Sheenan. Okay, è un po’ meno drammatico, lo brucia senza che ci siano fiamme, non abbiamo mai visto un cannaiolo andare a fuoco d’altronde.

Questo dà un vantaggio allo sfidante, che ora va a schienare Sheenan.


1…



2…



SOLO CONTO DI DUE.


BZZ.
Evento: Double Referees, but they can fight for the role!


Vediamo apparire un arbitro alternativo. OH, NO! Si tratta di Sad News Kobayashi, lo abbiamo visto al soldo del Khanato, ma stasera può causare problemi.

DeWitt: La stipulazione dice che gli arbitri possono lottare per il ruolo!
Silente: Quindi si meneranno.


Kobayashi afferra il microfono.

“Mr. Gatame, ho delle TRISTI notizie per te. Io sono il VERO arbitro. Vattene dal mio ring!”

Tuttavia Yuji Gatame non è d’accordo.
YAKUZA KICK ai danni di Kobayashi, a cui viene strappata la divisa da arbitro. Ora abbiamo UN SOLO ARBITRO.


DeWitt: Questo è vero caos!
Lover: Pare essersi risolto.


Sheenan intanto ha preso l’iniziativa e con un Irish Whip scaraventa il rivale contro le transenne.
SDEEEEEEEEENG.


Si va avanti e arriva il LIGHTNING SPIRAL!
Grande mossa per abbattere Pestilence, che però pare resistere bene.


SPEAR OF THE FEAR!!!
Sheenan usa la mossa strappata all’anima di Jack Leone.


A SEGNO!!!


Manovra connessa fuori dal ring.

La transenna viene distrutta.


Sheenan va al conteggio.



1…




2…



3NO!


KICK-OUT PRODIGIOSO DI PESTILENCE!!!


DeWitt: Grandissimo match.
Silente: Super match.
Lover: Viva l’amooooooore!


BZZ.
Evento: Fan must sing or the match is suspended.


L’arbitro Yuji Gatame fa cenno ai lottatori di fermarsi, qualcuno deve cantare o la sfida deve arrestarsi. È il Caos più assoluto, non si è mai visto qualcosa del genere.
Un fan però si avvicina al palco e mostra il microfono.
È Frankie Siemens, il rapper “neolemelodico”.

“Sheenan danza nudo al baccanale della morte.
Sniffa cocaina e tenta la sua sorte.

Gioco a scacchi con la morte, come nel Settimo Sigillo.
Poi le faccio scacco matto e la fotto col mio gingillo.

Mentre tu prendi il teschio di Loa e fai i riti vudù.
Io la Lea, la gnocca del paese, la metto a testa in giù.

Yagami giapponese come Akira Toriyama.
Ho letto certi manga in cui mi fotterei la bella dama.

Prendimi in IUW, nella terra arancione dell’Olanda.
Droga e puttane, con la passera al sapor di lavanda.

I promo di Xion sono sempre la solita salsa.
Io tifo per Ava Misfit, il vero maschio alfa.

Non me ne fotte un cazzo di chi vince questa cintura.
Frankie è il mio nome, e nel rap ho già fatto cultura.”

BZZ.
Evento: STOP THE SONG.



Frankie viene fermato dalle guardie della security e trascinato a colpi di manganello nel backstage.

Lover: Che canzone gioiosa e allegra.
Silente: Frankie dovrebbe rimanere muto!
DeWitt: Non penso di aver sentito un brano rap così brutto.


La sfida riprende e nel frattempo Yagami va di SHINING WIZARD!!!
Sheenan si toglie e viene colpito fra il pubblico un ciccione (ndLover: si può dire nel 2018 o mi denunciano? NdSilente: ti denunciano!).
Mossa devastante.
Ma Death va di Chokehold e si prepara a scaraventare l’avversario SOPRA ALTRE PERSONE!
Il giapponese evita il colpo e va di DDT outtanowhere.
Gran mossa che gli permette di riprendere il controllo.


BZZ.
Evento: Only DDT Allowed.


Silente: Solo le DDT valgono ora!

BZZ.
Evento: No DDT Allowed.


Lover: Oh, no, sono state bannate.

BZZ.
Evento: The Ring is freakin’ banned.


DeWitt: Pure il ring è stato bannato.

BZZ.
Evento: No Hands Allowed.


Silente: Non possono più usare le mani per combattere.

BZZ.
Evento: Do the FUCK you want, everything is allowed.


DeWitt: Okay, si torna a fare quello che si vuole, ora è ANARCHIA ASSOLUTA.


Yagami va per l’MKF all’esterno, in mezzo al pubblico, ma Sheenan lo blocca in tempo e lo respinge.


SKULLSCRAPER!!!



Pestilence vola giù con il Macaco Kick verso un tavolo sistemato di sotto.



CRAAAAAAAAAAAAAAAAASH.


Clamoroso!!!


Il cavaliere della morte è sempre più vicino alla vittoria, però deve scendere le scale e raggiungere l’avversario dall’altra parte della palestra, che tutto sommato non è così lontana.


Sheenan perde una trentina di secondi ma poi va a schienare l’avversario. Sta per difendere la cintura.



1…





2…




3NO!



Tutto questo tempo ha dato a Yagami la possibilità di recuperare.


THIS IS AWESOME!!!



I fan impazziscono per la sfida, è completamente folle. Questo Reigns of Chaos fa impazzire un po’ tutti ma è davvero divertente.



Sheenan è pronto a dare il colpo di grazia all’avversario mentre si rialza, sempre fuori dal ring.


SKULLSCRAPER!!!



Altro Macaco Kick, ma l’avversario lo schiva abbassandosi.
ICY BLUE MIST!!!


Sheenan viene accecato.


MORTAL KOMBAT FATALITY!!!


La MKF viene usata mentre il rivale è disorientato.


A SEGNO.

A SEGNO.

A SEGNO.


Pestilence va a schienare Sheenan.



1…




2…



3!!!



Finisce qui dopo un match PAZZESCO!!!


Hiroshi Yagami è il primo lottatore della JLW a vincere tutte e tre le cinture singole, che non si tratta ancora di un All-Crown ma ci arriva davvero vicino, completando il record individuale. È grande festa per il giapponese, che pone fine al Reigns of Chaos Championship e diventa il nuovo campione Custom. Sapremo presto come rinominerà la cintura e in cosa consisterà la difesa, ma stasera dopo oltre 23 minuti di match è tempo di chiudere questa “sessione di gioco”.


Testo nascosto - clicca qui



DeWitt: Pestilence ce la fa! L’Otaku Senpai raggiunge un traguardo che nessuno aveva mai toccato. È a ¾ dell’obiettivo di vincere tutte le cinture in gioco della federazione.
Silente: Diciamo pure 4/5, perché l’Apocalypse è in possesso dei JLW Stable Championships.
DeWitt: Ma esistono ancora?
Silente: Certo che esistono!



Intanto Jimmy Lover sembra indagare su qualcosa e sente un rumore di pulsanti vicino a una porta.
BZZ.
BZZ.
BZZ.


Nella stanza c’è Mr. Furble che gioca con il pad che porta ai mutamenti nel Reigns of Chaos Championship.

Lover: “だからあなただった” (Dakara Anatadatta – So it was you)

Jimmy Lover crolla in ginocchio, desolato.

Lover: “あなたはフランキーを歌った” (Anata wa furankī o utatta – You made Frankie sing)

Poi crolla in un simil-pianto isterico.

Lover: “これはFurbleのエンディングです” (Kore wa Furble no endingudesu – This is the Furble ending)

THE END.


OFFLINE
Scheda Utente
Post: 51.152
Post: 24.770
Registrato il: 12/07/2006
Città: VERCELLI
Età: 34
Sesso: Maschile
CITH - Boss WBFF
Best of All Time!!!
Ava Misfit
The Boss
25/10/2018 00.18
 
Quota

In un locale della periferia di New York City, e più precisamente poggiato su un bancone di legno, troviamo il JLW World Championship. Il primo piano sulla title belt lascia spazio, pian piano, ad un'inquadratura molto più larga.

Il campione in carica, Völkermord, sovrasta con la sua imponenza uno sgabello che, pur essendo alto e robusto, sotto il teutonico dà l'impressione di essere fragile e di potersi rompere da un momento all'altro.
Il Berliner Annihilator è alle prese con un boccale di birra, probabilmente tedesca.

Völkermord: "Quando ho terminato il liceo mi sono iscritto all'Università e, compiuti 23 anni, mi sono laureato in Filosofia."

L'Unsterblich afferra il boccale e manda giù qualche sorso di birra, per poi ripoggiarlo sulla superficie lignea.

Völkermord: "A 26, invece, sono finito dentro dopo aver conciato per le feste un buffone che faceva il gradasso all'interno di un locale come questo. Ci sono rimasto per ben 9 mesi e - seppur per breve tempo - ho sofferto di un leggero stato depressivo e di frequenti sbalzi d'umore."

Il colosso di Berlino è molto serio. Non capiamo ancora dove voglia arrivare, ma c'è sicuramente un motivo di fondo dietro a questa serie di esternazioni di carattere così "privato".

Völkermord: "Detesto la cucina asiatica, mentre adoro quella africana. Quando ero un infante mi piaceva collezionare biglie di vetro."

Il teutonico ruota con il busto disponendosi frontale rispetto alla telecamera. Beve qualche altro sorso di birra dal boccale, poi riprende a parlare.

Völkermord: "Vi chiederete... Perchè Völkermord ha deciso di rivelare delle informazioni di carattere personale? Domanda lecita, logica. Tanto quanto la risposta...

...

Perchè ho bisogno di ricordare, a tutti voi e anche a me stesso, che nonostante tutto SONO ANCORA UN ESSERE UMANO."

Sul volto dell'Unsterblich compare un sorriso beffardo, da vero spaccone.

Völkermord: "Perchè dopo JLW Third Anniversary non esistono altre imprese sulla lista di quelle da compiere. Non esiste più una vera lista, perchè le ho affrontate tutte. Tutte, quelle possibili, difficili, e soprattutto quelle ritenute IMPOSSIBILI, come l'ultima.
Ho battuto The Terrific Blue mantenendo questo titolo stretto alla mia vita. Io ho schienato One Man Circus, e lo avete visto con i vostri occhi. Ho fatto ciò che nessun altro sarebbe mai in grado di ripetere e, adesso, il rischio è che qualcuno possa scambiarmi per un cyborg, rifiutare l'idea che Völkermord possa essere un comune mortale costituito da carne ed ossa. E, di conseguenza, temere di salire sul ring contro di me per evitare di finire a brandelli senza avere alcuna possibilità di spuntarla.

...

Io ho consacrato la mia vita alla suprema arte del combattimento, ma il combattimento - per esistere - necessita di almeno due guerrieri che si diano battaglia. E mi rendo conto che tale condizione potrebbe venir meno adesso che, in virtù dei più recenti eventi, è divenuto noto che sulla carta NESSUNO in JLW potrà MAI avere una sola remotissima chance di eguagliare il mio valore sul ring.
Mi auguro che comprendiate quali siano le mie preoccupazioni, dunque. Quindi lasciate che ribadisca il concetto. Io sono un essere umano, DAVVERO! E' difficile crederci, ne sono consapevole, ma è così!"

Il Berliner Annihilator scoppia in una fragorosa risata. Il suo atteggiamento lo rende arrogante fino all'inverosimile e detestabile, nonostante i fatti parlino tutti in suo favore e rendano giustificabile il suo approccio.

Völkermord: "Provo delle emozioni, alle volte. Mangio, bevo, esco e incontro altra gente. Quando mi alleno sudo, quando mi ferisco sanguino."

Il campione in carica adesso afferra la title belt e la poggia sulla propria spalla destra, poi si alza dallo sgabello e muove qualche passo in direzione della telecamera.

Völkermord: "Non sarà gradevole per me constatare che tra qualche tempo potrei ritrovarmi a vincere tutte le mie sfide per forfeit, perchè nessuno sfidante avrà abbastanza fegato di misurarsi con un vero titano del pro-wrestling. Ma per fortuna questi sono pensieri che torneranno ad assillarmi tra qualche settimana, perchè pare che UN UOMO in particolare abbia deciso di non fidarsi dei propri occhi. Si tratta di un uomo che vuole provare le esperienze sulla propria pelle, un impavido... O più semplicemente, un folle.
Jacques Perrier. Famine, Enfant Prodige."

Völkermord si ferma a pochi passi dal cameraman e respira profondamente, gonfiando il petto e alzando il livello delle spalle.

Völkermord: "Adesso che io e lui possiamo contare due regni da JLW World Champion, Famine ha pensato che potrebbe essere una buona idea quella di sfidarmi per segnare un record, allo scopo di divenire l'unico wrestler nella storia della JLW a conquistare il massimo alloro della federazione per la terza volta.
Vuole farlo, si. Per raggiungere la perfezione, dice.

...

A JLW Third Anniversary lui mi ha lanciato una sfida, e l'ha fatto immediatamente dopo avermi visto schienare The Terrific Blue. Non so se ciò possa fare di lui il più valido dei miei compagni dell'Apocalypse, un vero temerario, o un pazzo che agisce e parla senza alcuna cognizione di causa.
Ma una cosa la so per certa, e riguarda proprio la sua ricerca di perfezione."

Il Berliner Annihilator si avvicina ancora, fino a quando l'inquadratura - ora tendente verso l'alto - non si riduce ad un primo piano forzato del suo volto.

Völkermord: "Raggiungerla è impossibile, ma avvicinarvisi è un altro conto. Io l'ho fatto, mi sono avvicinato di molto alla perfezione assoluta sui ring che ho calcato, pur essendo e rimanendo un ESSERE UMANO.
Ma ricorda, Jacques... Ci sono obiettivi che, per essere raggiunti, richiedono o che tu nasca con i giusti requisiti, o che tu li acquisisca con massimo impegno e costanza fin dalla più giovane età.

...

Avvicinarsi alla perfezione non è impresa impossibile, ma è impossibile avvicinarvisi più di quanto Völkermord non l'abbia già fatto. Oggi voglio ricordare a te e a chi mi sta guardando che un essere umano può compiere le imprese che IO ho affrontato, ma anche che... Per quanto gli altri esseri umani possano sforzarsi...
Völkermord sarà sempre una spanna sopra a tutti gli altri esseri umani, te compreso."

Camera fades.



Denny Leone si presenta via titantron al pubblico della JLW. La reazione dei fan è mista, ma sappiamo benissimo che l'Owner WBFF sguazza in queste situazioni. Infatti, senza scomporsi, comincia a parlare.

"Jack Leone...mio padre...mio mentore...mia fonte di ispirazione...uomo che ammiro e rispetto..."

Attimi di silenzio.

"Sapete perfettamente che, a parte la prima affermazione, le altre sono tutte stronzate..."

Sghignazza Denny, salvo ricomporsi in un attimo.

"Detto questo, sono qui per spendere due parole per il ritiro dal wrestling lottato di una delle più grandi leggende del panorama internazionale. Ci tenevo a far presente che questo è, se non erro, il settimo o ottavo ritiro ufficiale di mio padre, quindi sappiamo benissimo cosa significa tutto ciò..."

Il pubblico rumoreggia.

"Addio Jack Leone. Ci rivedremo presto sul ring. Come sempre, oserei dire. E se questa fosse davvero la volta buona, beh...sarebbe anche ora!"

Occhiolino di Denny, il quale si congeda con una dissolvenza della propria immagine dal titantron. Un omaggio 'particolare' quello del figlio di Jack Leone, non una carezza ma neanche uno dei suoi terrificanti schiaffi morali.



DeWitt: Siamo ora al match valido per il JLW World Championship. Dopo due cambi di titolo, mi chiedo se anche questa sfida ci porterà a un altro cambiamento.
Silente: Certo, è possibile. Enfant Prodige ha FAME, vuole il suo terzo JLW World Championship, nessuno finora è arrivato a questo risultato.
Lover: Se c’è uno che può riuscirci quello è proprio Jacques Perrier.

Match 6: JLW World Championship: "War" Völkermord (c) vs "Famine" Enfant Prodige
Referee: Cartlon O’Hara


CUT MY LIFE INTO PIECES…
THIS IS MY LAST RESORT!!!


Enfant Prodige fa il suo ingresso trionfale nella sera in cui può aggiudicarsi il suo terzo JLW World Championship. Il lottatore di origini francesi ha avuto una carriera praticamente perfetta in federazione, è tornato ed ha vinto le Pro Wrestling Wars, salvando l’Apocalypse dopo la diserzione del Famine sostituto a lui.


THIS IS WAR!!!


Grande ingresso per l’Unsterblich, il War Machine Völkermord. Il wrestler di Berlino è pronto per causare distruzione, e l’appartenenza all’Apocalypse dell’avversario non lo rende meno pericoloso. Sembra la serata ideale per distruggere e demolire, quindi è pronto a portare avanti un regno mondiale in cui è stato in grado non solo di respingere Yuri Bakunin, ma anche di essere il primo uomo a vantare uno schienamento in sfida singola con The Terrific Blue.


L’arbitro O’Hara, senior referee della JLW nonostante non sia nemmeno vicino alla quarantina d’anni, dà il via alla sfida.

DIN DIN DIN


DeWitt: Questo è un match che può terminare in ogni modo possibile.
Silente: È stata una sera ricca di sorprese, non ho idea di come andrà a finire la sfida.
Lover: Abomination affronta l’Hulk di questa federazione.
Silente: Perché Abomination?
Lover: Eh, penso che Perrier assomigli moltissimo all’attore di Abomination…


Perrier fa partire un Clinch, ehi, questa mossa non la si vedeva da 10 anni, o quasi! Tuttavia War si avvantaggia e lo spinge alle corde. Perrier prova a colpirlo in slancio ma lui lo solleva per il BACK BODY BOOM.

Lo travolge con una manovra DEVASTANTE!

Il campione JLW non perde tempo e assale l’avversario con dei calci a terra, ma occhio ad allungare così la gamba che…


ANKLE LOCK!

Lo sapevamo tutti. Alla prima occasione Perrier ha agganciato la caviglia dell’avversario, e se molti lottatori hanno avuto problemi ad atterrare il Berliner Annihilator, questo non vale per Enfant Prodige, che invece riesce a sfruttare l’angolo per ribaltarlo a terra, bloccandolo nella manovra.



Ankle Lock micidiale, che sembra mettere in seria crisi il campione, che non si aspettava così tanta determinazione fin dalle prime battute della sfida.
Ma War lo respinge di prepotenza, sfruttando la sua forza bruta.


SHEET DIVIDER, una variante della Gutbuster che travolge in pieno il wrestler francese.
War lo scaraventa a terra e va addirittura a schienarlo.



1…



Solo conto di uno!

Si prosegue immediatamente e Jacques Perrier mostra le sue doti tecniche, sfruttando ancora una volta le corde, riesce nella colpo Enzuigiri Kick seguita dall’Exploder Suplex.
LO HA SOLLEVATO!
La capacità tecnica del francese è prodigiosa (ovviamente!)


Incredibile, Famine va per LA VIE EN ROSE.
Hammerlock trasformata in un Kneeling Facebuster.


A SEGNO!!!


Mossa che può cambiare l’esito della sfida.


1…



Solo conto di uno anche stavolta.



Völkermord sembra pronto a risvegliare la brutalità insita in lui e sferra un BIG BOOT all’avversario, poi è tempo del DISCUS THROW.

Lover: Völkermord lancia l’avversario con così tanta potenza che lo scaraventa fuori dal JLW Dojo. Oh no, Perrier finisce allo stadio di Baseball e viene colpito dal battitore degli Yankees. HOMERUN!!!
Silente: Sai che non ti crede nessuno quando esageri!


AIM…

FIRE!


War è pronto a dare il colpo di grazia all’avversario e chiama la VOLKERSTRASSE, ma lui reagisce e lo fa di nuovo con un Enziguiri Kick, seguito da una manovra che può cambiare tutto.


LE VOJAGE DANS LA LUNE.


COUNTER ROLL-UP DAL NULLA DEL FRANCESE!!!



1…




2…



NO!

Non ci siamo ancora.


Applausi del pubblico per Enfant Prodige, che si è mostrato pericoloso e vicino a prendersi la vittoria nella sfida. Ma questo è praticamente un MAIN EVENT sui due serali, e sapete tutto quanto la JLW sia alta a livello drammatico in sfide del genere. Come in una tragedia di Shakespeare c’è il pathos necessario e il tentativo di Perrier di fare qualcosa che solo a pochi lottatori è riuscito risulta impegnativo. Il punto è che Völkermord è nel migliore momento della sua carriera, in una fase di dominio assoluto. Lui, che supera a malapena i 100 kg, vuole abbatterlo.


Arriva la PRODIGE CLUTCH.
Non è più la manovra finale del lottatore, ma come si può dire che non farà l’effetto desiderato?

War è intrappolato nella manovra e soffre! Ma riesce ad uscirne.



THIS IS AWESOME!!!


I fan si stanno godendo la sfida mentre questa cresce sempre più di tono, arrivando alle battute finali come un romanzo perfetto. Ma chi dei due avrà la meglio? Non ci è dato saperlo!


Jacques Perrier vuole assolutamente porre fine alla sfida e va di PERRIER PRODIGE.
Fisherman’s Driver… NOOOOOOO!
NON RIESCE A SOLLEVARLO!

Stavolta War fa sentire il suo peso ed è lui ad attaccare.



SCATTERBRAINER!!!


Crucifix Powerbomb Stance into Sit-out Piledriver.

Manovra finale del Tedesco.



A SEGNO!


Sì, direi che ci siamo. Sta per giungere la fine della sfida e War va a schienare il rivale.



1…




2…





3NO!


CLAMOROSO!


Jacques Perrier resiste ancora.



Il Berliner Annihilator però non demorde.


AIM…

FIRE!


Di nuovo lo prende di mira e appena lui si alza arriva l’ETERNAL RETURN!



Variante del Fameasser che travolge in pieno Perrier, che impatta nuovamente sul quadrato.



Arriva lo schienamento.



1…




2…



3!!!



Finisce qui dopo una grande sfida.


Abbiamo un vincitore e questo non ci sorprende visto il suo periodo di dominio totale. Völkermord ha appena compiuto un’altra grande impresa in carriera, arrivando ad avere la meglio su un avversario di tutto rispetto, che gli ha reso difficile mantenere la cintura, ma ormai il match è terminato. Applausi del pubblico in una sfida a livello agonistico che è stata del tutto adatta, senza mai ricorrere a scorrettezze.

Testo nascosto - clicca qui


DeWitt: Il primo dei due main event ci porta a una difesa titolata. Völkermord rimane campione a Exit Stage dopo tanta fatica.
Lover: L’assalto di Perrier è stato leggendario, gli è mancato poco per vincere.
Silente: È stato sicuramente un grande match, e ora ci rimane una sfida… che non farà sconti per nessuno visto che porterà a DUE RITIRI sul ring.



Nella sala trofei del Khanato, il suo leader Mr. Khan è circondato dagli agenti con la maschera nera, tutti in seconda fila mentre Khan non sembra nemmeno rivolgersi a loro.

“Chi sono io, Jack? Vuoi davvero sapere chi sono?”

Mr. Attitude non può sentirlo, ma il suo messaggio può arrivargli lo stesso.

“Io sono il tuo peggiore incubo fin da quando hai iniziato a lottare. Io conosco te e tu conosci me, e posso dirti che non mi hai mai sconfitto, non saresti in grado di farlo. Anche se io non avessi questa maschera, tu perderesti lo stesso, perché sono stato un grande campione, e soprattutto non ho deteriorato il mio fisico come hai fatto tu.
Mentre tu morivi un giorno dopo l’altro sul ring a suon di sfide Hardcore, io rendevo il mio fisico capace di sopportare l’eredità del Khanato dell’Orda d’Oro. Sono il Khan del Ventunesimo Secolo, colui che lo riporterà alla sua degna gloria.
Il Khanato non avrebbe mai perso il suo prestigio se non si fosse convertito alle religioni, ma credere in un Dio ha abbagliato la ragione di un Khan, che deve ergersi come Dio del suo popolo, senza sostituti.
Non conoscevo la mia linea di sangue quando eravamo avversari in WBFF, non sapevo nemmeno cosa mi avrebbe atteso. Avevo perso la mia umanità ed ero già il fulcro di quello che sarebbe divenuto The Demonic Entity.”

Gli agenti del Khanato sono in silenzio, come sempre non proferiscono parola. Fra di questi c’è pure Golden Horde, ma sembra aver perso il suo ruolo di rilievo, è sulle retrovie.

“Jack… non credere di avere la minima possibilità di sconfiggermi. Quando hai deciso l’Hell in a Cell match, hai sancito la tua fine. La tua disfatta certa, il crollo di ogni tua speranza.
Pensi davvero che io avessi bisogno di Sylvia Madison per sconfiggerti nel Casket match? Era parte del mio piano perché volevo dimostrarti di togliere tutto ciò che volevo alla tua vita. Il tuo ruolo di potere, la tua amata. Con tuo figlio Denny non ho dovuto far nulla perché gli è stato semplice allontanarsi da te.
E ora passiamo a un punto fondamentale.
Io ti odio?!?
No, Jack, non ti odio. Anch’io ti rispetto!
Questo non cambia nulla. Fin da quando le parole Jack Leone Wrestling sono apparse nella tua mente, io ero già pronto a usarti per arrivare al potere. Avevo i soldi del Khanato per finanziare un grande progetto, ma mi mancava un uomo immagine per la federazione.
La JLW è stata la punta di tutto ciò che arriverà dopo. Devi capire che il Wrestling è visto da persone di tutto il mondo, e non importa se il Jack Leone Dojo può contenere fra i 200 e i 300 spettatori, tanti la seguiranno da casa propria.
Quindi Jack, io ti rispetto come tassello del mio impero, per riportare il Khanato alla sua gloria e finalmente iniziare la conquista mondiale.
Sono un idealista, non un tiranno, e credo che il Khanato sia l’unico modo per contrastare quella forza invisibile ma esistente che controlla tutti come dei burattini. Siamo al giogo dei potenti, una schiavitù che costringe le persone a pensare quello che vogliono loro. Ma io li libererò!
Con la tua caduta, arriverà l’oscurità. Tu che hai creato l’Apocalypse sei il primo a comprendere che bisogna distruggere per rinnovare, ma hai sbagliato bersaglio. Posso perdere una sfida ma non la guerra. Il mio successo è già scritto e avverrà stasera con la tua disfatta.”

The Demonic Entity solleva il suo bastone Khanate al cielo, gli agenti chinano le loro teste in segno di rispetto.

“Per il Khanato dell’Orda d’Oro…
Per il Ventunesimo Secolo…
Per la mia ultima conquista sul ring…
AVANTI KHANATO!”

Le luci si spengono, le parole di guerra sono state pronunziate dal leader del Khanato.



“Il mio ultimo match della carriera…”



Un pensieroso Jack Leone scruta la bottiglia di whiskey sul tavolo. Forse in lui c’è una venatura di nostalgia, o semplicemente si è arreso all’idea che non può più continuare a combattere il tempo.

“Tante volte mi sono sottratto da ciò che era necessario. Tutto prima o poi giunge alla fine, oggi la mia carriera, un altro giorno la mia vita. E un altro giorno ancora perfino la mia fama sparirà nel nulla.
Questo è stato il terrore dei potenti, che il loro nome venisse sostituito da qualcuno dopo di loro. Alessandro Magno è stato scavalcato da Giulio Cesare. Cesare, forse, è stato scavalcato da Napoleone. Ma perfino il francese non ha saputo reggere il confronto con i nomi dei grandi tiranni, Hitler e Stalin.
Ricordiamo più chi distrugge con le armi che chi crea con la pace.
I grandi pacifisti sono stati tutti strumentalizzati, Gesù Cristo, Leonardo Da Vinci, Albert Einstein, Mahatma Gandhi… così tanti usati per trasmettere i messaggi di altri.
In questo mondo si diventa una leggenda con una lama di pugnale o con un bel discorso. Sono tante le persone che nell’anonimato hanno compiuto grandi prodigi, senza mai essere conosciuti. Se dovessi dirne uno che merita più popolarità di quanta ne ha avuta, direi Nikola Tesla, l’inventore geniale di cui Thomas Edison si è preso tutti i meriti, e l’industria ha nascosto bene alcune sue scoperte che renderebbero gli uomini benestanti ma ai danni del capitalismo estremo del nostro bel paese.
Io mi limito al Pro Wrestling. Non ho ucciso, non ho proclamato la pace, non ho fatto guerre e politica e nemmeno invenzioni scientifiche. Sono un pro wrestler e anche da ritirato lo rimarrò.
Sono un uomo d’affari e allo stesso tempo tutto ciò che guadagno lo uso di nuovo per il Wrestling.
Il mio amore per questa disciplina mi ha reso odiato, amato, tifato e fischiato, da sconosciuto sono divenuto popolare. A volte come capro espiatorio, a volte come icona, ma ciò che conta è che un giorno il mio nome sfumerà in mezzo a quello di tanti altri che hanno scritto e stanno scrivendo la storia del Wrestling.
Dannazione, voglio credere che fra 200 anni esista ancora il Pro Wrestling!”

Mr. Attitude sorride in maniera amara, poi beve il suo Whiskey, compagno di tante avventure.

Leone: “Le emozioni che si provano quando si sale sul ring sono indescrivibili. Gli avversari diventano nemici, talvolta amici, ma spesso persone con cui si instaura un legame indelebile.
Non c’è sfida che non abbia senso, perfino il più irrilevante dei match crea qualcosa. Ho affrontato tante leggende quando mi dovevo sgrezzare, e ho affrontato tanti rookie quando ero io una leggenda. In tutto questo ho solo visto persone con la mia stessa passione.
Alcuni lo facevano per denaro, altri per popolarità, ma in ogni caso c’era sempre di mezzo il desiderio di dedicare la propria vita al Pro Wrestling.
Ed è grazie a questo che ho ritrovato il mio figlio perduto.
Denny… so che mi stai ascoltando, so che anche se non lo ammetterai mai, vivrai questa serata così come la vivo io, come un grande cambiamento.
Segui la tua vita, e non essere condizionato dal Wrestling, hai voluto la mia eredità e l’hai ottenuta, e allo stesso tempo hai compreso che c’è altro.
La WBFF Wrestling chiuderà fra qualche mese, la JLW sopravvivrà un po’ più a lungo, ma non smetterò mai di dire che tutto ciò che ha un inizio ha una fine. Il tempo scorre in avanti, e va indietro solo per i nostalgici, chi rimane troppo legato al suo passato.
Il mio futuro non lo conosco, e stasera determinerà se rimarrò una figura al potere in JLW o se sparirò nel vento, scomparendo per sempre.
Ho deciso di giocarmi tutto perché questo è il mio ultimo match, e voglio godermi la cavalcata finale del vecchio cowboy.
Sono pronto a rischiare tutto, ho detto da tempo che le mie sfide rimaste si contavano sulle dita di una sola mano, ed è stato così. Questa è la MIA fine, ma non la fine di tutto, perché il Wrestling continuerà ad essere bello e spettacolare anche senza di me, come lo è stato nei periodi in cui non combattevo.
Abbiamo creato tutti insieme questo miracolo, noi wrestler e voi fan, ecco perché non si tratta di un addio, ma di una continuazione.”

Mr. Attitude afferra il suo lazo messicano, poi si aggiusta il cappello da cowboy.

Leone: “Ho incontrato di nuovo tanti vecchi amici e nemici. Altri si sono presentati attraverso dei video, o erano presenti nell’arena.
Non ho più nulla da chiedere o pretendere dal mondo del Pro Wrestling. Ho ricevuto molto più di quanto ho meritato, e ne sono consapevole.
Perciò… io sono pronto a combattere!
Mr. Khan, finiamola una volta per tutte, voglio strapparti la maschera, voglio umiliarti e mostrare a tutti la tua identità. Se credi che nel mio ultimo match sarò più buono ed educato ti sbagli. Io sono un bastardo, ma almeno lo ammetto!”

Jack Leone ricorre a una sua frase classica.

Leone: “Affrontami con il meglio delle tue forze, ma sappi che non c’è fuga da quella gabbia. Mi hai fatto paura in un certo periodo, e poi ho scoperto che non sei altro che un buon illusionista. La tua magia è teatralità e buona costruzione artificiale.
Non c’è nulla di vero in te, perciò voglio strapparti quella finzione che chiami Mr. Khan e mostrare al mondo chi sei realmente.
Questa sarà la mia ultima soddisfazione, e la sera della tua caduta.
21 ottobre 2018. Segnati questa data perché sarà la tua disfatta finale.
Più le cose cambiano, più rimangono le stesse… e stasera il vecchio Jack ripulirà New York dal Khanato una volta per tutte!”

Il lottatore sorride con voce rauca e si allontana dalla stanza, ormai pronto alla sua sfida finale della carriera.


OFFLINE
Scheda Utente
Post: 51.153
Post: 24.771
Registrato il: 12/07/2006
Città: VERCELLI
Età: 34
Sesso: Maschile
CITH - Boss WBFF
Best of All Time!!!
Ava Misfit
The Boss
25/10/2018 00.18
 
Quota

DeWitt: Jack Leone si ritira. Mr. Khan si ritira. Ma questo risultato è fondamentale. Possiamo dimenticarsi di Mr. Attitude al potere se vincerà Khan!
Silente: Ma se vincerà Jack Leone, allora vedremo Khan senza maschera. Questo sarebbe un finale perfetto per l’evento e la carriera di Old Jack, ma può davvero ottenere una ricompensa del genere?
Lover: L’unica persona che sa chi si nasconde dietro alla maschera di Mr. Khan è Sylvia Madison e non ha MAI rivelato la sua identità, preferirebbe farsi ammazzare piuttosto di rivelare tutto.
DeWitt: Insomma, Mr. Khan a mio parere è addirittura il favorito della sfida.
Silente: Io credo nel vecchio Jack… voglio dire, è normale che lui farà di tutto per compiere un miracolo.
Taggart: Ehi, che succede? Non ci salutate nemmeno?
Kokone: Si può avere un posto al commento all’ultimo match di Jack Leone?
Lover: Compagnoni di commento della WBFF!
Taggart: Alla fine siamo riusciti a essere qui anche noi.

Main Event: Jack Leone vs Mr. Khan [Double Retirement match; Power vs Mask Hell In A Cell match]
Referee: Derek Williams


Hell in a Cell match.
La gabbia viene fatta calare lentamente per descrivere la tensione palpabile nell’arena.
Sarà un match con doppio ritiro, e stavolta questo non dipende dal risultato.

Quando la gabbia è completamente abbassata le luci si spengono.



Ihsahn – Mass Darkness.
L’oscurità è padrona nell’arena.
Mr. Khan, il leader del Khanato, fa il suo ingresso trionfale, fischi fortissimi per lui. Ha perso tutto nelle Pro Wrestling Wars III e stasera può riprendersi il ruolo di dominatore della federazione, ritornando a gestirla. Per lui la JLW è l’inizio di una grande conquista mondiale da parte del Khanato.

Il wrestler mascherato raggiunge il ring, ed entra nella cella d’acciaio.




Black Label Society – Stillborn.

L’ultimo brano scelto da Jack Leone nella fase finale della sua carriera, ai tempi della rivalità con il figlio Denny.

Un brano che lo descrive a perfezione.

Blind me
Erase what was
Stillborn, I have become

The feelings I once felt are now dead and gone
I've waited here for you for so very long

So empty
Just a shell of a man
Stillborn, this I understand

The feelings I once felt are now dead and gone
I've waited here for you for so very long

[But], I've waited here for you, so long

[But], I've waited here for you... for you


I fan cantano a voce alta il brano, il “guscio d’uomo” è ciò che rimane di un uomo che ha ceduto la sua anima a Sheenan di sua spontanea volontà. Eppure, stasera lo vediamo pronto a mettersi in gioco. Jack Leone entra con la sua tenuta da cowboy di New York. È amatissimo in casa, e sarà il suo ultimo match in carriera, comunque questo vada a finire.


Taggart: Leone si è ritirato a WBFF Maniacs VIII in squadra con il figlio Denny, e solo grazie alla richiesta di Denny ha rotto il suo ritiro, facendo un altro match insieme a lui.
Kokone: Il ritiro di Jack Leone è stato un evento avvenuto diverse volte, ma mai è stato così reale come stasera. Sappiamo che Mr. Attitude manterrà la parola data e non tornerà mai più sul ring dopo quest’ultima sfida.
DeWitt: La JLW è stato il canto del cigno del vecchio Leone, il suo ultimo lascito al mondo del Pro Wrestling.
Silente: I fan sanno ciò che lui ha fatto per loro, e lo ringraziano con grande sostegno. Questa è davvero la fine della sua carriera.

The feelings I once felt are now dead and gone
I've waited here for you for so very long
[Aahh], I've waited here for you, so long
[Aahh], I've waited here for you, so long
[Aahh], I've waited here for you, so long
[Aahh], I've waited here for you...for you

Mr. Attitude sale sul ring, entra nella struttura d’acciaio e guarda malissimo il suo nemico.
Leone. Khan. Una rivalità lunghissima pronta a giungere al termine.
ONE LAST TIME!!!


DIN DIN DIN


L’arbitro Derek Williams dà il via alla sfida.
LAST MATCH, LAST TIME.


Jack Leone chiama a sé Khan, vuole vederlo in azione. Lui si avvicina e fa scattare la rissa d’apertura.
Pugno di Khan. BOOO.
Pugno di Leone. OLEEE
Pugno di Khan. BOOO.
Pugno di Leone. OLEEE
Pugno di Khan. BOOO.
Pugno di Leone. OLEEE
Pugno di Khan. BOOO.
Pugno di Leone. OLEEE

Lover: Pugno di Lover. AMOOOOOORE!
Kokone: Non mi era mancato averti come collega di commento…
Taggart: Ma dai, tu hai sempre stimato Jimmy.
Kokone: Non è assolutamente vero!


Attenzione!
Khan prende l’iniziativa e scaraventa a terra l’avversario con un Bodyslam. Poi afferra il suo bastone, il Khanate, e lo colpisce alla testa.
BRUTALITA’ da parte del leader del Khanato, che insiste nei suoi attacchi. Perdere significa la dissoluzione del suo impero millenario, l’eredità dell’Orda d’Oro.

Mr. Attitude comincia già a sanguinare dalla fronte, e non è una novità!
Lo vediamo agonizzare ma è pronto a riprendersi.
Chop. Chop. Chop. Chop. Chop.
FIVE TIMES!
La serie di Chop permette a Old Jack di connettere successivamente con il LIONKILLER!
Edgecution devastante che fa atterrare il rivale a terra.


Mr. Attitude afferra il suo lazo messicano, è pronto a contrattaccare l’uso del bastone sacro del rivale con la sua arma.
Slaaaaaaaash.
Arrivano le frustate, Khan deve ripararsi per non subire troppi danni.
Slaaaaaaaash.
Slaaaaaaaash.
Slaaaaaaaash.

Lover: Tutto questo Slash… c’è un concerto dei Guns ‘n Roses nei paraggi?
Silente: No!


Mr. Attitude atterra l’avversario e connette con il LEONE’S LEGDROP.
Poi vuole darci dentro con la violenza e afferra una mazza avvolta dal filo spinato.
COLPO DURISSIMO con carica! Ecco che Jack ci dà dentro con l’Hardcore, la sua grande specialità. Nell’Hell in a Cell non ci saranno interventi esterni, sarà una lotta all’ultimo sangue fino alla fine.


The Demonic Entity però si riprende e connette con il CHAOTIC LARIAT!


Strappa l’arma dalle mani del vecchio Leone e lo colpisce alla fronte.
IL FILO SPINATO LACERA LA PELLE DI JACK!!! Lui agonizza nel dolore più assoluto.


Ed ecco che arriva il MOON KNIGHT, il calcio in semirovesciata.
Jack viene atterrato e Khan lo schiena.



1…




2…



Solo conto di due, non basta per vincere.


Il leader del Khanato va per il MK PROJECT, scaraventando l’avversario contro la cella.

SDEEEEEEEEEENG.

Rumore assurdo mentre Jack Leone viene martoriato, Khan si è preso la sua rivincita per la disfatta nelle Pro Wrestling Wars e va di nuovo a schienarlo.


1…



2…


3NO!


Kokone: Una sfida malsana! Mr. Khan cerca davvero di abbattere Leone una volta per tutte.
Taggart: Non è facile porre fine alla carriera di Jack, lui farà di tutto per emergere vincitore.
DeWitt: Qui vige l’equilibrio.


Il Cowboy di New York alza una mano e il pubblico esulta. Questa è la sua grande occasione per porre fine all’avversario e va di ECLYPSE OF TIME!
SERIE DI TESTATE STIFFISSIME.
Colpi da macellaio, con Leone che poi connette con il BLACK JACK.


A SEGNO!


Arriva uno schienamento da parte sua, con le ginocchia sul petto del rivale.


1…




2…



3NO!


Ancora niente.


Il vecchio Jack chiama la sua manovra storica.



SPEAR OF THE FEAR!!!



A SEGNO!


Khan viene travolto e fatto impattare contro la struttura d’acciaio.

SDEEEEEENG.

Nessuna via di fuga, Leone poi sale all’angolo.
CHE DIAMINE VUOLE FARE?!?



LEONE SPLASH???


A 54 anni va per la 450° Splash.

NO F’N WAY!!!


WBFF. JLW. Jack Leone le ha fatte proprio tutte.


LA MANOVRA PERO’ MANCA IL BERSAGLIO.

Mr. Khan si toglie e lo brutalizza con il GRAY SPECTRUM.
Evenflow DDT assassina, che lo lascia a terra.


THERE WAS A HOLE HERE.
Belly to Belly Suplex dalla terza corda.


Mr. Attitude viene smantellato pezzo dopo pezzo dal suo nemico.
Khan vuole concludere e afferra una lastra di legno durissimo, posizionandola a terra, poi arriva il TU FUI, EGO ERIS!!!

CHOKESLAM SULLA TAVOLA DI LEGNO.


SBAAAAAAAAAAM.


Colpo durissimo, la schiena di Jack Leone si incrina, perciò arriva lo schienamento.


IT’S OVER!!!



1…




2…




3NO!


NON CI CREDIAMO!


Jack Leone si rialza con un colpo d’anca e urla…

I’M ALIVE, MOTHERFUCKER!!!


Boato dei fan di New York, l’eroe di casa contrattacca immediatamente.


SPEAR OF THE FEAR!!!



A SEGNO.


Khan viene dominato dalla manovra.

JACK STA PER VINCERE IL SUO ULTIMO MATCH!!!



1…




2…



NOOOOOOOO!


NON BASTA ANCORA.


Mr. Khan resiste e si rialza a fatica. È martoriato ma resiste.

Jack Leone afferra la sua tipica lastra di vetro e l’appoggia all’angolo. Pannello di vetro posizionato ma c’è sempre una brutta sensazione da parte del pubblico per una manovra che riesce 1 volta su 100.


PLEASE DON’T DO IT!!!


Il coro dei fan non fa cambiare idea a Jack Leone, che vuole eseguire la Stinger Splash.


REMEMBER THE PAIN…


NO! Si ferma quando Khan scatta in avanti e va per il GOLDEN HORDE.

MANOVRA FINALE DEL DEMONIC ENTITY!!!


Brainbuster Suplex.

MA JACK NE ESCE IN TEMPO!


Lo spinge all’angolo, sulla lastra di vetro. Stavolta Khan ha la schiena bloccata.



REMEMBER THE PAIN!!!


Stinger Splash sulla lastra di vetro… FINALMENTE HA SUCCESSO!!!



CRAAAAAAAAAAAAAASH.




A SEGNO!



Jack Leone si china in ginocchio, guarda verso l’alto. Che per una volta Dio abbia ascoltato le sue preghiere?!?


Non finisce qui.


SPEAR OF THE FEAR!!!



A SEGNO.



Jack vuole chiudere con la sua manovra più efficace che gli ha portato i più grandi successi in carriera.


COUNTRY BLADE!!!



Jujigatame a segno sull’avversario.


Mr. Khan è imprigionato nella manovra di sottomissione.


E CEDE!!!


NON PUO’ FAR ALTRO CHE CEDERE!!!


Jack Leone compie il miracolo e sconfigge il suo arcinemico per la prima volta nella sua carriera.


Il suo ultimo match della carriera è un successo, il lottatore rimane a terra, non sembra più rialzarsi, è collassato dopo aver dato il 100% delle sue energie per battere un vero e proprio demone.

Questo significa che presto vedremo chi si nasconde dietro alla maschera di Mr. Khan.


LA VERITA’ STA PER EMERGERE!!!

Intanto i fan acclamano Jack Leone mentre suona, forse per l’ultima volta, la sua THEME SONG STORICA, che non usa da anni.



È tempo della grande celebrazione per la fine della carriera di una leggenda.

Testo nascosto - clicca qui


Taggart: Ci siamo, la sfida è stata dura e brutale, come ci si poteva aspettare da questi due amanti dell’Hardcore.
DeWitt: Si può dire che l’epoca oscura della JLW si sia finalmente conclusa una volta per tutte.
Silente: Mr. Khan ha perso, il Khanato è stato dissolto. Tutto giunge al termine per Mr. Khan, che fra poco dovrà subire l’umiliazione dello smascheramento.
Kokone: Questa è una serata storica, di grandi cambiamenti!
Lover: È stato un piacere commentare insieme a voi questo grande match.



EPILOGO

Abbiamo un risultato netto nel main event.
Nel doppio ritiro, Jack Leone ha vinto, Mr. Khan ha perso.


È tempo che il mondo conosca l’identità dell’uomo mascherato che ha raggiunto il pieno potere prima di perderlo.
Jack Leone ha il microfono in mano.

Leone: “Come ti ho garantito, la tua sconfitta significa abbandonare la maschera e svelare la tua identità QUI e ORA. Perciò se ti è rimasto un po’ di onore, smascherati con le tue mani.
KHAAAAAAAAAAAAAAN!”


Mr. Khan si pone la mano sulla complicata maschera, ma prima di togliersela inizia a ridere e parla all’avversario.

Khan: “La vendetta è un piatto che è meglio gustare freddo!”


Il lottatore preme sulla maschera e questa comincia a far sparire la sua copertura. Poi, viene fatta cadere a terra.

IL VOLTO DI KHAN


Capelli bianchi e un po’ lunghi, due occhi scuri e dei muscoli ben formati come avevamo già intuito. Chiunque egli sia stato, oggi è invecchiato, eppure quel volto lo ricordiamo bene. Chi lo ricorda meglio di tutti è Jack Leone.

Leone: “Tu sei… The Black Devil… il primo campione della WBFF Wrestling!”

L’uomo ormai smascherato sembra ridere dello stupore della leggenda di New York. Essendo stato il primo grande trionfatore in WBFF, lui è un’icona forse ancora più grande.

Khan: “Ebbene lo ammetto. Io sono Black Devil.
Ho vinto l’Elimination Chamber l’8 giugno 2005 che mi ha portato a ottenere il WBFF World Bloody Heavyweight Championship, l’attuale Undisputed Championship.
Ho sconfitto tutti i più forti lottatori dell’epoca, e ti ho soggiogato al mio servizio, tu come padrone della federazione e io come la stella di punta del 2005.
Sono stato nel main event di WBFF Maniacs I. Sono sempre stato al tuo fianco, o come tuo rivale, ma non mi hai mai sconfitto… prima di stasera.”

“Khan” Black Devil porge la mano verso il wrestler di New York.

Khan: “Ora non hai più recriminazioni, hai annientato il mio Khanato, mi hai estirpato dal potere.
Permettimi almeno di mostrarti che il Demonic Entity può divenire un uomo completo!”

Jack Leone accetta la stretta di mano. Sembra sorpreso di ritrovare un lottatore storico, leggermente più giovane di lui ma oltre i 45 anni.


THE CRUCIFISSION!!!


Black Devil solleva Jack Leone e lo stordisce con la Crucifix Powerbomb, abbattendolo al tappeto con la sua mossa storica che gli ha portato innumerevoli trionfi.
I fan fischiano l’uomo che si nasconde dietro alla maschera di Mr. Khan.

MA ARRIVA LA SOMMOSSA!!!

I lottatori del roster JLW circondano il ring, sono tutti ostili a Khan. Perfino Liiva, la Khanum, sembra essersi schierata con il resto del roster. Il General Manager Völkermord guida l’armata e fa fare irruzione a tutti.


È RISSA!!!
TUTTI CONTRO UNO.

Khan non può far altro che soccombere contro la furia distruttiva del roster JLW.

Sheenan lo tramortisce, Völkermord gli dà il colpo di grazia con la VOLKERSTRASSE, mentre Hiroshi Yagami ed Enfant Prodige aiutano Jack Leone a rialzarsi.

Quando Khan si regge a fatica, cercando la fuga, Leone non lo perdona.


SPEAR OF THE FEAR!!!


Lo travolge in pieno e i fan di casa festeggiano quest’ultimo gesto eroico del Cowboy di New York.
È FINITA!!!

L’epoca oscura del Khanato è stata dominata una volta per tutte.
Sappiamo l’identità dell’arcinemico di Jack Leone, e in effetti rende giustizia al loro astio che dura da 13 anni abbondanti, ma ormai è finita.

Leone: “Grazie di tutto il supporto ricevuto!”

Old Jack abbandona il ring e saluta il pubblico, lo rivedremo nei panni di gestore della JLW, ma non più come lottatore.

8 giugno 2005 – 21 ottobre 2018. La sua carriera professionale termina contro l’uomo con cui l’ha aperta. The Black Devil, o Mr. Khan se preferiamo chiamarlo con il nome ereditato.

See you in Space, N.Y. Cowboy!



Crediti.
Lo show a cui abbiamo assistito è stato reso possibile grazie al contributo di...

- Cith (Match 1, 4, 5, 6, 7, assemblaggio)
- Wordlife85 (Match 3)
- Pierfrancesco (Match 2)
- Utenti (rispettivi promo)

[Modificato da cell in the hell 25/10/2018 00.20]
Amministra Discussione: | Chiudi | Sposta | Cancella | Modifica | Notifica email Pagina precedente | 1 | Pagina successiva
Risposta Veloce
Nick  
Titolo
Messaggio
Smiles
Copia il codice di controllo qui sotto





Nuova Discussione
Rispondi
Cerca nel forum
Tag discussione
Discussioni Simili   [vedi tutte]
Card JLW #32: Exit Stage (2 messaggi, agg.: 30/09/2018 21.37)

Home Forum | Album | Utenti | Cerca | Login | Registrati | Amministra
Crea forum gratis, gestisci la tua comunità! Iscriviti a FreeForumZone
FreeForumZone [v.5.0.0] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 14.45. Versione: Stampabile | Mobile
Copyright © 2000-2018 FFZ srl - www.freeforumzone.com

Jamaican Rhapsody